15 giugno 2017 - versione 06.05

pubblicato 15 giu 2017, 08:52 da Angelo Prauscello

Rispetto alla versione precedente sono state inserite o modificate le seguenti funzioni del programma:

Redditi PF / 2017

  • Dati cliente: corretta l’impostazione del campo Modello IRAP di riferimento in quanto, in assenza del modello IRAP al momento della creazione/riporto veniva erroneamente impostato a X – Non agganciare IRAP. All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti per i quali va verificato il corretto aggancio tra IRAP e Redditi PF.
  • Stampa Ripartizione Utili: corretta l’anomalia che in alcuni casi bloccava la stampa.
  • Quadro RP: aggiunte le colonne Casi part. e Nr. imm. nella stampa di verifica per le spese di recupero edilizio sezione IIIA.
  • Stampe ministeriali: abilitata la stampa ministeriale, esclusi i quadri “Stabili organizzazioni”.
  • Liquidazione: in presenza di crediti INPS, la procedura salvava nella gestione crediti dei versamenti il relativo periodo in maniera errata. In questo modo il calcolo del credito residuo poteva non essere coerente. L’aggiornamento corregge tale situazione sistemando la tabella dei crediti.
  • Quadro RR IVS: corretta l’anomalia che impediva la corretta importazione dei redditi derivanti dal Quadro RF.

Studi di settore / 2017

  • Stampe: abilitate le stampe ministeriali degli Studi di Settore e dei Parametri.

Diritti Camerali / 2017

  • Corretto il calcolo della maggiorazione locale per la provincia di Perugia: il programma calcolava il 10% autorizzato dal DM 22/05/2017 e non teneva conto dell’ulteriore 10% deliberato il 17.3.2008. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti che hanno già compilato i Diritti camerali con tale provincia, per i quali sarà necessario ricontrollare e risalvare il quadro.

730 / 2017

  • Quadro E: aggiunte le colonne Casi part. e Nr. imm. nella stampa di verifica per le spese di recupero edilizio sezione IIIA.

IMU-TASI / 2017

  • Calcolo IMI abitazione principale: disabilitata l’esenzione per l’abitazione principale e relative pertinenze (stabilita dalla Legge di stabilità 2016) per i comuni della provincia di Bolzano. Si ricorda che il programma non gestisce l’IMI pertanto, se qualche cliente avesse la necessità di gestire enti in tale provincia con situazioni particolari (ad es. comodato gratuito) si prega di contattare la Mida4.
  • Enti non Commerciali: corretta, per gli Enti non commerciali, la gestione della casella immobili variati presente sul modello F24 in quanto il programma non considerava la scelta già effettuata in fase di Dichiarazione IMU ENC 2017. Riliquidare l’IMU 2017 per ottenere le deleghe F24 corrette.
  • Enti non Commerciali: corretto il calcolo di IMU e TASI degli immobili parzialmente o totalmente esenti per i quali l’importo calcolato poteva essere superiore all’importo effettivamente dovuto.
    Per rieffettuare il calcolo è sufficiente riaprire la Gestione Terreni e Fabbricati dell’IMU 2017 e riliquidare; non è necessario ripassare la Dichiarazione IMU ENC.
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report contenente i clienti e gli immobili interessati.
  • Enti non Commerciali: aggiunto un avviso in apertura dei quadri dell’IMU 2017 nel caso in cui non sia presente la dichiarazione IMU ENC 2017. Si ricorda che, per tale tipologia di soggetti, il calcolo viene effettuato nella dichiarazione.

Redditi SP / 2017

  • Quadro RP: rimosso il messaggio che, in caso di compilazione delle spese di riqualificazione energetica, indicava la compilazione di un quadro di riferimento errato nella dichiarazione.
  • Stampe ministeriali: abilitata la stampa ministeriale.

Versamenti / 2017

  • Generazione file CBI: riabilitata la generazione del file telematico nel formato CBI per i versamenti in cui NON sono presenti crediti elencati nella Risoluzione 68/E del 09/06/17 e per i quali è quindi permesso l’invio solo tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

770 / 2017

  • Abilitati i quadri SM, DI, SX e la liquidazione. Si ricorda che il quadro SX può essere riportato dall’anno precedente utilizzando il menù Gestione oppure creando direttamente il quadro all’interno del cliente; nel caso in cui siano presenti nel 2016 sia 770 Ordinario che Semplificato, il programma chiederà se effettuare le fusione dei due o se importarne solo uno.
Comments