Windired 2017

11 gennaio 2018 - versione 13.02


Versamenti / 2017

  • Attivata la gestione dei versamenti (F24, F24EP e F23) per l’anno 2018, con le relative stampe ministeriali e la generazione del file telematico.
    • Riporto dati da anno precedente: dal 2018 l’archivio dei Versamenti diventa multianno, saranno quindi visibili i crediti di tutti gli anni. Per lo stesso motivo le deleghe create nel 2017 con scadenza 2018 saranno già visibili nel nuovo anno senza necessitare di alcun riporto.
    • Data di versamento: la data scelta per il versamento sarà ora il primo dato richiesto nella compilazione del modello, per poter proporre l’utilizzo dei soli codici tributo attivi/in vigore alla data selezionata.
    • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 1/E, 2/E e 3/E.
  • Salvataggio mod.F24 da altre procedure: corretto l’errore in fase di memorizzazione delle deleghe F24 da altre procedure (es. liquidazioni periodiche IVA) nel caso in cui fossero presenti già deleghe imputate dalla gestione 2018.

09 gennaio 2018 - versione 13.01


Windired base / 2017

  • Gestione avanzata enti: corretto il passo 3 della gestione avanzata enti, in cui è possibile agganciare gli enti oggetto della successione agli enti eventualmente già in possesso dell’erede oppure optare per la creazione di un nuovo ente. In questa fase, in presenza di più eredi, non venivano caricati gli enti degli eredi successivi al primo impedendo l’eventuale aggancio con gli enti già presenti.

Versamenti / 2017

  • Tabella codici coobbligato: aggiornata la lista dei codici possibili con il codice 74 (“Soggetto risultante dall’operazione straordinaria”).
  • Adeguamento del tasso d’interesse per il 2018: aggiornata la procedura per il calcolo degli interessi dovuti in base alla nuova aliquota in vigore dal 1/1/2018 (0.3%).
  • Stampa mod.F24: attivata la stampa dei modelli F24 dall’anno di gestione 2018.

IVA / 2017

  • Acquisizione file telematico: attivata l’acquisizione da file telematico per le dichiarazioni d’Intento.

06 dicembre 2017 - versione 12.01


Co.Co.Pro / 2017

  • Conguaglio 2017: aggiunta la gestione dell’aliquota INPS del 33,23%. In caso di conguaglio già effettuato per soggetti con tale percentuale si consiglia di rieseguirlo.
  • Generazione UniEmens: corretta l’anomalia che si verificava nella generazione del file telematico per i collaboratori con Tipo Rapporto ’1A – Amministratore’ per i quali veniva erroneamente indicato il codice ’1D – liquidatore’. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati da tale anomalia per i quali si consiglia di contattare la Mida4 al fine di generare il file correttivo.

Certificazione Unica / 2017

  • Quadri pro 2018: nei dati anagrafici relativi agli Autonomi è stata aggiunta la funzione “Importazione da CU anno corrente” che permette di accodare i percipienti presenti in tutte le varie CU 2017 (normali o sostitutive).
  • CU 2017 – Dati anagrafici: aggiunta l’importazione selettiva dei quadri per singolo percipiente da file telematico sia per gli Autonomi che per i Dipendenti.

AutoEntratel / 2017

  • Visualizza clienti: è ora possibile visualizzare correttamente l’anteprima delle Comunicazioni Dati Fattura (DFX) e Comunicazioni Trimestrali IVA (IVP) dal menù contestuale del cliente.
  • Ricevute: corretta la stampa della ricevuta del modello CNM (Consolidato), ora presenta correttamente i dati di intestazione della società.

Windired base / 2017

  • Stampe di verifica – Alluvione Toscana 2017, DL 16/10/2017 n. 148: è possibile stampare una lista dei clienti residenti o con sede legale nei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti; la stampa è accessibile dal menù Stampe > Di Verifica > Elenchi > Elenco clienti aree alluvionate settembre 2017.
  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Sella Giudicarie (M360), provincia di Trento, nato dalla fusione dei comuni Bondo (A967), Breguzzo (B135), Lardaro (E452) e Roncone (H545). Le zone uniche di tali comuni sono state copiate, con l’ordine di cui sopra, come zone 1, 2, 3 e 4 del nuovo comune.

Terreni / 2017

  • Terreni in comodato: il check presente nell’anagrafica dei terreni, utilizzato internamente dal software per permettere all’utente di escludere il terreno dalla dichiarazione dei redditi del proprietario, è stato rinominato per maggior chiarezza da ‘In comodato’ a ‘In comodato per uso agricolo’. La funzionalità dell’opzione rimane invariata.

730 / 2017

  • Soggetto che presta assistenza fiscale: se il codice del ‘Soggetto che presta assistenza fiscale’ non è presente nella relativa tabella, nel quadro ‘Dati cliente’ verranno ora visualizzati il codice e la descrizione ‘Nessuno’; nella Stampa ministeriale il caso verrà segnalato con un apposito warning invece che con un messaggio di errore imprevisto generico.

770 / 2017

  • Importazione dati telematico: aggiunta la possibilità di scegliere quale quadro importare.

IMU-TASI / 2017

  • Aliquote IMU e TASI: aggiornate le aliquote IMU/TASI per i seguenti comuni: Arezzo (AR – A390), Corato (BA – C983), Gaglianico (BI – D848), Argelato (BO – A392), Baricella (BO – A665), Castel Di Casio (BO – B969), Gardone Riviera (BS – D917), Maracalagonis (CA – E903), Senorbi’ (CA – I615), Castagneto Carducci (LI – C044), San Vincenzo (LI – I390), Milazzo (ME – F206), Guiglia (MO – E264), Carpignano Sesia (NO – B823), Borgonovo Val Tidone (PC – B025), Cittadella (PD – C743), Pesaro (PU – G479), Radda In Chianti (SI – H153), Noto (SR – F943), Andora (SV – A278), Ala Di Stura (TO – A117), Pianezza (TO – G559), Ispra (VA – E367), Lusiana (VI – E762), Bolsena (VT – A949)
    Si ricorda che l’elenco completo delle aliquote caricate e delle loro variazioni è disponibile online

23 novembre 2017 - versione 11.03


730 / 2017

  • Stampe di verifica: aggiunta la stampa dell’elenco clienti con 730 suddivisi per sostituto d’imposta.

Quadri Condivisi / 2017

  • Check-list per visto di conformità: nella check-list di ciascun modello, nella colonna dello stato del controllo, sono state aggiunte le voci ‘Non Previsto’ e ‘Da Verificare’.
    Nella medesima maschera verrà inoltre evidenziata la presenza/assenza del visto di conformità all’interno dei Dati Cliente della dichiarazione relativa.
  • Liquidazione Redditi SC ed IRAP: aggiornate le descrizioni del Tipo pagamento per le società con periodo d’imposta diverso dall’anno solare. Le parole Entro il 16° giorno sono state sostituite da Entro l’ultimo giorno. Le rate calcolate erano comunque corrette.
  • Stampa prospetto II acconti: corretta la stampa in caso di presenza di deleghe relative a secondi acconti riportate dall’anno precedente e non andate a buon fine.

Redditi SC / 2017

  • Telematico ministeriale: corretta la generazione del file telematico in quanto il campo RQ84 colonna 2 Società non operativa, sezione XXII Assegnazione o cessione di beni ai soci non veniva inserito nel file. L’errore generava uno scarto in fase di controllo telematico.

IVA / 2017

  • Quadro Dati cliente e creazione nuovo modello: modificata la descrizione della scelta del tipo di integrativa in “Integrativa Codice 1” e “Integrativa Codice 2”.

AutoEntratel / 2017

  • Autentica telematici: migliorata la segnalazione dei telematici non autenticabili per limiti tecnici di Entratel Multifile.

770 / 2017

  • Check-list per visto di conformità: abilitata la gestione della check-list dei controlli suggeriti per l’apposizione del visto di conformità alla dichiarazione dei sostituti d’imposta.

Windired base / 2017

  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Primiero San Martino di Castrozza (M359), provincia di Trento, nato dalla fusione dei comuni Fiera di Primiero (D572), Siror (I760), Tonadico (L201) e Transacqua (L329). Le zone uniche di tali comuni sono state copiate, con l’ordine di cui sopra, come zone 1, 2, 3 e 4 del nuovo comune.

Certificazione Unica / 2017

  • Congruenza ritenute: abilitata tale funzione anche per i quadri “Pro 2018”, per permettere il controllo tra le ritenute presenti in ST e i dati inseriti nei quadri Autonomi ed SF. Per visualizzare la congruenza sarà necessario, dal menù Gestione – Congruenza ritenute, scegliere i quadri CU e 770 2018 dal pulsante “Seleziona modelli”, dato che in automatico il programma proporrà la congruenza 2017.

15 novembre 2017 - versione 11.02


Redditi SP / 2017

  • Stampa lettera richiesta dati II acconti: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa per i Redditi SP.
  • Dichiarazioni integrative: è stata corretta la gestione delle integrative rimuovendo dal menù di scelta la voce Integrativa a favore non più consentita dal 2017. Per chi avesse comunque operato tale scelta creando dei nuovi modelli dal 1 novembre 2017, si precisa che il programma, non gestendo più la casistica, non indicava alcuna tipologia di integrativa nel frontespizio, generando quindi un telematico come una dichiarazione di tipo normale, un primo invio. Verrà fornito un report con i clienti interessati all’apertura dell’archivio.
  • Stampa ministeriale: risolta l’anomalia che in fase di stampa ministeriale non riportava il codice “1” ma solo la casella barrata in caso di integrativa di tipo 1. Il telematico invece risultava corretto. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati per i quali rieseguire la stampa.

Redditi PF / 2017

  • Secondi acconti: sistemata l’anomalia che, in caso di secondo acconto INPS con aliquota al 24%, derivante dalla gestione II acconti, generava la delega con codice tributo PXX invece che P10.
  • Stampa lettera secondi acconti: corretta la stampa degli importi derivanti dal Quadro LM Forfetario.

Versamenti / 2017

  • Elenco banche: aggiornata la denominazione della banca “Banca di credito cooperativo di Castenaso” (cod.ABI 08472) in BCC FELSINEA – BANCA DI CREDITO COOPERATIVO.

Variazioni IVA / 2017

  • Modello AA5: aggiunta l’opzione “4 – Richiesta duplicato del certificato di codice fiscale” al campo Tipo dichiarazione

Redditi SC / 2017

  • Dichiarazioni integrative: è stata corretta la gestione delle integrative rimuovendo dal menù di scelta la voce Integrativa a favore non più consentita dal 2017. Per chi avesse comunque operato tale scelta creando dei nuovi modelli dal 1 novembre 2017, si precisa che il programma, non gestendo più la casistica, non indicava alcuna tipologia di integrativa nel frontespizio, generando quindi un telematico come una dichiarazione di tipo normale, un primo invio. Verrà fornito un report con i clienti interessati all’apertura dell’archivio.

Sincronizzazione Catasto / 2017

  • Fabbricati: risolta un’anomalia che impediva il salvataggio e l’aggiornamento di fabbricati con comproprietari.

Quadri Condivisi / 2017

  • Redditi SC, SP e PF: corretta la generazione del file telematico in caso di Integrativa art.2,c.8-ter in quanto la casella relativa al quadro RX veniva valorizzata in modo errato generando uno scarto in fase di controllo telematico.

770 / 2017

  • Congruenza ritenute in liquidazione: modificata la visualizzazione della congruenza all’interno della maschera. Ora, per accedere a tale sezione, sarà necessario premere il pulsante “Visualizza congruenza ritenute”.

09 novembre 2017 - versione 11.01


AutoEntratel / 2017

  • Stampa parametri con questionario: corretta la stampa ministeriale in quanto non venivano stampati i dati del questionario.

Redditi SP / 2017

  • Creazione file telematico: corretta la creazione del file telematico in presenza del campo RQ84.2 (sez XXII assegnazione beni ai soci, casella barrata “soc non operative”). L’anomalia produceva uno scarto del file per formato non conforme alle specifiche.
  • Creazione file telematico: corretta l’anomalia che non riportava nel file telematico il credito della colonna “importo residuo da compensare” presente nel primo rigo dell’RX sezione II (RX21.5). L’anomalia produceva uno scarto del file telematico.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RK: corretta la gestione del credito IRES trasferito al gruppo per i soggetti che non sono in regime di consolidato. Ogni volta che si riliquidava la dichiarazione il credito trasferito, indicato nel quadro RX e nella gestione crediti dei versamenti, veniva aumentato di un importo pari al credito inizialmente trasferito. L’errore veniva segnalato con uno scarto sul quadro RX in fase di controllo telematico. Nel caso si fosse verificato tale scarto riliquidare il cliente al fine di ottenere la corretta compilazione del quadro RX e dell’indicazione del credito residuo nei versamenti.

Quadri Condivisi / 2017

  • Redditi PF/SP/SC/SE – IRAP – Dichiarazione Consolidato 2017 – Determinazione secondi acconti: aggiunta la gestione per il calcolo e la rideterminazione dei secondi acconti per l’anno 2017.

30 ottobre 2017 - versione 10.07


Redditi PF / 2017

  • Liquidazione: corretto il calcolo del campo RN3 in caso di presenza di contributo di solidarietà dovuto (CS2.5) pari a 12€. Tale anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.
  • Stampe ministeriale e telematico: corretta l’anomalia che, in caso di presenza di sole ritenute da consorzio (RS40), non stampava il quadro RS, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

Consolidato / 2017

  • Stampa ministeriale – Quadro CS – Spese per interventi su edifici ricadenti in zone sismiche: il rigo CS21 non veniva stampato correttamente. Il problema veniva comunque segnalato dalla procedura di controllo ministeriale.

Studi di settore / 2017

  • Stampa parametri con questionario: corretta la stampa ministeriale in quanto non venivano stampati i dati del questionario.
  • Stampa verifica: corretta l’anomalia che, in un alcuni casi, bloccava la stampa di verifica in presenza di un numero elevato di clienti.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RZ: corretta la stampa ministeriale/telematico del quadro RZ in quanto i prospetti N Ritenute alla fonte operate e P Imposta sostitutiva non venivano stampati/inseriti nel telematico nel caso in cui fossero gli unici prospetti compilati. L’errore generava uno scarto in fase di controllo telematico in quanto veniva barrata la casella RZ sul frontespizio in assenza di dati nel quadro.
  • Quadro RZ – Ritenute alla fonte operate: corretto il titolo della maschera in quanto era erroneamente impostata a Prospetto F invece di Prospetto N.
  • Quadro RS – Spese di riqualificazione energetica: migliorato il calcolo della Detrazione, colonna 6 dei righi da RS80 a RS86, in quanto non venivano gestite correttamente le seguenti situazioni:
    • Spesa, totalmente sostenuta dalla Società, che generava una detrazione superiore al limite previsto: il programma, invece di limitare la detrazione, obbligava a ridurre manualmente i campi Totale spesa e Spesa sostenuta al fine di far rientrare la detrazione calcolata nel limite massimo previsto per la tipologia di spesa. L’importo della detrazione calcolata era corretto.
    • Spesa sostenuta da più soggetti detentori o possessori dell’immobile: la detrazione calcolata non veniva rapportata alla quota di partecipazione alla spesa totale ma veniva effettuato solo il controllo che la detrazione calcolata non superasse il limite previsto per la tipologia di spesa. Tale situazione generava uno scarto in fase di controllo telematico.
  • Quadro RF – R.O.L.: corretto il calcolo del rigo RF118.1 Totale interessi passivi, presente nel prospetto del calcolo del R.O.L a pagina 3 del quadro RF, in quanto un eventuale calcolo negativo del rigo non veniva ricondotto a zero. Il calcolo del 30% del R.O.L. veniva effettuato in ogni caso nel modo corretto. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi ENC / 2017

  • Stampa ministeriale – quadro RZ: nel caso in cui nel quadro RZ fosse presente il solo prospetto F (Ritenute alla fonte operate) il quadro non veniva stampato nonostante venisse barrata la casella nel frontespizio. Tale problema veniva comunque segnalato dal controllo telematico.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione SP e PF: corretto l’errore introdotto con la versione 10.06 che, in alcuni casi, non consentiva di liquidare impostando il Liquidato stampabile una liquidazione precedentemente non stampabile.

27 ottobre 2017 - versione 10.06


770 / 2017

  • Liquidazione: risolta l’anomalia che rendeva la dichiarazione NON stampabile nel caso in cui sia stato compilato solo il quadro ST/SV.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione Redditi SC, SP e PF: corretto l’errore che, in assenza del quadro RX, non consentiva il salvataggio della liquidazione.

26 ottobre 2017 - versione 10.05


Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Controlli inizali: modificati i controlli iniziali in caso di presenza di Studi di settore e quadro LM, che non permettevano il salvataggio della liquidazione.
  • Stampa ministeriale e telematico – quadro RC lavori socialmente utili: corretti la stampa ministeriale e il file telematico del Quadro RC in caso di lavori socialmente utili, poichè non veniva riportato il campo RC10.5. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Addizionale regionale Bolzano per redditi superiori a 20.000: corretto il calcolo dell’addizionale regionale per la provincia di Bolzano che applicava una deduzione di 20.000 anzichè di 28.000 al reddito imponibile. L’errore generava uno scarto bloccante del file telematico.
  • Crediti e Acconti – INPS senza quadro RR: in caso di credito INPS derivante dall’anno precedente e in assenza del quadro RR nell’anno corrente, è stato modificato l’anno di riferimento del credito residuo indicato nella sezione II del quadro RX. Nonostante le istruzioni ministeriali richiedano che l’anno della II sezione sia sempre il 2016, si ritengono prioritarie le istruzioni fornite dalle circolari INPS nel mantenere l’anno di generazione del credito, in questo caso 2015. 
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati dalla modifica.
  • Crediti da mediazione e videosorveglianza: corretti la stampa e il file telematico per i righi RN24 e RN30.7. La gestione dei crediti all’interno della liquidazione era già corretta, e le anomalie venivano segnalate dai controlli del file telematico.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del quadro RS nel caso di impresa familiare con collaboratori e compilazione del quadro RF, che non riportava il valore della “quota reddito” (campo RS6.3). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati dall’anomalia. Non sarà necessario riliquidare, basterà ristampare e/o ricreare il telematico una volta eseguito l’aggiornamento.
  • Arrotondamento spese mediche rateizzate in anni precedenti: modificato il calcolo dell’arrotondamento sui righi di dettaglio delle spese mediche rateizzate in anni precedenti, per renderlo coerente con il totale del quadro RP. L’anomalia produceva uno scarto del file telematico.
  • Rigo RC14.5 – Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del quadro RC che non riportava la casella RC14.5, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

770 / 2017

  • Quadro SK – Tipo comunicazione: aggiunto il valore “A” alla lista dei codici del rigo SK2 in caso di creazione di un nuovo emittente.
  • Frontespizio – Stampa ministeriale e telematico: risolta l’anomalia che, in presenza di società collegate, non barrava correttamente le caselle dei quadri compilati relativi alla dichiarazione della società incorporata. 
    Il telematico generato comportava uno scarto della fornitura.
  • Certificazione degli utili: risolta l’anomalia che non permetteva la generazione della stampa.
  • Liquidazione – stampa di verifica: risolta l’anomalia che non permetteva la visualizzazione dei dati relativi ai soggetti revisori.
  • Segnale di creazione file telematico: il programma utilizzava lo stesso segnale di creazione telematici sia per il 770 che per Redditi SC.
    L’impostazione del segnale di conferma per una delle due dichiarazioni poteva quindi comportare l’esclusione nella generazione non forzata dell’altra.
    Utilizzando Audit abbiamo quindi realizzato un report (“SC e 770 – Segnali di creazione telematico”) contenente i clienti per i quali è presente il segnale di creazione telematico ambiguo, unitamente alla data di creazione dell’ultimo telematico SC/770 (se presente).
    • Qualora un telematico non risulti generato, verificare se la generazione non sia sfuggita per il motivo di cui sopra
    • Qualora un telematico risulti generato, verificare se la generazione corrisponde poi all’effettivo invio (in Audit non abbiamo modo di distinguere le generazioni marcate come definitive).

IRAP / 2017

  • Stampa ministeriale 2015: in presenza di dichiarazione Integrativa la stampa della casella IC poteva non essere corretta in quanto veniva stampato lo stesso valore della casella IS. L’errore si verificava solo in fase di stampa, il file telematico veniva generato correttamente.
  • Quadro Eccedenze di versamento anno in corso: abilitata la possibilità di salvare il quadro con tutti gli importi a zero al fine di poter cancellare un’eventuale eccedenza di versamento inserita per errore e già registrata nella gestione crediti dei Versamenti.

AutoEntratel / 2017

  • Download ricevute: aumentata la dimensione delle ricevute “dati fattura” e “comunicazioni IVA” scaricabili. Questo permetterà di scaricare anche le ricevute con molte più segnalazioni del previsto che ora vengono bloccate.
  • Stampa ricevute: abilitata la stampa delle ricevute per tutti i modelli Redditi 2017 e IRAP 2017.
  • Controllo IVP: corretto un errore che si verificava durante il controllo delle liquidazioni IVA e causava il blocco del programma.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa ministeriale e il telematico nel caso di presenza del Quadro VO. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione.
  • UNICO SP 2016 – Generazione file telematico di più clienti: corretta la generazione del file telematico di più clienti in quanto non venivano conteggiati correttamente i record presenti.
  • Prospetto soci: risolta l’anomalia che non riportava il campo 2m (reddito da fabbricati NON imponibile) al netto dell’importo presente nel campo “maggior reddito da fabbricati” nel quadro RO – Dati soci. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati.
  • RW colonna 18: corretta l’anomalia che riportava in stampa e telematico l’indicazione della casella barrata invece del codice scelto relativo ai quadri reddituali compilati (valori da 1 a 5). L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi SC / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa ministeriale/telematico in quanto, in presenza del Quadro VO, veniva barrata la casella VO sul frontespizio ma non venivano stampati i dati del quadro. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione in fase di controllo telematico.
  • Quadro RF: corretta la stampa di verifica del quadro in quanto le descrizioni delle cause di esclusione studi e parametri non erano corrette.
  • Segnale di creazione file telematico: il programma utilizzava lo stesso segnale di creazione telematici sia per il 770 che per Redditi SC.
    L’impostazione del segnale di conferma per una delle due dichiarazioni poteva quindi comportare l’esclusione nella generazione non forzata dell’altra.
    Utilizzando Audit abbiamo quindi realizzato un report (“SC e 770 – Segnali di creazione telematico”) contenente i clienti per i quali è presente il segnale di creazione telematico ambiguo, unitamente alla data di creazione dell’ultimo telematico SC/770 (se presente).
    • Qualora un telematico non risulti generato, verificare se la generazione non sia sfuggita per il motivo di cui sopra
    • Qualora un telematico risulti generato, verificare se la generazione corrisponde poi all’effettivo invio (in Audit non abbiamo modo di distinguere le generazioni marcate come definitive).
  • Quadro RQ (seconda parte): abilitata la stampa di verifica del quadro.
  • Soggetti non residenti – Quadro RB: corretto il caricamento in liquidazione, rigo RN5 colonna 6 Altri redditi, del reddito derivante da quadro RB in quanto veniva caricato solo in presenza del quadro RA. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

IMU-TASI / 2017

  • Caselle percentuali acconto e saldo: modificata la logica con cui il programma imposta le caselle con le percentuali acconto e saldo per i righi aggiunti alla gestione terreni e fabbricati dopo la scadenza del primo acconto. Ora il programma controllerà la data della variazione presente nell’anagrafica terreni e fabbricati ed imposterà le due caselle nel seguente modo:
    • 2 rate con 50% acconto e 50% saldo, se la data della variazione è precedente o uguale alla data della scadenza del primo acconto;
    • 2 rate con 0% acconto e 100% saldo, se la data della variazione è successiva alla data della scadenza del primo acconto.
  • Controllo sul numero di mesi: migliorato il controllo sul numero dei mesi presente nei controlli iniziali della liquidazione; per situazioni particolari come la:
    • presenza di variazioni intermedie a metà del mese (doppia imposizione);
    • presenza, in un mese di possesso, di più variazioni con periodi inferiori a 15 giorni (mese non conteggiato);

    verrà indicato come Tipo avviso:

    • ATTENZIONE, se è richiesto l’intervento dell’utente per modificare manualmente il calcolo dei mesi al fine di indicare al programma quale rigo considerare per quel mese;
    • AVVISO, nel caso in cui, pur in presenza della situazione particolare, il numero totale dei mesi inseriti risulta corretto.

Studi di settore / 2017

  • Cod attività 90.03.09 – Parametri: nel caso in cui il contribuente eserciti una delle attività comprese nel codice attività 90.03.09 ma non rientrante tra quelle per le quali si rendono applicabili gli studi di settore (cioè diversa da quelle degli scrittori individuali cine-radiotelevisivi; sceneggiatori, dialoghisti,soggettisti/autori di format, dialoghisti adattatori), vanno compilati i Parametri (Circ 20/E del 13 luglio 2017). Questa compilazione genera uno scarto non inviabile (***) per il quale l’Agenzia delle Entrate, tramite la nostra associazione di categoria, ha fornito il seguente chiarimento: confermare il controllo telematico mediante l’impostazione del flag “assenza studi di settore con quadro redditi compilato”. Si prega pertanto di contattare la Mida4, per la modifica manuale, se interessati dalla problematica.

730 / 2017

  • Generazione telematico: corretto il riporto in Autoentratel del file telematico che non avveniva se generato senza eseguire anche il controllo contestuale.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione – compensazione verticale: nel caso in cui si fosse proceduto ad una riliquidazione delle imposte con la generazione di un maggior credito dopo aver già stampato in definitiva i documenti di versamento, il calcolo dell’importo usato in compensazione interna memorizzato nella gestione crediti dei versamenti poteva risultare errato.
    La procedura, in fase di apertura dell’archivio, produrrà un report dei potenziali clienti interessati dal problema, per i quali sarà necessario verificare l’importo del credito.
  • Quadro RX sezione II – Redditi SC, SP e PF: modificata la generazione della sezione II a seguito del salvataggio della liquidazione. Ora la sezione non verrà più svuotata e ricreata ma verranno mantenuti i righi inseriti manualmente dall’utente.
  • Redditi SC, SP e PF – Compensazione verticale: corretto, in liquidazione, il calcolo del valore proposto nella colonna Da non utilizzare presente nella maschera del calcolo delle imposte in quanto, nel caso di compensazione verticale ed in assenza di visto di conformità, veniva sottratto due volte l’importo del primo acconto. Tale errore consentiva un utilizzo del credito superiore al limite previsto dei 5.000€. All’apertura dell’archivio verrà generato un report per ogni procedura interessata con l’elenco dei clienti per i quali il calcolo dell’importo Da non utilizzare risulta non corretto.
  • Quadro RP/E – Presenza contemporanea di erogazioni liberali di cui ai codici spesa 20 e 41: in caso di presenza contemporanea dei righi RP/E 8.20 e RP/E 8.41, il primo dei due veniva erroneamente abbattuto anzichè limitato a 30.000 euro. L’anomalia veniva comunque segnalata dal controllo telematico. Se ricorre il caso, sarà necessario ripassare il quadro RP/E e la liquidazione.

Windired base / 2017

  • Report generati dagli aggiornamenti: aggiunta sulla maschera Report aggiornamenti il tasto Carica elenco clienti presenti nel report selezionato. Questa nuova funzione caricherà l’elenco dei clienti presenti nel report in Windired al fine di agevolare l’accesso a tali clienti.

18 ottobre 2017 - versione 10.04


Redditi SP / 2017

  • Quadro RO – Dati Soci: risolta l’anomalia, presente sia nella stampa che nel telematico, che riportava nella colonna 15 del quadro RO sez II l’importo relativo all’intero reddito da fabbricati (presente nel prospetto soci campo 2l) invece del solo maggior reddito (gestito con questa versione direttamente dal quadro RO in ciascun socio). All’apertura dell’archivio verrà generato un report con i clienti interessati. Non sarà necessario riliquidare ma solamente rigenerare la stampa ministeriale e/o il telematico.

Redditi PF / 2017

  • UPF 2016 RT68: risolta l’anomalia che non riportava in stampa e nel telematico le colonne 3 e 4 dell’RT68 (sez III RT). Verrà fornito un report all’apertura dell’archivio con i clienti interessati.
  • Quadro CE – Sezione I: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel. All’avvio del programma sarà fornito un report dei clienti interessati dal problema di cui sarà necessario ripassare la liquidazione confermando i dati del quadro CE.
  • Quadro RB: corretta l’anomalia che, in alcuni casi, non permetteva di salvare correttamente i dati relativi ai contratti di locazione.
  • Liquidazione: corretta l’anomalia che, in presenza di residui di detrazioni StartUP derivanti da Unico 2016, riportava gli eventuali residui nella casella 2 del campo RN47 invece che nella casella 3. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa. All’apertura dell’archivio verrà prodotto un report con la lista dei clienti per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.
  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione del “Quadro RP oneri e spese 2018” (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati presenti nell’RP del PF2017 oltre all’inserimento anticipato manuale delle spese relative all’anno fiscale 2017.

Quadri Condivisi / 2017

  • Controlli per il visto di conformità: il quadro con i controlli per l’apposizione del visto di conformità, presente nelle procedure Redditi, IRAP, 770 e Dichiarazione Consolidato, è stato rinominato da Visto di conformità a Controlli per visto di conformità.
  • Gestione quadri pro 2018: abilitata la funzione “Pro anno successivo” per l’inserimento anticipato dei dati relativi ad alcune procedure 2018 (anno fiscale 2017) che poi verranno riportati automaticamente nelle rispettive dichiarazioni il prossimo anno.
    L’attivazione riguarda i seguenti quadri: “SF”, “SK” e “ST/SV” (per il 770), “Dati anagrafici” e “Autonomi” (CU) e “Oneri e spese” (PF/730).

IVA / 2017

  • Acconto IVA 2017: attivata la funzione per la determinazione dell’acconto IVA 2017.

AutoEntratel / 2017

  • Stampa telematico: corretto un errore che impediva la stampa di alcuni modelli ministeriali (F24, Redditi, IRAP).
  • Stampa ricevute: corretta la stampa del campo “Ricezione altre comunicazioni telematiche” presente nei modelli Redditi 2017.
  • Stampa ricevute: corretta la stampa dei modelli Redditi 2017 che in caso di scarti non riportava correttamente il dettaglio dell’errore riscontrato.

Windired base / 2017

  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Alto Reno Terme (M369) nato dalla fusione dei comuni Granaglione (E135) e Porretta Terme (A558). Le zone 1 e 2 del comune di Granaglione sono state copiate come zone 1 e 2 del nuovo comune, mentre la zona unica del comune di Porretta Terme è stata copiata come zona 3 del nuovo comune di Alto Reno Terme.

Studi di settore / 2017

  • WG89U: corretta l’assegnazione dei codici relativi alle attività esercite nel quadro Z. Verrà visualizzato un report con i clienti interessati da tale studio. Si consiglia di controllare i valori inseriti nel quadro.
  • YG61U e YM03U: è stato corretto il frontespizio, in quanto non veniva visualizzata la sezione relativa alle “imprese multiattività” e non erano compilabili i campi relativi alla sezione “Atri dati”. Sarà necessario ripassare lo studio solo nel caso in cui fosse necessario compilare queste sezioni.
    Verrà visualizzato un report con l’elenco dei clienti per cui sono stati compilati tali studi.

770 / 2017

  • Importazione da telematico: risolta l’anomalia che in alcuni casi non importava i dati relativi al quadro SX.
  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione dei quadri ST/SV, SF e SK relativi al 770/2018 (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dalla gestione del 770/2017 (tranne per il quadro ST che come sempre richiede la compilazione manuale o l’importazione dai versamenti).

Consolidato / 2017

  • Dati consolidate: nella fase d’importazione dei dati delle consolidate vengono ora riportati anche i dati dei quadri CE relativi alle società partecipanti alla liquidazione di gruppo.

Redditi ENC / 2017

  • Quadro CE: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel.

Redditi SC / 2017

  • Quadro CE: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel.

730 / 2017

  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione del “Quadro E oneri e spese 2018” (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati presenti nel quadro E del 730/2017 oltre all’inserimento anticipato manuale delle spese relative all’anno fiscale 2017.

Certificazione Unica / 2017

  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione dei quadri “Dati anagrafici” e “Quadro Autonomi” relativi alla CU/2018 (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati anagrafici dalle CU 2017.

11 ottobre 2017 - versione 10.03


AutoEntratel / 2017

  • Ricevute: l’Agenzia delle Entrate ha rigenerato tutte le ricevute di trasmissione delle comunicazioni Dati Fattura e Comunicazioni IVA che erano state rilasciate con segnalazione di scarto ES03 ma che non riportavano il dettaglio degli errori rilevati. Per questo motivo all’apertura di AutoEntratel verrà eseguito un backup dell’archivio e la rimozione di tutte le ricevute interessate al problema. Sarà dunque possibile procedere ad un nuovo download delle stesse tramite la procedura standard dalla maschera di gestione delle Ricevute.
  • Download ricevute: corretto errore nel’acquisizione delle ricevute di annullamento di trasmissione delle comunicazioni Dati Fatture

IRAP / 2017

  • Quadro IS – Sezione III – Società di comodo: corretta, nei quadri IC, IE, IP e IQ, la descrizione della sezione III del quadro IS in quanto veniva indicata come sezione IV.

770 / 2017

  • Quadro SF e SK: risolta l’anomalia che non permetteva l’eliminazione dei quadri.

IMU-TASI / 2017

  • Aliquote: aggiornate le aliquote di oltre 1.350 comuni, a copertura di tutti i Comuni inviatici dai nostri clienti in cui vi siano almeno due enti; per permettere questo aggiornamento tutti gli utenti tranne uno dovranno chiudere il programma al fine di liberare l’accesso alla banca dati modificabile e per i comuni in cui siano già presenti personalizzazioni il programma chiederà se sovrascriverle o mantenerle.
    • La lista dei comuni aggiornati da Mida4 con le relative note è visualizzabile online e sempre a questo stesso link sarà possibile seguire gli aggiornamenti futuri;
      • qualora la versione indicata sia valorizzata a “Next”, il relativo comune verrà aggiornato con una versione successiva;
      • qualora non ci abbiate trasmesso gli elenchi dei comuni da controllare e vorreste che altri comuni siano ora inclusi, vi preghiamo di indicarceli via mail (comprensivi di codice catastale) all’indirizzo windired@mida4.it
    • Si ricorda che è sempre possibile modificare autonomamente la Banca Dati per quanto concerne le aliquote IMU/TASI.
    • Si ricorda che a partire dal 2016 è presente la nuova funzione aliquote personalizzate grazie alle quali si possono creare nuove tipologie di aliquote per comune, gestendo così i casi più particolari (vedi circolare del 27 luglio 2016 -versione 07.04).

Redditi SC / 2017

  • Stampa ministeriale/telematico: corretta la stampa/telematico del campo Sesso del legale rappresentante in quanto il campo non veniva popolato in presenza di rappresentante di sesso femminile. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Versamenti / 2017

  • Creazione file telematico F24: corretta l’anomalia introdotta con la versione 10.02 che non generava correttamente il record Z. Tale anomalia generava uno scarto in fase di controllo della fornitura.

Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale/telematico: corretta la stampa/telematico del campo Sesso del legale rappresentante in quanto il campo non veniva popolato in presenza di rappresentante di sesso femminile. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi ENC / 2017

  • Stampa ministeriale/telematico: corretta la stampa/telematico del campo Sesso del legale rappresentante in quanto il campo non veniva popolato in presenza di rappresentante di sesso femminile. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale/telematico: corretta la stampa/telematico del campo Sesso del legale rappresentante in quanto il campo non veniva popolato in presenza di rappresentante di sesso femminile. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

10 ottobre 2017 - versione 10.02


730 / 2017

  • Dichiarazioni congiunte: abilitato il passaggio veloce tra i clienti con dichiarazione congiunta selezionando la nuova funzione ‘Vai a cliente coniuge’ presente nel menu contestuale della voce ‘Modello 730’.
  • 730 Comunicazione dati rettificativi da parte del CAF/Professionista: abilitato l’inserimento e la generazione del file telematico della dichiarazione in oggetto.
    I dati vanno inseriti nel 730 (ordinario o integrativo) già compilato, elencandoli nell’apposita tabella nella sezione ‘Documenti presentati’. Al momento di generare il file telematico selezionare la voce ‘Com. Dati rettificativi’ per creare correttamente il file.
    Si ricorda che il controllo fornito da SOGEI per tale comunicazione si chiama ‘ControlliDichiarazioni73C2017’ ed è diverso da quello della Dichiarazione 730.

Redditi SP / 2017

  • Telematico: risolta l’anomalia che in caso di visto apposto dal professionista non barrava la casella “firma” nel file telematico. Tale anomalia veniva rilevata da una segnalazione (un solo asterisco) del controllo Entratel.
  • Liquidazione: risolta l’anomalia che, in caso di inserimento di un nuovo socio nel quadro RO dopo aver già liquidato la dichiarazione, non permetteva più di riliquidare il cliente.

Redditi SC / 2017

  • Stampa ministeriale/telematico: corretta la stampa/telematico del rigo GN20 Eccedenze da quadro RK in quanto veniva stampato l’importo del credito da utilizzare in compensazione e non quello trasferito al consolidato. Il controllo telematico generava uno scarto del file segnalando la compilazione errata del quadro RX.

AutoEntratel / 2017

  • Stampa dichiarazioni con Studi: risolta l’anomalia che ometteva lo Studio di Settore dalla stampa della dichiarazione.
  • Stampa telematico: corretta la stampa del modello Redditi PF 2017 in cui non venivano correttamente barrati i campi “Deceduto”, “Tutelato” e “Minore” dei dati del contribuente.

770 / 2017

  • Dati cliente: risolta l’anomalia che non permetteva la compilazione del campo Codice attività nel caso di natura giuridica del soggetto impostata a Condominio.

Redditi PF / 2017

  • Quadro CE: risolta l’anomalia che, solo in caso di compilazione della nuova casella 15, da selezionare per richiedere o il credito indiretto o entrambi, non riportava correttamente il reddito complessivo nella colonna 5 del rigo CE1 (che in tale caso va aumentato dell’imposta estera). L’anomalia veniva segnalata dal controllo telematico. Sarà necessario riliquidare il cliente per aggiornare il credito in RN29.

03 ottobre 2017 - versione 10.01


Redditi PF / 2017

  • Quadro CS con reddito inferiore a 300.000 euro: corretta la stampa del quadro CS in caso di presenza di contributo trattenuto (RC15.2) e reddito inferiore ai 300000. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Quadro RR rigo 2.32 – Importi chiesti a rimborso: corretta la stampa del campo RR2.32 che in alcuni casi riportava il credito relativo al 2015 richiesto a rimborso. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Quadro RR con più posizioni: corretta la stampa del quadro RR che nel caso di due distinte posizioni INPS visualizzava solo la prima. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Quadro RS – Canone RAI: corretta la stampa ed il file telematico del Quadro RS che nella parte relativa al Canone RAI non riportava la data del versamento.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta l’anomalia che, in caso di invio di più dichiarazioni e presenza di Quadro DI, replicava il quadro stesso anche sulle dichiarazioni successive, generando lo scarto della fornitura telematica.
  • UPF 2014 – Quadro RS perdite periodi precedenti: corretti la stampa ministeriale e il file telematico dei righi RS 8-9 nel caso di sole perdite derivanti dal ex regime dei minimi (quadro CM).
  • RN 3 – Deduzione spese di cui ai righi RP26.12 e RP33: in presenza di oneri per donazioni a trust e fondi speciali (RP26.12), o per somme rimborsate al soggetto erogatore (RP33), le deduzioni calcolate in RN3 potrebbero non essere corrette nel caso in cui il 20% del reddito complessivo fosse inferiore a dette spese. 
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati dall’anomalia, per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione ed eventualmente rivedere le imposte.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del campo “Casi particolari” del quadro RC che veniva erroneamente stampato al posto del campo “Soci coop. artigiane”, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico.

Redditi ENC / 2017

  • Liquidazione – quadro RI: nel riporto dell’imposta dovuta in liquidazione veniva ripreso il rigo RI01.11 e non il rigo RI01.20. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti dei quali bisognerà ripassare la liquidazione. Il problema veniva in ogni caso segnalato dalla procedura di controllo del file telematico.

Windired base / 2017

  • Aggiornamenti Java: all’apertura di Windired verrà controllata la validità del Percorso Java presente nei Percorsi predefiniti e se necessario verrà aggiornato automaticamente all’ultima versione installata. 
    Inoltre è stato aggiunto nella maschera Strumenti -> Opzioni -> Percorsi predefiniti un tasto per aggiornare il percorso Java all’ultima versione installata.
  • Crea archivio zippato: aggiunta la possibilità di creare l’archivio compresso con un singolo cliente cliccando con il tasto destro del mouse sulla denominazione e selezionando “Crea archivio zippato”. Il file così creato verrà salvato sul desktop.

Studi di settore / 2017

  • Stampa di verifica risultati: corretta l’anomalia che metteva, per il solo reddito di lavoro autonomo, nel rigo “Reddito delle attività professionali” i “Costi Totali”.

Redditi SP / 2017

  • Stampa e telematico quadro RS ACE: risolta l’anomalia che riportava il campo RS45 colonna 5 “Patrimonio netto” anche nel caso in cui il campo RS45 colonna 4 “Differenza” fosse a zero. L’anomalia veniva segnalata dal controllo telematico. Non sarà necessario riliquidare.
  • Dati cliente: risolta l’anomalia che, in caso di visto apposto dal professionista, non riportava nella stampa e nel file telematico il Codice Fiscale dello stesso. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati. In caso di file telematico già inviato sarà necessario effettuare un nuovo invio. Tale anomalia non riguarda il controllo sul limite del credito all’interno della liquidazione, pertanto non è necessario riliquidare.

AutoEntratel / 2017

  • Segnale di stampato: ripristinato il corretto funzionamento delle spunte di stampato per le ricevute dei Dati Fattura e Comunicazioni IVA.
  • Download ricevute: ripristinato il normale funzionamento del download delle ricevute Dati Fatture e Comunicazioni IVA che dall’ultimo aggiornamento scaricava una sola ricevuta alla volta.
  • Stampe: corretta la stampa del campo Partita IVA nelle ricevute dei modelli Redditi 2017.

14 settembre 2017 - versione 09.01


Redditi SC / 2017

  • UNICO SC 2016 – Numero giorni per ACE: corretto il numero dei giorni per i soggetti con l’esercizio diverso dall’anno solare che conteggiava anche il 29 febbraio 2016. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.
  • Quadro RV: corretta la stampa dei righi RV14 e RV15 che non veniva esposta correttamente; corretta anche la stampa dei righi da RV38 a RV43 che venivano stampati nel rigo successivo.
  • Numero giorni per ACE: corretto il numero dei giorni per i soggetti con l’esercizio diverso dall’anno solare che conteggiava anche il 29 febbraio 2016. Verrà generato un report con l’elenco dei soggetti interessati per i quali si dovrà ripassare il quadro e riliquidare la dichiarazione.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa ministeriale e il telematico nel caso di presenza del Quadro RU. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione.
  • Prospetto soci: attivata la modifica manuale del campo 21b (ace pro acconti).

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione: corretta il riporto nel rigo RX37 dell’imposta generata dal rigo RQ82. L’anomali generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa. Sarà necessario ripassare la liquidazione.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa della seconda pagina del Quadro RP, che non veniva stampata in caso di sola presenza del campo RP73. L’anomalia comportava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del campo RR2.33 del Quadro RR che in alcuni casi presentava l’importo raddoppiato. L’anomalia comportava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

Windired base / 2017

  • Banche dati: corretta la denominazione del codice ABI 06225 nella banca dati 2017, che diventa “CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO

Studi di settore / 2017

  • Studi in monitoraggio: risolto il problema che impediva la cancellazione del monitoraggio.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 108/E, 109/E, 116/E e 117/E.

AutoEntratel / 2017

  • Stampa ricevute: è stata abilitata la stampa delle ricevute per i modelli 770 e Redditi PF e SP 2017. Come per le ricevute della CU2017 i modelli, se pur non identici a quelli prodotti dal DesktopTelematico, riportano gli stessi dati.

30 agosto 2017 - versione 08.04


Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Reddito per acconti in presenza di più partecipazioni in RH in perdita: in presenza di più partecipazioni in RH, con totale complessivo in perdita e in presenza di perdite in semplificata (tipologia partecipazione diversa da 1 e 5), nel calcolo del reddito per acconti la perdita veniva ulteriormente tolta, facendo risultare quindi un reddito per acconti più basso del dovuto.
    All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti liquidati che potrebbero presentare tale anomalia.
  • Quadro RC: risolta l’anomalia che in caso di premi di produttività che passavano da tassazione ordinaria a straordinaria, stampava erroneamente il campo RC10 ritenute irpef. La liquidazione delle imposte era comunque corretta. Il problema veniva segnalato da uno scarto telematico.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del rigo RM12. L’anomalia generava uno scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

Redditi SP / 2017

  • Stampa di verifica – elenco quadri: risolta l’anomalia che non permetteva di stampare il quadro DI.
  • Generazione file telematico di più clienti: corretta la generazione del file telematico di più clienti in quanto non venivano conteggiati correttamente i record presenti. L’errore determinava lo scarto del file telematico.

770 / 2017

  • Quadro SK: risolta l’anomalia che nell’estrazione dei dati dal codice fiscale inseriva il valore non corretto nel campo “Sesso”.
  • Stampa di verifica – elenco quadri: risolta l’anomalia che non permetteva di stampare il quadro DI.
  • Controllo file telematico: risolta l’anomalia che, in alcuni casi, restituiva l’esito “l’intermediario differisce da quello selezionato” anche se questo non fosse stato selezionato.

730 / 2017

  • Telematico modello integrativo: corretta l’esposizione del codice regione nel rigo 172 del prospetto di liquidazione.

Redditi ENC / 2017

  • Stampa di verifica – elenco quadri: risolta l’anomalia che non permetteva di stampare il quadro DI.

Redditi SC / 2017

  • Stampa di verifica – elenco quadri: risolta l’anomalia che non permetteva di stampare il quadro DI.

11 agosto 2017 - versione 08.03


Redditi SP / 2017

  • Liquidazione – Compensazione verticale imposte: attivata la possibilità di effettuare la compensazione verticale dei crediti con i debiti della medesima imposta (1° acconto) senza esposizione nel modello F24. La parte del credito utilizzata per tale compensazione verrà esposta nella colonna Compensazione interna e il corrispondente acconto sarà conseguentemente ridotto del medesimo importo. Per usufruire di tale opzione è sufficiente barrare la casella Compensazione verticale posta in Liquidazione, nella maschera finale di Calcolo degli acconti.
  • Quadro RX sez II: aggiornato il quadro in modo da consentire anche l’inserimento manuale dei righi.
  • Versamento IVA in liquidazione al 20/7 o 21/8: risolto l’errore che non calcolava la maggiorazione dell’1,6% sull’IVA per versamenti effettuati con Redditi SP usufruendo della proroga al 20/7 o 21/8 (tipo di pagamento 5 o 6 in liquidazione). Si conferma invece che tale maggiorazione veniva calcolata correttamente sulle scadenze del 30/6 e 31/7. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati.

IRAP / 2017

  • Liquidazione – Compensazione verticale imposte (con versamenti NON effettuati con il modello Redditi): attivata la possibilità di effettuare la compensazione verticale dei crediti con i debiti della medesima imposta (1° acconto) senza esposizione nel modello F24. La parte del credito utilizzata per tale compensazione verrà esposta nella colonna Compensazione interna e il corrispondente acconto sarà conseguentemente ridotto del medesimo importo. Per usufruire di tale opzione è sufficiente barrare la casella Compensazione verticale posta in Liquidazione, nella maschera finale di Calcolo degli acconti.

04 agosto 2017 - versione 08.02


Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale/Telematico 2014: corretta l’anomalia che non stampava e non inseriva nel telematico il rigo RS35 in caso di assenza di altri dati nel Quadro RS.
  • Quadro RM: corretta l’anomalia, introdotta con la versione 08.01, che non consentiva di aprire il quadro.

03 agosto 2017 - versione 08.01


Co.Co.Pro / 2017

  • Nuova aliquota contributiva al 33,23%: con circolare INPS nr.122 del 28 luglio 2017 l’Inps ha introdotto una nuova aliquota contributiva aggiuntiva pari allo 0,51% sui compensi corrisposti a partire dal mese di luglio per alcune categorie di parasubordinati (collaboratori, assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio, titolari degli uffici di amministrazione, sindaci e revisori) iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, non pensionati e privi di partita Iva. Per indicare tale nuova percentuale all’interno delle buste paga sarà sufficiente modificare manualmente l’aliquota del 32,72 con il nuovo valore 33,23 se il collaboratore è tra quelli previsti dalla succitata circolare.

Studi di settore / 2017

  • VG99U: aggiornata tabella codici delle attività esercitate in riferimento ai campi da D01 a D07, coerentemente con la versione 1.0.2 di Gerico del 17/07/2017.

770 / 2017

  • Stampa ministeriale: risolta l’anomalia che inseriva la denominazione della società anziché quella del rappresentante legale nel campo “Firma del dichiarante” qualora nella maschera relativa alle opzioni di stampa fosse stata selezionata la voce “Sul campo firma sarà stampato la denominazione”.

AutoEntratel / 2017

  • Telematici: abilitata l’importazione delle comunicazioni trimestrali dati IVA (di cui sarà possibile effettuare il solo controllo) e delle comunicazioni dati fatture. Non sono state ancora abilitate le funzioni di firma e di invio.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RM: abilitato l’inserimento di un secondo modulo nella Sezione XII (RM25)

31 luglio 2017 - versione 07.08


770 / 2017

  • Liquidazione: risolta l’anomalia che non permetteva di liquidare il modello in alcuni casi in cui fosse presente una società collegata al soggetto dichiarante.
  • Stampa di verifica – elenco quadri: risolta l’anomalia che non permetteva di stampare il quadro SX.

Certificazione Unica / 2017

  • Dipendenti: corretto l’errore che impediva il salvataggio del quadro al termine della modifica dei valori.

Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale/File telematico – Quadro RR con più di 2 soggetti: corretti la stampa ed il telematico del Quadro RR che in caso di presenza di più di un collaboratore non includeva il secondo modulo del quadro, generando lo scarto del file telematico.
  • Dati cliente: aggiunto E135 (Granaglione) nella lista “Fusione comuni”

Diritti Camerali / 2017

  • Proroga versamenti di cui ai comunicati MEF 125 e 131: pur in assenza di esplicito richiamo ai diritti CCIAA da parte dei comunicati in oggetto, e nelle more di una imminente pubblicazione del Decreto attuativo della proroga, procediamo comunque ad aggiungere nella procedura Diritti camerali 2017 le due nuove tipologie di pagamento.

27 luglio 2017 - versione 07.07


770 / 2017

  • Liquidazione: migliorata la congruenza relativa all’ex 770 semplificato che in alcuni casi non compilava correttamente il rigo differenza in caso di eccesso di versamento.
  • Generazione file telematico e stampa ministeriale: risolta l’anomalia relativa alla generazione del file telematico e della stampa ministeriale nel caso in cui nella dichiarazione fosse presente il quadro SF. Qualora, all’interno del quadro, fossero presenti tre o più percipienti gli importi relativi ai campi “Ammontare lordo”, “Aliquota” e “Ritenuta” venivano arrotondati all’unità di euro anziché ai centesimi di euro. In seguito all’aggiornamento verrà creato un report nel quale sarà presente l’elenco dei soggetti liquidati aventi il quadro SF.
  • Liquidazione: aggiunto il controllo con il rigo SX47.4 nella congruenza del Bonus Renzi. Sarà ora possibile scegliere se confrontare l’importo del codice tributo 1655 utilizzato nella procedura versamenti, o quello esposto nella colonna “utilizzato in F24” dell’SX47.
  • Quadro SF: corretta l’anomalia che non permetteva il salvataggio dei dati per i soggetti esteri. Sarà ora sufficiente indicare nel campo “Codice fiscale” la dicitura ESTERO per attivare il tasto “Salva”.

Versamenti / 2017

  • Codici Tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 94/E.

Studi di settore / 2017

  • WG40U: adeguati i titoli di colonna dei righi Z08, Z10 e Z11.
  • Modifica alla compilazione di studi e parametri: in seguito alla circolare dell’Agenzia delle Entrate 20 del 13/07/2017, i soggetti per i quali è stato compilato uno Studio di Settore con un codice attività che prevede la sola acquisizione dei dati, dovranno compilare anche il modello Parametri.
    E’ necessario entrare e salvare la maschera dei Dati generali per abilitare la compilazione di entrambi i modelli.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati.

Quadri Condivisi / 2017

  • Quadro DI: risolta l’anomalia per cui non si riusciva ad inserire o modificare i valori nel campo “Maggior credito” e “Errori contabili”.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RF: abilitato l’inserimento di importi negativi nel campo dividendi/comp.straord. del prospetto del R.O.L..

Redditi SP / 2017

  • Quadro RS: risolta l’anomalia che riportava il reddito da ZFU non solo nel campo RS 134.1 ma anche nel campo RS 134.4 perdite. Il file veniva scartato dal controllo telematico.

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Crediti IVIE-IVAFE inferiori a 13 euro: corretta l’anomalia per la quale venivano sempre utilizzati i crediti Ivie ed Ivafe, che da quest’anno non possono invece essere utilizzati se inferiori a 13 euro. 
    All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati dal problema. In caso di invio telematico l’anomalia generava lo scarto della dichiarazione.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta l’anomalia che in caso di presenza della sola casella RS382 non stampava il quadro RS, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico.

Certificazione Unica / 2017

  • Anagrafica percipienti: corretto l’errore a causa di cui nel caso di cancellazione dall’anagrafica di un percipiente con dati compilati nei dipendenti, i dati risultavano ancora presenti nella liquidazione.

Windired base / 2017

  • Proroga versamenti Redditi, IRAP e Consolidato: adeguata la generazione dei documenti di versamento alle nuove scadenze previste dalla proroga di cui ai comunicati stampa del MEF n° 125 del 20/07/2017 e n° 131 del 26/07/2017 per i contribuenti con redditi di impresa, di lavoro autonomo o redditi di partecipazione. Nel caso in cui si volesse usufruire dei nuovi termini di versamento è necessario riliquidare i clienti interessati e selezionare la nuova scadenza nel campo “Tipo pagamento”.
    Attenzione: nelle more di una comunicazione ufficiale da parte dell’Agenzia sui tassi da utilizzare, abbiamo applicato quelli da noi calcolati, ovvero:
    • Senza Partita IVA
      • 2a rata al 20/07 —> 0,11
      • 2a rata al 21/08 —> 0,10
    • Con Partita IVA
      • 2a rata al 20/07 —> 0,29
      • 2a rata al 21/08 —> 0,28
  • Proroga invio telematico dichiarazioni: si segnala che nel comunicato del MEF n.131 è stata prevista l’emanazione di un nuovo DPCM che prorogherà al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione del modello 770 e delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e IRAP.

24 luglio 2017 - versione 07.06


770 / 2017

  • Liquidazione – Stampa di verifica: corretta la stampa del campo “Differenza” nella sezione QUADRATURA PROSPETTO STSV (ex semplificato)” che esponeva un dato non corretto. Si sottolinea che la visualizzazione del dato nel quadro è corretta.
  • Quadro ST/SV: corretta l’anomalia che non impostava correttamente il valore del campo “Sezione” e “Tipologia” per alcuni codici tributo.
  • Liquidazione: in fase di creazione del quadro ora il programma imposta come barrata la casella “Firma del dichiarante”.
  • Generazione file telematico e stampa ministeriale: corretta l’anomalia nella generazione massiva del file telematico. Se in uno dei soggetti selezionati era presente il quadro SY, veniva inserito anche in soggetti che non l’avevano compilato. In seguito all’aggiornamento verrà creato un report nel quale sarà presente l’elenco dei soggetti liquidati aventi il quadro SY.
  • Importazione da file telematico: abilitata la funzione di importazione da telematico dei dati ST/SV all’interno del quadro stesso. I dati verranno accodati e non sovrascritti, sarà quindi necessario verificare al termine dell’importazione che non ci siano eventuali dati duplicati.
  • Generazione file telematico e stampa ministeriale 2016: corretta l’anomalia nella generazione massiva del file telematico. Se in uno dei soggetti selezionati era presente il quadro SY, veniva inserito anche in soggetti che non l’avevano compilato. In seguito all’aggiornamento verrà creato un report nel quale sarà presente l’elenco dei soggetti liquidati aventi il quadro SY.

Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del quadro RR che in presenza di Quadro RR gestione separata con due aliquote, non stampava la seconda pagina. Tale anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico.
  • Stampa ministeriale e telematico 2016: corretta la stampa della seconda pagina del quadro RN che non stampava il campo RN42.4 in caso di dichiarazione integrativa. In caso di invio telematico, l’anomalia generava uno scarto della dichiarazione.

AutoEntratel / 2017

  • Download 730/4 inserita la possibilità di selezionare l’utenza di lavoro per la visione dei 730/4 scaricabili.

730 / 2017

  • Telematico dichiarazione integrativa: corretto l’errore di compilazione della sezione 730-4, segnalato come bloccante dal controllo del file telematico, nel caso in cui gli importi da rimborsare fossero comprensivi di importi già trattenuti nel 730 originario e indicati nel quadro F.

20 luglio 2017 - versione 07.05


770 / 2017

  • Lettera impegno a trasmettere: corretta l’anomalia per cui nella maschera relativa alla scelta della dichiarazione e dei clienti da stampare erano presenti le voci “770 ordinario” e “770 semplificato”.
  • Stampa ministeriale: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa della prima pagina relativa al quadro SY nel caso in cui fossero presenti solo i dati corrispondenti alla sezione IV.

AutoEntratel / 2017

  • Ricevute CU
    • Corretta la stampa della ricevuta che andava in errore in presenza di alcuni campi particolari.
    • La ricevuta ora riporta correttamente i dati relativi agli scarti.
    • Si ricorda che, siccome l’Agenzia delle Entrate non ha rilasciato il tracciato delle ricevute CU 2017, la stampa è frutto di un’analisi inversa dei dati e pertanto non è identica a quella prodotta da DesktopTelematico seppur riportante gli stessi dati.

730 / 2017

  • Liquidazione: corretto l’errore di compilazione del rigo 98 (118 per il coniuge) del prospetto di liquidazione segnalato come bloccante dal controllo del file telematico nel caso di ‘Imposta sostitutiva premi di risultato’ da non versare perché inferiore a 12 Euro. In questi casi occorre liquidare nuovamente la dichiarazione.

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Messaggi iniziali: risolta l’anomalia introdotta con la versione 07.04, che non permetteva il salvataggio della liquidazione indicando la presenza di quadri in sospeso.

Versamenti / 2017

  • Importazione Mod.F24 da file di testo: corretto il problema per il quale anche se nel file di testo veniva impostato il flag “Tipo di accodamento” = 1 in modo tale da creare modelli diversi, il programma creava sempre un modello unico.

19 luglio 2017 - versione 07.04


770 / 2017

  • Importazione dati da file telematico: corretta l’anomalia che in alcuni casi non permetteva l’acquisizione del file.
  • Congruenza ritenute: attivata dal menù “Gestione” la nuova congruenza ritenute relativa ad autonomi, dipendenti e redditi di capitale che permetterà di scegliere, in caso di presenza di diverse CU e 770, esattamente tra quali di queste procedure eseguire la quadratura delle ritenute. Contemporaneamente verrà pertanto disattivato il quadro “Congruenza ritenute” presente all’interno della procedura 770.
  • Trasferimento tra archivi: corretto l’errore per cui, durante l’operazione “Trasferimento tra archivi” o “Crea archivio zippato”, non venivano riportati alcuni dati del Quadro SY.
  • Data impegno a trasmettere: attivata dal menù “Gestione” la funzione automatica per l’imputazione rapida della data impegno a trasmettere all’interno delle dichiarazioni.
  • Stampa ministeriale: risolto l’errore che in caso di stampa di “tutte le copie di seguito” stampava solamente la prima pagina del quadro ST del modello originale.
  • Generazione file telematico: corretta l’anomalia che, in fase di controllo di un file telematico contenente più dichiarazioni, comportava uno scarto dell’intera fornitura.
  • Liquidazione: risolta l’anomalia, relativa alla “Stampa di verifica”, che non riportava correttamente il valore del campo “Differenza” all’interno della sezione “Quadratura prospetto STSV (ex semplificato)”.
  • Stampa ministeriale: corretta l’anomalia che nel caso in cui fossero presenti più modelli per il quadro ST inseriva, per ognuno di essi, i dati relativi alla sezione 3.

Redditi SP / 2017

  • Data impegno a trasmettere: attivata dal menù “Gestione” la funzione automatica per l’imputazione rapida della data impegno a trasmettere all’interno delle dichiarazioni.
  • Stampa di verifica – Liquidazione: corretta la stampa delle date di pagamento.

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione: corretto il caricamento del quadro ZFU in liquidazione, che in alcuni casi caricava tutti gli importi pari a -1.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del Quadro RC in caso di opzione per la tassazione sostitutiva degli importi erogati per l’incremento della produttività. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Stampa ripartizione utili: corretta la stampa in caso di redditi derivanti da Quadro RF.

Studi di settore / 2017

  • WG75U: rimosso il messaggio di controllo sulla somma dei righi D32 e D33.
  • WG85U: corretta la visualizzazione del titolo di sezione del quadro B.
  • Gerico 1.0.2: La versione 1.0.2 del 17/07/2017 prevede le seguenti modifiche rispetto alla versione precedente:
    • per lo studio YD07B è stata rimossa un’anomalia nella visualizzazione del messaggio di errore bloccante relativo ad un controllo del quadro D: da “In presenza di D01, D02, D03 il valore della somma dei campi da D20 a D35 deve essere maggiore di D01+D02+D03” a “In presenza di D01, D02, D03 il valore della somma dei campi da D20 a D35 deve essere minore o uguale a D01+D02+D03”;
    • per lo studio YG44U, sono state corrette anomalie relative ai controlli non bloccanti tra il campo B04 ed i campi B12, B13, B14 e B15, in riferimento alla colonna 2;
    • per lo studio YG44U, sono state corrette anomalie relative ai controlli non bloccanti tra il campo B04 ed i campi B24, B25, B26 e B27, in riferimento alla colonna 2;
    • per lo studio WG58U, è stata corretta un’anomalia relativa ad un controllo non bloccante nel quadro B: “In presenza del campo B04 almeno uno dei campi B20, B21, B25, B26, B27 deve essere presente” che nella versione precedente prendeva in considerazione campi non esistenti nel modello
    • per tutti gli studi, che prevedono un quadro B con area fissa, è stata corretta un’anomalia nella stampa che si verificava in assenza di elementi compilati nell’area multipla;
    • per lo studio WG72A, quadro Z, conformemente al modello, è stato modificato il titolo della sezione Autoveicoli in relazione alla prima colonna in “Numero a propulsione ibrida elettrica/termica”.
  • Le modifiche apportate a GERICO non comportano effetti sui risultati di congruità, di coerenza e di normalità elaborati con la precedente versione 1.0.1

  • Indici di coerenza: corretta la visualizzazione dei risultati degli indici di coerenza nel caso in cui il valore minimo dell’indice fosse negativo; l’errore poteva determinare una errata assegnazione della coerenza negli altri indici.
    All’apertura dell’archivio verrà visualizzato un report con i clienti interessati dall’errore e per i quali sarà necessario rieseguire il calcolo.

Versamenti / 2017

  • Codici Tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 90/E e 91/E.
  • Lettera conferimento/richiesta dati per invio telematico del mod.F24: aggiornato il layout grafico della lettera di conferimento dell’incarico e della richiesta dati per il pagamento e spedizione telematica del mod.F24 con il campo relativo all’IBAN.

Certificazione Unica / 2017

  • Stampa ministeriale – Quadro dipendenti: corretta la stampa ministeriale del campo ’490 – Aliquote’.

IRAP / 2017

  • Quadro IRAP: corretta l’anomalia a causa della quale le deduzioni riportate nei righi da IQ61 a IQ67 non venivano sottratte dal valore della produzione lorda. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati dall’anomalia.

AutoEntratel / 2017

  • Download 730/4: corretto l’errore per il quale la lista dei 730/4 disponibili non veniva caricata.
  • Ricevute: abilitata la stampa delle ricevute dei modelli CU. La stampa, pur non essendo graficamente uguale a quella generata da Desktop Telematico, riporta gli stessi dati.

11 luglio 2017 - versione 07.03


Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale/File telematico – Rigo RC5: corretta la stampa del campo RC5 colonna 4 (totale) nel caso in cui gli importi assoggettati ad imposta sostitutiva vengano portati a tassazione ordinaria. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Addizionali comunali: la soglia d’esenzione del comune di Chiavari era errata. Pertanto per i contribuenti aventi reddito complessivo compreso tra i 10000 ed i 15000 euro sarà necessario riliquidare la dichiarazione. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati.
  • Quadro RW solo monitoraggio: sbloccata la compilazione del campo 18 (denominato ‘vedere istruzioni’) in caso di solo monitoraggio. Anche l’Agenzia Entrate ha sbloccato in tal senso i controlli, con la versione 1.0.2 di controllo dei Redditi PF.

IRAP / 2017

  • Quadri IP, IQ, IC e IE: corretta la gestione dei dettagli delle altre variazioni in aumento e diminuzione in quanto non memorizzava i dati inseriti. Il valore calcolato delle altre variazioni in aumento e diminuzione veniva memorizzato correttamente.
  • Ulteriore deduzione produttori agricoli: aggiunta la casella Produttori agricoli: applica deduzione maggiore nella prima pagina dei quadri IQ e IP al fine di applicare le deduzioni aumentate ai sensi del comma 4-bis, lettera d-bis), come modificato dall’articolo 1, comma 123, della legge 28 dicembre 2015 n. 208, per i soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettere b) e c).

Versamenti / 2017

  • Codici Tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 80/E, 81/E, 82/E, 83/E, 84/E e 88/E.

730 / 2017

  • Stampa ministeriale: corretta la stampa del quadro familiari che nel caso di ‘mancanza del coniuge’ stampava la lettera ‘C’ in colonna 8 anziché 7 e non barrava la casella di colonna 8.
  • Liquidazione: corretto l’errore di compilazione del rigo 102 (122 per il coniuge) del prospetto di liquidazione segnalato come bloccante dal controllo del file telematico nel caso di contributo di solidarietà dovuto. In questi casi occorre liquidare nuovamente la dichiarazione.
  • Telematico: corretta la generazione del file telematico nel caso di dichiarazione rettificativa in quanto nel modello 730-3 veniva erroneamente barrata la casella ‘Comunicazione dati rettificati CAF o professionista’ provocando, da parte del controllo, lo scarto della dichiarazione.
  • Liquidazione: corretto l’errore segnalato dal controllo del file telematico sul rigo ’78 Acconto addizionale comunale all’IRPEF 2017’ nel caso che il campo ‘Fusione comune’ venisse prima inserito e poi tolto dalla dichiarazione. In questi casi occorre liquidare nuovamente la dichiarazione.

Windired base / 2017

  • Banca dati 2017: aggiorata la descrizione di 47 comuni in conformità con i dati pubblicati dall’ISTAT
    Comuni aggiornati: Bajardo (A581), Bojano (A930), Brenzone sul Garda (B154), Caderzone Terme (B335), Calatafimi-Segesta (B385), Capaccio Paestum (B644), Cassano all’Ionio (C002), Castelbello-Ciardes (C062), Castellinaldo d’Alba (C173), Castelnuovo di Val di Cecina (C244), Ceglie Messapica (C424), Celle di San Vito (C442), Cerretto Langhe (C530), Cerrina Monferrato (C531), Chiopris-Viscone (C641), Costa Serina (D111), Costermano sul Garda (D118), Gabbioneta-Binanuova (D834), Gadesco-Pieve Delmona (D841), Gazzo (D956), Godiasco Salice Terme (E072), Gornate Olona (E104), Lona-Lases (E664), Malborghetto Valbruna (E847), Monguelfo-Tesido (F371), Monte Compatri (F477), Montecatini-Terme (A561), Naz-Sciaves (F856), Pont-Canavese (G826), Rasun-Anterselva (H189), Reana del Rojale (H206), Rivanazzano Terme (H336), Rocca d’Arce (H393), Rodengo Saiano (H477), Roncegno Terme (H528), Ruffrè-Mendola (H634), San Dorligo della Valle-Dolina (D324), San Nicandro Garganico (I054), Terzo d’Aquileia (L144), Tremosine sul Garda (L372), Trentola-Ducenta (L379), Trino (L429), Trodena nel parco naturale (L444), Viale (L829), Vignola-Falesina (L886), Villanova Tulo (L992), Vodo Cadore (M108).
  • Filtro clienti: abilitata la gestione dei filtri solo Diritti camerali e solo Co.Co.Pro. per l’elenco clienti.

770 / 2017

  • Quadro SK: corretta l’anomalia che non permetteva l’inserimento di numeri decimali e arrotondava il valore del campo “Percentuale contitolarità” all’unità di euro. La modifica è avvenuta per gli anni 2015, 2016 e 2017.
  • Quadro ST/SV: migliorato il controllo che confronta i codici tributo della sezione II con la Tipologia Sostituto presente nei “Dati cliente”. In alcuni casi poteva fornire un messaggio di non conformità inesatto.
  • Liquidazione: abilitati i pulsanti “Stampa modello” e “Esegui controllo”.
  • Stampa ministeriale: rettificata l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione del campo “Codice fiscale” nel quadro ST.

06 luglio 2017 - versione 07.02


Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale/file telematico – Quadro RS: corretta la stampa ministeriale e la generazione del file telematico del rigo RS134. L’errore determinava lo scarto del file telematico.

770 / 2017

  • Quadro SK: risolta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione dei campi “Sesso”.
  • Generazione file telematico: corretto la generazione del file in presenza di più di una dichiarazione. Tale anomalia generava uno scarto della fornitura in fase di controllo.
  • Corretto l’errore che non permetteva l’importazione dei dati da anno precedente nel caso in cui fosse presente solo il modello “770 semplificato” nell’anno precedente.

Consolidato / 2017

  • Telematici: abilitati i controlli e la generazione del file telematico. Si avvisa che l’attuale versione del controllo del file telematico produce il seguente messaggio:

    Versione 1.0.0 del 30/05/2017

    (***)
    Dati del Frontespizio: – Presenza di carattere SPAZIO non ammesso

    La dichiarazione è scartata per presenza di errori bloccanti.

    Tale segnalazione è nota all’Agenzia delle Entrate e sarà corretta con una delle prossime versioni del controllo telematico.

IVA / 2017

  • Modello IVA TR: aggiornata la procedura a seguito del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 124040/2017 del 04/07/2017.

05 luglio 2017 - versione 07.01


Studi di settore / 2017

  • Manuale Studi di Settore
    Per installare la nuova versione è sufficiente scaricare ed eseguire questo programma
    Il programma va eseguito su ogni macchina su cui si desidera installare il manuale.
  • Corretta la sezione “prospetto economico” presente nella stampa di verifica dei risultati.
  • YM07U: corretta la descrizione dei righi Z02 e Z03.
  • YD02U: corretta la descrizione del rigo C04 che era erroneamente uguale a quella del rigo C05.

Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale – RQ99: corretta la stampa che compilava sempre il campo RQ099001 in presenza di altri righi dello stesso quadro.
  • Stampa ministeriale/file telematico – RP80 Start-up: corretta la stampa del rigo RP80. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Quadro RM – Sez.VIII: modificato il calcolo dei campi della sezione VIII che ora verranno tutti arrotondati.
  • Stampa di verifica prospetto rate Cassa Geometri: corretta la stampa di verifica del prospetto relativamente all’importo delle prime due rate.
  • Stampa ministeriale/file telematico – RC10 Transfrontalieri: corretta la stampa del rigo RC10 in caso di tipologia reddito 4 – Transfrontalieri.
  • Generazione file telematico di più clienti: corretta la generazione del file telematico di più clienti in quanto non venivano conteggiati correttamente i record presenti. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Stampa ministeriale / File telematico – Quadro FC: corretta la stampa ministeriale/file telematico dei righi da FC4 a FC74. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Prospetto ripartizione utili ai collaboratori: corretta la stampa del campo “Reddito per acconti” attribuito al collaboratore, che portava sempre l’importo del reddito per saldo. L’importazione nel quadro RH del collaboratore era già corretta.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale/file telematico – Quadro RS: corretti la stampa ministeriale e il file telematico del campo RS45 colonna 5 (‘Patrimonio netto’). L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Quadro RS – Riserve: corretta l’anomalia che non permetteva di salvare il quadro in presenza del campo calcolato ‘Saldo finale’ pari a zero.

770 / 2017

  • Importazione dati da anno precedente: corretta l’anomalia che in alcuni casi non permetteva di importare i dati dall’anno precedente.
  • Liquidazione: eliminato il messaggio bloccante riferito all’invio fuori unico del 770 in caso di periodo “diverso da anno solare” presente in anagrafica.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU ENC: corretta la generazione del file telematico in quanto, in presenza di immobili che passavano da esenti a totalmente imponibili, non veniva effettuata correttamente le numerazione dell’ente andando a generare uno scarto in fase di controllo telematico.

730 / 2017

  • Liquidazione: corretta una anomalia segnalata come scarto dal controllo telematico dovuta ad arrotondamenti sul calcolo del rigo 98 e 118 per il coniuge del prospetto di liquidazione. In questi casi è necessario liquidare nuovamente la dichiarazione scartata.
  • Telematico: corretta la generazione del file che veniva scartato dal controllo telematico a causa della presenza del documento 730-4 allegato a dichiarazioni senza importi da trattenere o rimborsare. In questi casi occorre generare nuovamente il file telematico.

Certificazione Unica / 2017

  • Importazione da file telematico: risolta l’anomalia che non importava correttamente i dati anagrafici nella CU a partire dal secondo cliente selezionato nella funzione di importazione.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RZ: corretto il messaggio di avviso sul controllo dell’aliquota inserita nel prospetto A in quanto segnalava come non valide le aliquote del 20% e del 25%.

Versamenti / 2017

  • Stampa Mod.F24: in caso di delega con saldo a zero in cui fosse esposta una sola compensazione verticale (imposta su imposta), la dicitura in testa alla delega riportava erroneamente la scritta “da inviare telematicamente tramite Agenzia delle Entrate o home banking” anche se la delega può essere inviata solamente tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

29 giugno 2017 - versione 06.09


770 / 2017

  • Liquidazione: corretta l’anomalia che non riportava in liquidazione nella “quadratura prospetto STSV ex semplificato” i dati relativi alla ritenute degli Autonomi dalla CU.
  • Stampa ministeriale: corretto l’errore che non permetteva la visualizzazione dei campi relativo al rigo SI14.

Redditi PF / 2017

  • Quadro Crediti Acconti: corretta l’importazione del quadro in caso di presenza di eccedenza ZFU 2016.
  • Quadro RR Gestione Separata: migliorata la gestione del calcolo degli acconti per prendere come base di calcolo degli stessi solo l’imponibile assoggettato a contribuzione nell’anno corrente, invece del totale derivante dai quadri.
  • Stampa di verifica – Quadro LM: corretta la stampa di verifica interna al quadro per i campi LM21 ed RS371.
  • Stampa ministeriale: corretta l’anomalia che in alcuni casi bloccava la stampa stessa.
  • Stampa ministeriale e telematico – Quadro CR: corretto il rigo CR18. L’anomalia comportava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.
  • Quadro DI con diverse annualità della medesima imposta: se nel quadro DI sono indicati crediti di diverse annualità per la medesima imposta, il quadro RX e di conseguenza l’esposizione dei crediti negli F24 potevano non essere corretti. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.
  • Telematico: corretto il telematico nel caso di presenza di Quadro RU. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione.

IRAP / 2017

  • Credito d’imposta IS90: corretta la stampa/telematico del rigo IS90 Credito d’imposta in quanto, in presenza di importi con decimali, non veniva effettuato l’arrotondamento in stampa/telematico. I calcoli in liquidazione risultano essere corretti. L’anomalia veniva segnalata da uno scarto del controllo telematico.

Windired base / 2017

  • Delega/revoca cassetto fiscale: corretta la stampa dell’indirizzo del rappresentante legale, nel caso in cui fosse residente in uno stato estero.

Redditi SP / 2017

  • Prospetto soci: risolta l’anomalia che dopo l’aggiornamento della versione 06.08 non portava nel prospetto soci le ritenute presenti nei quadri RG ed RE. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati per i quali sarà necessario riliquidare e rieseguire l’eventuale esportazione al quadro RH del socio. Si conferma che il problema si manifestava solo in caso di liquidazione dei Redditi SP 2017 eseguita con la versione 06.08 uscita nel pomeriggio di ieri 28 giugno.
  • Quadro DI con diverse annualità della medesima imposta: se nel quadro DI sono indicati crediti di diverse annualità per la medesima imposta, il quadro RX e di conseguenza l’esposizione dei crediti negli F24 potevano non essere corretti. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.

Redditi SC / 2017

  • Quadro DI con diverse annualità della medesima imposta: se nel quadro DI sono indicati crediti di diverse annualità per la medesima imposta, il quadro RX e di conseguenza l’esposizione dei crediti negli F24 potevano non essere corretti. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.

28 giugno 2017 - versione 06.08


Redditi SP / 2017

  • Liquidazione: abilitate in corrispondenza del rigo RN4 (Reddito da terreni dominicale imponibile), le colonne 2 “ritenute” e 4 “crediti d’imposta” per consentire l’inserimento manuale da parte dell’utente. Tali importi verranno stampati nel prospetto soci in corrispondenza dei campi 6 e 8.
  • Stampa: attivata la stampa delle caselle relative al “tipo contabilità” e al “codice attività” in caso di società semplici (natura giuridica 23 e soli quadri RA/RB), per le quali nei dati cliente, siano state operate le pertinenti scelte negli appositi campi.
  • Trasformazione da snc e/o sas in società semplice: per poter gestire una società semplice sia con i quadri RA/RB che RF/RG/RE, a seguito di una trasformazione, spuntare la casella aggiunta nei dati cliente “trasformazione soc persone” e nella seconda maschera della liquidazione la casella “considerare anche redditi da quadro RF e RG se soc semplici”.
  • Dati cliente: aggiunti i campi “codice attività” e “contabilità” per permettere la stampa nel prospetto soci di tali caselle in caso di società semplici (natura giuridica 23), con i soli quadri RA/RB e prive dei quadri di riferimento (RF/RG/RE).

Studi di settore / 2017

  • Abilitata la gestione avanzata per tutti gli studi evoluti.
  • WD09A: corretta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione del campo D96.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati. Si consiglia di ricontrollare lo studio.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 71/E
  • Liquidazione Redditi PF: corretto l’errore nel salvataggio dehli F24 nella fase finale della liquidazione delle imposte in caso di presenza nei Versamenti di deleghe NON versate di saldi/acconti di Unico PF 2016.
  • Stampa modelli F24: aggiornato il controllo sull’utilizzo dei crediti di cui all’allegato 3 della Risoluzione 68/2017, la cui compensazione verticale è possibile senza passare obbligatoriamente per il canale telematico dell’Agenzia Entrate.
    Di conseguenza anche la generazione del file CBI bancario è stata sbloccata per le medesime compensazioni.

770 / 2017

  • Liquidazione: corretta l’anomalia relativa alla quadratura del solo prospetto STSV che raddoppiava l’importo delle ritenute derivanti dalla sezione III del quadro ST, nel campo “Ritenute operate ST/SV”.
  • Abilitato il quadro che permette l’inserimento della Data di impegno a trasmettere.
  • Quadro SX: eliminato il campo SX37 “Credito utilizzato a scomputo” in quanto non è più presente nel modello ministeriale.
  • Abilitata la stampa ministeriale.

Redditi PF / 2017

  • RR Gestione Separata con aliquota 24% – Acconti dovuti in presenza di saldo Zero: in presenza di un saldo dovuto pari a Zero, gli acconti potevano non essere evidenziati in liquidazione. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.
  • RR Gestione Separata – Credito anno precedente: in presenza di credito dell’anno precedente parzialmente utilizzato, lo stesso poteva essere errato in liquidazione (importo iniziale inferiore al disponibile). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.
  • Stampa ministeriale – Quadro RS Forfetari: corretta la stampa del campo RS 378.
  • Telematici: abilitati i controlli e la generazione del file telematico.
  • UPF2016 – RN30.1 – Credito per erogazione cultura: corretto il calcolo del credito erogazione cultura che, nel caso di presenza di crediti esteri da imposte figurative, poteva evidenziare in liquidazione un importo negativo. L’anomalia generava, in caso di invio telematico, uno scarto della dichiarazione.

Redditi ENC / 2017

  • Telematici: abilitati i controlli e la generazione del file telematico.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RM: corretta la gestione dell’eccedenza del credito d’imposta dell’anno precedente presente nel quadro Crediti e acconti in quanto, in presenza del quadro RM, veniva comunque caricata tra i crediti della liquidazione andando a generare un doppio credito. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con i clienti interessati per i quali si consiglia di effettuare una stampa di verifica della liquidazione per verificare il corretto caricamento delle imposte e, in caso di errore, riliquidare.
  • Liquidazione: la casella Acconti versati dalla società aggiunta con la versione 06.06 per attivare il calcolo degli acconti per le società uscite dal regime di trasparenza ora può essere utilizzata anche per attivare il calcolo degli acconti per le società uscite dal regime di consolidato.

730 / 2017

  • Quadro B sez.2: corretto l’errore segnalato dal controllo del file telematico che avveniva se uno o più righi della sezione 1 non erano correttamente abbinati alla sezione 2. Per tali dichiarazioni è necessario generare il file telematico e ristampare la dichiarazione.

Fabbricati / 2017

  • Entità urbane – Gruppo F: abilitata la gestione degli immobili accatastati con categoria catastale F.
    Per inserire un immobile di questo tipo, nell’anagrafica fabbricati, va selezionato:
    • banca dati: 2017;
    • regime fiscale: escluso IRPEF/IRES;
    • destinazione speciale: SI;
    • categoria catastale: da F1 a F5;
    • tipo rendita: Valore.

    A questo punto sarà possibile inserire il valore stabilito dal Comune ai fini IMU.

23 giugno 2017 - versione 06.07

Redditi SP / 2017

  • Telematici: abilitati i controlli e la generazione del file telematico.
  • Liquidazione controllo limite compensazione: risolta l’anomalia che nonostante l’apposizione del visto limitava l’utilizzo delle ritenute riattribuite a 5000 euro. Sarà necessario riliquidare la dichiarazione se l’utente non ha già provveduto a modificare la colonna “da non utilizzare” manualmente. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RF: deselezionando la casella ‘Ricalcolo base calcolo acconti’, barrata dal cliente in precedenza per modificare il valore calcolato, il programma non ricalcolava correttamente il valore del ‘Reddito per acconti’. All’apertura dell’archivio verrà effettuato un controllo sulla correttezza del dato e verranno segnalati in un report i clienti per i quali si è verificato l’errore. Per tali clienti va ripassato il quadro RF e riliquidato.
  • Quadro DI: corretta la stampa ministeriale/telematico del quadro DI in quanto gli importi venivano stampati con i decimali “,00”. Il controllo telematico generava uno scarto bloccante segnalando un errore di numericità.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RS-Varie ACE: Risolta l’anomalia che impediva l’importazione del campo rendimento per acconti dal quadro RH all’RS37.
  • Quadro LM: corretta l’anomalia che in alcuni casi impediva il salvataggio del quadro.
  • Stampa ministeriale: corretta la stampa del Quadro CE che non stampava la seconda pagina.
  • Quadro RH: corretta l’anomalia che impediva l’importazione della “Quota non imponibile” dai Redditi SP
  • Quadro RR Geometri: corretta l’anomalia che in fase di creazione del quadro non compilava automaticamente il contributo di solidarietà.
  • Quadro RA: corretto l’errore in fase di caricamento degli enti in quanto non venivano riportati gli enti indicati in anagrafica con Titolo 3, in comodato, con tipologia IMU ‘Base’, con casella esente non barrata per i quali l’IMU dovuta nel 2016 è stata calcolata a zero. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti per i quali va rifatta l’importazione degli enti nel quadro RA e se necessario riliquidare.

Redditi ENC / 2017

  • Stampa modello ministeriale: attivata la stampa della dichiarazione Redditi ENC comprensiva degli studi di settore.

730 / 2017

  • Quadro A: corretto l’errore in fase di caricamento degli enti in quanto non venivano riportati gli enti indicati in anagrafica con Titolo 3, in comodato, con tipologia IMU ‘Base’, con casella esente non barrata per i quali l’IMU dovuta nel 2016 è stata calcolata a zero. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti per i quali va rifatta l’importazione degli enti nel quadro A e se necessario riliquidare.
  • Generazione file telematico: corretto l’errore segnalato dal controllo del file telematico che avveniva se il campo ‘Fusione comune’ veniva prima inserito e poi tolto dalla dichiarazione.

IMU-TASI / 2017

  • Lista Delibere IMU/TASI: abilitato il programma interno per la ricerca delle delibere IMU/TASI/TARI per l’anno 2017.

770 / 2017

  • Liquidazione: corretto l’errore relativo al controllo sulla “Tipologia sostituto” e la “Gestione separata” selezionata che non permetteva il salvataggio del quadro.
  • Quadro SX: corretto l’errore che, in alcuni casi, non permetteva l’importazione dei dati dall’anno precedente.

21 giugno 2017 - versione 06.06


IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU/TASI ENC: corretta l’anomalia che non permetteva la duplicazione dell’ente.
  • Dichiarazione IMU/TASI ENC: corretta l’anomalia che generava lo scarto telematico in caso di valori Cm e Cms con decimali. Se si fosse verificato tale problema sarà sufficiente ripassare gli enti, salvare la maschera e rigenerare il file telematico.
  • Caricamento delibere: attivata la funzione per la trasmissione a Mida4 del numero di enti presenti in ogni comune.
    La Mida4 provvederà ad aggiornare quante più delibere possibile, dando la precedenza ai comuni che interessano il maggior numero di enti tra i nostri clienti; la comunicazione dei dati è del tutto facoltativa, e l’unica informazione trasmessa è il numero di entri presenti in ogni comune (senza alcuna informazione sui proprietari, consistenza, ecc). In ogni caso, non verranno aggiornate delibere relative a comuni non presenti negli elenchi inviati dai clienti.
    Per inviare i dati è sufficiente aprire un archivio Windired, quindi cliccare su Gestione —> IUC —> Invio a Mida4 lista comuni terreni e fabbricati; il programma invierà direttamente al nostro server i dati (non è più necessario inviarli manualmente per posta elettronica).
    L’invio sarà possibile fino al 31 luglio 2017.
  • Dichiarazione IMU EC/PF 2017: modificata la stampa della dichiarazione in quanto non veniva stampato l’ aiuto per la firma scelto sulla maschera di stampa.

Versamenti / 2017

  • Stampa deleghe F24 Co.Co.Pro.: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa e la generazione del file ministeriale della delega F24 relativa alla liquidazione di maggio del Co.Co.Pro. La delega poteva essere comunque generata mediante la stampa degli F24 per data di scadenza.

Diritti Camerali / 2017

  • Corretto il calcolo dell’importo di riferimento da IRAP che non veniva effettuato nel caso di società trasformate nel 2017 da Società di persone a Società di capitali.

Windired base / 2017

  • Banca dati 2017: corretta la descrizione della provincia Barletta-Andria-Trani che era stata erroneamente impostata a Barletta-Adria-Trani. Non è necessario apportare alcuna modifica ai dati inseriti.
  • Acconti 2017 in presenza di maxi ammortamenti.
    Rispettando la Legge 232/2016 che all’art.1 c.12 prevede che il calcolo sia effettuato “…considerando quale imposta del periodo precedente quella che si sarebbe determinata in assenza delle disposizioni di cui ai commi 8, 9 e 10”, il reddito per acconti viene sempre calcolato dal software aumentando il reddito di tali importi.
    La CM 4-2017 interpreta tale comma 12 asserendo che per il periodo d’imposta 2017 tali acconti non vadano rideterminati poichè il comma 91 della L.208/2015 non viene esplicitamente richiamato (pur essendo lo stesso richiamato già dal comma 8 della L.232/2016).
    In via prudenziale, il campo “Reddito per acconti” calcolato dal software in ciascun quadro reddituale continuerà a venir aumentato dell’importo dei maxi ammortamenti.
    Ricordiamo che è sempre possibile modificare manualmente tale campo per ridurre gli acconti 2017.

Studi di settore / 2017

  • WM23U: rimosso il messaggio di controllo della somma dei righi da D36 a D40. Il calcolo di Gerico risulta corretto, non serve ripassare lo studio.
  • WM39U: corretta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione dei campi da D40 a D44.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati. Si consiglia di ricontrollare lo studio.
  • WD31U: corretta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione dei campi da Z36 a z44.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati. Si consiglia di ricontrollare lo studio.
  • WK08U: corretta l’anomalia che causava la visualizzazione di più quadri B rispetto a quelli indicati e impediva il calcolo di Gerico.
  • WK56U: corretta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione dei campi da Z26 a z46.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati. Si consiglia di ricontrollare lo studio.

770 / 2017

  • Quadro SX: aggiunto il campo Credito a rimborso relativo al rigo SX42.
  • Corretto l’errore che, in alcuni casi, non permetteva l’apertura dei quadri Dati cliente e Quadro SK.
  • Liquidazione: corretto il calcolo che effettua la somma delle ritenute relative al Bonus Renzi.
  • Liquidazione: corretto l’errore che, in alcuni casi, non permetteva il salvataggio dei dati.

Redditi PF / 2017

  • Riepilogo della dichiarazione: corrette le date delle rate nella stampa.
  • Stampa ministeriale – Quadro DI: implementata la stampa del quadro.
  • Stampa ministeriale – Quadro RB: corretta la stampa dei dati identificativi del contratto in caso di inserimento errato del numero di caratteri (caratteri superiori a 17). Il campo veniva troncato a 16 caratteri.
  • Stampa ministeriale – Quadro VO: corretta la stampa del quadro.
  • RN30.1 – Credito per erogazione cultura: corretto il calcolo del credito erogazione cultura che, nel caso di presenza di crediti esteri da imposte figurative, poteva evidenziare in liquidazione un importo negativo. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.
  • Acconto IRPEF in presenza di agevolazione ACE: a seguito delle modifiche effettuate in sede di conversione in Legge del DL 50/2017 del 15/06/2017 è stato modificato il calcolo del Rendimento nozionale ACE ai fini degli acconti 2017. 
    Verrà ora applicata l’aliquota del 1,6%.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati per i quali sarà necessario ripassare il quadro RS – Varie , l’eventuale quadro RH e riliquidare il modello.
  • Addizionali comunali: corrette le aliquote e/o le soglie di esenzione per alcuni comuni. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.

Redditi SC / 2017

  • Liquidazione: corretto il messaggio di avviso sulla scadenza del tipo pagamento 1-Pagamento entro il 30/06 in quanto il programma lo segnalava scaduto al 16/06.
  • Liquidazione: aggiunta la casella Acconti versati dalla società nella prima pagina della liquidazione per le società uscite dal regime di trasparenza al fine di attivare il calcolo degli acconti in capo alla società senza attribuirli ai soci.
  • Acconto IRES in presenza di agevolazione ACE: a seguito delle modifiche effettuate in sede di conversione in Legge del DL 50/2017 del 15/06/2017 è stato modificato il calcolo del Rendimento nozionale ACE ai fini dell’acconto IRES 2017. Il programma ora terrà conto delle variazioni successive all’1/1/2011 e applicherà l’aliquota del 1,6%. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati per i quali sarà necessario ripassare il quadro RS – Altre sezioni e riliquidare.
  • Quadro RK: abilitata la possibilità di inserire codici fiscali di 16 caratteri nella sezione V – Acconti ricevuti da soggetti partecipanti.
  • Studi di settore: abilitata la stampa ministeriale unificata con studi di settore.

730 / 2017

  • Liquidazione: corretta l’esposizione degli ‘Acconti 2017 compensati interamente nel modello 730/2017’ che veniva erroneamente compilato anche nel caso di soggetto con sostituto d’imposta. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre salvare nuovamente la liquidazione.
  • Abilitata la stampa del modello 730-4 e la relativa generazione del file telematico.
  • Addizionali comunali: corrette le aliquote e/o le soglie di esenzione per alcuni comuni. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.

Redditi SP / 2017

  • Stampe ministeriali: Risolta l’anomalia che barrava erroneamente la casella “a.Controllante capogruppo” del rigo RS135 in caso di compilazione della sezione.
  • Anagrafica: Aggiunto il controllo sul campo “situazione” per i codici 8 e 9 incompatibili con la natura giuridica delle società di persone.
  • Acconto 2017 in presenza di agevolazione ACE: a seguito delle modifiche effettuate in sede di conversione in Legge del DL 50/2017 del 15/06/2017 è stato modificato il calcolo del Rendimento nozionale ACE ai fini degli acconti 2017. 
    Verrà ora applicata l’aliquota del 1,6%.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati per i quali sarà necessario risalvare il quadro RS – Varie ricontrollare il reddito per acconti portato nel quadro di riferimento RF e/o RG, riliquidare il modello e ristampare il prospetto soci. Per chi gestisse nel stesso archivio anche i soci sarà necessario reimportare il quadro RH.

Redditi ENC / 2017

  • Quadro RM: aggiunta la gestione del campo RM 4.2 “Imposta sostitutiva dovuta” relativa a interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari di cui all’art. 4, comma 2, del d.lgs. 239/96.

15 giugno 2017 - versione 06.05


Rispetto alla versione precedente sono state inserite o modificate le seguenti funzioni del programma:

Redditi PF / 2017

  • Dati cliente: corretta l’impostazione del campo Modello IRAP di riferimento in quanto, in assenza del modello IRAP al momento della creazione/riporto veniva erroneamente impostato a X – Non agganciare IRAP. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti per i quali va verificato il corretto aggancio tra IRAP e Redditi PF.
  • Stampa Ripartizione Utili: corretta l’anomalia che in alcuni casi bloccava la stampa.
  • Quadro RP: aggiunte le colonne Casi part. e Nr. imm. nella stampa di verifica per le spese di recupero edilizio sezione IIIA.
  • Stampe ministeriali: abilitata la stampa ministeriale, esclusi i quadri “Stabili organizzazioni”.
  • Liquidazione: in presenza di crediti INPS, la procedura salvava nella gestione crediti dei versamenti il relativo periodo in maniera errata. In questo modo il calcolo del credito residuo poteva non essere coerente. L’aggiornamento corregge tale situazione sistemando la tabella dei crediti.
  • Quadro RR IVS: corretta l’anomalia che impediva la corretta importazione dei redditi derivanti dal Quadro RF.

Studi di settore / 2017

  • Stampe: abilitate le stampe ministeriali degli Studi di Settore e dei Parametri.

Diritti Camerali / 2017

  • Corretto il calcolo della maggiorazione locale per la provincia di Perugia: il programma calcolava il 10% autorizzato dal DM 22/05/2017 e non teneva conto dell’ulteriore 10% deliberato il 17.3.2008. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti che hanno già compilato i Diritti camerali con tale provincia, per i quali sarà necessario ricontrollare e risalvare il quadro.

730 / 2017

  • Quadro E: aggiunte le colonne Casi part. e Nr. imm. nella stampa di verifica per le spese di recupero edilizio sezione IIIA.

IMU-TASI / 2017

  • Calcolo IMI abitazione principale: disabilitata l’esenzione per l’abitazione principale e relative pertinenze (stabilita dalla Legge di stabilità 2016) per i comuni della provincia di Bolzano. Si ricorda che il programma non gestisce l’IMI pertanto, se qualche cliente avesse la necessità di gestire enti in tale provincia con situazioni particolari (ad es. comodato gratuito) si prega di contattare la Mida4.
  • Enti non Commerciali: corretta, per gli Enti non commerciali, la gestione della casella immobili variati presente sul modello F24 in quanto il programma non considerava la scelta già effettuata in fase di Dichiarazione IMU ENC 2017. Riliquidare l’IMU 2017 per ottenere le deleghe F24 corrette.
  • Enti non Commerciali: corretto il calcolo di IMU e TASI degli immobili parzialmente o totalmente esenti per i quali l’importo calcolato poteva essere superiore all’importo effettivamente dovuto.
    Per rieffettuare il calcolo è sufficiente riaprire la Gestione Terreni e Fabbricati dell’IMU 2017 e riliquidare; non è necessario ripassare la Dichiarazione IMU ENC.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report contenente i clienti e gli immobili interessati.
  • Enti non Commerciali: aggiunto un avviso in apertura dei quadri dell’IMU 2017 nel caso in cui non sia presente la dichiarazione IMU ENC 2017. Si ricorda che, per tale tipologia di soggetti, il calcolo viene effettuato nella dichiarazione.

Redditi SP / 2017

  • Quadro RP: rimosso il messaggio che, in caso di compilazione delle spese di riqualificazione energetica, indicava la compilazione di un quadro di riferimento errato nella dichiarazione.
  • Stampe ministeriali: abilitata la stampa ministeriale.

Versamenti / 2017

  • Generazione file CBI: riabilitata la generazione del file telematico nel formato CBI per i versamenti in cui NON sono presenti crediti elencati nella Risoluzione 68/E del 09/06/17 e per i quali è quindi permesso l’invio solo tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

770 / 2017

  • Abilitati i quadri SM, DI, SX e la liquidazione. Si ricorda che il quadro SX può essere riportato dall’anno precedente utilizzando il menù Gestione oppure creando direttamente il quadro all’interno del cliente; nel caso in cui siano presenti nel 2016 sia 770 Ordinario che Semplificato, il programma chiederà se effettuare le fusione dei due o se importarne solo uno.

09 giugno 2017 - versione 06.04


Fabbricati / 2017

  • Aggiornati i coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504.

Redditi PF / 2017

  • Aggiornamento archivio: corretta l’anomalia che in alcuni casi bloccava l’aggiornamento dell’archivio.

09 giugno 2017 - versione 06.03

Redditi SP / 2017

  • Prospetto soci: corretta l’anomalia che riportava nel campo reddito per acconti, sia in liquidazione che nella stampa del prospetto di riparto ai soci, il reddito minimo al posto del reddito per acconti presente nei quadri di riferimento RF/RG in caso di disapplicazione dell’operatività. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati che dovranno essere riliquidati.
  • Prospetto soci in liquidazione: aggiunto un check che rende editabili i 3 campi relativi alle spese degli interventi di recupero del patrimonio edilizio, al fine di permettere l’inserimento manuale delle stesse ripartite in base ai millesimi e non in base alla percentuale degli utili.
  • Prospetto Soci: aggiunto in liquidazione e in stampa il campo che permette la scelta della percentuale di tassazione sul reddito dei contribuenti rientranti in Italia anche al fine del corretto riporto nel quadro RH sezione I colonna 11 del PF.

Studi di settore / 2017

  • Corretta anomalia che, nel caso si selezionasse il comune di Lessona (BI), Gerico scartava il calcolo con il messaggio “Valore non ammesso nel campo Cod catastale”.
  • YM01U: corretta anomalia che non permetteva la visualizzazione del ricavo dichiarato.
  • YD07B: Corretto l’help in calce, relativo ai righi da D52 a D70, che poteva portare ad un’errata compilazione dello studio di settore. Verrà visualizzato un report con l’elenco dei clienti, per i quali è stata compilata tale sezione.

730 / 2017

  • Precompilato: corretta l’importazione dei dati della dichiarazione precompilata che non importava nel quadro “B – SEZIONE II – DATI RELATIVI AI CONTRATTI DI LOCAZIONE i campi “Data registrazione contratto”“Codice identificativo contratto” e veniva sempre barrata la casella “Contratti Non Superiori a 30GG”.

Quadri Condivisi / 2017

  • Visto di conformità: disattivato il riporto automatico del visto di conformità dall’anno precedente per le procedura SC, SP ed IRAP. Si ricorda che è possibile visualizzare l’elenco dei clienti per i quali è stato apposto il visto utilizzando la stampa Elenco soggetti per i quali è stato apposto il visto di conformità presente nelle Stampe di verifica delle singole procedure.

Sincronizzazione Catasto / 2017

  • Fabbricati corretto un errore per il quale i fabbricati di categoria D ed E non venivano correttamente marcati come “destinazione speciale” e dunque dopo il salvataggio non riportavano la categoria e la rendita trovate sul web.

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Compensazione verticale imposte. Introdotta la possibilità di effettuare la compensazione interna dei crediti e debiti della medesima imposta (senza esposizione in F24). A tal fine è stato inserito il check “Compensazione verticale” nella pagina delle scelte di pagamento e rateazione.
  • Quadro RT: corretto il riporto delle eccedenze derivanti dalla precedente dichiarazione. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati, per i quali sarà necessario ripassare il quadro.
  • Liquidazione: in presenza di crediti INPS, la procedura salvava nella gestione crediti dei versamenti il relativo codice INPS. In questo modo il calcolo del credito residuo poteva non essere coerente. L’aggiornamento corregge tale situazione sistemando la tabella dei crediti.

IMU-TASI / 2017

  • Enti non commerciali: modificata la logica di calcolo del numero di immobili per Enti non commerciali. Ora il programma effettua un conteggio separato per il dovuto anno in corso e per il conguaglio anno precedente.

Redditi SC / 2017

  • Telematico: corretta la generazione del file telematico in quanto, in presenza del quadro RU o degli Studi di settore il controllo telematico segnalava un errore nel record Z.

Windired base / 2017

  • Estimi catastali:
    • Fiscaglia (M323): aggiunti gli estimi catastali del comune Fiscaglia nato dalla fusione dei comuni Massa Fiscaglia (F026), Migliarino (F198) e Migliaro (F199). La zona unica di tali comuni è stata aggiunta come nuova zona del comune di Fiscaglia andando a creare, con l’ordine di cui sopra, le zone A, B e C.
    • Trecastelli (M318): aggiunti gli estimi catastali del comune Trecastelli nato dalla fusione dei comuni Castel Colonna (C071), Monterado (F593) e Ripe (H322). La zona unica di tali comuni è stata aggiunta come nuova zona del comune di Trecastelli andando a creare, con l’ordine di cui sopra, le zone A, B e C.

06 giugno 2017 - versione 06.02


Diritti Camerali / 2017

  • Attivata la procedura Diritti camerali per l’anno 2017, la relativa stampa del modello di versamento F24 e la creazione del file telematico. Dal menu Gestione -> Diritti camerali si può accedere alla funzione “Imputazione rapida diritti camerali”.

    Quest’anno la procedura per definire le maggiorazioni rispetto agli importi nazionali non passa per la semplice deliberazione camerale, come avvenuto sempre in passato, ma anche, vista la sua destinazione al finanziamento di progetti strategici definiti a livello nazionale, per approvazione con decreto ministeriale. Il Decreto ministeriale del 22/05/2017, relativo alle maggiorazioni 2017 applicate dalle Camere di Commercio è ancora in corso di registrazione presso la Corte dei Conti e non si ha la certezza che possa essere pubblicato entro il 30/06/2017.

    Il programma applicherà comunque le maggiorazioni previste nel suddetto decreto:

    • 10% per le Camere di Commercio di Piacenza e Perugia;
    • 20% per le Camere di Commercio di Alessandria, Agrigento, Ancona, Aosta, Aquila, Asti, Bari, Bergamo, Biella, Belluno, Benevento, Bologna, Brindisi, Brescia, Bolzano, Cagliari, Campobasso, Caserta, Chieti, Caltanissetta, Cuneo, Como, Cremona, Cosenza, Catania, Catanzaro, Forli-Cesena, Ferrara, Foggia, Firenze, Fermo, Frosinone, Genova, Gorizia, Crotone, Imperia, Isernia, Lecco, Lecce, Lodi, Latina, Monza-Brianza, Macerata, Messina, Milano, Mantova, Modena, Matera, Napoli, Novara, Nuoro, Oristano, Pescara, Pordenone, Pavia, Potenza, Ravenna, Reggio-Calabria, Reggio-Emilia, Ragusa, Rieti, Roma, Rimini, Rovigo, Salerno, Sondrio, La-Spezia, Siracusa, Sassari, Savona, Taranto, Teramo, Trento, Torino, Trapani, Terni, Trieste, Treviso, Udine, Varese, Verbania, Vercelli, Venezia, Verona, Viterbo e Vibo-Valentia;
    • Nessuna maggiorazione per le Camere di Commercio di Ascoli-Piceno, Arezzo, Avellino, Enna, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Palermo, Padova, Pisa, Prato, Parma, Pistoia, Pesaro-Urbino, Siena e Vicenza.
  • Il MISE ha specificato in una nota che nelle more della registrazione da parte della Corte dei conti le imprese saranno tenute a versare le misure del diritto annuale senza considerare l’incremento e provvederanno al versamento del conguaglio entro il termine previsto dal comma 6 dell’articolo unico del medesimo decreto.

    Per tali motivi nel programma è stata aggiunta una casella barrata “Maggiorazione camerale separata al 30/11 (conguaglio)” che l’utente dovrà barrare se desidera pagare le maggiorazioni come previsto dal MISE. Il programma non seleziona la casella in automatico in quanto molte Camere di Commercio richiedono che venga comunque applicata la maggiorazione per il versamento al 30/06/2017.

    Eventuali crediti potranno essere usati internamente alla procedura per la sola delega ordinaria, e non per quella di conguaglio.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RR – Contributi previdenziali: corretto il calcolo degli acconti e l’abbattimento del 35% sul reddito non eccedente il minimale. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati dal problema.
  • Liquidazione: corretta il riporto della sezione IIIC del quadro RP in liquidazione. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati dall’anomalia, per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.
  • Liquidazione: corretto il calcolo del campo CS1.2. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con la lista dei clienti interessati, per i quali sarà necessario riliquidare.

Redditi SC / 2017

  • Liquidazione: corretto l’errore che in alcuni casi non consentiva il salvataggio della liquidazione.
  • Telematico: attivata la generazione del file telematico.
  • Quadro RF: corretta la stampa ministeriale del rigo RF31 Altre variazioni in aumento con codice 99 in quanto il valore stampato veniva raddoppiato. Il totale stampato nel rigo RF31.55 e i calcoli all’interno del quadro erano corretti.

IRAP / 2017

  • Telematico: attivata la generazione del file telematico.

01 giugno 2017 - versione 06.01


Redditi PF / 2017

  • Quadro RS – Varie/CR: corretta l’anomalia che non permetteva di salvare la griglia ‘Deduzione per capitale investito proprio’ presente nella scheda ACE se importata da RH e Trasparenza.

Versamenti / 2017

  • Banca dati comuni: aggiornata la banca dati dei comuni con il codice M377 (San Marcello Piteglio).

Redditi SP / 2017

  • Prospetto Soci: abilitata la funzione di stampa del prospetto ripartizione utili dal menù Stampe/Telematici.

Redditi / 2017

  • Liquidazione imposte: per i clienti di cui è stata effettuata la liquidazione dei Redditi con la versione 05.06 ed aventi una dichiarazione IVA collegata con risultato a credito, l’eventuale importo indicato per l’utilizzo in compensazione interna potrebbe essere stato azzerato. Verificare tale situazione all’interno della ‘Gestione crediti’ dei Versamenti ed eventualmente riliquidare la dichiarazione dei Redditi. Il programma all’apertura dell’archivio genererà un report dei clienti interessati al problema.

730 / 2017

  • Liquidazione: per le dichiarazioni senza sostituto d’imposta è stato corretto l’errore che il controllo telematico segnalava come bloccante nel caso di mancata esposizione dei righi 141, 142 e 143 riguardanti gli “Acconti 2017 compensati internamente nel modello”. In questi casi occorre liquidare la dichiarazione e generare il file telematico.
  • Telematico congiunte: corretto l’errore segnalato dal controllo telematico come bloccante che in casi particolari nel quadro F della dichiarazione congiunta venivano riportati alcuni importi del dichiarante. E’ sufficiente ristampare e/o rigenerare il file telematico.

31 maggio 2017 - versione 05.06


Quadri Condivisi / 2017

  • Stampe di verifica: aggiunta la stampa Elenco clienti per i quali è stato apposto il visto di conformità alle stampe di verifica delle procedure IRAP, 770, Redditi SC, SP, ENC e PF per gli anni 2016 e 2017.

Studi di settore / 2017

  • Abilitato il riporto dei monitoraggi negli studi in dichiarazione.
  • Calcolo Studi: corretta l’anomalia, presente nella versione 05.05, che segnalava come inatteso un indice non calcolabile e non coerente.
  • YK04U: Adeguata la maschera di compilazione con il modello ministeriale, eliminando i righi D15.1, D15.4, D21.1 e D21.4.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU: modificato il nome della procedura in Dichiarazione IMU/TASI EC/PF.
  • Dichiarazione IMU: corretta la stampa ministeriale in quanto nell’anno della dichiarazione veniva stampato l’anno 2017 e non l’anno d’imposta selezionato nella dichiarazione.
  • Dichiarazione IMU-TASI Enc: migliorato il controllo del campo “% pagamento TASI”.

Redditi PF / 2017

  • Dati Cliente: aggiornata la lista dei beneficiari del 5×1000.
  • Liquidazione: corretta l’anomalia che generava un messaggio d’errore nel caso di presenza di oneri detraibili di tipo 26 ed assenza del relativo codice.
  • Stampe: abilitate le stampe “Riepilogo della dichiarazione” e “Ripartizione utili”
  • Liquidazione: corretta l’anomalia che generava un errore in caso di presenza di ‘Quadro RH da società trasparenti’.
  • Liquidazione: corretto il calcolo delle detrazioni per redditi assimilati al lavoro dipendente (nella fattispecie assegno al coniuge). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con la lista dei clienti interessati per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.
  • Dati cliente: corretta l’anomalia che compilava erroneamente il campo “Fusione comuni” nel caso di aggiornamento del domicilio fiscale al 01/01/2017.
  • Quadro RP – Spese recupero edilizio (sez. III): in caso di compilazione della sezione III C, bloccata la compilazione della sezione III B (dati catastali degli immobili), in quanto non necessaria per tali spese.
  • Quadro RP – Oneri e spese: aggiunto il messaggio d’avviso quando si cerca di salvare il quadro se presenti delle spese importate dall’anno precedente con importo a zero.

730 / 2017

  • Dati cliente: aggiornata la lista dei beneficiari del 5 × 1000.
  • Dichiarazioni congiunte: modificata la gestione nel caso in cui la dichiarazione da collegare sia già abbinata in modo che se l’abbinamento preesistente sia uguale a quello che si vuole creare il programma prosegua ripristinandolo correttamente.
  • Precompilato: corretta l’importazione della dichiarazione precompilata che non elaborava il Quadro E nel caso di presenza di dati nella “Sezione III B – Dati catastali identificativi dell’immobile”.
  • Quadro E – Spese recupero edilizio (sez. III): in caso di compilazione della sezione III C, bloccata la compilazione della sezione III B (dati catastali degli immobili), in quanto non necessaria per tali spese.
  • Quadro E – Oneri e spese: aggiunto il messaggio d’avviso quando si cerca di salvare il quadro se presenti delle spese importate dall’anno precedente con importo a zero.

Windired base / 2017

  • Trasferimento clienti tra archivi: risolto l’errore per cui, in alcuni casi, non si riusciva ad effettuare il trasferimento clienti tra archivi.

Redditi SP / 2017

  • Liquidazione: risolta l’anomalia che portava direttamente nelle deleghe F24 gli importi totali delle imposte sostitutive da assegnazione o cessione di beni ai soci (sez XXII quadro RQ righi RQ84/RQ85). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati per i quali sarà necessario rieseguire la liquidazione (rimuovendo eventualmente se già apposto il segnale di stampato). Le deleghe relative alla rata 2017 di tali imposte sostitutive, che hanno scadenza diversa da quella del modello Redditi SP 2017, andranno create manualmente dall’utente nella procedura Versamenti.

Redditi SC / 2017

  • Liquidazione: attivata la possibilità di effettuare la compensazione verticale dei crediti con i debiti della medesima imposta (1° acconto) senza esposizione nel modello F24. La parte del credito utilizzata per tale compensazione verrà esposta nella colonna Compensazione interna e il corrispondente acconto sarà conseguentemente ridotto del medesimo importo. Per usufruire di tale opzione è sufficiente barrare la casella Compensazione verticale posta in Liquidazione, nella maschera finale di Calcolo degli acconti.
  • Liquidazione: corretto il calcolo della maggiorazione del debito IVA versato alla scadenza delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi. Il calcolo della maggiorazione viene ora effettuato tenendo conto delle nuove scadenze del 30/06 e del 31/07 rispettivamente al 1,6% e al 2%. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati.
  • Liquidazione: corretto l’errore che non riportava nel quadro RX il debito totale relativo alle imposte RQ84 e RQ85quadro RQ (seconda parte), sezione XXII Assegnazione o cessione di beni ai soci. I modelli F24 venivano generati correttamente. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti per i quali è stata compilata la sezione XXII del quadro RQ.

770 / 2017

  • Abilitata la gestione dei seguenti quadri per l’anno 2017: SK (società fiduciarie), SG, SH, SI, SL, SO, SQ, ST (sezione IV), SY.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 17/E.

26 maggio 2017 - versione 05.05


Studi di settore / 2017

  • Stampe elenco clienti 2016: Corretto l’errore che impediva, nel 2016, la stampa dell’elenco clienti con studi in evoluzione per l’anno 2017.
  • Studio YD01U: Aggiunto il nuovo indice di coerenza relativo ai soli codici attività 10.52.00 e 10.71.20. Verrà visualizzato un report con l’elenco dei clienti interessati. Per visualizzare correttamente l’esito di tale indice, è necessario calcolare lo studio di settore.
  • Corretta l’assegnazione ai codici relativi ai settori merceologici per lo studio YM03U. Verrà visualizzato un report con i clienti che compilano tale studio.

Redditi ENC / 2017

  • Versamenti rateali: corretto il calcolo della rateazione per i soggetti NON in conto fiscale che hanno deciso per il versamento posticipato con o senza maggiorazione delle imposte (cod. 2 o 3 della liquidazione). All’apertura dell’archivio sarà generato un report con i clienti interessati di cui bisogna ripassare la liquidazione per confermare la rateazione scelta.
  • Liquidazione: attivata la possibilità di effettuare la compensazione verticale dei crediti con i debiti della medesima imposta (1° acconto), senza esposizione nel mod.F24. La parte del credito utilizzata per tale compensazione verrà esposta nella colonna ‘Compensazione interna’ e il corrispondente acconto sarà conseguentemente ridotto del medesimo importo. Per usufruire di tale opzione è sufficiente barrare la casella “Compensazione verticale” posta in liquidazione delle imposte nella maschera finale di “Calcolo degli acconti”.
  • Modificazioni del modello di dichiarazione Redditi 2017-ENC: a seguito del provvedimento n° 90915/2017 dell’11/05/2017 sono state effettuate le seguenti modifiche:
    • aggiunta la casella Art. 13-bis nel quadro Dati cliente;
    • aggiornata la stampa ministeriale/telematico del quadro RX e del frontespizio, per le modifiche di cui sopra per sole variazioni grafiche.

Redditi SC / 2017

  • Agenzia delle Entrate: a seguito del provvedimento n° 90915/2017 dell’11/05/2017 sono state effettuate le seguenti modifiche:
    • aggiunta la casella Art. 13-bis nel quadro Dati cliente;
    • aggiunta la gestione del rigo RX35, relativo al quadro RT sezione II, nel quadro RX;
    • rimosso l’avviso nel quadro RX in presenza di più di tre righi nella sezione II in quanto tale sezione è diventata multi modulo;
    • aggiornata la stampa ministeriale del quadro RX e del frontespizio, per le modifiche di cui sopra, e dei quadri RF, RV e CE per sole variazioni grafiche.
  • Quadro RQ (seconda parte): aggiornato l’help dei campi delle sezioni XXII Assegnazione o cessione di beni ai sociXXIII-A – Rivalutazione dei beni e delle partecipazioniXXIII-B – Riconoscimento dei maggiori valori dei beni e delle partecipazioni e XXIII-C – Affrancamento.

IRAP / 2017

  • Agenzia delle Entrate: a seguito del provvedimento n° 90915/2017 dell’11/05/2017 sono state effettuate le seguenti modifiche:
    • aggiunta la casella Art. 13-bis nel quadro Dati cliente;
    • aggiornata la stampa ministeriale per la gestione della modifica di cui sopra.
  • Stampa ministeriale: corretta la stampa ministeriale del rigo IS90 colonna 3 in quanto veniva stampato il valore comprensivo dell’eccedenza derivante dalla precedente dichiarazione indicata in colonna 1.

730 / 2017

  • Quadro E – Spese per intervento di risparmio energetico: corretta l’anomalia che in alcuni casi poteva memorizzare erroneamente la casella ‘Casi particolari’. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre controllare il dato.
  • Quadro E – Spese per canoni di leasing: corretto il controllo sul campo ‘Data stipula’ e corretto automaticamente il campo ‘Numero anno’ qualora fosse stato inserito diverso da 1. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con gli eventuali soggetti automaticamente corretti.
  • Abilitata la generazione del file telematico.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RP – Spese per intervento di risparmio energetico: corretta l’anomalia che in alcuni casi poteva memorizzare erroneamente la casella ‘Casi particolari’. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre controllare il dato.
  • Quadro RP – Spese per canoni di leasing: corretto il controllo sul campo ‘Data stipula’ e corretto automaticamente il campo ‘Numero anno’ qualora fosse stato inserito diverso da 1. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con gli eventuali soggetti automaticamente corretti.
  • Liquidazione: Abilitati la liquidazione delle imposte ed il quadro RX.
  • Quadro RH: abilitata l’importazione dai Redditi SP e dai Redditi SC in trasparenza.

Versamenti / 2017

  • IMU-TASI/2017: corretto un errore nella generazione dei modelli F24 IMU-TASI/2017 in presenza di crediti derivanti dal modello 730 presenti nei Versamenti con anno 2015. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con i clienti interessati e per i quali vanno eliminate le deleghe IMU-TASI presenti nei Versamenti e va rieffettuata la liquidazione IMU-TASI/2017.
  • Stampa delega F24: corretto il messaggio che viene stampato sulla delega relativo alla modalità di presentazione del modello da parte di una persona fisica priva di P.IVA nel caso di versamenti superiori a 1000 euro o con presenza di compensazioni.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU/TASI ECPF: corretta la stampa ministeriale della dichiarazione in quanto nella casella Inizio/temine del possesso o variazione imposta veniva stampata la data 01/01/2017 al posto della data della variazione o della data 01/01/2016 per tutte le variazioni precedenti al 2016.
  • Telematico dichiarazione IMU/TASI ECPF: abilitata la generazione del file telematico. Per poter procedere alla generazione del file è necessario aver indicato nella dichiarazione IMU il Codice intermediario e la Data impegno a trasmettere.
    Attenzione: la versione del controllo telematico attualmente distribuita (Versione 1.0.3 del 15/05/2017) presenta ancora degli errori sui Contitolari e pertanto non sarà possibile inviare dichiarazioni con tale sezione compilata.

Consolidato / 2017

  • Agenzia delle Entrate: a seguito del provvedimento n° 90915/2017 dell’11/05/2017 sono state effettuate le seguenti modifiche:
    • aggiunta la casella Art. 13-bis nel quadro Dati cliente;
    • aggiornata la stampa ministeriale/telematico del frontespizio, per le modifiche di cui sopra.
  • Liquidazione imposte: il controllo sulla quadratura dell’eccedenza di ROL con l’eccedenza di interessi passivi non veniva eseguito in maniera corretta. Tale problema si rifletteva anche sulla stampa del modello e il campo NF25 – col.2 non veniva stampato.

Redditi SP / 2017

  • Liquidazione: attivata la gestione del quadro comprensivo di stampa di verifica del prospetto soci. Attivati inoltre i quadri DI e RX. Con la prossima versione sarà disponibile anche la stampa ministeriale del Prospetto Soci.

18 maggio 2017 - versione 05.04


Redditi SP / 2017

  • Importazione dati da GEC nel quadro RG: risolta l’anomalia che riportava erroneamente l’importo del campo RG22.37 (Altri comp.negativi) anche nel campo RG23.1 (altri redditi detassati). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati. Sarà necessario ripassare il quadro e cancellare manualmente l’importo (oppure reimportare i dati dalla contabilità). Si conferma che la stampa di verifica IRE del GEC invece risultava corretta.
  • Quadro RS – Varie (ACE): corretto il calcolo dell’ACE che in alcuni casi risultava errato; il programma produrrà un report con i clienti interessati per i quali si dovrà rientrare nel quadro e salvarlo nuovamente.
  • RG e RF campo redditi per acconti: abilitata la possibilità di modificare il reddito per acconti. In tal caso, l’importo inserito manualmente dall’utente e diverso dal calcolato, apparirà in blu.
  • Importazione dati da GEC nel quadro RF: risolta l’anomalia che importava i dati dei dettagli (dal rigo RF30.1) sfasati di un rigo. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report dei clienti interessati per i quali sarà necessario eliminare il quadro e reimportare i dati.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RS – Varie (ACE): corretto il calcolo dell’ACE che in alcuni casi risultava errato; il programma produrrà un report con i clienti interessati per i quali si dovrà rientrare nel quadro e salvarlo nuovamente.
  • Quadro LM: corretta l’anomalia che non consentiva la modifica manuale del campo LM Inps.

Windired base / 2017

  • Banca dati 2017: corretto l’errore che impediva la modifica dei dati IMU/TASI presenti in banca dati.

IMU-TASI / 2017

  • IMIS: il programma non effettuava il riporto delle aliquote IMIS dalla gestione dell’anno precedente proponendo, per il 2017, quelle presenti in banca dati. Per ottenere il riporto automatico delle aliquote utilizzate nel 2016 eliminare e ricreare la procedura IMU/2017.
    Si ricorda che è possibile ottenere l’elenco degli enti per i quali è stata calcolata l’IMIS utilizzando la stampa Stampe -> Di verifica -> IUC -> Elenco enti per comune selezionando come comune “Provincia di Trento”.

Studi di settore / 2017

  • Effettuate e già distribuite nella versione precedente, le modifiche grafiche previste con l’aggiornamento di Gerico 1.0.1.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 50/E.
  • Quadri creati non visibili: corretto l’errore introdotto con la versione 05.03 che, in alcuni casi, indicava come non creati anche i quadri dei Versamenti contenenti dati. L’errore riguardava solo la visualizzazione nella scheda del cliente e non i dati memorizzati.

730 / 2017

  • Stampa ministeriale:
    • corretta la stampa del Quadro B sezione II e del Quadro E rigo E53 relativamente alla colonna “Serie” che non veniva riportata se uguale a 3;
    • corretta la stampa del Quadro E che non riportava per il modello del coniuge il dato nel rigo E41 colonna 1 “Anno”;
    • corretta la stampa del Quadro F che non barrava la casella F6 colonna 1 “Barrare la casella per non effettuare i versamenti di acconto IRPEF.

770 / 2017

  • Corretto l’anomalia che, in alcuni casi, non consentiva l’aggiornamento degli archivi.

16 maggio 2017 - versione 05.03


Quadri Condivisi / 2017

  • Quadro RX-importo minimo di versamento: a seguito di un chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate, è stato tolto l’automatismo che non portava nel quadro RX gli importi a debito inferiori ai 12 euro. Tali importi verranno esposti nel quadro RX colonna a debito e non verranno portati nei versamenti.

Fabbricati / 2017

  • Estimi: aggiunta la tariffa A10 per il comune Badia Pavese (PV), così come presente nel Docfa.

Studi di settore / 2017

  • Aggiornato Gerico alla versione 1.0.1 del 11/05/2017: 
    Le novità riguardano la componente grafica del programma, che aggiorneremo con la prossima versione. L’Agenzia specifica che: “Le modifiche apportate a GERICO non comportano effetti sui risultati di congruità, di coerenza e di normalità elaborati con la precedente versione 1.0.0
  • Studio WG81U: aggiunto quadro Z.

730 / 2017

  • Stampa ministeriale: corretta la stampa ministeriale del Quadro E che non riportava nel rigo E26 gli oneri di codice 12, 13 e 21. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti ‘stampabili’ interessati.
  • Quadro E: l’importazione automatica dei dati dall’anno precedente potrebbe aver riportato anche le spese per il recupero del patrimonio edilizio relativa all’anno 2011 con rateizzazione in 5 rate conclusasi lo scorso anno. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre eliminare tali spese ed eventualmente riliquidare la dichiarazione.

770 / 2017

  • Attivata la gestione del nuovo 770 unico.
    • Qualunque sia la procedura già aperta nel 2017 (770 Ordinario o 770 Semplificato) il programma provvederà a trasformarla nel nuovo 770 aggiornando i quadri che erano già stati rilasciati (SF, SK e ST) con le novità del modello ministeriale.
    • Nel caso nell’anno 2017 fossero già presenti entrambe le procedure, il programma procederà a fonderle nel nuovo 770 riportando, per quanto riguarda i “dati cliente”, i dati presenti nel 770 Ordinario. 
      All’apertura dell’archivio verrà generato un report contenente i clienti aventi 770 convertiti nel nuovo modello.
    • Nel caso in cui invece nessuna delle due procedure sia stata utilizzata nel 2017, sarà necessario procedere al classico riporto per procedura dal menù “Gestione”.
    • Si precisa che per il nuovo campo relativo alla “Tipologia Sostituto” (TS) non avverrà alcun inserimento/riporto automatico: si richiede la compilazione manuale dell’utente.
    • Il quadro ST è stato migliorato permettendo di visualizzare dal filtro di ricerca presente in ogni rigo tutti gli F24 presenti dal 18/2/2016 sino al 2017; è ora sufficiente cliccare sul pulsante di ricerca lasciando vuoti i campi data versamento e codice tributo.
    • Con la prossima versione verranno abilitati i restanti quadri (tutti quelli rimanenti del vecchio 770 Ordinario), l’SX e la liquidazione.

Redditi PF / 2017

  • Quadro RP: l’importazione automatica dei dati dall’anno precedente potrebbe aver riportato anche le spese per il recupero del patrimonio edilizio relativa all’anno 2011 con rateizzazione in 5 rate conclusasi lo scorso anno. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre eliminare tali spese.

Versamenti / 2017

  • Creazione nuovi modelli: corretto l’errore che, a seguito della liquidazione IMU 2017, impediva la creazione di nuovi modelli nei Versamenti.

11 maggio 2017 - versione 05.02


Redditi PF / 2017

  • Quadro RP – Riepilogo: corretto il calcolo delle detrazioni per le spese per canoni di leasing nel caso in cui venisse inserita più di una spesa. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre salvare nuovamente il quadro.

730 / 2017

  • Stampa ministeriale: corretta la stampa dei quadri A, B e C sezione II che per qualsiasi rigo compilato barrava sempre tutte le caselle.
  • Importazione: abilitata la visualizzazione e l’importazione del 730 precompilato.
  • Liquidazione: corretta l’esposizione della sezione “Acconti 2017 compensati interamente nel mod. 730/2017”. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre controllare e salvare nuovamente la liquidazione.
  • Quadro C: corretta la stampa ministeriale nei casi di presenza di due o più redditi. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti stampabili interessati.
  • Quadro E – Riepilogo: corretto il calcolo delle detrazioni per le spese per canoni di leasing nel caso in cui venisse inserita più di una spesa. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre salvare nuovamente il quadro e salvare nuovamente la liquidazione.

IMU-TASI / 2017

  • Abilitata la gestione IMU-TASI-IMIS per l’anno 2017.

Redditi SC / 2017

  • Quadro DI: in presenza, nel quadro DI, di un credito con codice tributo 2003 Ires saldo potrebbe essere stato erroneamente generato in liquidazione un credito RK di pari importo. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti da riliquidare.

Redditi ENC / 2017

  • Compensazioni e visto di conformità: ai sensi dell’art.3 del D.L. 50/2017 è stato modificato il controllo sul limite sopra il quale è obbligatorio apporre il visto di conformità per l’utilizzo in compensazione dei crediti, che passa da 15.000 a 5.000 euro.

Versamenti / 2017

  • Modalità di presentazione del Mod. F24: per effetto del dell’art.3, comma 3 del D.L. 50/2017 (che per i soggetti titolari di partita IVA obbliga l’utilizzo del canale Entratel nel caso in cui il modello F24 presentato contenga una compensazione tra uno o più debiti e uno o più crediti) è stato modificato il messaggio che viene stampato sulla delega relativo alla modalità di presentazione del modello.
  • Utilizzo crediti INPS con diverse codline: corretta la gestione dell’utilizzo di più crediti INPS differenziati solo da codeline diverse.

Studi di settore / 2017

  • Corretta la visualizzazione dei seguenti studi non evoluti:
    • VK29U, WD09A, WD09B, WD21U, WD38U, WM09A, WM09B, WM10U, WM21B, WM22A, WM22B, WM22C, WM25A, WM25B, WM29U, WM30U, WM35U, WD05U, WD11U, WD17U, WD22U, WD23U, WD36U, WK23U, WK24U, WM12U, WM13U, WM17U, WM23U, WM31U, WM33U, WM37U, WM39U, WM42U, WM43U, WM44U, WM46U, WM48U, YK03U, YK04U, YK05U, YK18U, YK21U, WK23U, YK21U.
      Per tali studi in alcuni casi potevano mancare delle sezioni.
      All’apertura dell’archivio, verrà visualizzato un report con la lista dei clienti interessati da tale anomalia.
  • Abilitata la compilazione, il riporto dall’anno precedente e l’importazione dalle contabilità GEC/CPR per gli studi evoluti.

05 maggio 2017 - versione 05.01


Redditi SC / 2017

  • Quadro fabbricati: risolta l’anomalia che in caso di enti locati con utilizzo 8 e con “continuazione” su più righi, non eseguiva l’abbattimento del 30% sull’imponibile. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati per i quali sarà necessario reimportare il quadro fabbricati.
  • Ricalcolo acconto IRES storico: a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.L. 50 del 24 aprile 2017 si è provveduto a modificare la base imponibile dell’acconto IRES 2017 con il ricalcolo dell’ACE tenendo conto degli incrementi del patrimonio degli ultimi 5 esercizi (quinquennio 2012-2016)
  • Quadro RF: il report Quadro RF: riporto prospetto ROL generato con l’aggiornamento 04.01 del 04/04/2017, relativo ad un errore nel riporto dei dati dall’anno precedente, riportava l’intestazione di colonna errata per l’ultima colonna degli importi. La descrizione corretta è RF118.2 Int. pass. e non RS118.3 Int. pass..

730 / 2017

  • Liquidazione: corretto l’errore che veniva segnalato durante il calcolo di una dichiarazione dove il quadro C è assente.
  • Liquidazione:corretta la memorizzazione dei ‘Casi particolari addizionale comunale’ e dei ‘Minori acconti’ inseriti durante il calcolo della liquidazione. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre riliquidare controllando l’esattezza dei campi inseriti.
  • Stampa ministeriale: abilitata la stampa del modello ministeriale.

Quadri Condivisi / 2017

  • Dichiarazioni precedenti al 2016: corretto l’errore, introdotto con la versione 04.03, che non consentiva la creazione e la stampa delle dichiarazioni precedenti al 2016.
  • Compensazioni e visto di conformità: ai sensi dell’art.3 del D.L. 50/2017 è stato modificato il controllo sul limite sopra il quale è obbligatorio apporre il visto di conformità per l’utilizzo in compensazione dei crediti, che passa da 15.000 a 5.000 euro.
    Attenzione: per il 2017 il controllo sul credito IVA mantiene prudenzialmente i vecchi limiti di compensazione; se la dichiarazione IVA è già stata inviata, diminuire manualmente l’importo del campo “da non utilizzare” per permettere l’utilizzo del credito fino al limite di 15.000 euro.

IRAP / 2017

  • Crediti e acconti anno precedente: corretto il riporto dei righi IS90 colonne 1 e 2 relativi alla Eccedenza credito d’imposta, sezione XVII del quadro IS. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti che avevano tale credito nel 2016 e per i quali va reimportato il quadro Crediti e acconti del 2017 ovvero aggiornato utilizzando il tasto Importa da versamenti presente sul quadro.

Consolidato / 2017

  • Abilitata la gestione del modello CNM per l’anno 2017 completa delle stampe ministeriali.

Studi di settore / 2017

  • Abilitata la compilazione, il riporto dall’anno precedente e l’importazione dalle contabilità GEC/CPR per gli studi NON evoluti.
  • Abilitato il calcolo di tutti gli Studi di Settore con Gerico 1.0.0.

Redditi PF / 2017

  • Aggiunta la gestione della procedura Redditi PF per l’anno 2017, eccetto la liquidazione e l’importazione dei dati delle partecipazioni da Redditi SP.

Redditi SP / 2017

  • Abilitata la procedura Redditi SP 2017 con tutti i quadri tranne liquidazione, quadro RX e Prospetto soci.

27 aprile 2017 - versione 04.03


Redditi SC / 2017

  • Quadro RS: nel quadro RS Varie, sezione Rideterminazione dell’acconto, rigo RS79, è stato inserito un tasto per il riporto automatico dell’acconto 2016 rideterminato nell’Unico 2016 secondo il metodo storico.
  • Quadro RV – Operazioni straordinarie: il campo Codice attività relativo alla società beneficiaria della scissione, incorporante o risultante dalla fusione, non è più obbligatorio in quanto va compilato solo se tale società è diversa dal dichiarante.
  • Quadro RF Stabili organizzazioni all’estero: il quadro è stato rinominato in Quadro Redditi – Stabili organizzazioni all’estero (RF)
  • Stampa: abilitata la stampa ministeriale dei quadri RA, RB, RL, RT e RH riservati ai soggetti non residenti.
  • Liquidazione: corretta la Compensazione manuale delle perdite in quanto, in presenza di perdite di anni precedenti, non veniva ricalcolato il rigo Totale perdite scomputabili.
  • Riporto eccedenza ACE: per alcuni clienti il riporto dell’eccedenza ACE dall’anno precedente potrebbe non essere stato effettuato correttamente. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco degli clienti interessati con l’indicazione dell’importo corretto dell’eccedenza. Modificare manualmente il quadro RS Altre sezioni o reimporatlo dall’anno precedente utilizzando il riporto per singolo quadro.

730 / 2017

  • Quadro E – simulazione: aggiunta la funzione di simulazione che permette di eseguire il calcolo con le componenti reddituali così come avviene in sede di liquidazione.
  • Quadro E: corretta la memorizzazione del campo ‘Codice identificativo contratto’ relativo alla ‘Sezione III B Dati catastali’. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali occorre controllare l’esattezza del campo ed eventualmente rimemorizzare il quadro.
  • Liquidazione: corretto l’errore che veniva segnalato durante il calcolo di una dichiarazione congiunta dove il coniuge ha dichiarato nel quadro G sezione VII Erogazioni cultura

Windired base / 2017

  • Fornitori file telematico: selezionando nel filtro un anno inferiore al 2016 e accedendo alla gestione dei Fornitori file telematico, il programma aggiungeva automaticamente l’intermediario TUTF anche se, per quell’anno, l’opzione CAF Tutela Fiscale non era stata attivata.

IVA / 2017

  • Dichiarazione di intento: attivato l’utilizzo del tasto del tasto INS all’interno della griglia per l’inserimento di una nuova dichiarazione.

Sincronizzazione Catasto / 2017

  • Sincronizzazione Fabbricati: corretta la procedura di lettura dei dati per i fabbricati a destinazione speciale (es. D10) che riportava la rendita a 0 nella tabella comparativa.
  • Errore di login: corretta la procedura di login che in alcuni casi particolari poteva bloccarsi impedendo il corretto completamento delle operazioni.

Quadri Condivisi / 2017

  • Lettera richiesta dati Redditi PF e 730: abilitata la possibilità di generare le lettere in formato PDF, un file per lettera. I file verranno creati in una sottocartella “2017\Lettere” all’intero del percorso indicato nelle opzioni di Windired per la creazione dei file PDF.

Versamenti / 2017

  • Minimali INPS: abilitata la generazione delle deleghe di versamento relative ai minimali INPS per il 2017.
  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 45/E, 47/E e 48/E.

AutoEntratel / 2017

  • Controllo telematico: migliorata la funzione di interpretazione degli esiti di controllo.

11 aprile 2017 - versione 04.02


Certificazione Unica / 2017

  • Importazione da Midaplus in caso di causale “V” e “V2” le ritenute delle somme erogate verranno importate nelle “ritenute a titolo d’imposta” e non nelle “ritenute a titolo d’acconto” come invece avviene per tutte le altre causali.
  • Certificazione di sostituzione o annullamento (autonomi): Corretto l’errore per il quale in caso di sostituzione contemporanea di più certificazioni (causali diverse) per uno stesso percipiente il programma riportava nel telematico il protocollo della prima certificazione anche nelle successive causando lo scarto delle stesse.

Redditi SC / 2017

  • Liquidazione: modificati i controlli finali in quanto l’avviso sull’utilizzo delle perdite in presenza di maxi ammortamento appariva anche in assenza di perdite.
  • Trasferimento dati: corretto il trasferimento della Liquidazione (appunti, trasferimento clienti e creazione archivio compresso) in quanto, in alcuni casi, non veniva effettuato correttamente impedendo i salvataggi successivi della liquidazione.
  • Quadro RU: corretta la gestione del quadro in quanto, nella sezione I, per il codice credito A9 Investimenti in beni strumentali i righi RU6 e RU8 erano disabilitati.
  • Quadro trasparenza: abilitata la possibilità di indicare il quadro di riferimento al fine di poter gestire i dati relativi al quadro RH, riservato ai soggetti non residenti.

Versamenti / 2017

  • Rateazione imposte: corretto il calcolo delle rate dell’imposte dovute scaturenti dalle liquidazioni delle procedure Redditi SC e Redditi ENC nei caso di versamento effettuato a partire dal 30/08 (bilancio o il rendiconto non approvato entro il termine massimo previsto dalla legge – 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio – e versamenti da effettuare entro l’ultimo giorno del mese successivo e prorogati di ulteriori 30 giorni con maggiorazione dello 0,4% evidenziato come tipo “4” nella liquidazione). Nel remoto caso si fossero già liquidati dei clienti con questa tipologia di versamento è necessario procedere ad una nuova liquidazione.
  • Ravvedimento operoso di modelli F24 a saldo zero: adeguato il calcolo della sanzione dovuta su modelli F24 a saldo zero non presentati in base alla risoluzione n. 36/E del 20/02/2017.
  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 37/E.

Redditi ENC / 2017

  • Liquidazione imposte: corretto calcolo del residuo di deduzione/detrazione start-up da riportare al prossimo esercizio.
  • Stampe ministeriali: attivata la funzione di stampa del modello ministeriale.

Windired base / 2017

  • Sincronizzazione catasto corretto l’errore che riportava dimezzata la quota di possesso del cointestatario in presenza di comunione dei beni.

730 / 2017

  • Quadro C: corretto il salvataggio del rigo “Bonus Irpef” che in alcuni casi non veniva correttamente memorizzato. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per i quali risulta compilato il “Codice Bonus” e l’importo del “Bonus Erogato” è pari a zero.
  • Quadro E: modificato il calcolo del limite detraibile che risultava non corretto nel caso ci fossero contemporaneamente oneri con codice 8.36, 8.38, e 8.39 con importo totale superiore a Euro 1.291,14, oppure oneri con codice 8.36 e 8.38 con importo totale superiore a Euro 750. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti per cui sarà necessario risalvare il Quadro E ed eventualmente rieseguire la Liquidazione.

04 aprile 2017 - versione 04.01


IVA / 2017

  • Aggiunta la gestione per l’anno 2017 del Modello IVA TR e relativa la stampa ministeriale e generazione file telematico.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RF: corretto il riporto del prospetto ROL dall’anno precedente in quanto non venivano riportate correttamente le eccedenze. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti che rientrano nel caso con l’indicazione dell’importo corretto del riporto. Per tali clienti si consiglia di rieffettuare il riporto del quadro RF utilizzando il riporto per singolo quadro oppure cancellando e ricreando il quadro.

730 / 2017

  • Abilitata la creazione del modello 730/2017 con l’importazione dei dati dal modello UNICO PF/2016.
  • Stampa lettere richiesta dati: aggiunto l’elenco dei familiari a carico.

Variazioni IVA / 2017

  • Stampa ministeriale: corretta l’anomalia che non barrava la “Casella PL”.

30 marzo 2017 - versione 03.08


Certificazione Unica / 2017

  • Quadro Autonomi: inserito controllo di compilazione sul campo 29 che è obbligatorio in presenza dei campi dal 30 al 39.

AutoEntratel / 2017

  • Programma: miglioramenti del motore del programma.

Redditi ENC / 2017

  • Abilitata la gestione del modello per l’anno 2017.

730 / 2017

  • Abilitata la gestione del modello per l’anno 2017.

Redditi SC / 2017

  • Abilitata la gestione del modello per l’anno 2017.
  • Abilitata la stampa ministeriale per l’anno 2017 ad esclusione dei quadri RA, RB, RL, RT e RH riservati si soggetti non residenti.

IRAP / 2017

  • Abilitata la gestione e la stampa ministeriale del modello IRAP/2017.

22 marzo 2017 - versione 03.07


Studi di settore / 2017

  • STUDI 2015 Gerico 1.0.7:
    La versione 1.0.7 del 15 marzo 2017 prevede le seguenti modifiche rispetto alla versione precedente: 
    per gli studi di settore applicabili alle attività di lavoro autonomo con modello di stima “a costi” (ad esclusione dello studio VK28U è stato inserito un controllo, all’interno del calcolo del correttivo di quinto livello (correttivo congiunturale individuale), per il numero di soci o associati dichiarati dal contribuente nel Quadro T. In particolare è previsto che il numero dei soci o associati non possa essere inferiore a 1, coerentemente con il controllo previsto in fase di compilazione del campo omologo del Quadro A degli stessi studi, presente nelle versioni di GERICO applicabili alle annualità di imposta 2012, 2013 e 2014;
    per tutti gli studi che prevedono “Incoerenza B – Valore negativo del costo del venduto, comprensivo del costo per la produzione di servizi” è stata rimossa un’anomalia nella valutazione della coerenza;
    per lo studio WG34U è stato sostituito il controllo bloccante “Se i Giorni di apertura nel periodo d’imposta sono compilati allora deve essere compilata almeno una tra le Tariffe dei principali servizi: Taglio capelli – Uomo, Shampoo – Uomo, Taglio capelli – Donna, Messa in piega – Donna, Taglio capelli – Bambino, Shampoo – Bambino” con il seguente: “Almeno una tra le Tariffe dei principali servizi: Taglio capelli – Uomo, Shampoo – Uomo, Taglio capelli – Donna, Messa in piega – Donna, Taglio capelli – Bambino, Shampoo – Bambino deve essere compilata in almeno una unità locale destinata all’esercizio dell’attività (Quadro B)” per permettere il calcolo, in presenza di più unità locali, nel caso in cui, in una delle unità locali, non sia esercitata l’attività mappata dal controllo.
    per lo studio WG55U è stato adeguato il controllo bloccante tra i campi D06401, relativo all’ammontare dell’ IVA da pro-rata indetraibile parzialmente, e il campo (F02201-F02202-F02203-F02204), relativo agli oneri diversi di gestione. Nelle versioni precedenti del software tale controllo puntava erroneamente al campo F00202, relativo agli altri proventi considerati ricavi di cui alla lettera f) dell’art. 85, comma 1, del TUIR, invece che al campo F02202, relativo alle spese per abbonamenti a riviste e giornali, acquisto di libri, spese per cancelleria;
  • STUDI 2016 Gerico 1.0.8:
    La versione 1.0.8 del 15/03/2017 prevede le seguenti modifiche rispetto alla versione precedente:
    per tutti gli studi che prevedono “Incoerenza B – Valore negativo del costo del venduto, comprensivo del costo per la produzione di servizi” è stata rimossa un’anomalia nella valutazione della coerenza economica.

Windired base / 2017

  • Gestione avanzata terreni e fabbricati: corretta la gestione automatica delle successioni in quanto, in presenza di un singolo erede, non aggiornava la quota di possesso negli enti già presenti nell’anagrafica dell’erede.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 30/E e 31/E.

IVA / 2017

  • Ravvedimento omessi versamenti: corretto il calcolo degli importi dovuti per omessi versamenti periodici derivanti dal quadro VH e dalla gestione versamenti se il ravvedimento veniva effettuato oltre la scadenza di presentazione della dichiarazione IVA (28/02/2017). In tal caso il calcolo della sanzione veniva effettuato sempre in base al numero di giorni trascorsi dall’omesso versamento e non applicando la riduzione della sanzione ad un 1/7 (4,29%).

AutoEntratel / 2017

  • Stampa ricevute: abilitata la stampa delle ricevute IVA 2017.
    Si sottolinea che la stampa prodotta è valida anche se differisce nella forma da quella prodotta da Desktop Telmatico, in quanto non ci sono specifiche ministeriali in merito alla forma grafica della stampa della ricevuta.

770 Ordinario / 2017

  • Importazione da telematico: corretta l’anomalia che, nel caso in cui fosse stata barrata l’opzione “Sovrascrive dati esistenti” all’interno della maschera dei “Dati anagrafici”, accodava i dati anziché sovrascriverli.

Unico PF / 2017

  • Unico PF 2016: corretta l’anomalia che non permetteva di riportare una dichiarazione dall’anno precedente nel caso in cui ve ne fosse già presente una.

16 marzo 2017 - versione 03.06


AutoEntratel / 2017

  • Telematici
    • Autentica: corretto l’errore che poteva causare la permanenza di un file nella lista dei file da autenticare. L’errore era legato alla presenza di alcuni caratteri speciali nel nome del file. 
      La presenza del segno ‘-’ nel nome del file potrebbe ancora causare degli errori

Windired base / 2017

  • Importazione file telematico: aggiunta la voce “Esito controllo” all’interno del riquadro Risultati importazione presente nella maschera Acquisizione file telematico tramite la quale è possibile visualizzare l’esito del controllo effettuato.

Certificazione Unica / 2017

  • Immagine firma sostituto: aggiunta la possibilità di inserire l’immagine della firma nella stampa ministeriale della dichiarazione.
  • Importazione telematico: aggiunta l’opzione “Sovrascrive dati esistenti”.

09 marzo 2017 - versione 03.05


IVA / 2017

  • Dichiarazione d’intento – Stampa di verifica: corretta la stampa che in alcuni casi non esponeva correttamente il tipo plafond utilizzato.
  • Dichiarazione IVA integrativa: abilitato il salvataggio di eventuali crediti o deleghe F24 nella procedura Versamenti per le dichiarazioni IVA integrative: il programma controllerà che non siano presenti già delle deleghe create manualmente dall’utente relative al saldo IVA, nel qual caso non eseguirà alcun salvataggio. Come per le dichiarazioni dei Redditi, il programma andrà a sovrascrivere eventuali deleghe non ancora inviate o stampate, e crediti non ancora utilizzati, già generati dalla dichiarazione IVA “normale”.

07 marzo 2017 - versione 03.04


Certificazione Unica / 2017

  • Generazione file telematico: corretta la formattazione del campo 12 della Sez.II del INPS che veniva erroneamente riportato con 2 decimali andando a causare un errore bloccante.
  • Stampe Ministeriali:
    • corretto il campo 13 della Sez.II del INPS che veniva impostato sempre a 0 anche se non selezionato;
    • corretta la stampa Sintetica delle CU Sostitutive che stampavano erroneamente il modello Ordinario.

06 marzo 2017 - versione 03.03

Windired base / 2017

  • Corretto l’errore di aggiornamento degli archivi introdotto con la versione 03.02.

06 marzo 2017 - versione 03.02


Certificazione Unica / 2017

  • Quadro autonomi modificato l’ordinamento di esposizione delle somme erogate, ora vengono ordinate per causale e per periodo (crescente).
  • Importazione telematica da quadro Anagrafica: al fine di evitare errore imprevisti durante l’importazione dei telematici ora viene eseguito un controllo preventivo del file per garantire la correttezza formale dello stesso.
  • Generazione Telematico: corretto l’errore che generava uno scarto bloccante nel caso fosse stato popolato il campo 128 “Richiesta di minor acconto” del quadro Dipendenti.
  • Stampa modello ordinario: corretta la stampa del campo “Eventi eccezionali” che riportava uno 0 quando non era stato selezionato.
  • Importazione da File Telematico: corretto l’errore imprevisto che in taluni casi impediva l’importazione dei dati dipendenti nel caso in cui fossero presenti i dati relativi all’UniEmens.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 10/E e 11/E.

IVA / 2017

  • Filtro stampe ministeriali e generazione file telematico: corretta la visualizzazione dell’elenco dei clienti se applicato il filtro per tipo dichiarazione “Dichiarazione IVA Integrativa art.2, co.8-ter, DPR322/8” in quanto appariva privo di nominativi, e le dichiarazioni di questo tipo invece venivano visualizzate insieme alle “Normali”.

770 Semplificato / 2017

  • Corretta l’anomalia che non permetteva l’eliminazione della dichiarazione.

01 marzo 2017 - versione 03.01

Certificazione Unica / 2017

  • Importazione da file di testo: abilitata all’interno dei dati anagrafici della CU 2017 la funzione per poter importare le somme erogate degli Autonomi da un file di testo. Si ricorda che il tasto per eseguire l’importazione è visibile solo in caso di prima creazione del quadro.
  • Stampa ministeriale: Risolta l’anomalia che non permetteva la corretta visualizzazione dei dati all’interno del campo “Data di nascita” relativa al contribuente presente nella pagina dedicata alla scelta della destinazione dell’8 per mille.

IVA / 2017

  • Dichiarazione d’intento – acquisizione da file telematico: corretta la funzione di acquisizione che non permetteva di acquisire forniture del 2017; il messaggio di errore riportava “l’anno del file telematico non è corretto”.
  • Visto di conformità credito IVA: corretto il calcolo nel “Controllo Credito” dell’IVA esigibile e IVA detraibile che non teneva conto dell’eventuale IVA al 4% inserita nel “Controllo dati mensili”.
  • Dichiarazione d’intento: abilitata la gestione del nuovo modello in vigore dal 01/03/2017.
    • Per differenziare le registrazioni già effettuate è stata inserita una casella barrata “Modello ante 01/03/2017” la quale indica che la dichiarazione è relativa al vecchio modello. Il programma in fase di apertura dell’archivio aggiornerà tutte le registrazioni in essere come collegate al modello ante 01/03/2017. Attenzione: non è possibile creare nuove dichiarazioni con il vecchio modello e se si scegliesse di togliere l’opzione non sarà possibile riattivarla in seguito.
    • Generazione telematico: al momento non sono stati rilasciati aggiornamenti al controllo telematico, richiesti perché il contenuto del vecchio campo data deve essere sostituito da degli spazi. Per permettere fin da subito l’invio del nuovo modello è stata aggiunta l’opzione Forza formattazione campi come modello ante 01/03/2017 la quale andrà selezionata qualora il controllo rilevi un errore del tipo “periodo da – Presenza di carattere SPAZIO non ammesso”.
    • Generazione telematici: il programma interromperà la generazione qualora si cercasse di generare un file telematico contenente versioni differenti del modello.

Versamenti / 2017

  • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alla risoluzione 17/E.

AutoEntratel / 2017

  • Avvio applicazione: è ora possibile salvare sul proprio PC (e non più nella cartella di update sul serve) alcuni file necessari all’applicazione attivando l’opzione “Usa forniture telematiche in locale” in Strumenti -> Impostazioni -> Avanzate; tale opzione può risultare utile per velocizzare l’avvio del programma nel caso in cui si disponga di un collegamento di rete lento alla cartella di update.

21 febbraio 2017 - versione 02.04

IVA / 2017

  • Quadro liquidazione: corretto il salvataggio nei versamenti dell’eventuale eccedenza di credito non trasferibile (VL10) per società appartenenti ad un Gruppo IVA.

AutoEntratel / 2017

  • Ricevute corretto un errore che, in casi eccezionali, poteva portare ad un errore di “non riconoscimento” corretto dei codici fornitura.

Certificazione Unica / 2017

  • Stampa: aggiunta la data di approvazione del modello e la denominazione del cliente sulla spalla del modello.

Windired base / 2017

  • Controlli telematici: corretta la gestione del controllo AMC00 che non dava alcun esito al termine della procedura di controllo.

14 febbraio 2017 - versione 02.03


Certificazione Unica / 2017

  • Corretta l’anomalia che, se selezionata la casella, non permetteva di sovrascrivere i dati già salvati durante l’importazione da file telematico.
  • Abilitata la stampa della firma dell’immagine relativa all’intermediario selezionato.
  • Stampa di verifica: è stata inserita la colonna “Codice” nella stampa di verifica degli autonomi (non accorpata per causale)
  • Quadro Dipendenti: è stata aggiornata la stampa dettagli del quadro Dipendenti
  • Stampa modello sintetico: aggiunta la lettera di accompagnamento per le stampe del modello sintetico

Versamenti / 2017

  • Esportazione modelli F24 in file di testo: corretta la descrizione del tipo di modello F24 nel file di testo prodotto dalla funzione.
  • Importazione F24 da file di testo: Corretto l’errore in fase in importazione di modelli F24 da file di testo nel caso in cui ci fossero delle deleghe a cui accodare i modelli presenti nei file.

770 Ordinario / 2017

  • Certificazioni SF e SK: abilitata la stampa ministeriale delle certificazioni per
    • utili e altri proventi (CUPE da quadro SK),
    • redditi di capitale e da avviamento commerciale (da quadro SF).

    Qualora fossero già stati compilati i rispettivi quadri all’interno del 770 Ordinario sarà sufficiente selezionare la stampa dal menù Stampe/Telematici – Ministeriali – 770Ordinario – Certificazioni (SF o SK).

  • Nuova gestione 770/2017: si precisa che la gestione del nuovo 770 prevista dalle istruzioni ministeriali uscite il 17 gennaio 2017 verrà rilasciata al più presto. In ogni caso, i quadri già compilati dagli utenti nei due programmi 770 Ordinario e 770 Semplificato (per ora separati) verranno salvati e riportati nella nuova gestione.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU-TASI/Enc: adeguato il programma alle nuove specifiche telematiche.

IVA / 2017

  • Quadro Liquidazione: modificata la gestione della richiesta di rimborso per società appartenenti ad un Gruppo IVA con eccedenza di credito non trasferibile (VL10). Ora il programma permette di chiedere il rimborso anche nel caso in cui non si soddisfino i requisiti della minor eccedenza detraibile nel triennio.

AutoEntratel / 2017

  • Ricevute IVA17: corretto l’errore per il quale le ricevute IVA17 non venivano stampate.

06 febbraio 2017 - versione 02.02


AutoEntratel / 2017

  • Ricevute: risolto il problema di login al servizio di download delle ricevute.

Certificazione Unica / 2017

  • Aggregatore Stampe: aggiunta nella maschera di stampa una opzione che permette di salvare i PDF delle singole CU in cartelle aventi per nome la denominazione del percipiente, tutte contenute nella sottocartella “000PerPercipiente”.
  • Stampe di verifica: corretto l’errore che impediva la generazione della stampa di verifica degli Autonomi nel caso di non accorpamento per causale.

Windired base / 2017

  • Controlli telematici: corretto un errore di grafica che poteva verificarsi all’apertura dell’interfaccia di gestione su alcuni sistemi operativi più vecchi (Windows XP o Windows server 2003)

IVA / 2017

  • Dichiarazione Annuale IVA – generazione file telematico: corretto il calcolo “numero moduli” presente nel frontespizio, il quale risultava errato qualora fossero presenti più moduli VI per dichiarazione. Tale anomalia comportava uno scarto bloccante (***) in fase di controllo.

03 febbraio 2017 - versione 02.01


IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU TASI ENC : abilitata la compilazione, la stampa ministeriale e la generazione del file telematico della Dichiarazione IMU TASI per gli Enti Non Commerciali.

Windired base / 2017

  • Controlli telematici: corretto l’errore che in casi particolari poteva generare un errore di sistema al momento del controllo.

Certificazione Unica / 2017

  • Attivata la gestione completa della Certificazione Unica 2017:
    • Completata la gestione della comunicazione con l’aggiunta dei quadri:
      • Dipendenti,
      • Liquidazione,
      • Creazione di CU sostitutive e annullamento.
    • Aggiornati i quadri Dati anagrafici e Autonomi con le modifiche previste dal Modello ministeriale uscito il 17 gennaio 2017 (causale Z modificata in ZO, nuovo codice 5 e passaggio dal codice 3 al 6 nel campo codice esenzione). I dati degli Autonomi già inseriti nella CU/2017, aperta ad aprile 2016, verranno mantenuti e, se nei dati presenti risultassero anche i campi modificati dalle recenti istruzioni (causali e codici campo 6) automaticamente trasformati dall’aggiornamento.
    • Attivate le stampe ministeriali (ordinaria e sintetica) e la creazione del telematico. Per quest’ultimo precisiamo che l’Agenzia (ad oggi) non ha ancora rilasciato i controlli.
    • Funzioni Abilitate verso la CU/2017:
      • Importazione dei dipendenti dalla gestione Co.Co.Pro 2016;
      • Importazione da file telematico esterno;
      • Riporto degli autonomi dalla contabilità GEC e CPR.

Versamenti / 2017

  • Abilitata la possibilità di ridimensionare la maschera di gestione dei modelli F24.

AutoEntratel (Versione 02.02)
  • Ricevute: risolto il problema di login al servizio di download delle ricevute.

31 gennaio 2017 - versione 01.03

IVA / 2017

  • Riporto dati da dichiarazione dell’anno precedente: nel quadro “Dati cliente” non vengono più riportati i dati relativi al visto di conformità ed alla sottoscrizione dell’organo di controllo.
  • Dichiarazione Annuale IVA: abilitata la stampa Ministeriale e la generazione del file telematico. Al momento l’Agenzia delle Entrate non ha ancora rilasciato il modulo di controllo dell’IVA 2017, pertanto non è stato possibile controllare i file telematici con i controlli ministeriali.
  • Modello Art 74 bis: abilitata la gestione per l’anno 2017 con la relativa stampa del modello e generazione del file telematico.
  • Riporto dati da dichiarazione dell’anno precedente: corretta l’anomalia che non permetteva di copiare i dati da una dichiarazione integrativa a favore del 2016.
  • Abilitata la gestione del Visto di conformità credito IVA.

Versamenti / 2017

  • Gestione versamenti: nel caso in cui si cancelli l’intera cartella dei versamenti con solo crediti presenti nella gestione dell’F24, quest’ultimi non venivano effettivamente cancellati, ma restavano presenti all’interno del database senza essere più visibili.

AutoEntratel / 2017

  • Autentica corretto l’errore di riconoscimento dei telematici XML a seguito della nuova procedura di controllo.

Altro / 2017

  • Corretta l’anomalia che non permetteva l’eliminazione del Modello EAS.

Variazioni IVA / 2017

  • Corretta l’anomalia che non permetteva l’eliminazione del modello.

Beni ai Soci / 2017

  • Corretta l’anomalia che non permetteva l’eliminazione del modello.

Co.Co.Pro / 2017

  • Abilitata la gestione e le stampe dei cedolini per l’anno 2017.

26 gennaio 2017 - versione 01.02

Versamenti / 2017

  • Autoliquidazione Inail: abilitata la generazione automatica delle deleghe di versamento dell’autoliquidazione INAIL per il 2017 rateali o in unica soluzione, accessibile dal menù “Gestione -> Versamenti -> Crea modelli F24 autoliquidazione INAIL”.
  • TCG libri sociali: abilitata la funzione per la generazione automatica delle deleghe F24 relative alla TCG sui libri sociali per l’anno 2017, accessibile dal menù “Gestione -> Versamenti -> Crea modelli F24 TCG libri sociali”.
  • Stampa di controllo del telematico ministeriale / CBI: abilitata la funzione per la stampa di controllo del contenuto dei file telematici F24, accessibile dal menù “Gestione -> Telematici -> Stampa di controllo del telematico ministeriale / CBI”.
  • F24 ELIDE: nel caso in cui si cercasse di inserire come prima delega libera un modello F24 ELIDE non era possibile salvare i dati del coobbligato se non rientrando nel modello una seconda volta.
  • Modello F23: modificato controllo bloccante sul codice tributo 114T che in taluni casi (es. affitto d’azienda) poteva essere ancora utilizzato.

Windired base / 2017

  • Controlli telematici: con la dismissione del servizio Entratel è cambiata anche la distribuzione dei controlli telematici; il nuovo sistema ministeriale è ora funzionante (seppur con ancora qualche imperfezione), ed abbiamo quindi optato per rilasciarlo. 
    Ora i controlli verranno installati ed aggiornati automaticamente per tutte le procedure dal 2016 a seguire: effettuando il controllo telematico di una fornitura il sistema controllerà autonomamente se vi sono aggiornamenti e se i file necessari sono installati, scaricando quanto eventualmente necessario.
    I controlli possono essere gestiti manualmente dal menù “Strumenti” -> “Controlli telematici” di Windired o “Strumenti” -> “Gestione controlli” da AutoEntratel (non in ASP, ove Mida4 continuerà ad aggiornare i controlli).
    • I controlli marcati come “Gestiti” verranno installati e tenuti aggiornati in maniera automatica;
    • l’aggiornamento automatico può essere disabilitato per ogni postazione dal pannello “Impostazioni”;
    • per disinstallare un controllo è sufficiente togliere la spunta di “Gestito” e questi verrà eliminato alla chiusura della maschera.

    Attenzione: poiché ora i controlli aggiornati vengono scaricati direttamente dal server SOGEI e non sono più distribuibili dai server Mida4, non verranno pubblicate news relative alle ultime versioni dei controlli; si ricorda che è sempre possibile ottenerle dal sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp

IVA / 2017

  • Dichiarazione IVA: attivata la gestione del quadro VG.

AutoEntratel / 2017

  • Controllo telematico INTRA: corretto un errore che poteva portare all’invio di un file INTRA degli anni scorsi e conseguente scarto telematico, nel caso di uguaglianza del nome del telematico.

Variazioni IVA / 2017

  • Corretta l’anomalia che non permetteva la stampa del modello ministeriale e la generazione del file telematico delle dichiarazioni relative all’anno 2016.
  • Risolta l’anomalia che non permetteva la generazione del file telematico correttamente di una dichiarazione relativa alla comunicazione della cessazione di una partita IVA.

Certificazione Unica / 2017

  • Quadro Autonomi rimosso il campo 31 non più previsto dal modello ministeriale.

24 gennaio 2017 - versione 01.01


AutoEntratel / 2017

  • Dati cliente corretto il bug che impediva la corretta modifica del nominativo del cliente.
  • Stampe corretta la procedura di stampa per i modelli Certificazione Unica e Comunicazione Polivalente che non stampavano tutti i modelli realmente disponibili per il cliente.

Unico PF / 2017

  • Telematico: corretta l’anomalia, introdotta con l’ultima versione del programma, che in caso di invio di più dichiarazioni generava una segnalazione dovuta all’errato calcolo del numero delle dichiarazioni inviate.

IRAP / 2017

  • Stampa ministeriale 2015: corretta la stampa della Casella IC del Frontespizio in quanto, in presenza di dichiarazione Integrativa, il valore stampato poteva non essere corretto. L’errore si verificava solo in stampa, il telematico veniva comunque generato correttamente.

Certificazione Unica / 2017

  • Congruenza ritenute: corretto il calcolo dei valori provenienti dalle certificazioni degli autonomi che in alcuni casi potevano essere conteggiati due volte.
  • Aggiornati alle specifiche 2017 i seguenti quadri:
    • Dati cliente: aggiunto il campo “Eventi eccezionali”
    • Dati anagrafici: aggiunto il campo “Fusione comuni”
    • Autonomi: Variati i campi 104 e 108

Windired base / 2017

  • Aggiunti, nella banca dati 2017, i seguenti comuni di nuova istituzione:
    • Abetone Cutigliano (M376, Pistoia) derivante dalla fusione dei comuni Abetone e Cutigliano;
    • San Marcello Piteglio (M377, Pistoia) derivante dalla fusione dei comuni Piteglio e San Marcello Pistoiese;
    • Montalcino (M378, Siena) derivante dalla fusione dei comuni Forno di Montalcino e San Giovanni d’Asso;
    • Terre Roveresche (M379, Pesaro e Urbino) derivante dalla fusione dei comuni Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro.
    • Colli al Metauro (M380, Pesaro e Urbino) derivante dalla fusione dei comuni Montemaggiore al Metauro, Saltara e Serrungarina.
    • Terre del Reno (M381, Ferrara) derivante dalla fusione dei comuni Mirabello e Sant’Agostino.
    • Valfornace (M382, Macerata) derivante dalla fusione dei comuni Fiordimonte e Pievebovigliana.
    • Alta Valle Intelvi (M383, Como) derivante dalla fusione dei comuni Lanzo d’Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio Verna.

    Per tali comuni, non essendo ancora presenti in DocFa gli estimi catastali, sono stati ricopiati quelli dei comuni di origine andando a creare le nuove zone numerate progressivamente con l’ordine di cui sopra.

  • Terreni e Fabbricati: all’apertura dell’archivio il programma controllerà tutti i fabbricati e i terreni presenti creando una variazione di inizio periodo con data 01/01/2017 in tutti gli enti locati. La durata dell’aggiornamento varia in base al numero di enti locati presenti.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU: abilitata la gestione e la stampa ministeriale della dichiarazione IMU 2017.

Beni ai Soci / 2017

  • Abilitata la gestione della comunicazione con relativa stampa ministeriale e generazione del file telematico.

Altro / 2017

  • Abilitata la gestione del modello EAS con relativa stampa ministeriale e generazione del file telematico.

Variazioni IVA / 2017

  • Abilitata la gestione del modello con relativa stampa ministeriale e generazione del file telematico.

IVA / 2017

  • Abilitate le seguenti gestioni:
    • Dichiarazione Annuale IVA. Abilitata la gestione dei quadri ad esclusione del Quadro VG. L’Agenzia delle Entrate non ha reso ancora disponibili le specifiche tecniche, pertanto la stampe ministeriale e la creazione del file telematico non son ancora disponibili.
    • Liquidazioni Periodiche.
    • Abilitata anche nell’anno 2017 la gestione della Dichiarazione d’intento con relativa stampa ministeriale e generazione del file telematico. Per chi avesse già gestito tali dichiarazioni nell’anno di riferimento 2016, non sarà necessario effettuare alcun riporto, ma potranno essere aggiunte eventuali nuove dichiarazioni per le quali il progressivo di emissione verrà automaticamente attribuito tenendo conto di quelle già inserite nell’anno precedente.

Versamenti / 2017

  • Modelli F24: abilitata la gestione dei versamenti nell’anno 2017, con le relative stampe ministeriali e la generazione del file telematico. All’apertura dell’archivio sarà effettuato un aggiornamento che riporterà nell’anno corrente i modelli F24 con scadenza 2017 e quelli che risultano “non a buon fine” o non ancora ravveduti, nonché i crediti residui. Saranno prodotti 2 report con l’elenco dei dati riportati nel 2017.
    ATTENZIONE: In base alla risoluzione 13/E del 17/03/16, alcuni codici tributo, in vigore fino al 31/12/16 e non più utilizzabili (tra cui il “1004” e il “1038”) sono confluiti in altri codici tributo. In fase di riporto delle deleghe, tali codici tributo verranno traslati in automatico per le deleghe con scadenza successiva al 01/01/17.
  • Modelli F23: abilitato il riporto dall’anno precedente, accessibile dal menù “Gestione -> Riporto dati da anno precedente -> Per procedura”.
  • Modelli F24 EP: abilitata la gestione dei versamenti nell’anno 2017, con le relative stampe ministeriali e la generazione del file telematico.

Comments