GEM / 2019

  • Codice Incoterms: per le fatture con Causale di trasporto è stata abilitata la scrittura nel documento elettronico del Codice Incoterms relativo al Porto inserito e della eventuale Destinazione diversa. Per gestire i codici Incoterms utilizzare la funzione presente nel menu Impostazioni – Tabelle – Tipi di porto.
  • Ritenute d’acconto: nell’immissione della fattura è stata abilitata l’imputazione manuale delle ritenute d’acconto per permette all’operatore di gestire casi particolari per esempio il calcolo della ritenuta anche su importi fuori campo IVA.
  • Fatture differite: corretta la generazione della fattura nel caso di DDT compilati con prezzi ivati.
  • Fatture, DDT e altro: corretta l’anomalia che in casi particolari bloccava la visualizzazione della lista per l’aiuto alla scelta della Modalità di pagamento.
  • Autofattura elettronica: abilitata l’emissione di autofatture. Per generare l’autofattura basta indicare nel campo codice cliente il valore “0001”.
  • Fatture differite: corretta l’anomalia che non inseriva correttamente il codice IVA nella riga descrittiva riportante il riferimento del DDT nel caso che sia stata abilitata la ricerca automatica del codice IVA con Split payment.
  • Stampa documenti interni: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa del numero di lotto.
  • Ordini clienti: corretto l’inserimento degli ordini che segnalava un errore nel caso in cui non fossero state compilate le spese di incasso nel proprio conto corrente predefinito.
  • Anagrafica clienti: nella tabella delle Destinazioni diverse è stata aggiunta la colonna Paese.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

GEC / 2019

  • Prima Nota – Partite Aperte: corretta l’anomalia che si verificava nel caso in cui fosse abilitata la gestione dei movimenti in valuta estera, per la quale, se si effettuava un incasso/pagamento di una fattura degli anni precedenti, scaturiva l’errore non bloccante 3420- Oggetto non valido o non impostato.
  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia che generava un messaggio bloccante durante l’importazione massiva di fatture emesse con ritenuta d’acconto.
  • Autofattura elettronica: abilitata l’emissione di autofatture. Per generare l’autofattura basta indicare nel campo codice cliente il valore “0001”. Si ricorda che tale generazione è consentita per le causali diverse da reverse charge e per la causale “388 – FATT. EM. REV. CHARGE ESTR. DEPOS.IVA”.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA – Stampa per sezionali: corretta la stampa di dettaglio del rigo VF14 che in alcuni casi riportava tutti gli importi non filtrati per i sezionali utilizzati. Tale anomalia comportava un calcolo non corretto de rigo VF23 solo in fase di stampa. In tal caso comunque il programma segnalava un incongruenza tra il rigo VF23 e VF27.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

CPR / 2019

  • Opzioni varie – Stampa parcelle: nella scheda è stata modificata la descrizione del campo “Dicitura parcella” in “Causale parcella”; ora compilando tale campo è possibile personalizzare anche la causale della fattura elettronica.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA: corretta la stampa e la relativa esportazione del righi da VF1 a VF13 che non escludeva dal calcolo le fatture ricevute nell’anno precedente ma registrate nel periodo corrente, escluse dalle liquidazioni periodiche (DL n.50/2017 art.2). In tal caso comunque il programma segnalava un incongruenza tra il rigo VF23 e VF27.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

Codice fiscale, Partita IVA e numero iscrizione C.C.I.A.A. TS 00797300324.