Midaplus 2015

20 gennaio 2016 - versione 13.02

Spese Sanitarie / 2015

  • Importazione da contabilità Mida4: ora l’importazione preleva tutti i documenti in cui è presente un codice fiscale con lunghezza diversa da 11 (partite IVA), segnalando così nella lista errori anche quelli vuoti, oltre a quelli non corretti.
  • Stampa comunicazione: nella stampa di verifica sono stati aggiunti l’importo totale ed il numero documenti presenti (visualizzabile ora anche nella maschera principale).
  • Inserimento nuove spese: quando viene aggiunta una nuova spesa come data predefinita viene caricata di default la data corrente, e negli inserimenti successivi apparirà invece l’ultima data salvata.
  • Stampa lista errori: migliorata la stampa degli errori rilevati durante l’importazione dai programmi Mida4.
  • Migliorato il controllo sulla validità del codice fiscale nel caso di omocodici.
  • Corretta l’anomalia che in taluni casi impediva l’avvio del programma all’interno del sistema ASP Mida4 e nei Terminal Server.
  • Importazione da contabilità Mida4: in taluni casi il sistema rilevava più esercizi contabili per lo stesso soggetto, impedendone l’importazione. Si ricorda che il sistema seleziona sempre solo gli esercizi che si chiudono nell’anno di riferimento della comunicazione.

11 gennaio 2016 - versione 13.01

Spese Sanitarie / 2015

  • È stato abilitato il download degli esiti all’interno del programma anche per gli invii effettuati dagli intermediari. Il download avverrà automaticamente dopo l’invio della comunicazione, e nel caso in cui non fosse ancora presente un esito potrà essere richiesto nuovamente facendo doppio click sulla relativa riga nello storico invii.
  • Abilitata l’importazione dal file telematico della Comunicazione Polivalente. Attenzione: gli importi contenuti nel file telematico sono sempre arrotondati all’unità di euro.

Midaplus / 2015

  • Solo per gli utenti ASP: sui nuovi server è ora possibile ricevere assistenza remota come per gli utenti On-Site cliccando su “?” -> “Supporto On-Line” in un qualunque programma Mida4 quando richiesto da un nostro operatore.

18 dicembre 2015 - versione 12.03

Spese Sanitarie / 2015

  • È stata rilasciata la prima versione del software per la gestione della Comunicazione delle Spese Sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria.
    Sul sito internet dedicato troverete tutte le informazioni sul programma, l’adempimento ed il manuale d’uso
    Per avviare il programma da Midaplus è sufficiente selezionare il menù “Altri programmi”, quindi la voce “Com. Spese Sanitarie”

    Attenzione:

    • ad oggi non è stato ancora possibile testare l’invio dei file da parte di un intermediario, perché non sono state messe a disposizione le credenziali per l’ambiente di prova;
    • ad oggi vi è ancora un errore nella validazione dei file: se si cerca (correttamente) di trasmettere incassi del 2015 relativi a fatture di anni precedenti, il file viene scartato.

Midaplus / 2015

  • All’interno di Midaplus è stato creato un nuovo menù “Altri programmi” che racchiude alcune procedure aggiuntive del mondo Mida4, tra cui:
    • Comunicazione Spese Sanitarie
    • AutoEntratel

11 dicembre 2015 - versione 12.02

Midaplus / 2015

  • Anagrafiche: corretta l’anomalia introdotta con la versione 12.01 che non estrapolava correttamente dal codice fiscale la provincia e comune di nascita.

GEM / 2015

  • Ordini clienti fornitori: modificata la funzione “Duplica” in modo che aggiorni automaticamente l’anno di riferimento del nuovo ordine.


10 dicembre 2015 - versione 12.01

Midaplus / 2015

  • Attivata la gestione dell’anno 2016. Per aprire le contabilità GEC e CPR nel 2015 seguire le istruzioni riportate qui sotto per le singole procedure.

GEC / 2015

  • Gestione mastrini: corretta l’anomalia, introdotta con la versione 11.03, che in alcuni casi non visualizzava alcuni sottoconti utilizzati.
  • Attivata la gestione dell’anno 2016. Per aprire la contabilità 2016 procedere nel seguente modo:
    • Selezionare dal menù “Adempimenti fine anno” la voce “Scritture di apertura” (contabilità ordinaria) o ”Inizio nuovo anno” (contabilità semplificata).
    • Verificare che le voci selezionate per “Tipo di contabilità esercizio successivo”, “Data inizio eser.”, “Data fine eser.” siano corrette.
    • Cliccare sul pulsante “Carica”. Questa operazione può essere effettuata un’unica volta ed eventuali modifiche nel 2015 alle tabelle elencate in questa maschera dovranno essere effettuate manualmente anche nel 2016.
  • Tabella codici IVA: tramite la nostra associazione di categoria abbiamo avuto in anteprima la bozza del modello IVA 2016, nella quale è richiesto di suddividere le fatture ricevute dai minimi di cui al DL 98/2011 da quelle ricevute da “nuovi” minimi di cui al DL 190/2014. Tale suddivisione è stata richiesta dall’ISTAT ai soli fini statistici, ma se le bozze verranno così confermate si renderà necessario suddividere in contabilità tali operazioni passive.
    A tal fine nella tabella dei codici IVA è stato inserito il check “Minimi L.190/2014” da utilizzare in corrispondenza del tipo IVA “O”, per creare un nuovo codice IVA ed utilizzarlo nella registrazione delle fatture passive.
    Inoltre per individuare le fatture già eventualmente registrate e da modificare, suggeriamo di utilizzare il pulsante “Stampa” all’interno delle stesse, utilizzando il filtro “codice IVA” per ottenere la stampa delle sole fatture registrate con il codice dei “vecchi” minimi.


CPR / 2015

  • Attivata la gestione dell’anno 2016. Per aprire la contabilità 2016 procedere nel seguente modo:
    • Selezionare la voce “Operazioni apertura anno nuovo” dal menù “Adempimenti fine anno”.
    • Selezionare eventualmente le altre operazioni da eseguire e cliccare sul pulsante “Esegui”.
  • Tabella codici IVA: tramite la nostra associazione di categoria abbiamo avuto in anteprima la bozza del modello IVA 2016, nella quale è richiesto di suddividere le fatture ricevute dai minimi di cui al DL 98/2011 da quelle ricevute da “nuovi” minimi di cui al DL 190/2014. Tale suddivisione è stata richiesta dall’ISTAT ai soli fini statistici, ma se le bozze verranno così confermate si renderà necessario suddividere in contabilità tali operazioni passive.
    A tal fine nella tabella dei codici IVA è stato inserito il check “Minimi L.190/2014” da utilizzare in corrispondenza del tipo IVA “O”, per creare un nuovo codice IVA ed utilizzarlo nella registrazione delle fatture passive.
    Inoltre per individuare le fatture già eventualmente registrate e da modificare, suggeriamo di utilizzare il pulsante “Stampa” all’interno delle stesse, utilizzando il filtro “codice IVA” per ottenere la stampa delle sole fatture registrate con il codice dei “vecchi” minimi.

GEM / 2015

  • Preventivi: nella visualizzazione del preventivo è stata corretta la decodifica del cliente se provvisorio (codice 5 cifre).
  • Attivata la gestione dell’anno 2016.

27 novembre 2015 - versione 11.03

GEC / 2015

  • Contabilità semplificata – Riepilogo costi e ricavi a sezioni contrapposte: corretta la stampa che non teneva conto nei saldi di eventuali dati derivanti dalla maschera “Riporto dati anno precedente” (menu Controlli).
  • Contabilità semplificata – Gestione mastrini: corretto l’errore di run-time “94” che si verificava in alcuni casi particolari all’apertura della maschera.
  • Gestione ritenute d’acconto effettuate: abilitato il campo “Spese rimborsate” in corrispondenza delle causali “M”, “M1”,“O”, “O1”.

CPR / 2015

  • Dichiarazioni Fiscali: con la versione precedente del programma il calcolo del rigo RE26 non evidenziava le ritenute subite in caso fosse stata abilitata l’opzione “distinta ritenute”. Ora vengono riportate tutte le ritenute e viene stampato un messaggio che avvisa l’utente di sottrarre manualmente gli importi da non scomputare in Unico.
  • Stampe di controllo Incassi/Pagamenti: aggiunto il riepilogo dei totali per conto in fondo alla stampa.
  • Riepilogo costi/ricavi: aggiunto il “Totale ritenute subite”.

06 novembre 2015 - versione 11.02

pubblicato 06 nov 2015, 05:31 da Angelo Prauscello

Midaplus / 2015

  • Anagrafica: corretta l’anomalia che visualizzava erroneamente il messaggio “Credenziali caricate automaticamente” aprendo l’anagrafica di un cliente in cui è impostato il servizio SHS.

GEC / 2015

  • Fatture emesse: corretto l’errore di run-time “91” che poteva verificarsi in fase di registrazione della fattura per le contabilità in cui è attivata la gestione delle ritenute subite.

05 novembre 2015 - versione 11.01

GEC / 2015

  • Bilancio di verifica: modificata la stampa del bilancio con proiezione dei risconti che ora chiede se portare anche la proiezione relativa ai leasing.
  • Carica clienti/fornitori: corretto l’errore di run-time 438 che si verificava in fase di visualizzazione del report delle operazioni effettuare.
  • Fattura PA – Tipo IVA: nella maschera dei codici IVA è stato aggiunto il campo “Natura (Fattura PA)” per permettere la visualizzazione ed eventualmente per modificare il valore associato dal programma a ciascun codice IVA.
  • Contabilità semplificata: abilitata la stampa “Riepilogo costi e ricavi a sezioni contrapposte” accessibile dal menu “Adempimenti di fine anno”.

GEM / 2015

  • Replica ordini: corretta l’elaborazione del filtro “Clienti presenti in tutte le categorie selezionate”.
  • Stampa PDF: modificata la funzione di stampa per salvare il PDF nella cartella indicata dall’anno di riferimento del documento anche se il programma è stato aperto nella gestione di un anno diverso.

Antiriciclaggio / 2015

  • Maschera di ricerca dell’Archivio Unico Informatico:
    • corretto l’errore di run-time “-2147217900” che si verificava se nel valore del filtro da applicare era presente il carattere apice (’);
    • aggiunta la casella barrata “Ordina la stampa per nominativo cliente”.

Black List / 2015

  • BlackList stampe mensili: ai soli fini di verifica, sono state riabilitate le stampe ministeriali con periodicità mensile che potranno essere effettuate solo in modalità di “prova”.

CPR / 2015

  • Stampa registri IVA: abilitata la stampa per singolo sezionale anche per le contabilità semplificate senza registro cronologico; a tal fine nella maschera di stampa è stato aggiunto il campo Sezionale in cui stampare gli altri proventi/ altre spese.
  • Liquidazione periodica IVA: corretta la stampa della liquidazione che non portava l’IVA a debito da autofatture INTRA nel caso in cui nel periodo non ci fosse nessun’altra fattura attiva.
  • Per la gestione delle fatture attive (non imponibili) sono stati aggiunti i seguenti tipi IVA: 7 – Trasferimento quote emissione gas serra. 8 – Trasferimento altre unità e certificati gas e energia. 9 – Cessione gas e energia a rivenditori. 
    Se necessario creare gli appositi codici IVA nel menù “Impostazioni / Tabella codici IVA indicando l’aliquota zero ed utilizzando il nuovo tipo IVA corrispondente.
  • Anticipi fatture da ricevere:
    • aggiunta la casella “Non caricare negli anticipi della registrazione fatture” che permette di non proporre l’anticipo nella maschera di registrazione delle fatture ricevute;
    • modificato il controllo del campo codice IVA che ora non è più obbligatorio.

    Fatture Ricevute: modificato il caricamento degli anticipi contrassegnati con la casella “Restituzione” che verranno ora visualizzati con segno negativo.

    Pagamenti: migliorato l’aggancio degli anticipi selezionati che non venivano scomputati dal totale a pagare nel caso in cui il codice IVA presente in fattura non corrispondesse a quello dell’anticipo.

  • Gestione fatture con IVA differita: eliminato il pulsante “Registra”; ora la memorizzazione dei dati visualizzati verrà effettuata dal pulsante “OK”.
  • Stampa mastrini: corretta l’anomalia nella stampa dei clienti con parcelle proforma che in alcuni casi particolari visualizzava una data documento errata.
  • Fattura PA – Tipo IVA: nella maschera dei codici IVA è stato aggiunto il campo “Natura (Fattura PA)” per permettere la visualizzazione ed eventualmente per modificare il valore associato dal programma a ciascun codice IVA.

15 ottobre 2015 - versione 10.01

GEM / 2015

  • Preventivi e ordini: aggiunto il calcolo immediato e la relativa visualizzazione del totale documento con e senza iva.
  • Documento elettronico: corretta la gestione del bollo virtuale nel caso di importi negativi come le note di accredito.

Black List / 2015

  • Abilitata la gestione della comunicazione Polivalente – Black List con periodicità annuale a partire dall’anno di riferimento 2015.
    Nella maschera della comunicazione sono state implementate le seguenti funzionalità:
    • aggiunto il pulsante “Acquisisci i dati dalle dichiarazioni mensili/trimestrali” per permettere di acquisire i dati da comunicazioni 2015 non annuali già memorizzate;
    • aggiunto in fase di acquisizione e memorizzazione il controllo della verifica del limite per l’obbligatorietà dell’invio (a seguito delle modifiche del Decreto Semplificazioni D.Lgs 175/2014);

    Nei programmi GEC e CPR è stata modificata la stampa di controllo della comunicazione BlackList (menu “controlli -> controlli vari”) in cui sono state implementate le funzioni:

    • Verifica clienti/fornitori: stampa l’elenco dei clienti e fornitori che hanno la sede in paesi Blacklist e nelle relative fatture non è stato compilato “Blacklist”.
    • Verifica limite: stampa il totale delle operazioni presenti nell’archivio e verifica il limite per l’obbligatorietà dell’invio.

CPR / 2015

  • Nella funzione “Utilità —> Verifica registrazioni contabili” è stata aggiunta la funzione “anagrafica clienti / fornitori”, la quale evidenzia eventuali soggetti duplicati.
  • Opzioni varie: aggiunta la casella “Ritenuta a costo nella stessa data del pagamento della fattura”, selezionabile solo se già barrata la casella “Registrazione automatica pagamento ritenute in Spese Studio”. Attivando tale opzione nella mascherina delle spese studio che si apre subito dopo a quella del 770, come data verrà proposta la stessa del pagamento (anzichè il 16 del mese successivo) e come conto di banca verrà proposto il codice “3 – senza movimentazioni finanziarie”.
  • Fatture ricevute: corretto l’errore run-time “-2147217887 – Si sono verificati errori in un operazione composta da più passaggi. Controllare i singoli valori di stato” in fase di generazione dell’autofattura per la registrazione di un movimento soggetto reverse charge in cui è stato utilizzato un codice iva la cui descrizione supera i 25 caratteri.

GEC / 2015

  • Opzioni varie: nella scheda Beni ammortizzabili è stata aggiunta la casella “Non abbattere la quota di ammortamento civile al 50% il primo anno” che, se selezionata, calcolerà per il primo anno la quota civile rapportata ai giorni effettivi di utilizzo e la quota fiscale abbattuta al 50%.
  • Libro inventari: modificati gli avvisi di controllo in fase di stampa che ora risultano più dettagliati.
  • Gestione prorata abitualmente uguale a zero: se attivata tale opzione all’interno della contabilità durante l’inserimento di un cespite da fattura ricevuta il totale dell’importo del cespite creato sarà comprensivo dell’IVA.

INTRA / 2015

  • Acquisto/cessione di beni/servizi: inserendo il codice identificativo IVA del fornitore/acquirente ora il programma carica automaticamente i dati dell’ultimo movimento registrato per tale soggetto (ad esclusione degli importi).

Midaplus / 2015

  • Fatture PA – SHS: la nuova versione del server SHS richiede circa 10 minuti per la prima elaborazione della fattura, contro i 30 secondi della versione precedente. 
    Il nostro sistema di invio scaricava una prima ricevuta di elaborazione di SHS dopo aver atteso 60 secondi, che ora non sono più sufficienti—-generando così un messaggio di avviso. 
    Per evitare inutili attese ed allarmi abbiamo disattivato tale funzione; in questo modo l’invio risulterà anche più rapido. Ricordiamo che è sempre possibile verificare lo stato di avanzamento dell’elaborazione del file direttamente online:
    • cliccare su “verifica online” (GEM) o sui dati della fattura PA in alto a destra (CPR), aprendo così la pagina di controllo online di SHS;
    • accedere all’area “Fatturazione”;
    • selezionare la ditta o il soggetto da controllare (se ne gestite più d’uno);
    • cliccare su “Strumenti”, quindi “stato attività”: da questa schermata è possibile verificare l’avanzamento della fattura nella catena di firma ed invio.
  • Audit: abilitata la funzione Audit, che registra automaticamente le principali modifiche apportate dagli utenti agli archivi. Audit è accessibile dal menù “Impostazioni” -> “Audit” o premendo il tasto F11. Con le prossime versioni tale funzionalità verrà implementata anche per GECCPR e GEM.

24 settembre 2015 - versione 09.03

GEM / 2015

  • Gestione preventivi: corretto l’errore della versione 09.02 che impediva in taluni caso l’inserimento di un nuovo preventivo.

23 settembre 2015 - versione 09.02

GEM / 2015

  • Corretto l’errore di run-time “Errore 384” che si verificava all’apertura di alcuni form nel caso fossero ingranditi a tutto schermo.
  • Contabilizzazione corrispettivi: aggiunta la lettura e la registrazione in contabilità anche delle spese inserite nella tabella Altri Dati Fattura.

03 settembre 2015 - versione 09.01

Midaplus / 2015

  • NOVITÀ
    Anagrafica condivisa per clienti, fornitori e percipienti: dal menù Anagrafica -> Anagrafiche Condivise è ora possibile gestire soggetti comuni a tutte le contabilità.
    In breve:
    • questi elementi verranno automaticamente sincronizzati con le contabilità GEC e CPR all’apertura dei programmi;
    • è possibile scegliere se sincronizzare o meno una contabilità con l’anagrafica condivisa; la richiesta verrà fatta alla prima apertura della posizione, ma l’opzione potrà comunque essere modificata dalle opzioni varie;
    • gli elementi base dell’anagrafica condivisa potranno essere modificati solo nel MidaPlus (es: nome, denominazione, codice fiscale —> solo in MidaPlus; contro conto, causale pagamento —> solo in GEC/CPR);
    • questi soggetti avranno un codice cliente che inizia con la lettera Z per il GEC, mentre per il CPR verranno inseriti come normali nuove entità;
    • non è possibile eliminare un elemento dall’anagrafica condivisa MidaPlus, ma se ne può disattivare la sincronizzazione;
    • l’anagrafica condivisa è multi-anno e non fa riferimento ad una particolare annualità;
    • nella funzione Utilità —> Verifica registrazioni di prima nota di GEC è stata aggiunta la funzione “Controllo clienti / fornitori”, la quale evidenzia eventuali soggetti duplicati;
    • qualora si trasferisca un esercizio all’interno di un altro percorso archivi la sincronizzazione verrà automaticamente disabilitata per evitare di sovrascrivere dati.

GEM / 2015

  • Documenti emessi e ricevuti: migliorata l’imputazione del Centro di costo consentendo a chi opera di scegliere il codice da un elenco di disponibili.
  • Contabilizzazione fatture emesse: inserito il controllo sui campi obbligatori nel caso di incasso contestuale.
  • Opzioni: aggiunta la voce ‘Valore predefinito per la colonna quantità’ per personalizzare l’inserimento dei documenti.
  • Listini: aggiunta la possibilità di inserire il prezzo di acquisto ed inserito il collegamento con la funzione Ordini fornitori.
  • Documenti interni: aggiunta alla lista dei documenti interni la visualizzazione e la ricerca del cliente e del fornitore.
  • Lista documenti emessi: attivato l’automatismo che mostra la colonna sezionale se le opzioni della contabilità lo prevedono.
  • Attivate due apposite maschere di consultazione che elencano la documentazione dell’articolo o del cliente corrente per un rapido accesso alle informazioni che li riguardano. È possibile abilitare e disabilitare la funzione agendo sull’apposito controllo presente nel menu Utilità alla voce configurazione.
  • Documenti ricevuti: abilitata la funzione di abbinamento file.
  • Fattura elettronica: modificato l’automatismo per la predisposizione del sezionale in modo che venga inserito quello predisposto per la fattura elettronica solo per il tipi di documento fattura, fattura accompagnatoria e nota di accredito.
  • Carico articoli: corretto l’errore che si verificava durante una registrazione di una fattura ricevuta già contabilizzata.
  • Fattura PA: modificata la creazione della fattura differita PA togliendo la generazione automatica della riga descrittiva riportante i dati del DDT di origine che nel documento elettronico vengono già collocati nell’apposito campo e correttamente trasmessi.

CPR / 2015

  • Gestione Studio – Stampa parcelle: aggiunta la stampa dei dati relativi ad eventuali cointestatari.
  • Importo da pagare per fatture ricevute soggette ad integrazione: nelle Partite AperteRiepilogo costi e ricavi e Rilevazioni contabili di fine esercizio è stato corretto l’importo da pagare nel caso di fatture soggette ad integrazione che comprendeva erroneamente anche l’IVA.
  • Pagamenti: aggiunto il campo “Netto al fornitore” (di sola visualizzazione) che evidenzia l’effettiva uscita monetaria

GEC / 2015

  • Abilitata la funzione di importazione fatture emesse da gestionale Mach3.
  • Modifica Stato Movimenti Prima Nota: migliorata l’interfaccia grafica con l’inserimento di un help che spieghi come modificare in contemporanea più movimenti.

05 agosto 2015 - versione 08.01

GEM / 2015

  • Documenti ricevuti: abilitata la visualizzazione del numero di registrazione in prima nota della fattura dopo la sua contabilizzazione.
  • Importazione ordini: abilitato l’ordinamento della lista degli ordini cliccando sul titolo delle colonne.
  • Gestione preventivi: nella lista e scelta preventivi abilitata la ricerca ed il filtro per i clienti provvisori (quelli con il codice di 5 caratteri).
  • Comunicazioni ai clienti: è stato corretto l’errore 91 che si verificava se non veniva fatta alcuna selezione sugli articoli

29 luglio 2015 - versione 07.06

GEM / 2015

  • Documenti interni: modificata l’importazione degli ordini che non importava il valore dello sconto.

28 luglio 2015 - versione 07.05

GEM / 2015

  • Fattura PA: abilitati i campi Causale PA e Causale PA aggiuntiva per poter descrivere in modo esaustivo la causale del documento.
  • Contabilizzazione delle fatture: tolto il controllo sul sottoconto e la registrazione della riga riguardante il bollo nel caso di bollo senza addebito.

22 luglio 2015 - versione 07.04

GEC / 2015

  • Fatture emesse e ricevute: per le contabilità ordinarie è stato aggiunto un pulsante che permette di visualizzare ed aprire gli altri movimenti collegati ad una fattura.
  • Anteprima di stampa: aggiunto un nuovo pulsante che permette di inviare via mail il documento visualizzato come allegato PDF.

CPR / 2015

  • Anteprima di stampa: aggiunto un nuovo pulsante che permette di inviare via mail il documento visualizzato come allegato PDF.

17 luglio 2015 - versione 07.03

GEM / 2015

  • Scelta articoli e funzione carrello: attivato il ripristino delle dimensioni delle colonne delle griglie.
  • Documenti interni e ricevuti: abilitato il ridimensionamento della maschera per permettere l’ingrandimento della griglia dei dettagli.
  • Contabilizzazione fatture: modificato l’elenco delle fatture PA da contabilizzare in modo che sia indipendente dallo stato di stampa.
  • DDT emessi: corretta la memorizzazione dello specchietto colli e pesi relativo alle singole righe del documento.

GEC / 2015

  • Gestione prorata abitualmente uguale a zero: per le contabilità ordinarie è stata abilitata tale opzione all’interno della scheda IVA delle opzioni, con la possibilità di limitarla ad un solo sezionale.
    Selezionandola, alla registrazione di una fattura con tipo IVA detraibile il programma genererà automaticamente il giroconto dell’IVA a costo ed aprirà il relativo movimento.
  • Generazione PDF: creando un PDF dall’anteprima di stampa il programma proporrà automaticamente come cartella di salvataggio “Percorso PDF da opzioni\Anno\NomeAzienda”.

CPR / 2015

  • Specifica ritenute subite: corretta la visualizzazione del campo Ritenute IRPEF che in modifica di una parcella mostrava un importo non corretto.
  • Generazione PDF: creando un PDF dall’anteprima di stampa il programma proporrà automaticamente come cartella di salvataggio “Percorso PDF da opzioni\Anno\NomeAzienda”. 
    Per le parcelle verrà suggerita l’ulteriore sotto cartella “Parcelle”.

08 luglio 2015 - versione 07.02

GEC / 2015

  • Nella “Stampa lettere da modello” modificato il carattere € con la dicitura Euro in quanto tale carattere in alcuni casi non veniva visualizzato correttamente.

  • Corrispettivi: nelle contabilità con ventilazione è stato corretto l’errore di run-time “3061 Parametri insufficienti, previsto 1” in caso di eliminazione di corrispettivo non soggetto a ventilazione.

  • Dichiarazioni Fiscali – Variazioni fiscali Ires – Interessi Passivi indeducibili: corretto il calcolo del rigo “Interessi passivi leasing” che non teneva conto degli interessi relativi ai leasing che iniziano nell’esercizio ma con data successiva alla data di inizio esercizio.

  • Gestione Partite Aperte: sono state apportate le seguenti migliorie:

    • se si inserisce un importo nel campo “Totale” viene visualizzato nel riquadro sottostante l’importo non ancora imputato;

    • aggiunta la possibilità di inserire un sottoconto predefinito (diverso tra incassi/pagamenti) il quale verrà caricato automaticamente nella griglia all’atto dell’inserimento dell’importo.

CPR / 2015

  • Stampa registri Iva: corretto l’errore di run-time “3265 – Elemento non trovato in quest’insieme” che si verificava nella memorizzazione del segnale di stampato nel caso di stampa per singolo sezionale.

  • Stampa riepilogo costi e ricavi: corretta la stampa del prospetto fatture da pagare che nel caso di anticipi su fatture da ricevere non teneva conto dell’IVA relativa all’anticipo.

  • Parcelle emesse: aggiunta una casella barrata “Addebita bollo” per gestire il bollo senza l’addebito come richiesto da alcuni enti della pubblica amministrazione.

GEM / 2015

  • Fattura PA: è ora possibile cliccare sul pulsante “Verifica On-line” anche se non si è in modalità modifica della fattura.

  • Fattura PA: abilitata la gestione del bollo da non addebitare al cliente; qualora fosse necessario NON addebitare il bollo, è sufficiente accedere alla maschera “Altri Dati Fattura” e cambiare la descrizione relativa al bollo da “Spese bollo” a “Bollo senza addebito”.

L’importo del bollo verrà comunque riportato nella fattura nell’apposito campo relativo al bollo virtuale.


02 luglio 2015 - versione 07.01

MIDAPLUS

  • Aggiunto sotto il menu Impostazioni la voce “Report Aggiornamenti“.


GEC

  • Contabilità semplificata - Dichiarazioni fiscali:

    • nella stampa di verifica IRPEF è stato corretto il calcolo del rigo RG22.8 (persone fisiche) e RG22.9 (società di persone) relativamente alle spese di rappresentanza (trattamento automatico SPRA) e IMU (trattamento contabile IMUS). All’apertura del Midaplus verrà generato un report con l’elenco delle contabilità, in cui risultano movimentati i sottoconti con tali trattamenti e per le quali è già stata effettuata l’esportazione dei dati a Windired.

    • nella contabilità semplificata di persone fisiche è stato corretto il calcolo del rigo RG12.0 in quanto non considerava l'eventuale importo del rigo RG10.7. Tale anomalia non influenzava l'esportazione in quanto tale rigo viene ricalcolato dal Windired.

  • Contabilità semplificata - Scritture di fine anno di costi e ricavi:

    • corretta la generazione della scrittura di rettifica relativamente ai “Risconti attivi leasing”, il cui costo veniva erroneamente ripreso in Dare con importo positivo;

    • corretta la rilevazione delle quote di ammortamento che nel caso di contabilità con sezionali e centri di costo attivati contestualmente all’opzione per il calcolo dell’ammortamento in base ai giorni  effettivi di utilizzo, rilevava nuovamente la quota dei beni ceduti o dismessi.

  • Beni ammortizzabili: nella stampa dettagliata raggruppata per sottoconto è stata corretta la stampa del prospetto storico relativamente ai fondi ammortamento che poteva risultare non corretta in caso di esercizi diversi dall’anno solare.

24 giugno 2015 - versione 06.03

GEC

  • Dichiarazioni fiscali: nella stampa di verifica IRES/ IRPEF modificato il calcolo dei righi P21 e P39 che ora, in caso in cui non vengano gestiti  i leasing in contabilità, prende il saldo del sottoconto.

  • Piano dei sottoconti: in fase di salvataggio viene verificato che nei trattamenti automatici non sia  presente il codice "ALBE" in presenza di trattamenti Windired relativi al quadro RG, in quanto il programma gestisce tali dati nel prospetto delle quote costanti.

  • Analisi di bilancio: modificata l’impaginazione della stampa in presenza di quattro annualità.


CPR

  • Dichiarazioni fiscali: corretta l’anomalia che obbligava a rieseguire la stampa di verifica IRPEF per effettuare l’esportazione dei dati agli Studi di Settore.


GEM

  • Fattura PA: corretto l’errore di run-time 13 che si generava creando il documento elettronico se nell’ordine cliente abbinato non era stato inserito alcun riferimento di contratto o convenzione.

11 giugno 2015 - versione 06.02

Nota Integrativa

  • Gestione Nota e generazione file XBRL:

    • corretta la visualizzazione e l’inserimento nel file XBRL delle righe "Totale altre riserve" e "Totale patrimonio netto" per le colonne delle "altre variazioni" nel prospetto ”Variazioni nelle voci di patrimonio netto”;

    • corretta la visualizzazione e l’inserimento nel file XBRL delle righe "Totale altre riserve", "Quota non distribuibile" e "Quota residua distribuibile" nel prospetto ”Disponibilità ed utilizzo del patrimonio netto”;

    • corretta la visualizzazione e l’inserimento nel file XBRL del rigo "Totale variazioni" nel prospetto ”Informazioni sui fondi per rischi ed oneri”;

  • Gestione documenti - Creazione XBRL: modificata la generazione del file XBRL per il bilancio in forma abbreviata per una più corretta esposizione della sezione "Immobilizzazioni finanziarie" in presenza di Crediti (B.III.2) che venivano finora compresi nella voce Altre immobilizzazioni.


Fatturazione Elettronica (GEM e CPR)

  • Velocizzati i controlli sulla validità della fattura elettronica generata.

  • Migliorata la maschera di anteprima della fattura elettronica.

  • Allegati: abilitata la gestione degli allegati per la fattura elettronica. Per aggiungere un allegato è sufficiente generare la fattura e cliccare sul pulsante “Gestione Allegati” nella maschera di anteprima, selezionando quindi il file da aggiungere (è possibile ripetere l’operazione più volte per aggiungere più files). Attenzione: gli allegati non vengono salvati in GEM/CPR; qualora si rigenerasse la fattura sarà necessario riallegare i documenti.


CPR

  • Dichiarazioni fiscali: attivata la stampa “Clienti e fornitori per natura giuridica e provincia” nell’anno 2014.

  • Esportazione Liquidazioni periodiche IVA al Windired: corretta l’esportazione al Windired in caso di IVA mensile posticipata, che riportava nella delega F24 del Windired il codice tributo come se l’IVA non fosse posticipata.


GEM

  • Fattura PA: aggiunta la compilazione e l’inserimento nel documento elettronico di una sezione “Altri dati gestionali” per ogni riga di dettaglio.

08 giugno 2015 - versione 06.01

GEC

  • Dichiarazioni fiscali: nella stampa di verifica IRE, per l’Unico SP è stato corretto corretto il calcolo del rigo P40.0 che non prendeva in considerazione “le spese di manutenzione eccedenti il plafond anni precedenti”.

  • Beni ammortizzabili: corretta la stampa “calcolo per Studi di settore” che nel totale del valore del cespite riportava erroneamente il totale per studi di settore.

29 maggio 2015 - versione 05.07

Nota Integrativa

  • Gestione documenti - Creazione XBRL: corretta la creazione dei totali del prospetto “Categorie di azioni emesse dalla società”.


GEC

  • Dichiarazioni fiscali: nella stampa di verifica IRE, quadro RG, per l’Unico PF è stato corretto l’errore di run- time “3021- nessun record corrente” che si poteva verificare in presenza di leasing nel calcolo del rigo RG20.0.

27 maggio 2015 - versione 05.06

Nota Integrativa

  • Bilancio Europeo: modificata l’acquisizione dei dati dalla contabilità che ora, per il bilancio in forma abbreviata inserisce automaticamente nell’associazione dei beni ammortizzabili i conti delle immobilizzazioni finanziarie.

  • Gestione Nota: corretta la visualizzazione della colonna ”Valore di fine esercizio” nel prospetto ”Variazioni nelle voci di patrimonio netto” per la voce “Versamenti in conto futuro aumento di capitale” .

GEM

  • Documento elettronico per la fatturazione alla PA:

    • corretta la generazione del documento che inseriva erroneamente anche le eventuali scadenze presenti in un documento ricevuto se quest'ultimo fosse stato registrato nello stesso anno e con lo stesso numero identificativo della fattura;

    • corretto l’importo del pagamento che ora viene trasmesso al netto delle eventuali ritenute;

    • corretto il riepilogo IVA che non veniva completato con le relative informazioni nel caso di presenza del bollo.


22 maggio 2015 - versione 05.05

INTRA

  • Modificata la stampa e generazione del file telematico per gli elenchi relativi ai servizi che ora vengono raggruppati se assenti i campi facoltativi.

GEC/CPR

  • Dichiarazioni fiscali: abilitata l’esportazione al WinDired dei dati relativi agli Studi di Settore non evoluti e ai Parametri.

  • Dichiarazioni fiscali: nella stampa di verifica IRES per l’Unico SC sono stati modificati i righi RF60.2 e RF63, che in caso di perdita venivano visualizzati con importo positivo. Tale modifica non comporta variazioni per l'esportazione in quanto tali righi vengono ricalcolati dal Windired.

  • Liquidazioni periodiche IVA:  corretta la stampa del modello F24 che riportava la data pagamento al 16 del mese anche se tale data era festiva.

  • Esportazione Liquidazioni periodiche IVA al Windired: corretta l’esportazione al Windired in caso di IVA mensile posticipata, che riportava nella delega F24 del Windired il codice tributo come se l’IVA non fosse posticipata.


CPR

  • Liquidazioni periodiche IVA: corretta l’esportazione al Windired (quadro Liquidazioni Periodiche e Versamenti) in quanto gli importi non venivano arrotondati al centesimo di euro. Questo problema avrebbe potuto causare uno scarto nel controllo del file CBI generato.

14 maggio 2015 - versione 05.04

Generale

  • Aggiornata la libreria di comunicazione con l’area protetta del servizio Software Hub System (SHS).


GEC/CPR

  • Esportazione Liquidazioni periodiche IVA al Windired: corretta l’esportazione a Windired; in alcuni casi, in assenza del modello IVA nel Windired, si creava la voce Liquidazioni periodiche in maniera anomala e non si riusciva ad accedere al quadro; se si riscontra tale problema è sufficiente utilizzare la funzione di Verifica archivio dal menu Strumenti del Windired.


GEC

  • Carica clienti/fornitori: corretta la funzione di caricamento dei Codici IVA da un altro esercizio/cliente che non riportava l’eventuale valore del campo “Split Payment”.


CPR

  • Parcelle emesse: se si tratta di una parcella destinata alla PA ora è possibile accedere al sito dell’intermediario cliccando sulla descrizione in rosso posta in alto a destra.

12 maggio 2015 - versione 05.03

Generale

  • Aggiornata la libreria di comunicazione con l’area protetta del servizio Software Hub System (SHS).


11 maggio 2015 - versione 05.02

Generale

  • Aggiornata la libreria di comunicazione con l’area protetta del servizio Software Hub System (SHS).


Nota Integrativa

  • Bilancio Europeo

    • Importazione da XBRL: corretto l’anomalia che, in alcuni casi particolari, non acquisiva i dati dal file senza dare alcun messaggio di errore.


  • Gestione Nota

    • Modificata la modalità di calcolo della colonna Variazione nell’esercizio per la riga “Totale ratei e risconti passivi” del prospetto "Ratei e risconti passivi” che, in assenza delle voci dettagliate, non calcolava la suddetta variazione.


GEC

  • Nelle Dichiarazioni fiscali sono state attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico 2015 e IRAP 2015 per le persone fisiche. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l'apposita funzione del menu "Utilità".

  • Dichiarazioni fiscali: corretto il calcolo dellì RG18 nel caso di quote ammortamento che differiscono dall'archivio beni ammortizzabili; il programma considerava la percentuale di deducibilita del cespite e non quella del sottoconto.

  • Registro cespiti ammortizzabili: corretta la stampa del campo Valore del residuo fiscale che, nel caso in cui fosse stato completato lo storico, non includeva la quota deducibile dell’anno.

  • Corretto l’errore di run-time 3160 nel caricamento della maschera delle fatture da corrispettivi che si verificava nel caso in cui la descrizione dei codici IVA utilizzati superasse i 25 caratteri.


CPR

  • Nelle Dichiarazioni fiscali sono state attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico 2015 e IRAP 2015 per le persone fisiche. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l'apposita funzione del menu "Utilità".

06 maggio 2015 - versione 05.01

Nota Integrativa

  • Bilancio Europeo

    • Importazione da XBRL: corretto l’errore “non valido primo livello”  che si poteva verificare in alcuni file Xbrl generati con il file Excel messo a disposizione dalle Camere di Commercio.

    • Il sottoconto 103002000 relativo ai terreni è stato inserito di default nella maschera Associa beni ammortizzabili. Tale conto sarà presente solo in creazione di nuovi bilanci e non in quelli precedentemente memorizzati.

  • Gestione Nota

    • Modificato il controllo sui dati derivanti dal bilancio per il prospetto "Ripartizione degli interessi e altri oneri finanziari per tipologia di debiti”, e per  il prospetto “Compensi amministratori e sindaci” che venivano evidenziati in giallo anche nel caso in cui i dati non differissero dal bilancio.


GEC

  • IVA SPLIT PAYMENT
    In seguito ai chiarimenti forniti dall’Agenzia Entrate con la circolare 15/E del 13 aprile 2015 sono stati effettuati i seguenti aggiornamenti al software.

    • Registro IVA vendite: l’importo dell’IVA split viene sempre indicato ancorchè l’IVA non sia incassata dal fornitore (cap.3 pag.12).

    • Stampa libro giornale e mastrini contabili: l’importo dell’IVA Split verrà valorizzato sia in Dare che in Avere, per evidenziare il giroconto effettuato.

    • Fatture ricevute (contabilità degli Enti Pubblici): è stata introdotta la causale "273 - Fattura ricevuta con scissione pagamenti” da utilizzare nella registrazione delle fatture ricevute con IVA split; tale causale permetterà la generazione automatica della medesima fattura anche nel registro vendite al fine di portare l’imposta dovuta nella liquidazione periodica (cap.5 pag.14).

  • Corretto l’errore di run-time 3160 nel caricamento della maschera dei corrispettivi che si verificava nel caso in cui la descrizione dei codici IVA utilizzati superasse i 25 caratteri.


GEM

  • Fatturazione: corretto l’inserimento nel documento elettronico per la pubblica amministrazione dell’importo bollo e della sezione ritenute.

29 aprile 2015 - versione 04.07

Generale

Abiliato il servizio Software Hub System (SHS) di invio e conservazione della fattura PA sia per GEM che per CPR; seguirà mail separata per presentare le novità relative e le modalità di adesione.


Nota Integrativa

  • Gestione Nota:

    • Abilitato il controllo sui dati derivanti da bilancio: qualora ci siano delle differenze il programma evidenzierà la voce della nota in giallo;

    • corretto il calcolo della colonna  “Totale fondi per rischi ed oneri”  nel prospetto “Informazioni sui fondi per rischi ed oneri”;

    • modificato il prospetto "Rilevazione delle imposte differite e anticipate ed effetti conseguenti", in cui ora i valori "Fondo imposte differite (anticipate) a inizio esercizio" e "Fondo imposte differite (anticipate) a fine esercizio" possono essere modificati dall'utente.


GEC

  • Nelle Dichiarazioni fiscali sono state attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico 2015 e IRAP 2015 per le società di persone. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l'apposita funzione del menu "Utilità".


CPR

  • Nelle Dichiarazioni fiscali sono state attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico 2015 e IRAP 2015 per le società di persone. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l'apposita funzione del menu "Utilità".


24 aprile 2015 - versione 04.06

Nota Integrativa

  • Gestione Nota:

    • Modificata la visualizzazione degli importi nelle tabelle: i valori provenienti dal bilancio ora vengono evidenziati i blu.

    • Aggiornamento automatico dati: entrando in modalità “Modifica” di un elemento il programma verificherà se i dati riportati dal bilancio nelle tabelle predefinite sono variati oppure no; in caso di variazione, il programma chiederà se aggiornare o no tali valori (per cui non è più necessario eliminare l’elemento e ricrearlo per aggiornare i dati).

    • Modificato il riporto dei dati dal bilancio per la voce “Varie altre riserve”  nel prospetto “Variazioni nelle voci di patrimonio netto” che a partire da questa versione riporta anche l’eventuale differenza da arrotondamento in euro (A.VII.1).

23 aprile 2015 - versione 04.05

INTRA

  • Corretta la compilazione dei movimenti per non richiedere il campo “Ammontare operazione in valuta Stato membro” per la Lettonia (LV).


Nota Integrativa

  • Bilancio Europeo

    • Importazione da XBRL: aggiunta nel menu “Strumenti” la funzione “Importa dati da Xbrl” che permette l’acquisizione dei dati di bilancio da file XBRL, anche se prodotti con altri gestionali. Nel caso si importino bilanci dell’esercizio corrente verranno popolati sia i campi dell’esercizio corrente che precedente; nel caso si importino bilanci dell’esercizio precedente verranno popolati solo i campi dell’esercizio precedente. Attenzione: verificare con cura i dati caricati.

    • I sottoconti relativi a immobilizzazioni immateriali/materiali in corso e acconti sono stati inseriti di default nella maschera Associa beni ammortizzabili. Tali conti saranno presenti solo in creazione di nuovi bilanci e non in quelli precedentemente memorizzati.

  • Dati società: corretto il controllo in fase di salvataggio che nel caso di società in liquidazione non permetteva di salvare il quadro se era selezionato il valore “Collegio di liquidatori”.


GEC

  • Anagrafica clienti: corretto l’errore di run-time 91 nella stampa dell’elenco clienti che si verificava se era selezionato il filtro “Solo clienti movimentati IVA” ed era attivo il collegamento all’archivio del Gem.

  • Dichiarazioni fiscali: corretto calcolo dei righi F18.1 e P39.0 che prendeva in considerazione solo valori derivanti dall'archivio leasing e non dai sottoconti movimentati.
    Si ricorda che il modello ministeriale degli Studi di Settore è a tutt’oggi ancora in bozza, pertanto i righi esposti sono quelli relativi al modello Unico 2014.


16 aprile 2015 - versione 04.04

Comunicazione Polivalente

  • Corretta l’acquisizione dei dati dalla contabilità che poteva risultare non corretta in presenza di fatture derivanti da corrispettivi nel caso fossero presenti più serie di fatture con la stessa numerazione ma sottoconto di riferimento diverso.


GEC

  • Dichiarazioni Fiscali - Spesometro: corretto l’errore di run-time che si poteva verificare nel caricamento dell’elenco fornitori in caso di contabilità suddivisa in più esercizi o a cavallo d’anno.


CPR

  • Stampa Registri fatture emesse e fatture ricevute: corretta la stampa che segnalava erroneamente che non c’erano fatture da stampare per le contabilità semplificate con attivata l’opzione “Abilita sezionale”,  e “Registro cronologico fiscale” non selezionato.

15 aprile 2015 - versione 04.03

Nota Integrativa

  • Gestione Nota:

    • corretto il riporto dei dati dal bilancio per la voce “Totale fondi per rischi ed oneri”  nel prospetto Informazioni sui fondi per rischi ed oneri.

GEC

  • Dichiarazioni Fiscali - Spesometro - Fatture in corrispettivi: corretto il caricamento delle fatture derivanti da corrispettivi nel caso fossero presenti fatture con più aliquote IVA indicate in righi separati. In tal caso si consiglia di  annullare l’elenco clienti e rieseguire la predisposizione.


CPR

  • Stampa Registri fatture emesse e fatture ricevute: abilitata la stampa per singolo sezionale.

  • Gestione studio - Ristampa parcelle definitive con somme ricevute in deposito: corretta la stampa delle parcelle definitive che, nelle visualizzazioni successive alla prima, potevano non riportare l’importo delle somme ricevute in deposito, nel caso in cui tali anticipi fossero stati inseriti in anni precedenti.


GEM

  • Documenti emessi: corretta la registrazione del documento nel caso di modifica della sola percentuale dello sconto cassa.

08 aprile 2015 - versione 04.02

Nota Integrativa

  • Gestione documenti - Creazione XBRL:

    • corretta la generazione del file che in alcuni casi in presenza di conti d’ordine generava uno scarto in fase di validazione con TEBENI;

    • corretta la generazione del file che non portava l’eventuale importo presente  nella voce A.VII.1 - RISERVA DA ARROTONDAMENTO IN EURO nella voce A.VII.2 - ALTRE RISERVE;

    • aggiornata la creazione del file che con l’ultimo aggiornamento del sistema TEBENI nella creazione del file in PDF non visualizzava più i caratteri accentati;

    • modificata la visualizzazione del Rendiconto finanziario proposto da Mida4 per una più corretta impaginazione nella creazione del file in PDF attraverso TEBENI.

  • Gestione documenti - Genera documenti:  migliorata la creazione dei file in presenza di tabelle inserite nella parte testuale della nota.

  • Gestione Nota:

    • corretto il riporto dei dati dal bilancio per la voce “Crediti verso imprese controllanti iscritti nell'attivo circolante”  nel prospetto “Variazioni dei crediti iscritti nell’attivo circolante”.

    • corretto il riporto dei dati dal bilancio relativi all’esercizio precedente per la voce nel prospetto “Ratei e risconti passivi”.


GEC

  • Dichiarazioni Fiscali - Spesometro - Fatture in corrispettivi: corretto il caricamento delle fatture derivanti da corrispettivi nel caso fossero presenti più serie di fatture con la stessa numerazione ma sottoconto di riferimento diverso. In tal caso associare il sezionale ai corrispettivi tramite la maschera presente nelle impostazioni, annullare l’elenco clienti e rieseguire la predisposizione.

  • Bilancio di Verifica per centri di costo: aggiunta la possibilità di applicare un filtro parziale per poter includere solo alcuni sotto-centri.

02 aprile 2015 - versione 04.01

Nota Integrativa

  • Gestione documenti - Creazione XBRL: corretta la generazione del file che in presenza di conti d’ordine generava uno scarto in fase di validazione con TEBE.


Comunicazione Polivalente

  • Corretto l’errore di run-time “Si è cercato di duplicare i valori nell'indice” in fase di acquisizione dei dati dalla contabilità, che poteva verificarsi in alcune situazioni particolari.

  • Acquisizione dati da contabilità: corretta l’acquisizione dei dati in presenza di fatture in corrispettivi per persone fisiche estere, che venivano sempre acquisite come persone giuridiche. Si ricorda che per le persone fisiche è necessario indicare i dati di nascita anche se esteri; in questo caso nell’anagrafica clienti del Gec è necessario impostare la natura giuridica uguale a “100 - persona fisica”.


GEC

  • Scritture di chiusura e rettifiche civili: corretta la rilevazione di fine anno dei risconti attivi leasing che non venivano proposti in caso di bene in leasing avente data inizio successiva alla data di inizio esercizio.

  • Stampa registro cespiti ammortizzabili - dati fiscali: in caso di scelta per la stampa sul registro dei dati fiscali, è stata corretta la colonna “Residuo fiscale” per i beni dismessi in corso d’anno e per i beni con deducibilità fiscale limitata.


26 marzo 2015 - versione 03.04

Nota Integrativa

  • Gestione documenti - Creazione XBRL:

    • corretta la generazione del file per il prospetto “Ratei e risconti attivi” che nel caso di bilancio in forma abbreviata non riportava i valori di inizio e fine esercizio ma solo le variazioni;

    • corretta la generazione del file per il prospetto “Movimenti delle immobilizzazioni immateriali” che non inseriva gli eventuali importi nella colonna "Avviamento" per la sezione "Variazioni nell'esercizio";

    • corretta la generazione del file per il prospetto “Movimenti delle immobilizzazioni materiali” che non inseriva gli eventuali importi nella colonna "Immobilizzazioni materiali in corso e acconti" per la sezione "Variazioni nell'esercizio";

    • corretta la generazione del file per il prospetto “Movimenti delle immobilizzazioni finanziarie” che non inseriva gli eventuali importi nella colonna "Totale Partecipazioni" per la sezione "Variazioni nell'esercizio";

    • corretta la generazione del file per il prospetto "Informazioni sul trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato" che inseriva l’eventuale importo della voce “Totale variazioni” nel prospetto “Variazioni dei crediti verso soci per versamenti ancora dovuti”.


Comunicazione Polivalente

  • Corretto l’errore di run-time “Si è cercato di duplicare i valori nell'indice” in fase di acquisizione dei dati dalla contabilità che poteva verificarsi in alcune situazioni particolari.


CPR

  • Corretto l’errore di run-time che si verificava nella Stampa dei registri IVA nel caso in cui la descrizione del codice IVA fosse più lunga di 15 caratteri.


GEC

  • Nelle Dichiarazioni fiscali sono state attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico 2015 e IRAP 2015 per le società di capitali. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l'apposita funzione del menu "Utilità".

  • Corretto l’errore di run-time che si verificava nella Stampa della scheda cantirere  nel caso in cui possero presenti altri movimenti con causale più lunga di 40 caratteri.

  • Archivio beni ammortizzabili:,durante l’aggiornamento archivi verrà effettuato un controllo ai fini di verificare il corretto calcolo della quota di ammortamento fiscale e della compilazione del prospetto storico; qualora si riscontrassero delle anomalie verrà prodotta una nota con l’elenco dei cespiti da controllare.


GEM

  • Ordini clienti e documenti emessi: modificata la gestione della provvigione agenti in modo che la provvigione scritta nell’anagrafica dei clienti venga inserita nel documento sovrapponendo quella memorizzata nell’anagrafica agenti solo se diversa da zero.

19 marzo 2015 - versione 03.03

Nota Integrativa

  • Gestione documenti - Stampa:

    • corretto l'errore di run-time "13 tipo non corrispondente" che poteva verificarsi nel caso in cui la parte testuale della nota fosse stata copiata da documenti di tipo Word aventi delle formattazioni particolari;

    • corretta la stampa dei totali che in alcuni prospetti venivano duplicati generando uno scarto;

    • migliorato il supporto ai caratteri speciali (UTF-8).

  • Gestione documenti - Creazione XBRL:

    • corretta la generazione del file XBRL nel caso di compilazione del prospetto "Variazioni e scadenza dei debiti" nello Stato Patrimoniale Passivo della nota che, in presenza di valori nella voce Altri Debiti, il controllo TEBE rilevava un errore di campo duplicato del campo "AltriDebitiCuiDurataSuperiore5Anni";

    • corretta la generazione del file per il prospetto “Variazione dei crediti iscritti nell’attivo circolante” , “Variazione dei crediti iscritti nell’attivo circolante” e “Ratei e risconti passivi” che nel caso di bilancio in forma abbreviata non riportava i valori di inizio e fine esercizio ma solo le variazioni.


10 marzo 2015 - versione 03.02

Comunicazione Polivalente

  • Abilitata per l’anno 2014 la procedura Comunicazione polivalente (Spesometro) con relativa acquisizione dai programmi GEC e CPR e da file esterno (tracciato Mida4 o file telematico ministeriale).


Nota Integrativa

  • Attivata la Gestione nota (XBRL) per la creazione della nota integrativa in formato XBRL con la nuova tassonomia ed i nuovi Principi Contabili. La nuova tassonomia prevede la generazione di un unico file contenente sia il bilancio che la redazione della nota, creabile dal menu “Nota Integrativa - > Gestione Documenti” e selezionando nel campo Tipo Documento “Generazione XBRL Nota Integrativa”. Il nuovo editor di testo incluso permette un’ampia libertà nell’aspetto grafico del testo; per esempio, è possibile inserire tabelle (tasto destro sul documento -> “inserisci tabella”).

  • Stampa di bilancio e nota integrativa: come per gli anni precedenti il nostro programma permette la stampa diretta di bilancio e nota integrativa; in ogni caso, si consiglia sempre di provvedere alla stampa mediante il servizio TEBE raggiungibile direttamente cliccando sul link posto in fondo alla maschera della “Gestione Documenti”. Tale servizio, oltre a fornire la validazione del file prodotto, ne genera una stampa in HTML o PDF.


GEC

  • In Contabilità Semplificata sono state corrette le rilevazioni di fine anno delle quote di ammortamento che, nel caso fosse stata attivata l’opzione “Calcolo delle quote in base ai giorni effettivi di utilizzo”, erano comprensive anche delle quote dei beni ceduti/dismessi durante l’anno già rilevate al momento della cessione/dismissione.

  • Nella Stampa di Verifica dei Corrispettivi è stato corretto il “Prospetto Costi Soggetti a ventilazione” che in alcuni casi particolari poteva risultare non corretta. Si evidenzia che il calcolo nella Liquidazione Periodica IVA risultava comunque corretto.

02 marzo 2015 - versione 03.01

GEC

  • Corretta la visualizzazione della maschera dei beni ammortizzabili in contabilità semplificata che in alcuni casi nella versione 02.10 non visualizzava più i pulsanti.

27 febbraio 2015 - versione 02.10

GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretto la stampa di verifica  e relativa esportazione del rigo VE22 che non prendeva in considerazione le fatture emesse negli anni precedenti con IVA differita al 20% e incassate nell'anno.

26 febbraio 2015 - versione 02.09

Midaplus

  • Intrastat 2015:  aggiornata la compilazione del campo “Ammontare operazione in valuta Stato membro” che nel caso della Lituania dal 01/01/2015 non deve essere più richiesto.


GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretto la stampa e relativa esportazione del rigo VF34.4 che in alcuni casi riportava erroneamente fatture emesse relative a cessioni di beni con tipo IVA “A”.


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa di riepilogo IVA annuale per i righi relativi all’IVA divenuta esigibile nel periodo, in caso di parcelle con contestuale presenza di incassi parziali e incassi forzati parziali per superamento dell’anno dalla data di emissione. Corretti di conseguenza anche i righi VE22 e VE38.

GEM

Fatturazione differita:

24 febbraio 2015 - versione 02.08

Midaplus

  • Intrastat 2015: in seguito alla Determinazione del Direttore dell’Agenzia delle Dogane del 19 febbraio 2015, che modifica le istruzioni di compilazione delle sezioni 3 e 4 dei modelli INTRA (INTRA-1 quater, INTRA-2 quater, INTRA-1 quinquies, INTRA-2 quinquies), è stata aggiornata nel Midaplus la compilazione e la stampa/generazione file telematico dei campi “Data fattura”, “Numero fattura”, “Modalità di erogazione” e “Modalità di pagamento/incasso”. Tali campi sono diventati di indicazione facoltativa per gli elenchi riepilogativi (e per le rettifiche ad elenchi riepilogativi) con periodo di riferimento decorrente dal 2015. Il campo “Data fattura” rimane comunque necessario al software per determinare il corretto periodo di riferimento da dichiarare, pertanto verrà sempre richiesto, ma verrà stampato ed inserito nel file telematico solo ove presente anche il numero fattura relativo.

  • Intrastat 2015:  aggiornata la compilazione dell’unità supplementare per alcuni codici della nomenclatura combinata 2015. Tale anomalia produceva uno scarto della fornitura.


GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretto l’errore di run- time che si verificava in presenza di corrispettivi ventilati e stampa per singolo sezionale.


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015 - Contribuenti trimestrali: corretta l’esportazione dati al quadro VH del Windired (solo per chi non effettua l’esportazione delle liquidazioni periodiche ed ha quindi selezionato il check “Stampa ed esporta anche quadro VH”), che scorporava in modo errato gli interessi trimestrali.

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa/esportazione per i righi della sezione 2 del Quadro VE (VE20, VE21 e VE22)  che prendevano in considerazione le fatture con causale “377 - Fatt. Em- REv. Charge No Res - Ue” e “387 - Fatt. Em. Rev. Charge non Res. - Extra Ue” oltre a riportarle anche nel VJ3.

19 febbraio 2015 - versione 02.07

Midaplus

  • Intrastat 2015: aggiunti i nuovi codici di riferimento per la Nomenclatura Combinata.


GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretto l’errore di run-time 3070 nella stampa di verifica del prospetto C (Beni usati).


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa per i righi VT1.1 VT1.2 che venivani sempre stampati a zero.

  • Esporta dati a WinDired 2015: cooretto l’errore di run-time “94 -  Utilizzo non valido di Null” che si poteva verificare per l’esportazione dei dati al 770.


GEM

  • Ricevute fiscali: è stata corretta la registrazione di una modifica delle ricevute fiscali che poteva comportare una differenza di un centesimo nella stampa del totale documento nel caso in cui, a causa di arrotondamenti, la somma dei dettagli con IVA risultasse diversa dalla somma del totale imponibile e totale IVA.

13 febbraio 2015 - versione 02.06

GEC

  • Corretto l'errore in fase di aggiornamento degli archivi che occorreva nelle contabilità in cui erano presenti beni ammortizzabili con coefficiente di ammortamento fiscale uguale a zero.


GEM

  • Preventivi: nella funzione “Duplica” è stata aggiunta la gestione per cambiare automaticamente l’anno di riferimento.

12 febbraio 2015 - versione 02.05

GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa/esportazione per il rigo VJ3 che non prendeva in considerazione le fatture con causale 377 - “Fatt. Em. Rev Charge non Res - Ue”.

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta l’esportazione del quadro VH per le contabilità trimestrali che nella colonna “Liquidaz.Iva” del quadro VH scorporava dall'importo il doppio degli interessi dovuti.

  • Beni ammortizzabili: nel prospetto storico degli ammortamenti è stata inserita la colonna della percentuale di deducibilità IRES/IRPEF nel rigo relativo ai “Dati Fiscali”.

CPR

  • Stampa parcelle: corretta l’anomalia che generava un errore nella conversione delle parcelle in definitiva con selezione di più parcelle pro-forma.

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa/esportazione per il rigo VJ3 che includeva erroneamente le fatture con causale “396 - Registr. Fatt. Emessa Intra - Beni - importi portati“,

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa/esportazione per il rigo VJ3 che non prendeva in considerazione le fatture con causale 377 - Fatt. Em- REv. Charge No Res - Ue” e “387 - Fatt. Em. Rev. Charge non Res. - Extra Ue”.



GEM

  • Fatture ricevute: modificata la contabilizzazione delle fatture ricevute per gestire automaticamente la colonna BDR (beni destinati alla rivendita).

  • Situazione ordini: nella visualizzazione dettagliata della lista situazioni ordini è stata aggiunta la possibilità di vedere le note inserite nelle righe dell’ordine.

  • Listini: è stato corretto l’errato arrotondamento dei prezzi che si verificava nel riporto degli articoli scelti attraverso il pulsante Listini presente nell’inserimento dei documenti.

09 febbraio 2015 - versione 02.04

GEC

  • Liquidazione IVA - Iva differita fatture emesse: la versione 02.01 del 2 febbraio 2015 conteneva un aggiornamento relativo alla liquidazione IVA differita per le fatture ricevute; tale correzione si ripercuoteva in modo inatteso sulla liquidazione Iva differita delle fatture emesse, duplicando gli incassi dei periodi precedenti ad ogni esecuzione della liquidazione. Questa versione corregge l’errore, e l’aggiornamento archivi pulirà l’archivio dell’Iva differita dagli incassi duplicati; qualora questi vengano rilevati, verrà mostrato un messaggio di avvertimento durante l’aggiornamento archivi (creando in contemporanea una nota, in modo da rendere edotti del problema tutti gli utenti). Per sistemare la liquidazione è sufficiente rientrare nella gestione Iva differita - fatture emesse, cliccando quindi su “continua”.

05 febbraio 2015 - versione 02.03

MIDAPLUS

  • Risolto il problema di visualizzazione del percorso archivi Windired per la sincronizzazione dei dati (menù Impostazioni - Opzioni generali),  che in alcuni non veniva visualizzato.


GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretta la stampa/esportazione dei dettagli analitici (sottoconti) per il rigo VF11, in cui non figuravano gli importi relativi alle fatture ricevute con aliquota al 21%. Si precisa che l’importo totale del VF11 era già corretto.


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015: corretti i calcoli dei righi VE25.0 e VE40.0.

  • Emissione fatture con IVA Split Payment: in seguito all’approvazione del DM 23.01.2015 (pubblicato in G.U. il 3 febbraio 2015):

    • nella stampa delle parcelle è stata modificata la dicitura “IVA a Vs. carico ex art. 17-ter, DPR n. 633/72” con la dicitura “Scissione dei pagamenti”;

    • la generazione del file xml della FatturaPA è stata aggiornato alle specifiche introdotte a seguito del suddetto decreto.      


GEM

  • Emissione fatture con IVA Split Payment: in seguito all’approvazione del DM 23.01.2015 (pubblicato in G.U. il 3 febbraio 2015):

    • nella stampa delle parcelle è stata modificata la dicitura “IVA a Vs. carico ex art. 17-ter, DPR n. 633/72” con la dicitura “Scissione dei pagamenti”;

    • la generazione del file xml della FatturaPA è stata aggiornato alle specifiche introdotte a seguito del suddetto decreto.

  • Fattura PA: nella maschera di compilazione della fattura è stata aggiunta un’apposita scheda per l’inserimento dei dati relativi all’ordine. Ciò permette la compilazione di fatture PA descrittive ovvero senza codice articolo e senza l’obbligo di creare articoli e ordini.

  • Preventivi: inserito in fondo alla finestra il campo che riporta la giacenza attuale dell’articolo.

  • Stampe situazione ordini ed elenco documenti emessi: inserita l’opzione per stampare o meno le note presenti nelle righe degli ordini.

  • Ordini clienti: inserito il nuovo campo per ricercare gli ordini che hanno una particolare dicitura nelle note delle righe.

  • Stampa analisi commerciale cliente: inserita una nuova opzione di stampa Uso interno/Per il cliente per stampare la scheda senza dati sensibili come la provvigione.

03 febbraio 2015 - versione 02.02

GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: corretto l'importo del VF19.2 che riportava tutta l’IVA in sospeso e non solo quella con l'opzione "Art. 32-bis D.L. 83/12".


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015 corretti i calcoli dei righi:

    • VE22 nel caso di presenza di fatture con iva al 21% nell’esercizio precedente;

    • VF11 nel caso di fatture con iva al 21% registrate nell’esercizio;

    • VF20 nel caso di fatture con IVA differita "Art. 32-bis D.L. 83/12" incassate oltre un anno dall’emissione.


02 febbraio 2015 - versione 02.01

GEC

  • Dichiarazione IVA 2015: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired. Attenzione: con la nuova procedura i dati verranno immediatamente esportati in Windired, e non sarà più necessaria la doppia operazione di esportazione/importazione; qualora Windired fosse aperto sul cliente in questione sarà necessario premere F5 per vedere i quadri aggiornati.

  • Beni ammortizzabili: corretto il calcolo della quota d’ammortamento dei cespiti nell’ultimo anno d’ammortamento in caso di calcolo in base ai giorni effettivi di utilizzo. Si consiglia di rieffettuare il calcolo delle quote tramite l’apposita funzione del menù “Utilità”.

  • Liquidazione IVA - Iva differita fatture ricevute - corretto il riporto dei pagamenti delle fatture registrate più di un anno dopo l’emissione.


CPR

  • Dichiarazione IVA 2015: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired. Attenzione: con la nuova procedura i dati verranno immediatamente esportati in Windired, e non sarà più necessaria la doppia operazione di esportazione/importazione; qualora Windired fosse aperto sul cliente in questione sarà necessario premere F5 per vedere i quadri aggiornati.

  • Fattura elettronica PA: adeguato il formato del file xml allo standard 1.1


GEM

  • Fattura elettronica PA:

    • adeguato il formato del file xml allo standard 1.1

    • modificata la creazione delle fatture differite alla PA per riportare automaticamente i riferimenti degli ordini già inseriti nei DDT e per non scrivere nella fattura le righe puramente descrittive riportanti il numero e la data dei DDT perchè nel documento elettronico sono già automaticamente inserite nella loro apposita sezione.

  • Fatturazione automatica: migliorata la gestione degli ordini con contratto con una o più righe evase in modo che non si generino più fatture senza dettagli e contestualmente l’operatore può generare la fattura di un ordine evaso forzando l’automatismo che lo escluderebbe. Sempre in merito a questa problematica è stato modificata la registrazione dell’ordine con contratto inserendo un messaggio che avverte l’utente se l’ordine è attivo e ci sono righe evase permettendo a chi opera eventualmente di togliere il segnale di evaso dalle righe.

  • Carrello: corretto il riporto dei prezzi durante l’operazione di aggiunta nel carrello di una selezione multipla di articoli.

  • Preventivi: eliminato l’errore che bloccava il programma se si cercava di eliminare dal preventivo una riga che non era stata completamente inserita.

23 gennaio 2015 - versione 01.01

Certificazione Unica

  • Si ricorda che non è più possibile rilasciare le certificazioni dei compensi e delle somme erogate ai lavoratori autonomi con un modello libero, ma è necessario predisporre la Certificazione Unica (con trasmissione telematica del file all’Agenzia delle Entrate). Con una prossima versione, verrà aggiornata la stampa delle Certificazioni per il GEC e CPR.

  • Il programma di generazione della Certificazione Unica completa e del file telematico sono integrati nella procedura Windired, ed gratuitamente disponibili per i clienti che abbiano già acquistato la procedura 770 Semplificato. Qualora vi servisse solo la procedura per la Certificazione Unica, questa può essere acquistata come singolo pacchetto contattando l’assistenza commerciale.


GEC

  • Nuovi reverse charge di cui all’art.17 comma 6 lettere a-ter, d-bis, d-ter e d-quater, in vigore a decorrere dal 01/01/2015.
    Per la gestione delle fatture passive sono state aggiunte le seguenti causali di reverse charge, che generano automaticamente l’integrazione nelle fatture emesse al momento della registrazione:

    • 278 - REVERSE CHARGE SERV. PULIZIA DEMOLIZ. INSTALL. IMPIANTI

    • 276 - REVERSE CHARGE TRASF. QUOTE EMISSIONE GAS SERRA

    • 275 - REVERSE CHARGE TRASF. ALTRE UNITÀ E CERTIF. GAS E ENERGIA

    • 274 - REVERSE CHARGE CESSIONE GAS E ENERGIA A RIVENDITORI

Per la gestione delle fatture attive (non imponibili) sono stati aggiunti i seguenti tipi IVA:

  • 6 - Servizi pulizia, demolizione, installazione impianti.

  • 7 - Trasferimento quote emissione gas serra.

  • 8 - Trasferimento altre unità e certificati gas e energia.

  • 9 - Cessione gas e energia a rivenditori.

Se necessario emettere fatture secondo la nuova normativa, creare gli appositi codici IVA nel menù “Impostazioni / Codici IVA” indicando l’aliquota zero ed utilizzando il nuovo tipo IVA corrispondente.

  • IVA “SPLIT PAYMENT” (art.1 commi 629 lett.b) e c), 630, 632 e 633 L.190/2014)
    All’apertura di ciascun archivio contabile verrà automaticamente creato il sottoconto “G/c Iva Split Payment”, che verrà movimentato dal programma al momento di emissione delle fatture.
    Per registrare le fatture con l’IVA Split Payment è necessario utilizzare un apposito codice IVA, da creare nel menù “Impostazioni / Codici IVA” utilizzando il tipo Iva “A” e selezionando il check “Split payment”.
    Al momento di emettere una fattura ad un ente pubblico con il nuovo metodo, utilizzando il codice Iva appena creato il programma genererà automaticamente un rigo aggiuntivo per girare l’importo dell’Iva:

    • il rigo automatico avrà l’imponibile a Zero, e l’importo Iva esattamente pari all’Iva Split indicata nei righi precedenti, ma con segno negativo;  

    • il mastrino del cliente rimarrà aperto per il totale fattura al netto dell’Iva;

    • il saldo del sottoconto dell’Iva in relazione al movimento inserito sarà pari a Zero;

    • l’Iva non verrà portata nella liquidazione periodica.

In attesa di chiarimenti ministeriali sul corretto comportamento contabile, la stampa dei registri Iva non è stata modificata, riportando quindi anche il rigo aggiuntivo con l’Iva stornata.

  • Fatture ricevute INTRA: nel caso di scadenziario attivo e modifica di una fattura senza scadenza, il programma non portava come già incassato l’importo IVA.

  • Esporta dati a WinDired 2015: Attivata l’esportazione dei dati F24, 770 e Certificazione Unica. Si ricorda che dall’anno 2014 è stata abilitata l’esportazione diretta a Windired, non sarà quindi necessario effettuare l’importazione all’interno del programma Windired.

  • Esportazione liquidazione periodica IVA a Windired: corretta l’esportazione del mese di dicembre 2014 in presenza dell’acconto IVA.

  • Maschera gestione ritenute: aggiunte le 4 nuove causali L1, M1, O1, V1 previste dai modelli ministeriali 770s/2015 e Certificazione Unica 2015 usciti in definitiva a gennaio 2015. L’implementazione delle causali è stata eseguita nella contabilità sia per l’anno 2015 che 2014, in modo da consentire anche nell’anno appena concluso la modifica delle stesse, se necessaria, per la corretta esportazione al 770s/2015 o alla Certificazione Unica.



CPR

  • Manuale: aggiunto il manuale di utilizzo del programma, accessibile dal menù “?” o con il tasto F1.

  • Nuovi reverse charge di cui all’art.17 comma 6 lettere a-ter, d-bis, d-ter e d-quater, in vigore a decorrere dal 01/01/2015.
    Per la gestione delle fatture passive è stata aggiunta le causale “A278 - REVERSE CHARGE SERV. PULIZIA DEMOLIZ. INSTALL. IMPIANTI”, che genera automaticamente l’integrazione nelle fatture emesse al momento della registrazione.
    Per la gestione delle fatture attive (non imponibili) è stato aggiunto il tipo IVA “6 - Servizi pulizia, demolizione, installazione impianti”. Se necessario emettere parcelle secondo la nuova normativa, creare un apposito codice IVA nel menù “Impostazioni / Tabella codici IVA” indicando l’aliquota zero ed utilizzando il nuovo tipo IVA.

  • IVA “SPLIT PAYMENT” (art.1 commi 629 lett.b) e c), 630, 632 e 633 L.190/2014)
    All’apertura di ciascun archivio contabile verrà automaticamente creato il conto di ricavo “103 - G/c Iva Split Payment”, che verrà movimentato dal programma al momento di emissione delle fatture.
    Per registrare le fatture con l’IVA Split Payment è necessario utilizzare un apposito codice IVA, da creare nel menù “Impostazioni / Tabella codici IVA” utilizzando il tipo Iva “A” e selezionando il check “Split payment”.
    Al momento di emettere una fattura ad un ente pubblico con il nuovo metodo, utilizzando il codice Iva appena creato il programma genererà automaticamente un rigo aggiuntivo per girare l’importo dell’Iva:

    • il rigo automatico avrà l’imponibile a Zero, e l’importo Iva esattamente pari all’Iva Split indicata nei righi precedenti, ma con segno negativo;  

    • il mastrino del cliente rimarrà aperto per il totale fattura al netto dell’Iva;

    • l’Iva non verrà portata nella liquidazione periodica.

In attesa di chiarimenti ministeriali sul corretto comportamento contabile, la stampa dei registri Iva non è stata modificata, riportando quindi anche il rigo aggiuntivo con l’Iva stornata.

  • Esporta dati a WinDired 2015: Attivata l’esportazione dei dati F24, 770 e Certificazione Unica. Si ricorda che dall’anno 2014 è stata abilitata l’esportazione diretta a Windired, non sarà quindi necessario effettuare l’importazione all’interno del programma Windired.

  • Liquidazione periodica IVA: nella gestione delle fatture con IVA differita è stato corretto il riporto dei pagamenti delle fatture ricevute emesse l’esercizio precedente e pagate nell’esercizio in corso in un periodo precedente a quello di registrazione.

  • Esportazione liquidazione periodica IVA a Windired: corretta l’esportazione del mese di dicembre 2014 in presenza dell’acconto IVA.

  • Maschera gestione ritenute: aggiunte le 4 nuove causali L1, M1, O1, V1 previste dai modelli ministeriali 770s/2015 e Certificazione Unica 2015 usciti in definitiva a gennaio 2015. L’implementazione delle causali è stata eseguita nella contabilità sia per l’anno 2015 che 2014 in modo da consentire anche nell’anno appena concluso la modifica delle stesse, se necessaria, per la corretta esportazione al 770s/2015 o alla Certificazione Unica.


GEM

  • IVA “SPLIT PAYMENT” (art.1 commi 629 lett.b) e c), 630, 632 e 633 L.190/2014)

    • Generazione documenti: aggiunta la gestione dello Split payment, che totalizza l’IVA con l’opzione Split payment calcolando il totale da pagare al netto di tale importo.

    • Stampa fattura e documento elettronico per la PA: se presente il totale IVA Split payment, questo viene esposto in fattura con l’apposita dicitura (modificabile dall’utente) “A Vs.carico art.17ter”.

    • Contabilizzazione fatture: se presente il totale IVA Split payment, viene eseguito lo stesso giroconto automatico predisposto dal programma di contabilità (consultare l’odierna circolare del programma GEC).

  • RID: calcolo automatico delle spese incasso anche per i pagamenti di tipo RID.

  • Statistica fatturato: inserita l’opzione della lettura dell’abbinamento cliente agente dalla scheda anagrafica oppure da quello specificato nei documenti.

  • Documento elettronico per la PA: corretta l'informazione del tipo IVA “Esigibilità differita” che veniva dichiarato per il tipo IVA X invece che per il tipo S.

  • Stampa fattura : è stata corretta la stampa dell'anno nel campo “Numero fattura” che, per gli esercizi a cavallo dell'anno solare senza l'opzione "Numerazione fatture senza anno", veniva erroneamente impostato  sempre uguale all'anno di inizio esercizio.

  • Stampa DDT: corretta la sezione dell’indirizzo di destinazione diversa esteso che per alcuni layout non veniva stampato.

  • Inventario: corretto l’errore che non permetteva di eseguire il movimento di riporto giacenze all'anno successivo.

Comments