770 / 2019

  • Generazione file telematico – quadro SY: corretta l’anomalia che causava lo scarto bloccante con la dicitura “Codice identificativo del campo duplicato” in alcuni casi di operazioni straordinarie.
  • Quadro SF: nella sezione “Dati del rappresentante della società estera” il campo “20 – Codice fiscale” è ora opzionale.

Redditi PF / 2019

  • Liquidazione: risolta l’anomalia che in casi particolari di arrotondamento poteva attribuire in RN43 un importo di Bonus Irpef non spettante al contribuente. L’anomalia veniva segnalata da uno scarto telematico.
  • Quadro RH: corretta la stampa di verifica del quadro che non riportava gli importi relativi all’ACE.
  • RS perdite da minimi Autonomo: risolta l’anomalia che non aggiornava l’utilizzo delle perdite da minimi Autonomo eseguito in LM37.5. L’anomalia veniva segnalata da un messaggio errato in liquidazione che indicava un utilizzo delle perdite superiore a quanto esposto in RS e che non permetteva di salvare la liquidazione stessa.
  • Stampe/Telematico – Quadro RP: corretta l’anomalia (segnalata da uno scarto Entratel) che non riportava nella stampa/telematico i valori decimali del campo RP71.3(Percentuale).
  • Quadri RR-IVS e RR Gestione separata: si evidenzia che in base alla istruzioni ministeriali il credito IVS da indicare nel campo RR2.35 (o RR8.6) è quello utilizzato in compensazione fino alla data di presentazione della dichiarazione; tale informazione viene ricavata dal programma in automatico in fase di stampa o generazione del file telematico analizzando quanto rilevato nella gestione dei versamenti.
    Pertanto, non è più possibile utilizzare eventuali crediti residui successivamente all’invio della stessa.
    Si consiglia quindi di effettuare eventuali compensazioni del credito residuo in modelli F24 aventi data di versamento antecedente alla data di invio della dichiarazione.
    All’apertura dell’archivio verrà prodotto un report con l’elenco dei clienti per i quali, dopo la liquidazione del PF 2019, risulta presente un credito residuo derivante dall’anno precedente (PF 2018, anno del credito 01/2017 – 12/2017).

Versamenti / 2019

  • Codici Tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per i versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 83/E e 84/E.
  • Utilizzo crediti: modificato il messaggio di avvertimento sull’utilizzo di crediti INPS derivanti della dichiarazione del periodo d’imposta precedente che possono essere utilizzati entro il termine di presentazione della dichiarazione che per quest’anno, a seguito della proroga, scade il 02/12.

ISA / 2019

  • Ricavo dichiarato: corretta la visualizzazione del ricavo dichiarato per gli ISA AG10S, AG11S, AG12S, AG13S, AG14S, AG15S se compilati con redditi di lavoro autonomo.
  • Dati generali: corretta l’anomalia che non permetteva di salvare l’aggiunta di una attività ad un quadro già presente.
  • Stampa di verifica: corretta la dicitura Parametri con la dicitura ISA Semplificati nel caso in cui la stampa di verifica venga richiesta per il solo quadro di compilazione.

Redditi SP / 2019

  • Liquidazione – messaggi iniziali: corretta l’anomalia che determinava in alcuni casi l’errato avviso “il reddito per acconti presente nei quadri differisce da quello calcolato” all’inizio della liquidazione.

Certificazione Unica / 2019

  • Quadro Autonomi: corretta l’anomalia che non permetteva di visualizzare la sezione Dati fiscali relativo alle Somme erogate nel caso in cui sia stata attiva l’opzione Abilita ridimensionamento finestre in base alla risoluzione.

Codice fiscale, Partita IVA e numero iscrizione C.C.I.A.A. TS 00797300324.