Windired base / 2019

  • Banca dati 2019 – Addizionali comunali: corretta l’addizionale comunale del comune di Riccione che passa dallo 0,1 allo 0,0. Tale variazione rispetto al 2018 non erano stata segnalata dall’Agenzia delle Entrate.
  • Nella giornata di ieri è stato approvato in via definitiva il testo della Legge di conversione del D.L. 34/2019 (cd. Decreto crescita) (ancora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) che contiene anche la proroga dei versamenti al 30 settembre 2019. Stiamo testando il nuovo motore di calcolo ISA versione 1.0.3 appena rilasciato dall’Agenzia delle Entrate per poterlo distribuire appena possibile.

AutoEntratel / 2019

  • Scarico ricevute: corretta l’anomalia in fase di visualizzazione delle ricevute che in alcuni casi pur essendo state scaricate, non venivano marcate come tali.

IMU-TASI / 2019

  • Telematico dichiarazione IMU EC/PF: adeguata la generazione del file telematico alle specifiche 2019. Le dichiarazioni generate precedentemente non passavano il controllo telematico.
  • Dichiarazione IMU/TASI – ENC – creazione telematico: adeguata la generazione del file alle modifiche previste dal controllo 3.1.1 del 21/06/2019 che ha modificato la gestione del confronto fra numero d’ordine e progressivo immobile. L’eventuale anomalia generava uno scarto da parte del controllo telematico.

Redditi PF / 2019

  • Quadro RU: corretta la generazione del telematico in presenza del rigo “RU1”. Tale anomalia generava uno scarto da parte del controllo telematico.
  • Quadro RA: corretti i calcoli in caso di fabbricato su due periodi, uno dei quali con “Titolo” uguale a 2 e “Casi particolari” uguale a 4 per il quale veniva erroneamente applicata la rivalutazione dell’80%. Tale anomalia generava uno scarto da parte del controllo telematico.
  • Stampa ministeriale – Quadro RC: corretta la stampa del campo RC10.5.
  • Rigo RG36.1 -Reddito (o perdita) d’impresa di spettanza dell’imprenditore al netto delle perdite d’impresa: corretta la gestione del rigo RG36.1 in cui non è più possibile indicare un importo negativo. In presenza di una perdita in RG34.2, il valore verrà riportato direttamente nel quadro RS e non più in RN1.5. Il programma fornirà un report dei contribuenti interessati per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.
  • Liquidazione – RT sez. III Costo rideterminato: risolta l’anomalia che non riportava in RN1.5 l’imponibile presente nel campo RT66 (derivante dal 40%, 49,72% o 58,14% del rigo RT65, a seconda del regime di tassazione delle plusvalenze qualificate). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati che dovranno essere riliquidati per poter ottenere l’importo corretto del reddito complessivo e se necessario ottenere la modifica delle deleghe di versamento. L’anomalia veniva segnalata anche da uno scarto telematico.

Redditi SP / 2019

  • Prospetto soci: risolta l’anomalia che, in caso di liquidazione eseguita una sola volta, non riportava nel prospetto soci (e di conseguenza nell’RH del socio) i codici nuovi di alcune spese per interventi di efficienza energetica e la perdita illimitata (RN2.1 se presente RN2.5). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati che dovranno essere riliquidati (e di conseguenza rieseguire l’esportazione all’eventuale RH nel PF del socio).
  • Liquidazione – RT sez. III Costo rideterminato: risolta l’anomalia che non riportava in RN7.1 l’imponibile presente nel campo RT66 (derivante dal 40%, 49,72% o 58,14% del rigo RT65, a seconda del regime di tassazione delle plusvalenze qualificate). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati che dovranno essere riliquidati per poter ottenere l’importo corretto del reddito complessivo e se necessario ottenere la modifica delle deleghe di versamento. L’anomalia veniva segnalata anche da uno scarto telematico.

730 / 2019

  • Quadro RA: corretti i calcoli in caso di fabbricato su due periodi, uno dei quali con “Titolo” uguale a 2 e “Casi particolari” uguale a 4 per il quale veniva erroneamente applicata la rivalutazione dell’80%. Tale anomalia generava uno scarto da parte del controllo telematico.

Codice fiscale, Partita IVA e numero iscrizione C.C.I.A.A. TS 00797300324.