Midaplus 2016

10 gennaio 2016 - versione 13.02

CPR / 2016

  • Emissione parcelle: corretta l’anomalia che mostrava il messaggio “E’ necessario inserire una causale!” nel caso si stesse compilando la parcella di un cliente avente la lettera d’intento.
  • Anagrafiche clienti e fornitori: corretto per l’anno 2017 il caricamento automatico di provincia e comune di nascita dal codice fiscale (il sistema generava il messaggio di errore “Provincia di nascita errata”).

GEM / 2016

  • Documenti Emessi – Esercizio a Cavallo d’Anno: il controllo sulla correttezza della data del documento viene ora fatto con le date di inizio/fine esercizio e non solo in base all’anno di inizio esercizio.
  • Documenti Emessi – Duplicazione: modificato il funzionamento del pulsante Duplica il quale ora inserisce come anno di riferimento quello della contabilità da cui si è aperto GEM.

GEC / 2016

  • Stampa Mastrino Fornitore: migliorata la grafica di stampa dei pagamenti fornitori nel caso in cui sia attiva la descrizione aggiuntiva nei movimenti di prima nota.
  • Prima nota: modificato l’ordine di caricamento dei sottoconti associati alla causale: ora carica prima i conti specificati in dare, poi quelli in avere.
  • Gestione Ri.Ba: per l’anno di riferimento 2017 è stata corretta la registrazione di distinte con scadenze di anni precedenti che non venivano salvate.
  • Prospetto clienti/fornitori: corretto l’errore di run-time 3464 che si verificava nella stampa del prospetto dei fornitori se specificato un intervallo di soggetti.
  • Ordinaria – Partite Aperte: corretto l’errore di run-time 3077 che si verificava se si effettuava il pagamento con un unico movimento contabile di fatture ricevute di anni precedenti per contabilità con centri di costo.
  • Anagrafiche clienti e fornitori: corretto per l’anno 2017 il caricamento automatico di provincia e comune di nascita dal codice fiscale (il sistema generava il messaggio di errore “Provincia di nascita errata”).
  • Contabilità Semplificata – Ritenute Subite: corretto l’errore di run-time che si verificava nell’esercizio 2017 in fase di registrazione delle fatture emesse con cliente effettuante la ritenuta.

09 gennaio 2016 - versione 13.01

CPR / 2016

  • Stampa cespiti: Risolto l’errore non bloccante 340 – Control array element ‘2’ doesn’t exist, che si verificava all’interno della maschera di stampa dei beni ammortizzabili al momento della scelta del tipo stampa.
  • Parcelle elettroniche: adeguato il programma alla versione 1.2 delle specifiche, inclusa la possibilità di emettere parcelle elettroniche B2B (tra privati).

GEC / 2016

  • Ordinaria – Altri Movimenti: corretto lo spostamento tramite il tasto tabulazione (TAB) tra le colonne della griglia che negli esercizi 2016 non andava più a capo nella riga successiva quando si raggiungeva l’ultima colonna.
  • Contabilità ordinaria – Partite Aperte: corretto l’errore di run-time “94 – utilizzo non valido di null” che in alcuni casi non permetteva di caricare le partite aperte delle fatture ricevute di anni precedenti nell’esercizio 2017.

GEM / 2016

  • Documenti emessi: corretta la contabilizzazione delle fatture dell’anno 2017 che per le sole fatture senza codice pagamento memorizzava e stampava le scadenze previste per il “Codice pagamento predefinito” indicato nelle opzioni varie della relativa contabilità.
  • Fatture elettroniche: adeguato il programma alla versione 1.2 delle specifiche, inclusa la possibilità di emettere fatture elettroniche B2B (tra privati).

28 dicembre 2016 - versione 12.04

Midaplus / 2016

  • Attivata la gestione dell’anno 2017. Per aprire le contabilità GEC e CPR nel 2016 seguire le istruzioni riportate qui sotto per le singole procedure.
  • Fattura PA: si ricorda che il Sistema Ministeriale di Interscambio (SDI) non sarà disponibile dalle ore 22:00 del 31 dicembre 2016 alle ore 08:00 del 09 gennaio 2017; a partire dal 9 gennaio, le fatture andranno inviate secondo il nuovo formato 1.2 (che apre la fatturazione elettronica anche al B2B).
    Il 9 gennaio verrà pertanto rilasciata una nuova versione dei programmi Mida4 per gestire il nuovo formato di fattura elettronica.

GEM / 2016

  • Fattura PA: modificato il sistema di addebito del bollo per adeguarsi ai controlli SDI; nel caso in cui si indichi nella fattura un bollo da addebitare al cliente, il programma esporrà ora tale addebito aggiungendo al file della fattura PA una riga contenente l’importo del bollo e la dicitura “Addebito bollo”.
  • Documenti emessi: modifica al valore del cambio che ora viene automaticamente aggiornato alla data del documento nel caso di documenti emessi generati dagli ordini clienti in valuta.
  • Attivata la gestione dell’anno 2017.

GEC / 2016

  • Attivata la gestione dell’anno 2017. Per aprire la contabilità 2017 procedere nel seguente modo:
    • Selezionare dal menù “Adempimenti fine anno” la voce “Scritture di apertura” (contabilità ordinaria) o ”Inizio nuovo anno” (contabilità semplificata).
    • Verificare che le voci selezionate per “Tipo di contabilità esercizio successivo”, “Data inizio eser.”, “Data fine eser.” siano corrette.
    • Cliccare sul pulsante “Carica”. Questa operazione può essere effettuata un’unica volta ed eventuali modifiche nel 2016 alle tabelle elencate in questa maschera dovranno essere effettuate manualmente anche nel 2017.
  • Contabilità ORDINARIA: ecco le principali novità introdotte con la versione 2017
    • Scadenziario: ad ogni fattura attiva o passiva verrà sempre associata una scadenza predefinita (configurabile nelle Opzioni Varie), in modo del tutto trasparente all’utente; il campo codice pagamento all’interno delle maschere delle fatture
      • non sarà visibile se lo scadenziario ad oggi non era attivato, ma sarà sempre attivabile in seguito e in ogni momento (non solo ad inizio anno);
      • continuerà a funzionare come prima negli altri casi.
    • Altri Movimenti: per permettere una puntuale associazione tra movimenti di cassa/banca e fatture attive/passive, il riferimento alla fattura è stato ora spostato sulle singole righe della maschera altri movimenti; sarà quindi possibile creare un singolo movimento di prima nota comprendente più fatture e più clienti o fornitori diversi tra loro, anche nel caso si gestisca l’IVA per cassa;
      • i campi “Numero documento” e “data documento” resteranno a disposizione per i casi particolari che li richiedono, ma non andranno più utilizzati per associare il movimento di incasso/pagamento alla fattura;
      • all’inserimento di un conto cliente/fornitore il programma visualizzerà automaticamente le scadenze ancora aperte per quella posizione, inserendone il riferimento all’interno del rigo stesso; qualora non venga selezionata alcuna fattura, l’importo verrà automaticamente visualizzato in sede di inserimento di fatture relative allo stesso cliente/fornitore;
      • premendo il tasto CANC all’interno della colonna Estremi Fattura di un rigo, il riferimento inserito verrà eliminato;
      • premendo il tasto F6 all’interno della colonna Estremi Fattura di un rigo non associato ad alcuna fattura, questi verrà marcato come escluso dalla visualizzazione anticipi.
      • gli incassi/pagamenti verranno sempre associati alla scadenza più vecchia ancora aperta.
    • Fatture Attive e Passive:
      • all’atto della registrazione della fattura il programma visualizzerà automaticamente l’elenco dei righi degli altri movimenti relativi a tale soggetto e privi dell’associazione con una fattura per permettere l’associazione di eventuali anticipi (spezzando il rigo negli altri movimenti qualora il valore dell’altro movimento superi il totale della fattura).
      • premendo il pulsante “Incasso” (o “Pagamento”) sarà possibile gestire l’incasso o pagamento della fattura, anche parziale; qualora siano presenti anticipi (movimenti non associati ad un documento) questi saranno visualizzati per primi. Tale funzione sostituisce quindi il “Pagamento Contestuale”.
    • Maschera Fatture Incassate/Pagate: non è più possibile modificare lo stato di incassato/pagato delle fatture da tale maschera, ma resta comunque possibile visualizzarlo.
    • Apertura Nuovo Esercizio:
      • all’atto dell’apertura del nuovo esercizio o nella creazione dei movimenti di apertura il programma trasferirà automaticamente nel nuovo esercizio le informazioni relative alle fatture ancora aperte, così come indicate nella maschera “Modifica Fatture Incassate/Pagate”; il programma chiederà comunque se riportare tutte le fatture o solo quelle relative a clienti/fornitori aventi un saldo aperto. ATTENZIONE: si consiglia comunque di verificare nel 2016 la coerenza tra il mastrino del cliente/fornitore e lo stato della fattura utilizzando la funzione “Utilità” —> “Verifica registrazioni di prima nota” —> “Controllo Partite Aperte” – selezionando “Congruità con Saldi Mastrino”.
      • Contestualmente verranno creati i movimenti di apertura, allo scopo di riportare nell’anno successivo eventuali anticipi. Il sistema permette di rieffettuare tali scritture di apertura mantenendo le eventuali informazioni di incasso/pagamento inserite nell’anno successivo.
    • Pagamento Fatture con Ritenute:
      • nella maschera delle partite aperte il campo “R.A.” viene ora popolato per i soli fornitori soggetti a ritenuta;
      • l’imputazione dei dati relativi alla ritenuta effettuata non avverrà più alla registrazione del movimento di pagamento, ma in modo uniforme all’interno della maschera delle partite aperte.
  • Contabilità SEMPLIFICATA: ecco le principali novità introdotte con la versione 2017 in vista delle significative novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2017
    • Introdotta la possibilità di effettuare incassi e pagamenti per le fatture attive e passive, con le stesse modalità della contabilità ordinaria.
    • Altri movimenti: la maschera è stata modificata per permettere di registrare più righi per ogni movimento, scegliendo se effettuare le registrazioni in partita doppia oppure no.
    • Alcune funzioni di stampa sono state disabilitate temporaneamente in attesa di chiarimenti in merito all’attuazione della nuova norma e verranno riattivate il prima possibile.

CPR / 2016

  • Attivata la gestione dell’anno 2017. Per aprire la contabilità 2017 procedere nel seguente modo:
    • Selezionare la voce “Operazioni apertura anno nuovo” dal menù “Adempimenti fine anno”.
    • Selezionare eventualmente le altre operazioni da eseguire e cliccare sul pulsante “Esegui”.
  • Fattura PA: modificato il sistema di addebito del bollo per adeguarsi ai controlli SDI; nel caso in cui si indichi nella fattura un bollo da addebitare al cliente, il programma esporrà ora tale addebito aggiungendo al file della fattura PA una riga contenente l’importo del bollo e la dicitura “Addebito bollo”.

15 dicembre 2016 - versione 12.03

GEC / 2016

  • Anagrafica clienti/fornitori: risolta l’anomalia di visualizzazione del campo pagamento nella scheda pagamento/banche che in alcuni casi non veniva visualizzato.

13 dicembre 2016 - versione 12.02

GEC / 2016

  • Stampa beni ammortizzabili: corretto l’errore di run-time 94 che si poteva verificare durante la stampa di verifica dettagliata con “proiezione fondi esercizio in corso” in presenza di beni con maxiammortamento.

Midaplus / 2016

  • Anagrafiche clienti e fornitori: è stato introdotto il campo PEC e il campo “Codice Univoco Ufficio Pubblica Amministrazione”, è stato denominato “Codice F.E.” in tutte le anagrafiche clienti/fornitori del GECCPR e Anagrafiche condivise in vista delle nuove specifiche relative alla fatturazione elettronica.

CPR / 2016

  • Stampa elenco pratiche: corretta l’anomalia che non permetteva di effettuare la stampa di più clienti.

05 dicembre 2016 - versione 12.01

GEM / 2016

  • Invio email: corretto l’errore che si verificava nella creazione dell’email con allegato nel caso in cui l’invio sia gestito dal un programma esterno a Midaplus.

29 novembre 2016 - versione 11.05

GEM / 2016

  • Contabilizzazione documenti: corretto l’errore di run-time 13 che si verificava nella contabilizzazione immediata dei documenti nel caso di pagamento tramite Ri.Ba. o in più scadenze.

Spese Funebri / 2016

  • Importazione da GEC: se nella descrizione della fattura la prima parola è un codice fiscale valido, questi verrà considerato come codice fiscale del defunto ai fini della comunicazione, e nel caso in cui più fatture afferissero allo stesso codice fiscale defunto verranno aggregate in sede di importazione. Nel caso in cui la prima parola sia un codice fiscale non valido o se il campo fosse vuoto, la fattura verrà importata con codice fiscale defunto vuoto (sarà sempre possibile inserirlo poi in sede di compilazione della comunicazione).

GEC / 2016

  • Verifica registrazioni di prima nota: corretto l’errore di run-time che in alcuni casi impediva la visualizzazione del movimento facendo doppio click sulla lista delle anomalie.

24 novembre 2016 - versione 11.04

Bollo Virtuale / 2016

  • Creazione telematici: aggiunta la possibilità di effettuare la “Generazione di controllo” e la “Generazione telematico con controllo Entratel del file”.

CPR / 2016

  • Stampa registro IVA fatture emesse/ricevute: corretto l’errore di run-time che impediva di eseguire la stampa per singolo sezionale.

GEM / 2016

  • Stampa partitario articoli: è stata corretta la decodifica dei clienti e fornitori.
  • Contabilizzazione fatture: è stata aggiunta una opzione che permette la registrazione automatica dell’incasso delle ritenute d’acconto indipendentemente dall’incasso della fattura.

Spese Sanitarie / 2016

  • Modificato il messaggio di help per soggetti che devono inserire i codici d’ufficio: oltre alle strutture ed alle farmacie sono obbligati ad inserire il codice anche gli ottici e le parafarmacie.

Midaplus / 2016

  • Abilitata per l’anno 2016 la procedura Comunicazione spese funebri accessibile dal menù “Altri programmi -> Com. Spese Funebri”.

16 novembre 2016 - versione 11.03

GEM / 2016

  • Documenti emessi: modificato l’aggiornamento della causale di pagamento che ora resterà invariata se al cambio di cliente nell’anagrafica di quest’ultimo il tipo di pagamento non è specificato.
  • Documenti emessi: attivato il calcolo e la stampa degli oneri previdenziali.

CPR / 2016

  • Fatture ricevute: attivata la ripartizione automatica in presenza di conti di spesa con percentuale di detraibilità diversa da 100 anche in presenza di più di un dettaglio.
  • Parcelle emesse e fatture ricevute: corretto l’errore di run-time 3078 che si verificava se l’ultima fattura precedentemente registrata del cliente/fornitore aveva una numerazione con la virgola (Bis).
  • Spese Studio: corretto l’errore di “run-time 3163 – impossibile aggiungere la quantità di dati” in fase di registrazione che si verificava se la descrizione inserita superava i 25 caratteri.
  • Parcelle emesse e fatture ricevute: con l’opzione “Caricamento automatico dei dettagli dall’ultima fattura registrata del cliente/fornitore” il programma, in assenza di fatture precedenti per il cliente selezionato, non caricava più automaticamente l’eventuale codice di spesa/ricavo predefinito.
  • Emissione parcelle: corretta l’anomalia che a partire dalla versione 11.01 in fase di registrazione non permetteva di visualizzare la maschera per la gestione degli anticipi collegati al cliente.

GEC / 2016

  • Anagrafica fornitori: riabilitata la voce “cancella” del menu contestuale nella tabella “Banche”.

10 novembre 2016 - versione 11.02

GEC / 2016

  • Contabilità Semplificata – Riepilogo costi e ricavi: corretta la stampa sintetica che in alcuni casi particolari, in presenza di dati nella maschera “Riporto dati anno precedente”, poteva riportare nel saldo dell’ultimo sottoconto due volte il valore dell’anno precedente.

CPR / 2016

  • Anagrafica clienti: corretto l’errore di run-time 438 che si verificava durante l’inserimento contestuale di un cliente dalla maschera delle parcelle emesse.

09 novembre 2016 - versione 11.01

GEC / 2016

  • Stampa verifica fatture emesse/ricevute: nella colonna descrizione cliente/fornitore ora il programma stampa anche il campo Nome dell’anagrafica del soggetto.
  • Stampa scadenze – Stampa lettere sollecito: corretto l’errore di run-time 3265 che impediva la stampa delle lettere di sollecito.
  • Fatture ricevute – gestione anticipi: gli anticipi visualizzati che si possono collegare alla fattura non vengono più filtrati in base alla data documento ma in base alla data registrazione.
  • Stampa di verifica fatture emesse/ricevute: corretta la generazione del file rtf dall’anteprima di stampa in caso di selezione dell’opzione “con causale pagamento” in quanto inseriva comunque la colonna “da incassare/pagare”.
  • Carica fatture emesse da file di testo: modificati i controlli sui dati da importare; ora il programma permette di acquisire anche fatture con imponibile uguale a zero.
  • Importazione Fatture Elettroniche: abilitata in contabilità Semplificata la funzione sperimentale di importazione delle fatture ricevute nel formato XML attivabile dal menù Utilità -> Importazioni.

CPR / 2016

  • Riepilogo costi ricavi: corretto il calcolo delle quote di ammortamento che in alcuni casi particolari, ovvero in presenza di più cespiti aventi lo stesso conto di spesa ma percentuale di deducibilità diversa, portava due volte la quota di amm.to dell’ultimo bene ammortizzabile presente.
  • Attivazione nuove funzioni:
    • Opzioni Varie: aggiunta l’opzione che permette di disabilitare funzionalità autocompletamento nei campi di imputazione collegati a tabelle di riferimento (es: codici di spesa e di ricavo, codici IVA , sezionali, ecc…) nelle maschere di prima nota e nelle maschere delle impostazioni. L’opzione è propria di ogni singola contabilità, e non si applica a tutte le contabilità gestite dal programma.
    • Inserimento rapido date: grazie alla nuova modalità di inserimento delle date non sarà più necessario riscrivere sempre l’intera data; il programma lavorerà in modalità di sovrascrittura, permettendo di cambiare per esempio il solo giorno (senza dover reimputare sempre anche mese e anno). Nell’inserimento delle date si può omettere il carattere di “/”: il programma gestirà automaticamente la digitazione o meno di tale carattere.
    • Compilazione rapida di parcelle emesse e fatture ricevute utilizzando il tasto F6:
      • premendo F6 sull’_importo totale_, questi verrà scorporato in imponibile e IVA nella prima riga avente conto e codice IVA compilati;
      • premendo F6 sull’_imponibile_ nella griglia di dettaglio, inserirà nella riga corrente il valore residuo del totale sottraendovi le altre righe compilate, scorporandolo tra imponibile e IVA;
      • premendo F6 sul codice IVA, l’importo inserito nel campo imponibile verrà considerato come lordo e il programma ne effettuerà lo scorporo dell’IVA.
    • Parcelle emesse e fatture ricevute: aggiunta nelle Opzioni Varie la scelta “Caricamento automatico dei dettagli dall’ultima fattura registrata del cliente/fornitore” (già selezionata di default); attivando questa opzione all’inserimento di una nuova fattura/parcella (dopo aver specificato il cliente o il fornitore) il sistema proporrà automaticamente i conti e le aliquote IVA usati nella registrazione della fattura precedente dello stesso cliente/fornitore.
    • Parcelle emesse e fatture ricevute: corretto il comportamento dei campi “Vai a” (sezionale e numero fattura/parcella) che se non veniva trovata la fattura ricercata il programma non dava alcun messaggio. Inoltre dopo l’inserimento del sezionale il programma ora propone automaticamente nel campo l’ultima fattura/parcella registrata.

INTRA / 2016

  • Creazione file per invio telematico – memorizzazione segnale dati inviati: corretta l’anomalia che in alcuni casi particolari apponeva erroneamente il segnale di inviato per i servizi resi/ricevuti di periodi successivi al periodo di generazione del file telematico che avevano gli stessi valori nei campi “Codice IVA“Modalità di erogazione” “Modalità di incasso/pagamento” “Stato di incasso/pagamento” e “Codice del servizio”.
  • Dati vari INTRA: corretto l’errore di run-time in fase di visualizzazione della maschera che si verificava in presenza di fornitori file telematico aventi nel nominativo il carattere ‘ (apice). Tale errore comunque non interferiva con il corretto funzionamento del programma.

Spese Sanitarie / 2016

  • Anagrafica soggetti: in seguito all’aggiornamento delle FAQ presenti sul sito del Sistema Tessera il campo ‘partita IVA’ è stato reso nuovamente obbligatorio; gli iscritti all’albo dei medici non titolari di partita IVA che svolgono prestazioni occasionali non sono tenuti ad inviare i dati sanitari relativi alle ricevute emesse.

GEM / 2016

  • Documenti emessi: ripristinata la possibilità di modificare manualmente l’inserimento del bollo in caso di fatture con importi sia esenti che ivati.

13 ottobre 2016 - versione 10.03

GEM / 2016

  • Opzioni: aggiunto il tasto ‘Gestione abbinamento conti – clienti’ che facilita la manutenzione dell’abbinamento dei propri conti correnti all’anagrafica dei clienti nel caso si volesse considerare la banca abbinata ai clienti per tutti i tipi di pagamento.
  • Opzioni: nella scheda documenti emessi sono stati aggiunti i campi per automatizzare la compilazione delle note riguardanti l’assolvimento virtuale del bollo.
  • Documenti emessi: modificata la contabilizzazione delle Fatture con Split Payment e codici IVA diversi in modo che nella prima nota risulti una riga di scissione per ogni codice IVA.

Spese Sanitarie / 2016

  • Sono state aggiunte le tipologie di spesa:
    • SV (Spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche, riguardanti le tipologie di animali individuate dal decreto del Ministero delle finanze 6 giugno 2001, n. 289);
    • SP (Prestazioni sanitarie).
  • A partire dal 2016 alcuni soggetti privi di partita IVA dovranno comunque fare l’invio della comunicazione; per questo motivo il campo della partita IVA è stato reso facoltativo.
    Attenzione: i controlli WEB del sito ministeriale non sono ancora aggiornati e potrebbero scartare l’invio di una dichiarazione priva di partita IVA.

GEC / 2016

  • Stampa di verifica delle fatture emesse/ricevute: aggiunta la casella barrata “Con causale pagamento” che permette di stampare al posto della colonna “Da incassare/pagare” la descrizione del codice pagamento associato alla fattura.
  • Partite Aperte: corretto l’inserimento della colonna “Abbuoni/Ritenute” che in alcuni casi particolari non memorizzava nella griglia i dati imputati.
  • Contabilità Semplificata – Altri movimenti: corretta l’anomalia che non permetteva di inserire importi negativi.

11 ottobre 2016 - versione 10.02

GEC / 2016

  • Stampa scadenze: corretto l’errore di run-time “Impossibile impostare su Null una colonna non annullabile”.
  • Contabilità Semplificata – Altri movimenti: corretta l’anomalia introdotta con la versione 10.01 che non abilitava i campi della maschera in fase di inserimento di un nuovo movimento, se non attivato il sezionale IVA.

10 ottobre 2016 - versione 10.01

GEC / 2016

  • Anagrafiche clienti e fornitori: in fase di registrazione è stato aggiunto il controllo di compilazione dello stato estero di residenza in caso di soggetto non residente (Provincia = “EE”).
  • Prima nota: migliorato il funzionamento dell’autocompletamento del campo “Conto” nelle griglie delle maschere di prima nota che non permettevano di eliminare parte del sottoconto con il Backspace e quindi eseguire una ricerca parziale.
  • Corrispettivi: corretto l’errore di run-time che si poteva verificare in cancellazione di un movimento con fatture collegate.
  • Stampa elenco scadenze: per le contabilità con attivata l’opzione “Gestione fatture con valuta estera” è stata modificata la stampa che ora espone il tipo valuta utilizzato.
  • Contabilità Semplificata – Altri movimenti: migliorata la disposizione dei campi e dei controlli.

GEM / 2016

  • Tolto l’automatismo che associava il tasto ESC al pulsante “Uscita” delle maschere.
  • Documenti interni: corretta la funzione “Importa ordini clienti” che costringeva ad inserire nuovamente il codice cliente per selezionare gli ordini.
  • Stampa magazzino partitario articoli: aggiornata la stampa per poterla visualizzare nella funzione di anteprima con le utilità di conversione in RTF e PDF.

15 settembre 2016 - versione 09.02

GEC / 2016

  • Fatture ricevute – gestione anticipi: corretta la memorizzazione della data pagamento in caso di selezione di anticipi.
  • Modifica fatture incassate/pagate: aggiunta la possibilità di ordinare le fatture anche per la colonna “Importo Fattura”.
  • Stampa Mastrini: corretta la stampa per centro di costo in modo da ignorare eventuali spazi inseriti in fondo al nome del centro di costo.

Spese Sanitarie / 2016

  • Corretto l’errore che impediva l’apertura del programma da Midaplus per l’anno 2016.

08 settembre 2016 - versione 09.01

GEM / 2016

  • Stampa fatture: corretta la visualizzazione e la stampa della tabella riepilogo dati IVA che in taluni casi riportava una riga vuota o con tutti gli importi uguali a zero.
  • Documenti emessi: corretto l’automatismo per la compilazione del codice IVA per i clienti con lettera d’intento valide per un periodo limitato.
  • Documenti emessi: attivato l’inserimento automatico della destinazione diversa abbinata al cliente se segnata come predefinita.
  • Fatturazione automatica: corretto il calcolo della quantità che nella versione 08.01 del programma per alcuni casi particolari non funzionava correttamente.

Spese Sanitarie / 2016

  • Aggiunto un controllo sui simboli non ammessi nel nome della dichiarazione (e quindi del file):° § ç è é £ $ ì ^ ù à ò
  • Importazione da Contabilità Mida4: il sistema non importerà tutte le fatture/parcelle contenenti il testo “opposizione” nella causale di registrazione.
  • Importazione dati: è ora possibile filtrare per data di incasso i righi da importare.
  • Attivazione nuovo anno: con la nuova versione il programma si offrirà di riportare i soggetti presenti nell’anno corrente qualora questi sia ancora vuoto.

INTRA / 2016

  • Dati vari cliente: aggiunta la funzione di autocompletamento per il campo partita IVA del soggetto delegato; il programma ora ricerca tra i soggetti delegati già inseriti ed i fornitori file telematico.

CPR / 2016

  • Gestione pratiche – Importazione dei dati dal WinDired: corretta l’acquisizione che non riconosceva l’eventuale compilazione della Certificazione UNICA.

31 agosto 2016 - versione 08.01

GEC / 2016

  • Stampa elenco scadenze: per le contabilità con attivata l’opzione “Gestione fatture con valuta estera” è stata modificata la stampa che ora espone anche gli importi in valuta oltre a quelli in euro.
  • Nuova funzione per la compilazione rapida di fatture emesse e ricevute utilizzando il tasto F6:
    • premendo F6 sull’importo totale, questi verrà scorporato in imponibile e IVA nella prima riga avente conto e codice IVA compilati;
    • premendo F6 sull’imponibile nella griglia di dettaglio, inserirà nella riga corrente il valore residuo del totale sottraendovi le altre righe compilate, scorporandolo tra imponibile e IVA;
    • premendo F6 sul codice IVA, l’importo inserito nel campo imponibile verrà considerato come lordo e il programma ne effettuerà lo scorporo dell’IVA.
  • Fatture emesse e ricevute: corretto il comportamento dei campi “Vai a” (sezionale e numero fattura) che se non veniva trovata la fattura ricercata il programma non dava alcun messaggio. Inoltre dopo l’inserimento del sezionale il programma ora propone automaticamente nel campo l’ultima fattura registrata.
  • Inserimento rapido date: grazie alla nuova modalità di inserimento delle date non sarà più necessario riscrivere sempre l’intera data; il programma lavorerà in modalità di sovrascrittura, permettendo di cambiare per esempio il solo giorno (senza dover reimputare sempre anche mese e anno). Nell’inserimento delle date si può omettere il carattere di “/”: il programma gestirà automaticamente la digitazione o meno di tale carattere.
  • Fatture emesse/ricevute: cliccando sul nominativo del cliente/fornitore il programma ora visualizza la relativa scheda anagrafica.
  • Prima nota: migliorato l’autocompletamento del campo Conto nelle griglie delle maschere di prima nota in cui ora è possibile ricercare anche per la descrizione del sottoconto.

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: corretto lo scarto del controllo TebeNI “XU: …The entity name must immediately follow the ‘&’ in the entity reference…” che si verificava in presenza di una ragione sociale con il carattere ‘&’ nel prospetto “Informazione su partecipazione imprese controllate”.
  • Generazione file XBRL: corretta la generazione che, nel caso in cui nel bilancio siano presenti importi nella voce “Partite straordinare” ed il “Risultato Prima delle imposte” sia zero, veniva scritto due volete il tag “TotalePertiteStraordinarie”. Tale anomalia produceva lo scarto da parte del controllo TebeNI.

Midaplus / 2016

  • Anagrafiche condivise: corretta la memorizzazione del campo “Sesso” che, nel caso di persone fisiche di sesso femminile, veniva comunque memorizzato come “Maschio”. Modificata la gestione dei campi relativi alla ritenuta d’acconto che erano compilabili anche se non era stata barrata la casella “Soggetto a ritenuta d’acconto/certificazione”.

CPR / 2016

  • Attivata l’importazione dei dati dal WinDired al fine della parcellazione per gli anni 2015 e 2016.

GEM / 2016

  • Movimentazione articoli: corretta la registrazione dell’ultimo prezzo praticato nel caso che siano stati richiesti più di 2 decimali.
  • Ordini clienti: nell’inserimento degli ordini clienti è stata aggiunta la lettura dell’eventuale lettera d’intento e relativo automatismo per il codice IVA da utilizzare.
  • Documenti interni: corretto l’errore non bloccante run-time “13 – Tipo non corrispondente” nella stampa del documento.
  • Ordini clienti: ripristinato l’help che mostra le note inserite nei precedenti ordini del cliente scelto.
  • Fatturazione automatica: corretta l’indicazione del periodo fatturato nel caso di inizio e fine contratto non coincidenti al mese esatto.

27 luglio 2016 - versione 07.03

CPR / 2016

  • Pagamenti: modificata la gestione per i dati relativi alla ritenuta d’acconto (CU) che ora viene attivata anche per i codici di spesa “09”.

GEC / 2016

  • Contabilità semplificata – Rilevazione di fine anno di costi e ricavi: corretto l’errore di run-time 3464 che in alcuni casi si verificava facendo la rilevazione dei risconti attivi.
  • Stampa Libro Giornale: modificata la stampa del nominativo cliente/fornitore che ora stampa anche l’eventuale nome.

Nota Integrativa / 2016

  • Gestione Nota Xbrl: corretto il calcolo del totale del prospetto “Analisi degli oneri finanziari capitalizzati” che non considerava la riga “Terreno e fabbricati”. Tale anomalia veniva segnalata nella sezione Warning nel controllo TebeNI.

21 luglio 2016 - versione 07.02

GEC / 2016

  • Bilancio di Verifica: aggiunta la casella “No Riprese fiscali” che permette di generare una stampa priva delle riprese fiscali.
  • Contabilità ordinaria – Dichiarazioni fiscali: sono state attivate le stampe di verifica del modello Unico 2016 (con quadro RF) e IRAP 2016 per gli Enti non Commerciali. Prima di procedere con la stampa è necessario aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Importazione Fatture Elettroniche: abilitata la funzione sperimentale di importazione delle fatture ricevute nel formato XML attivabile dal menù Utilità -> Importazioni
    Il programma visualizzerà la fattura ricevuta (permettendone la stampa con il click destro del mouse), e facendo doppio click sulla riga della fattura da importare questa verrà caricata nella maschera delle fatture ricevute, compilando per quanto possibile i campi relativi a conto di costo e codice IVA. Se non presente, il fornitore verrà automaticamente creato.

CPR / 2016

  • Parcelle emesse – Fattura PA: modificata la gestione dei “Dati di riepilogo per aliquota IVA e natura” riportando nel riepilogo IVA anche le informazioni relative al bollo se addebitato.
  • Stampa registro IVA fatture emesse: corretto l’errore di run-time 3075 che si verificava in presenza di fatture con numerazione “bis” (es: fattura numero 12,1).

05 luglio 2016 - versione 07.01

GEM / 2016

  • Corretta l’anomalia introdotta con la versione 06.05 che non permetteva di creare il file xml della fattura PA.

30 giugno 2016 - versione 06.05

GEM / 2016

  • Fatturazione differita: corretta la creazione della fattura che nel caso di presenza della lettera d’intento inseriva il codice IVA anche in alcune righe solo descrittive.
  • Fattura ricevuta con omaggi: semplificato l’inserimento e contabilizzazione degli omaggi nelle fatture ricevute permettendo di inserire l’imponibile uguale a zero e l’IVA diversa da zero.

GEC / 2016

  • Contabilità semplificata – “Bilancio a sezioni contrapposte”: corretta la stampa che in alcuni casi riportava erroneamente nelle rimanenze finali la variazione delle rimanenze e non il saldo contabile.
  • Scritture di chiusura e rettifiche civili – Verifica partite aperte: corretto l’errore che impediva l’apertura delle partite aperte dei clienti nelle contabilità prive di scadenziario.
  • Scheda cantiere: aggiunto il pulsante “Stampa lista centri di costo” che stampa la lista dei centri di costo utilizzati con la relativa descrizione eventualmente inserita.
  • Dichiarazioni Fiscali – UNICO SP – Stampa Verifica IRE: in caso di contabilità ventilata e con barrata la casella “Effettua scorporo Automatico IVA corrispettivi” è stato corretto il calcolo del rigo RG2.4 che non teneva conto dell’IVA da ventilazione che veniva invece inserita erroneamente nel rigo RG2.3.

CPR / 2016

  • Beni ammortizzabili – stampa di Verifica per Studi (G14): corretta la stampa che in presenza di beni venduti nell’esercizio successivo non calcolava correttamente il numero di giorni e quindi l’importo per studi di settore.
  • Rilevazioni contabili di fine esercizio: inserita nella stampa Elenco clienti/fornitori da incassare/pagare l’annullo pagina e la possibilità di stampare la descrizione a piè pagina nel caso sia l’ultima pagina del registro.
  • Beni ammortizzabili: corretta l’anomalia di registrazione che si verificava nel caso in cui un bene venduto nell’anno 2016 venisse successivamente modificato nell’anno precedente: memorizzandolo il programma toglieva la selezione della casella “dismissione/cessione” nell’anno 2016. All’apertura dell’archivio il programma fornirà un report dei cespiti soggetti all’anomalia, per i quali sarà necessario riselezionare la “dismissione/cessione” ed inserire la relativa data.

Bollo Virtuale / 2016

  • Stampa ministeriale: qualora si scelga di inserire nel campo firma il nome del dichiarante, ora
    • viene inserito il rappresentante legale nel caso non si tratti della dichiarazione di una persona fisica;
    • il nome dell’intermediario contiene sempre il testo “XXX” (il nome dell’intermediario non è presente nel file telematico) e non più i dati del dichiarante.

22 giugno 2016 - versione 06.04

GEC / 2016

  • Partite aperte: corretto l’errore che impediva l’apertura delle partite aperte dei clienti nelle contabilità prive di scadenziario.

21 giugno 2016 - versione 06.03

Nota Integrativa / 2016

  • Bilancio Consolidato: abilitata la gestione la generazione del file XBRL per il Bilancio consolidato (no nota integrativa). A tal fine nella “Gestione documenti” è stato aggiunto il pulsante “Genera XBRL consolidato”.

GEC / 2016

  • Esporta Dati a Windired: per i dati F24 e CU è stata abilitata la possibilità di selezionare per l’esportazione tutte le righe cliccando sull’intestazione della colonna “Esporta”.
  • Contabilità semplificata – “Bilancio a sezioni contrapposte”: modificata la gestione della casella “calcolo automatico quote di ammortamento”, che ora viene disattivata se sono stati contabilizzati in prima nota i movimenti di rettifica.
  • Anagrafica clienti: corretta l’anomalia di visualizzazione del campo pagamento che in alcune situazioni non veniva visualizzata correttamente.
  • Gestione partite aperte
    • Aggiunto il filtro “Tipo pagamento” nel filtro di selezione dell’incasso/pagamento fatture se è stato abilitato lo scadenziario.
    • Nel caso in cui sia attivo l’incasso manuale di RiBA e SDD il doppio click porterà in automatico il contro-conto del cliente e non quello predefinito qualora la scadenza sia di tipo RiBa o SDD.
    • Se lo scadenziario è attivo nell’intestazione della griglia verrà visualizzato il tipo di pagamento collegato alla riga corrente (RiBa, SDD, Rimessa Diretta, ecc.).
  • Gestione banche: migliorata la gestione delle banche; facendo doppio click su una tabella elencante banche (anagrafica clienti, anagrafica fornitori oppure nelle opzioni) verrà visualizzata una nuova maschera che permette l’inserimento rapido dei codici IBAN, verificandone la validità ed aggiungendo automaticamente la banca in anagrafica se non presente.

CPR / 2016

  • Stampa Registro IVA fatture emesse: corretta la stampa nel caso di fatture con IVA Split Payment in quanto non veniva esposto l’importo IVA.

15 giugno 2016 - versione 06.02

CPR / 2016

  • Emissione parcelle:
    • migliorata la gestione dei documenti collegati per la Fattura PA.
    • migliorata la gestione dei campi IBAN e modalità di pagamento.

01 giugno 2016 - versione 06.01

GEC / 2016

  • Dichiarazioni Fiscali – Stampa di verifica IRE: corretta la visualizzazione del rigo RG22.9 che non considerava la quota deducibile delle spese di vitto e alloggio ma esponeva il saldo contabile. Tale anomalia riguardava solo la stampa e non l’esportazione dei dati al Windired.

CPR / 2016

  • Riepilogo costi e ricavi: corretto l’importo “Maggior quota ammortamento L. 208/15” che in alcuni casi particolari veniva raddoppiato.
  • Dichiarazioni fiscali – Stampe di verifica IRAP: corretto il calcolo dei righi IQ51.0 e IP57.0 che non considerava le spese di cui al rigo RE15.0.

27 maggio 2016 - versione 05.05

Nota Integrativa / 2016

  • Gestione Nota XBRL: abiliata la modifica della riga “Totale variazioni” del prospetto “Movimenti delle immobilizzazioni finanziarie: partecipazioni, altri titoli, azioni proprie”.

GEC / 2016

  • Contabilità semplificata – “Bilancio a sezioni contrapposte”: corretta la stampa che non riportava le esistenze iniziali dopo la contabilizzazione in prima nota dei movimenti di rettifica.

20 maggio 2016 - versione 05.04

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: corretta l’esposizione dei “Oneri da arrotondamento in Euro” che non venivano inseriti nella sottovoce “altri” se nell’esercizio precedente l’arrotondamento era presente nei proventi; tale anomalia veniva evidenziata da un warning in fase di controllo.

19 maggio 2016 - versione 05.03

CPR / 2016

  • Dichiarazioni fiscali – Stampa di verifica IRPEF: corretto il calcolo del rigo RE20.0 che non teneva conto dell’eventuale importo presente in RE15.0; tale anomalia non riguarda l’esportazione dati al Windired.
  • Registrazione Fatture emesse e ricevute: sono stati aggiunti maggiori controlli sui codici IVA da utilizzare nel caso di fatture soggette a reverse charge.

16 maggio 2016 - versione 05.02

CPR / 2016

  • Generazione Fattura PA: modificata la lunghezza massima della causale del rigo che veniva inserita in fattura da 100 a 1000 caratteri.

GEC / 2016

  • Beni ammortizzabili: per le contabilità che hanno attivato le opzioni “calcolo delle quote in base ai giorni effettivi di utilizzo” e “non abbattere la quota di ammortamento civile al 50% il primo anno” è stato corretto il calcolo della quota fiscalmente deducibile per i beni nel primo anno di ammortamento con percentuale di deducibilità diversa da 100 ed assenza del valore massimo fiscalmente deducibile. Durante l’aggiornamento archivi verrà effettuato un controllo e verranno evidenziati eventuali beni interessati da tale anomalia.
  • Dichiarazioni Fiscali – Stampa Verifica IRE/IRPEF: modificato il calcolo dei righi RG18.0 e RG19.0 che ora prende in considerazione anche i beni ceduti/dismessi durante l’esercizio se selezionata in Opzioni varie la casella “Calcolo delle quote in base ai giorni effettivi di utilizzo”.

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: corretta l’esposizione dei “Oneri da arrotondamento in Euro” che non venivano inseriti nella sottovoce “altri”; tale anomalia veniva evidenziata da un warning in fase di controllo.
  • Generazione file XBRL: corretta la generazione del file con selezionata l’opzione “Inserisci anche le voci uguali a zero” che non inseriva l’importo della voce “Risultato prima delle imposte” per l’esercizio precedente.

09 maggio 2016 - versione 05.01

Bollo Virtuale / 2016

  • Generazione file telematico: alcuni campi che non dovevano essere compilati per la tipologia B, venivano messi con il valore 0, invece di non essere presenti all’interno del file XML.

GEM / 2016

  • Documenti interni: corretto l’errore generato dal pulsante Prendi dal carrello.

CPR / 2016

  • Dichiarazioni fiscali – Stampa di verifica IRPEF: corretto il calcolo del rigo RE15.0 che portava raddoppiato l’importo relativo all’ammontare deducibile delle spese per prestazioni alberghiere e per somministrazione di alimenti e bevande. Inoltre tale importo non veniva portato nei righi Q10.0 e G9.0.
  • Audit: abilitata la funzione Audit, che registra automaticamente le principali modifiche apportate dagli utenti agli archivi. Audit è accessibile dal menù “Utilità” -> “Audit” o premendo il tasto F11.
  • Dichiarazioni fiscali Unico SP e IRAP: attivata l’esportazione al WinDired dei modelli Unico SP 2016 e IRAP 2016 per le società di persone.

GEC / 2016

  • Bilancio a sezioni contrapposte: corretta la stampa dei ricavi soggetti a ventilazione che venivano ulteriormente scorporati.
  • Audit: abilitata la funzione Audit, che registra automaticamente le principali modifiche apportate dagli utenti agli archivi. Audit è accessibile dal menù “Utilità” -> “Audit” o premendo il tasto F11.
  • Dichiarazioni Fiscali – Stampa di verifica: corretto il calcolo delle spese di manutenzione che venivano erroneamente portate nel rigo 22.99 anziché nel rigo RG22.13. 
    Inoltre all’apertura dell’archivio, nel caso in cui siano già stati aggiornati i trattamenti Windired al 2016, il programma modificherà il trattamento del sottoconto 302.00.4000 (Lavorazioni da terzi) da RG22.99 a RG15.0.
  • Dichiarazioni fiscali Unico SP e IRAP: attivata l’esportazione al WinDired dei modelli Unico SP 2016 e IRAP 2016 per le società di persone.

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: in linea con quanto richiesto dai controlli di TebeNI è stata modificata l’esposizione degli importi inseriti nel prospetto “Informazioni sui fondi per rischi e oneri” nel rigo “Utilizzo nell’esercizio” che non vengono più esposti in negativo in quanto da considerare in diminuzione per definizione.

29 aprile 2016 - versione 04.05

Nota Integrativa / 2016

  • Gestione nota – Rendiconto Finanziario: aggiunto il calcolo automatico dei totali nel rendiconto finanziario diretto e indiretto.
  • Generazione file XBRL – Prospetto “Dettaglio differenze temporanee deducibili”: corretta la generazione del file XBRL che stampava a zero i campi aliquota con valore inferiore a 10.

GEC / 2016

  • Contabilità semplificata – “Bilancio a sezioni contrapposte”: corretta la stampa che riportava erroneamente le esistenze iniziali anche dopo aver eseguito la contabilizzazione in prima nota dei movimenti di rettifica.
  • Dichiarazioni fiscali Unico PF e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico PF 2016 e IRAP 2016. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Dichiarazioni fiscali Unico SP e IRAP: attivate le stampe di verifica dei modelli Unico SP 2016 e IRAP 2016. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
    L’esportazione dati al Windired verrà attivata con uno dei prossimi aggiornamenti.

CPR / 2016

  • Dichiarazioni fiscali Unico PF e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Unico PF 2016 e IRAP 2016. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”
    In seguito alla modifica al trattamento delle spese di vitto e alloggio dei professionisti, prevista dal DLgs 175/2014, il trattamento al rigo RE15.1 (deducibilità al 100%) verrà automaticamente convertito in RE15.0 (deducibilità al 75% nel limite del 2% dei compensi).
  • Dichiarazioni fiscali Unico SP e IRAP: attivate le stampe di verifica dei modelli Unico SP 2016 e IRAP 2016. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
    In seguito alla modifica al trattamento delle spese di vitto e alloggio dei professionisti, prevista dal DLgs 175/2014, il trattamento al rigo RE15.1 (deducibilità al 100%) verrà automaticamente convertito in RE15.0 (deducibilità al 75% nel limite del 2% dei compensi).
    L’esportazione dati al Windired verrà attivata con uno dei prossimi aggiornamenti.
  • Riepilogo costi/ricavi: corretta la stampa che non riportava i valori relativi ai maxi-ammortamenti se le scritture di rettifica erano già state contabilizzate.

22 aprile 2016 - versione 04.04

GEC / 2016

  • Contabilità semplificata – “Bilancio a sezioni contrapposte”: corretta la stampa che non riportava correttamente le rilevazioni dei ratei e risconti dopo la contabilizzazione in prima nota dei movimenti di rettifica.

Nota Integrativa / 2016

  • Gestione nota – Prospetto “Informazioni sui fondi per rischi e oneri”: corretto il riporto dei valori dal bilancio del campo “Accantonamento nell’esercizio – Fondo per imposte anche differite” che riportava erroneamente anche le imposte correnti.
  • Generazione file XBRL: corretta la generazione del file con selezionata l’opzione “Inserisci anche le voci uguali a zero” che veniva scartata dal controllo TEBENI.

20 aprile 2016 - versione 04.03

GEC / 2016

  • Anagrafica clienti/fornitori: migliorate le stampe di verifica con l’aggiunta dei campi IBAN, cellulare, esclusione da Spesometro e, per i clienti, degli eventuali cointestatari.

CPR / 2016

  • Dichiarazioni – Variazioni fiscali: aggiunta la nuova funzione per indicare il maggior valore dei canoni di leasing (L.208/15) da riprendere fiscalmente in Unico e studi. Tale maggior valore non viene calcolato all’interno dell’archivio leasing.
  • Anagrafica clienti/fornitori: migliorate le stampe di verifica con l’aggiunta dei campi IBAN, cellulare, esclusione da Spesometro e, per i clienti, degli eventuali cointestatari.

13 aprile 2016 - versione 04.02

GEM / 2016

  • Documenti elettronici: è stata modificata la creazione del documento elettronico in modo che i dati correlati inseriti nella sezione Fattura PA vengano comunque trasmessi a completamento di quelli già presenti o meno negli ordini abbinati.
  • Stampe movimenti di magazzino: modificata la gestione delle date per gestire gli esercizi non coincidenti con l’anno solare.

CPR / 2016

  • Liquidazione periodica IVA – Gestione fatture emesse con IVA differita: corretto l’errore di run-time 3464 che in alcuni casi impediva il caricamento delle fatture con Iva ad esigibilità differita.

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: il sistema di controllo di TebeNI non funziona correttamente nel caso in cui nei campi dei dati anagrafici sia presente il carattere &. Il programma è stato quindi modificato per riuscire a gestire tale errore.
  • Generazione file XBRL: corretta la generazione del file per i prospetti “Dettaglio differenze temporanee deducibili”“Dettaglio differenze temporanee imponibili”“Dettaglio differenze temporanee escluse” in cui le percentuali venivano arrotondate all’unità.

Comunicazione Polivalente / 2016

  • Corretta l’acquisizione dei dati da CPR per lo Spesometro che nel cliente “Autofattura” non inseriva automaticamente il codice fiscale e partita IVA del soggetto cui si riferisce la comunicazione.

Errata Corrige al Calendario

  • L'anno 2016 è bisestile: i 120 giorni come termine per la presentazione del bilancio scadono quindi il 29 aprile, e non il 2 maggio come indicato.

06 aprile 2016 - versione 04.01

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL: corretto l’errore del controllo con TebeNI “Il programma è stato chiamato con numero di argomenti errato” che si verificava nel caso in cui il nome della cartella di destinazione contenesse degli spazi.
  • Gestione Nota – Prospetto “Debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali”: corretto il controllo che evidenziava la presenza di differenze tra gli importi rispetto al bilancio.
  • Bilanci Europeo: corretto il riporto dall’anno precedente nel caso di bilanci inseriti manualmente e non importati dalla contabilità: in tal caso il programma creava la struttura di bilancio vecchia e non aggiornata all’ultima tassonomia XBRL. Per aggiornare i bilanci già importati basta eseguire la funzione “Aggiorna il piano dei conti Mida alla tassonomia XBRL disponibile dal menu “Strumenti”.
  • Prospetto riepilogativo del Conto Economico della società che esercita l’attività di direzione e coordinamento: corretta la generazione del file XBRL che memorizzava in maniera errata i campi “Data dell’ultimo bilancio approvato” e “Utile (perdita) dell’esercizio” per la colonna dell’“Esercizio precedente” che quindi non venivano visualizzati nel file PDF.
  • Generazione File XBRL: corretta l’anomalia che in alcuni casi non inseriva nel file XBRL la voce “Altri conti d’ordine”.
  • Generazione file XBRL: il sistema di controllo di TebeNI non funziona correttamente nel caso in cui la denominazione contenga il carattere &. Il programma è stato quindi modificato per riuscire a gestire tale errore.

Comunicazione Polivalente / 2016

  • Nella maschera di inserimento dei dati della comunicazione è stata introdotta la ricerca all’interno delle tabelle dei clienti e dei fornitori.

30 marzo 2016 - versione 03.04

GEC / 2016

  • Registrazione Fatture emesse e ricevute: sono stati aggiunti maggiori controlli sui codici IVA da utilizzare nel caso di fatture soggette a reverse charge.
  • Gestione ritenute d’acconto da Partite Aperte: corretto l’errore di run-time “343 – l’oggetto non è una matrice” che si verificava con la versione 03.03. Tale anomalia non inficiava la registrazione della ritenuta.
  • Dichiarazioni Fiscali: nel caso in cui i trattamenti WinDired non siano aggiornati verrà ora richiesto se procedere al loro aggiornamento.
  • Dichiarazioni fiscali: è stata abilitata l’esportazione dei dati ai modelli Unico 2016 e IRAP 2016 per le Società di capitali.

CPR / 2016

  • Dichiarazioni Fiscali – Spesometro: corretto il caricamento delle fatture con causale “Reverse Charge microprocessori” che con la versione 03.03 non venivano escluse dalle fatture emesse.

23 marzo 2016 - versione 03.03

CPR / 2016

  • Anagrafica Clienti / Fornitori: aggiunta la casella “Escludi dallo Spesometro” da barrare se il cliente / fornitore non deve essere considerato nella predisposizione della comunicazione polivalente “Spesometro” (per esempio le utenze).
  • Reverse charge microprocessori, tablet, PC portatili e console da gioco: in seguito alla modifica dell’art.17 comma 6 lettera c) del DPR 633/72 (valida dal 01/04/2016) è stata aggiornata la descrizione delle causali A279 e A379.

GEC / 2016

  • Opzioni Varie: corretto l’errore di run-time “13 – Tipo non corrispondente” che si verificava premendo il tasto “OK”. Si precisa che le impostazioni presenti nella maschera venivano comunque salvate correttamente.
  • Leasing – Maggior valore L.208/15: aggiunto nell’archivio leasing il calcolo automatico del maggior valore deducibile per le locazioni finanziarie, pari al 40% della quota capitale deducibile annua.
    Il calcolo è attivabile selezionando l’apposito check ‘Maggior valore L.208/15’ all’interno di ciascun bene in leasing agevolabile.
    È stata inoltre aggiunta la relativa ripresa fiscale in diminuzione nel “Bilancio di verifica” e l’apposita funzione nelle “Variazioni delle Dichiarazioni fiscali”.
  • Reverse charge microprocessori, tablet, PC portatili e console da gioco: in seguito alla modifica dell’art.17 comma 6 lettera c) del DPR 633/72 (valida dal 01/04/2016) per gli esercizi contabili dal 2016 in poi è stata aggiornata la descrizione delle causali 279 e 379.
  • Dichiarazioni fiscali: sono state attivate le stampe di verifica dei modelli Unico 2016 e IRAP 2016 per le Società di capitali. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.

Nota Integrativa / 2016

  • Generazione file XBRL:
    • in linea con quanto richiesto dai controlli di TebeNI è stata modificata l’esposizione delle imposte anticipate (E.22.c.) nel bilancio che non vengono più esposte in negativo (ovvero visualizzate tra parentesi) in quanto da considerare in diminuzione per definizione;
    • corretta la scrittura dei valori del prospetto “Dati sull’occupazione” che nella versione 03.02 venivano divisi per cento.

15 marzo 2016 - versione 03.02

Nota Integrativa / 2016

    • Integrazione TeBeNi: eseguendo la generazione XBRL di una singola società verrà automaticamente richiamato sia il sistema di validazione di TeBeNi che la generazione del file PDF del bilancio, senza più dover caricare i file manualmente sul sito TeBeNi.
    • Generazione file XBRL: in linea con quanto richiesto dai controlli di TebeNI è stata modificata l’esposizione degli ammortamenti e delle svalutazioni nel bilancio in forma abbreviata che non vengono più esposti in negativo (ovvero visualizzati tra parentesi) in quanto da considerare in diminuzione per definizione.
    • Gestione Bilancio: a seguito dell’aggiornamento della tassonomia XBRL nel Gec sono stati implementati ulteriori controlli nella fase di acquisizione dati da contabilità.
    • Generazione file XBRL: corretto la scrittura del campo “Disponibilità liquide a inizio esercizio” nel Rendiconto finanziario diretto e indiretto; tale anomalia produceva uno scarto del file nel controllo TebeNI.
    • Prospetto variazioni dei crediti iscritti nell’attivo circolante: corretto il riporto dal bilancio delle colonne “Quota scadente entro l’esercizio” e “Quota scadente oltre l’esercizio” in cui venivano riportati i dati di inizio esercizio anziché quelli di fine esercizio.
    • Generazione file XBRL: corretta la scrittura del campo “Quota posseduta in %” e “Totale” nei prospetti “Informazioni sulle partecipazioni in imprese controllate” e “Informazioni sulle partecipazioni in imprese controllate”.

    CPR / 2016

    • Liquidazione Periodica IVA – Gestione fatture emesse con Iva differita: per migliorare la gestione di casi particolari di parcelle con Iva per cassa che abbiano un’esigibilità ulteriormente differita oltre l’anno (a causa ad esempio di un cliente fallito ) e che vengono manualmente escluse nel periodo in cui si verificherebbe l’esigibilità forzata (check “I” tolto dall’utente), a partire da questa versione dal periodo Iva successivo verranno visualizzate nella parte alta della maschera, seguendo quindi il normale iter delle fatture con Iva per cassa entro l’anno (cioè esigibilità Iva solo nel momento dell’incasso).

    GEC / 2016

    • Prima nota- Altri movimenti: corretto l’errore di run-time 13 – “tipo non corrispondente” che si verificava in caso di modifica di una registrazione di incasso in cui era specificato il numero documento ma omessa la data documento.
    • Piano dei conti CEE: all’apertura degli esercizi con anno di riferimento 2015 e 2016 il programma aggiornerà automaticamente il piano all’ultima tassonomia XBRL
      Nella maschera sono stati inoltre aggiunti il campo “ID XBRL (in sola visualizzazione) ed il pulsante “Aggiorna Tassonomia XBRL per consentire l’aggiornamento degli esercizi inferiori all’anno di riferimento 2015.
    • Spesometro: corretta la predisposizione dell’elenco clienti che non caricava per l’anno 2015 le fatture da corrispettivi.

    Comunicazione Polivalente / 2016

    • Spesometro – Stampa e generazione file telematico: modificata la stampa del quadro SE campo 11 (Codice identificativo IVA) che non veniva riportato in presenza di soggetto estero “San Marino”.

    AutoEntratel / 2016

    • Controllo F24 v. 4.0.6 del 11/03/2016
      • Adeguamento a quanto previsto dalle Risoluzioni n. 10 e n. 11 del 09/03/2016.
    • Controlli F24 EP v. 1.6.1 del 11/03/2016
      • Adeguamento a quanto previsto dalla Risoluzione n. 11 del 09/03/2016.
    • Controllo CU v. 1.2.0 del 14/03/2016
      • Non è più possibile allegare il quadro CT all’interno della certificazione Unica. La Comunicazione per la Ricezione in via telematica dei dati relativi al mod. 730-4 potrà essere effettuata mediante presentazione del relativo modello CSO.
    • Entratel Multifile v. 2.0.0 del 07/03/2016

    02 marzo 2016 - versione 03.01

    GEM / 2016

    • Fatturazione differita: corretto l’errore che si generava se nell’anagrafica del cliente era impostata la ritenuta d’acconto ma non la relativa percentuale.

    GEC / 2016

    • Esporta dati a WinDired: corretta l’anomalia che non permetteva l’esportazione dei dati alla CU 2016 per le contabilità a cavallo d’anno 2014/2015.

    29 febbraio 2016 - versione 02.07

    INTRA / 2016

    • Nomenclatura Combinata: aggiornata l’unità supplementare per i codici 060110900602909106029099.

    GEC / 2016

    • Dichiarazione IVA – stampa di verifica: corretto il calcolo del rigo VF18 che in caso di sole operazioni attive esenti includeva anche gli acquisti da soggetti minimi anziché esporli solo nel rigo VF15.

    CPR / 2016

    • Dichiarazione IVA – Stampa di Verifica: corretto il calcolo dei righi VF2, VF9, VF11, VF20 in caso di pagamenti parziali con “Iva per CASSA” avvenuti nel medesimo periodo della forzatura per decorrenza dell’anno dalla data di registrazione.
    • Stampa Parcelle: corretta la stampa della dicitura per la lettera d’intento che nel 2016 stampava gli estremi relativi al 2015.

    25 febbraio 2016 - versione 02.06

    Nota Integrativa / 2016

    • Aggiornata la struttura del Bilancio e Nota Integrativa alla tassonomia 2015-12-14.
      • Attivata la gestione del Bilancio e Nota Integrativa per i bilanci con data di fine esercizio maggiore o uguale al 31/12/2015.
      • Inserito il controllo ortografico all’interno della Nota Integrativa.
      • Attivata la possibilità di nascondere l’albero della Nota Integrativa cliccando sul pulsante “<<” nella parte superiore della maschera.

    CPR / 2016

    • Liquidazione Periodica IVA – Gestione fatture emesse aventi Iva differita: corretto l’errore di run-time 3163 che si verificava nel caso in cui un cliente avesse una denominazione superiore a 100 caratteri.

    24 febbraio 2016 - versione 02.05

    GEC / 2016

    • Maggior valore ammortamenti L.208/15: abilitato il calcolo del cosiddetto “maxi-ammortamento” all’interno dei beni ammortizzabili.
      All’apertura del software Midaplus, verrà generato un report con l’elenco delle contabilità e dei singoli cespiti ai quali l’agevolazione risulta applicabile in base ai dati inseriti fino ad oggi (data dell’acquisto, coefficiente di ammortamento, codice del conto).
      Verificare che tali acquisti soddisfino anche gli altri requisiti richiesti dalla norma e procedere all’indicazione dell’opzione all’interno dei singoli cespiti in ciascuna contabilità.
    • Stampa di verifica Beni ammortizzabili:
      • introdotto il campo “Costo storico” nella stampa non dettagliata;
      • aggiunta la casella “Ordina e stampa i totali per sottoconto”;
      • ripristinata la stampa non dettagliata, che dall’ultima versione del GEC generava un messaggio di errore .
    • Dichiarazione IVA – Stampa Di verifica: corretto il calcolo dei righi VT1.3 e VT1.5 che prendevano in considerazione l’imponibile derivate da operazioni con tipo IVA “Split Payment”. Si precisa che tali dati non vengono esportati al Windired.

    CPR / 2016

    • Maggior valore ammortamenti L.208/15: abilitato il calcolo del cosiddetto “maxi-ammortamento” all’interno dei beni ammortizzabili.
      All’apertura del software Midaplus, verrà generato un report con l’elenco delle contabilità e dei singoli cespiti ai quali l’agevolazione risulta applicabile in base ai dati inseriti fino ad oggi (data dell’acquisto, coefficiente di ammortamento).
      Verificare che tali acquisti soddisfino anche gli altri requisiti richiesti dalla norma e procedere all’indicazione dell’opzione all’interno dei singoli cespiti in ciascuna contabilità.
    • Stampa di verifica Elenco Parcelle: aggiunta la stampa del campo Data Compilazione nella stampa sintetica.
    • Dichiarazione IVA – stampa di verifica: corretto l’errore di run-time nel calcolo del rigo VE21.1 che poteva verificarsi in presenza di IVA ad esigibilità differita al 10%.
    • Pagamenti parziali con IVA per cassa: corretto il caricamento dell’IVA per cassa nel caso di pagamento rateale di fatture di acquisto, di cui l’ultima rata pagata nel periodo in cui sarebbe avvenuta la detraibilità “forzata” per il decorso del termine di un anno dalla registrazione.

    Bollo Virtuale / 2016

    • Corretto l’errore di generazione del file telematico nel caso di invio di più dichiarazioni dello stesso tipo.

    INTRA / 2016

    • Intrastat 2016: aggiunti i nuovi codici di riferimento per la Nomenclatura Combinata 2016.

    Comunicazione Polivalente / 2016

    • Abilitata per l’anno 2015 la procedura Comunicazione polivalente (Spesometro) con relativa acquisizione dai programmi GEC e CPR e da file esterno (tracciato Mida4 o file telematico ministeriale).

    GEM / 2016

    • Documenti emessi: corretto il calcolo nel caso di inserimento manuale dell’IVA per gli importi relativi agli altri dati fattura.
    • Documento elettronico: corretto l’errore di validazione della generazione del documento elettronico che avveniva nel caso in cui le note relative ai beni e servizi avevano una lunghezza di 60 caratteri esatti.

    16 febbraio 2016 - versione 02.04

    GEC / 2016

    • Dichiarazione IVA 2016: attivata la possibilità di eseguire la stampa e l’esportazione al Windired per gruppi di sezionali associati al medesimo codice attività.
    • Gestione ritenute effettuate: nella stampa di verifica è stato aggiunto il totale “non soggetto a ritenute”.
    • Dichiarazione IVA 2016: corretto l’errore di run-time che si verificava nella stampa per singolo sezionale.
    • Scritture di Apertura – trasformazione da ordinaria a semplificata: corretto il trasferimento all’anno successivo dell’anagrafica clienti che andava in errore in presenza di clienti con lettera d’intento.
    • Dichiarazione IVA 2016 – Contribuenti trimestrali: corretta l’esportazione dati al quadro VH del Windired (solo per chi non effettua l’esportazione delle liquidazioni periodiche ed ha quindi selezionato il check “Stampa ed esporta anche quadro VH”), che scorporava in modo errato gli interessi trimestrali.

    Spese Sanitarie / 2016

    • Aggiornate le descrizioni relative alle credenziali da inserire in sede di invio per renderle conformi ai documenti rilasciati dall’Agenzia delle Entrate e dal Sistema Tessera Sanitaria.

    Midaplus / 2016

    • Corretta l’anomalia che impediva di effettuare registrazioni superiori al 30/03/2016 pur avendo abilitata la versione 2016.

    CPR / 2016

    • Dichiarazione IVA 2016 – Contribuenti trimestrali: corretta l’esportazione dati al quadro VH del Windired (solo per chi non effettua l’esportazione delle liquidazioni periodiche ed ha quindi selezionato il check “Stampa ed esporta anche quadro VH”), che scorporava in modo errato gli interessi trimestrali.

    GEM / 2016

    • Documenti Emessi: nella funzione Opzioni del menù impostazioni nella scheda Documenti Emessi è stata inserita la possibilità di personalizzare le note relative alla lettera d’intento.

    09 febbraio 2016 - versione 02.03

    GEM / 2016

    • Documenti emessi: abilitata la gestione di più lettere di intento per cliente e conseguentemente corretta la gestione automatica delle relative note che per l’anno 2016 si era interrotta.

    Spese Sanitarie / 2016

    • Corretta l’acquisizione da file CSV che, in taluni casi, riportava nelle date sempre il mese di gennaio

    CPR / 2016

    • Stampa Dichiarazione IVA annuale / Rigo VE30.2: corretto il calcolo del rigo che includeva erroneamente anche le fatture con tipo Iva M emesse a soggetti residenti all’estero.

    04 febbraio 2016 - versione 02.02

    Spese Sanitarie / 2016

    • Ridotto il tempo richiesto per la generazione del file xml da inviare in caso di dichiarazioni corpose.

    02 febbraio 2016 - versione 02.01

    CPR / 2016

    • CPR Ordinaria – Liquidazione periodica e stampa di verifica Dichiarazione Annuale IVA: corretto l’aggancio degli anticipi registrati per le fatture ricevute con IVA differita; corretto di conseguenza anche il caricamento del rigo VF11. L’anomalia veniva segnalata nella stampa di riepilogo annuale. In presenza di anticipi, si consiglia di rieffettuare l’esportazione dati al Windired.
    • Ritenuta a costo in data pagamento fattura: modificata per le contabilità semplificate la data del rilevamento automatico della ritenuta anche nel caso di pagamento della fattura contestuale alla registrazione; modificata inoltre la causale di rilevazione della stessa da “Pagamento ritenute” a “Rilevazione ritenute”.
    • Stampa di verifica Dichiarazione Annuale IVA – Quadro VJ: corretto l’importo riportato nei righi VJ 14-17 nel caso di presenza di più codici di spesa per lo stesso rigo.
    • Esportazione dati 770: a partire dagli esercizi 2015 non sarà più possibile esportare i dati al 770 in quanto il modello 770 semplificato non prevede più i quadri relativi ai lavoratori autonomi.

    GEM / 2016

    • Importazione articoli da file CSV: corretto errore di chiave duplicata che avveniva nell’importare un file senza articoli nuovi.
    • Split payment: corretto errore che in alcuni casi particolari durante la modifica della riga di una fattura l’importo IVA split payment non veniva aggiornato.
    • Stampa elenchi: modificata la gestione delle stampe per gestire correttamente il carattere punto e virgola che in alcuni casi poteva disallineare gli elenchi.
    • Inventario: corretto il calcolo dell’inventario valorizzato fiscalmente nel caso di documenti inseriti con il numero lotto uguale a 1 o più spazi.
    • Documenti emessi: modifica ai campi peso netto e peso lordo per gestire fino a 6 cifre significative.

    Bollo Virtuale / 2016

    • Le seguenti modifiche sono già state distribuite tramite mini-patch ai clienti interessati:
      • Risolto nel quadro C l’errore di data errata nel caso venisse scelta la tipologia di versamento 7 ed impostata una data superiore al 16/04 dell’anno corrente.
      • Corretto l’errore che impediva la generazione del file telematico qualora fosse stata scelta la tipologia di versamento 7 e selezionato lo scomputo dell’acconto.

    GEC / 2016

    • Esportazione dati 770: a partire dagli esercizi 2015 non sarà più possibile esportare i dati al 770 in quanto il modello 770 semplificato non prevede più i quadri relativi ai lavoratori autonomi.

    27 gennaio 2016 - versione 01.02

    GEC / 2016

    • Stampa di verifica IVA annuale: corretta l’esposizione nel quadro VE dell’imponibile Iva soggetto al meccanismo dello Split Payment, che veniva erroneamente inserito anche nei righi VE20-22, oltre che nel VE38.
      Si consiglia di riesportare i dati al Windired.

    GEM / 2016

    • Stampa documenti: nella scheda documenti emessi è stata aggiunta l’opzione “Inversione del Cognome/Nome sui documenti per le pers.fisiche”.

    Bollo Virtuale / 2016

    • Dichiarazione dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale: Attivata la gestione e creazione del file telematico per gli anni 2015 e 2016.
      La stampa ministeriale verrà rilasciata successivamente, il prima possibile.

    26 gennaio 2016 - versione 01.01

    GEM / 2016

    • Fatture ricevute: abilitata una nuova statistica per le fatture ricevute su due periodi di tempo con totali per articoli e per fornitore.
    • Uniformata la scelta della banca di appoggio per i documenti del tipo Preventivi, Ordini clienti e Documenti emessi.
    • Gestione email: nella composizione del testo dell’email è stato modificato l’inserimento dei riferimenti del documento in modo che, quando richiesto, compaia la descrizione della causale.
    • Gestione email: corretto l’errore dell’invio delle email senza anteprima con due o più indirizzi nel campo email separati da “;”.

    GEC / 2016

    • Dichiarazione IVA 2016: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired.
    • Anagrafica Clienti: modificata la maschera dell’anagrafica nella sezione relativa alla Lettera d’intento. Ora il programma propone una griglia in cui inserire gli estremi della dichiarazione d’intento ricevuta dal cliente; tali informazioni sono necessarie se si desidera esportare i dati al nuovo quadro VI della dichiarazione Annuale IVA 2016.

    CPR / 2016

    • Dichiarazione IVA 2016: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired.
    • Anagrafica Clienti: modificata la maschera dell’anagrafica nella sezione relativa alla Lettera d’intento. Ora il programma propone una griglia in cui inserire gli estremi della dichiarazione d’intento ricevuta dal cliente; tali informazioni sono necessarie se si desidera esportare i dati al nuovo quadro VI della dichiarazione Annuale IVA 2016.

    Spese Sanitarie / 2016

    • Corretta l’acquisizione delle fatture emesse nel 2014 e pagate nel 2015, che non venivano inserite nel caso in cui fosse già presente una fattura 2015 con la stessa numerazione.

    Nota Integrativa / 2015

    • Modificata la creazione del file XBRL per il Conto Economico Abbreviato: ora vengono compilate le voci di raggruppamento “2), 3) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti e dei lavori in corso su ordinazione”“c), d), e) trattamento di fine rapporto, trattamento di quiescenza, altri costi del personale”“a), b), c) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali e materiali, altre svalutazioni delle immobilizzazioni”.