05 luglio 2017 - versione 07.01

pubblicato 05 lug 2017, 03:31 da Angelo Prauscello

Studi di settore / 2017

  • Manuale Studi di Settore
    Per installare la nuova versione è sufficiente scaricare ed eseguire questo programma
    Il programma va eseguito su ogni macchina su cui si desidera installare il manuale.
  • Corretta la sezione “prospetto economico” presente nella stampa di verifica dei risultati.
  • YM07U: corretta la descrizione dei righi Z02 e Z03.
  • YD02U: corretta la descrizione del rigo C04 che era erroneamente uguale a quella del rigo C05.

Redditi PF / 2017

  • Stampa ministeriale – RQ99: corretta la stampa che compilava sempre il campo RQ099001 in presenza di altri righi dello stesso quadro.
  • Stampa ministeriale/file telematico – RP80 Start-up: corretta la stampa del rigo RP80. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Quadro RM – Sez.VIII: modificato il calcolo dei campi della sezione VIII che ora verranno tutti arrotondati.
  • Stampa di verifica prospetto rate Cassa Geometri: corretta la stampa di verifica del prospetto relativamente all’importo delle prime due rate.
  • Stampa ministeriale/file telematico – RC10 Transfrontalieri: corretta la stampa del rigo RC10 in caso di tipologia reddito 4 – Transfrontalieri.
  • Generazione file telematico di più clienti: corretta la generazione del file telematico di più clienti in quanto non venivano conteggiati correttamente i record presenti. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Stampa ministeriale / File telematico – Quadro FC: corretta la stampa ministeriale/file telematico dei righi da FC4 a FC74. L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Prospetto ripartizione utili ai collaboratori: corretta la stampa del campo “Reddito per acconti” attribuito al collaboratore, che portava sempre l’importo del reddito per saldo. L’importazione nel quadro RH del collaboratore era già corretta.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale/file telematico – Quadro RS: corretti la stampa ministeriale e il file telematico del campo RS45 colonna 5 (‘Patrimonio netto’). L’errore determinava lo scarto del file telematico.
  • Quadro RS – Riserve: corretta l’anomalia che non permetteva di salvare il quadro in presenza del campo calcolato ‘Saldo finale’ pari a zero.

770 / 2017

  • Importazione dati da anno precedente: corretta l’anomalia che in alcuni casi non permetteva di importare i dati dall’anno precedente.
  • Liquidazione: eliminato il messaggio bloccante riferito all’invio fuori unico del 770 in caso di periodo “diverso da anno solare” presente in anagrafica.

IMU-TASI / 2017

  • Dichiarazione IMU ENC: corretta la generazione del file telematico in quanto, in presenza di immobili che passavano da esenti a totalmente imponibili, non veniva effettuata correttamente le numerazione dell’ente andando a generare uno scarto in fase di controllo telematico.

730 / 2017

  • Liquidazione: corretta una anomalia segnalata come scarto dal controllo telematico dovuta ad arrotondamenti sul calcolo del rigo 98 e 118 per il coniuge del prospetto di liquidazione. In questi casi è necessario liquidare nuovamente la dichiarazione scartata.
  • Telematico: corretta la generazione del file che veniva scartato dal controllo telematico a causa della presenza del documento 730-4 allegato a dichiarazioni senza importi da trattenere o rimborsare. In questi casi occorre generare nuovamente il file telematico.

Certificazione Unica / 2017

  • Importazione da file telematico: risolta l’anomalia che non importava correttamente i dati anagrafici nella CU a partire dal secondo cliente selezionato nella funzione di importazione.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RZ: corretto il messaggio di avviso sul controllo dell’aliquota inserita nel prospetto A in quanto segnalava come non valide le aliquote del 20% e del 25%.

Versamenti / 2017

  • Stampa Mod.F24: in caso di delega con saldo a zero in cui fosse esposta una sola compensazione verticale (imposta su imposta), la dicitura in testa alla delega riportava erroneamente la scritta “da inviare telematicamente tramite Agenzia delle Entrate o home banking” anche se la delega può essere inviata solamente tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.
Comments