Midaplus

20 marzo 2019 - versione 03.03

pubblicato da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Beni ammortizzabili: nel campo “Maggior ammortamento” sono stati aggiunti i seguenti nuovi codici (a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 145/2018):
    • Codice 5: Iper ammortamento 170% (fino a € 2,5 milioni – L.145/2018)
    • Codice 6: Iper ammortamento 100% (Da € 2,5 milioni a € 10 milioni – L.145/2018)
    • Codice 7: Iper ammortamento 50% (Da € 10, milioni a € 20 milioni – L.145/2018)
  • Rinumerazione Fatture e Documenti Collegati: corretta la rinumerazione dei documenti collegati che in alcuni casi particolari non veniva effettuata.
  • Bilancio di verifica: è stata aggiunta l’opzione “Fatture passive: usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, qualora sia attivo un filtro per periodo, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA: per le contabilità con impostato il regime IVA “Agenzie di Viaggio” è stata corretta l’anomalia che in fase di esportazione dei dati al Windired depurava la base imponibile netta derivante dal “Prospetto A” dal rigo VE22.1 invece che dal rigo VE23.1.
  • Ordinaria – Registro IVA Fatture Ricevute: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Semplificata – Registro Acquisti: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia per la quale nel caso di importazione di note di credito con oneri previdenziali, il programma impostava in maniera non corretta il segno degli oneri previdenziali ed il totale fattura restituendo un messaggio di avviso.
  • Registro Fatture Ricevute: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia che bloccava l’importazione nel caso in cui non fosse stato inserito il conto di spesa “Valori Bollati”.

12 marzo 2019 - versione 03.02

pubblicato 12 mar 2019, 04:07 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Emissione Fatture/DDT: la contabilizzazione verrà fatta raggruppando anche per segno; in questo modo, in contabilità non si avranno righe a zero e la registrazione contabile sarà più chiara.
  • Inventario: corretta l’anomalia che impediva il calcolo corretto per gli articoli abbinati ai metodi FIFO e LIFO continuo aventi movimenti di scarico con due unità di misura differenti.
  • Stampa inventario: modificata affinché la descrizione degli articoli venga completata con le caratteristiche che si è scelto di stampare.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia che selezionando la casella di spunta “Usa data ricezione” non ordinava in modo automatico le fatture per “Data ingresso sistema”.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Bollo Virtuale: corretta l’anomalia che in fase di importazione, in presenza dell’importo del bollo in fattura, non veniva controllato se esso fosse effettivamente addebitato, quindi veniva imputato a prescindere.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Dati Aggiuntivi: qualora il sistema operativo utilizzasse delle impostazioni non standard per indicare data e ora (per esempio: 12.15.00 invece di 12:15:00 per l’ora) il sistema salvava il file aggiuntivo JSON in un formato non decodificabile e si generava quindi un errore durante la decodifica dello stesso; a partire da questa versione, il salvataggio delle date e delle ore è stato forzato per utilizzare i “:”. Tutti i files scaricati da ora in poi, quindi, saranno poi apribili a prescindere dalle impostazioni del sistema operativo.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia che selezionando la casella di spunta “Usa data ricezione” non ordinava in modo automatico le fatture per “Data ingresso sistema”.
  • Gestione pro-rata abitualmente uguale a zero limitato ad un solo sezionale: corretto l’errore di run-time 91 che si poteva verificare nella generazione automatica del giroconto dell’IVA a costo se si modificava il sezionale di una fattura ricevuta già esistente.
    Ora la generazione automatica del giroconto dell’IVA a costo segue le medesime caratteristiche del reverse charge, per cui il movimento generato non sarà modificabile dalla maschera degli altri movimenti e per la fattura ricevuta collegata non sarà possibile modificare il sezionale, numero fattura e data fattura.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Bollo Virtuale: corretta l’anomalia che in fase di importazione, in presenza dell’importo del bollo in fattura, non veniva controllato se esso fosse effettivamente addebitato, quindi veniva imputato a prescindere.
  • Fatture Ricevute: modificato l’ordinamento dei dettagli fattura in fase di registrazione dei dati, il quale avveniva per conto di acquisto. Ora l’ordine sarà quello di inserimento.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Dati Aggiuntivi: qualora il sistema operativo utilizzasse delle impostazioni non standard per indicare data e ora (per esempio: 12.15.00 invece di 12:15:00 per l’ora) il sistema salvava il file aggiuntivo JSON in un formato non decodificabile e si generava quindi un errore durante la decodifica dello stesso; a partire da questa versione, il salvataggio delle date e delle ore è stato forzato per utilizzare i “:”. Tutti i files scaricati da ora in poi, quindi, saranno poi apribili a prescindere dalle impostazioni del sistema operativo.

06 marzo 2019 - versione 03.01

pubblicato 6 mar 2019, 03:29 da Angelo Prauscello

CPR / 2019

  • Importazione fatture Emesse/Ricevute XML: corretta l’anomalia che impediva la visualizzazione del file html generato dal file XML, nel caso in cui l’estensione di quest’ultimo fosse in maiuscolo.
  • Documenti Collegati:
    • Visualizzazione: migliorata la visualizzazione dei documenti collegati nelle maschere Parcelle Emesse, Emissione Parcelle e Fatture Ricevute. Qualora la risoluzione orizzontale dello schermo sia di almeno 1280 pixel (per esempio, 1280×1024) e la maschera del programma sia anch’essa larga almeno 1280 pixel, cliccando sul pulsante per visualizzare i documenti collegati questi si apriranno in una maschera interna; qualora questa maschera sia aperta, sarà possibile navigare nelle fatture emesse/ricevute vedendo sempre a lato l’anteprima del documento corrente. Per le sole fatture ricevute scaricate da questa versione in poi, l’anteprima mostrerà anche i dati aggiuntivi ricevuti dal servizio Mida4 (data ricezione, note cliente, ecc.).
    • Rinumerazione Fatture e Documenti Collegati: qualora si modifichino il sezionale, il numero fattura o la data registrazione (manualmente o con la rinumerazione automatica a seguito di eliminazione) il programma provvederà a rinominare automaticamente i documenti collegati.
  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia introdotta con la versione 02.06 che, in alcuni casi, se veniva selezionato per l’importazione un file XML relativo ad una fattura già importata in contabilità, tale fattura poteva non essere marcata di colore verde e quindi risultare importabile.
  • Importazione fatture ricevute – formato semplificato: abilitata l’importazione sperimentale delle fatture passive ricevute nel formato semplificato.
  • Gestione Studio – Importazione dati da Windired: nella Gestione Pratiche corretta l’anomalia che, per l’anno 2018, non conteggiava i modelli F24.
  • Servizio F.E. Mida4 – Stampa elenchi: aggiunta la possibilità di stampare (e salvare come documento HTML) gli elenchi delle fatture emesse o da scaricare.

GEC / 2019

  • Importazione fatture Emesse/Ricevute XML: corretta l’anomalia che impediva la visualizzazione del file html generato dal file XML, nel caso in cui l’estensione di quest’ultimo fosse in maiuscolo.
  • Stampa registri: corretta l’anomalia che generava un errore se la selezione delle fatture da stampare risultava vuota ed era stato deciso di stampare un solo sezionale.
  • Documenti Collegati:
    • Visualizzazione: migliorata la visualizzazione dei documenti collegati nelle maschere Fatture Emesse e Ricevute. Qualora la risoluzione orizzontale dello schermo sia di almeno 1280 pixel (per esempio, 1280×1024) e la maschera del programma sia anch’essa larga almeno 1280 pixel, cliccando sul pulsante per visualizzare i documenti collegati questi si apriranno in una maschera interna; qualora questa maschera sia aperta, sarà possibile navigare nelle fatture emesse/ricevute vedendo sempre a lato l’anteprima del documento corrente. Per le sole fatture ricevute scaricate da questa versione in poi, l’anteprima mostrerà anche i dati aggiuntivi ricevuti dal servizio Mida4 (data ricezione, note cliente, ecc.).
    • Rinumerazione Fatture e Documenti Collegati: qualora si modifichino il sezionale, il numero fattura o la data registrazione (manualmente o con la rinumerazione automatica a seguito di eliminazione) il programma provvederà a rinominare automaticamente i documenti collegati.
  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia introdotta con la versione 02.06 che, in alcuni casi, se veniva selezionato per l’importazione un file XML relativo ad una fattura già importata in contabilità, tale fattura poteva non essere marcata di colore verde e quindi risultare importabile.
  • Importazione fatture ricevute – formato semplificato: abilitata l’importazione sperimentale delle fatture passive ricevute nel formato semplificato.
  • Servizio F.E. Mida4 – Stampa elenchi: aggiunta la possibilità di stampare (e salvare come documento HTML) gli elenchi delle fatture emesse o da scaricare.

GEM / 2019

  • Servizio F.E. Mida4 – Stampa elenchi: aggiunta la possibilità di stampare (e salvare come documento HTML) gli elenchi delle fatture emesse.

27 febbraio 2019 - versione 02.06

pubblicato 27 feb 2019, 04:01 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Contabilizzazione fatture: è stato aggiunto un controllo sulle fatture con oneri previdenziali che obbliga l’operatore ad indicare nelle Opzioni scheda Registrazioni contabili il sottoconto per la loro corretta contabilizzazione.
  • Opzioni: è stato tolto il limite di 5 decimali per la stampa del valore unitario e della quantità.
  • Note di accredito: corretta l’anomalia che non permetteva la creazione del file XML con gli importi degli oneri previdenziali negativi.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: corretta l’anomalia in fase di creazione di un nuovo soggetto, che restituiva il messaggio Errore nella lettura del Cliente/Fornitore in presenza di un elevato numero di Clienti/Fornitori inseriti in anagrafica.

Servizio Fattura Elettronica / 2019

  • Gestione Fatture Semplificate: abilitata la ricezione delle fatture elettroniche nel formato semplificato (FSM10). Attenzione: al momento tali documenti NON possono essere importati automaticamente nelle contabilità GEC/CPR.

GEC / 2019

  • Fatture Ricevute: aggiunto il plusante “xml” per la generazione delle fatture di “Self Billing” in formato elettronico.
  • Gestione Ritenute Effettuate: corretto l’automatismo di eliminazione delle ritenute effettuate collegate al movimento di Prima Nota che in alcuni casi non avveniva in modo automatico.

22 febbraio 2019 - versione 02.05

pubblicato 22 feb 2019, 02:50 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Fatture DDT e altri: nella funzione Stampa è stata rimossa l’anomalia che impediva la corretta selezione della stampante.
  • Fattura da ordine cliente: corretta l’anomalia che in alcuni casi durante la creazione della fattura con la funzione Importa ordini poteva erroneamente impostare il cambio al valore -1.
  • Visualizzazione delle Fatture: il foglio stile AssoSoftware usato per la visualizzazione nel Formato Compatto delle fatture è stato aggiornato all’ultima versione disponibile. Il nuovo formato contiene ora più informazioni, rendendo quindi più agevole la lettura delle fatture nella maschera di anteprima senza dover ricorrere al Formato Ministeriale.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: modificata l’assegnazione del codice IVA in fase di importazione nel caso in cui sia attiva l’opzione Regime IVA per cassa; se all’interno della fattura XML è presente un tipo IVA “D”, a questo verrà assegnato il codice IVA con l’indicazione del DL 185/08.
  • Importazione Fatture Ricevute XML: in caso di fatture con ritenuta d’acconto è stata modificata l’importazione dei dati pagamento che ora vengono memorizzati al netto della ritenuta. Per questa tipologia di fatture il programma utilizzerà il codice pagamento Pagamento Effettuato.
  • Carica piano dei conti e tab. associazioni: corretta l’anomalia che impediva il caricamento del piano dei conti “Società di capitali – completo” nell’anno di riferimento 2019.
  • Visualizzazione delle Fatture: il foglio stile AssoSoftware usato per la visualizzazione nel Formato Compatto delle fatture è stato aggiornato all’ultima versione disponibile. Il nuovo formato contiene ora più informazioni, rendendo quindi più agevole la lettura delle fatture nella maschera di anteprima senza dover ricorrere al Formato Ministeriale.
  • Download Fatture da Sistema Mida4:
    • aggiunta in fondo alla maschera una colonna che mostri il nome del file che verrà scaricato.
    • assieme al file XML verrà ora salvato anche un file JSON contenente i dettagli della fattura (quali per esempio l’Id SDI e la data di ricezione)
  • Importazione Fatture Ricevute XML:
    • la maschera mostrerà maggiori dettagli qualora le fatture siano scaricate dal Sistema Mida4 (solo per le fatture scaricate da questa versione in poi); per esempio, sarà possibile vedere la data di ricezione (disponibile anche come colonna ordinabile), l’identificativo univoco SdI, l’esito comunicato dalla Gestione Fatture e l’eventuale nota inserita sempre con la funzione di Gestione Fatture
    • è stato aggiunto il check “Usa data ricezione” (disponibile solo per le fatture aventi i dati aggiuntivi di cui al punto precedente) il quale permette di inserire come data di registrazione la data di ricezione della fattura.
  • Importazione Fatture Emesse XML: è ora possibile utilizzare le espressioni regolari inserendole nei campi Sezionale e Numero per estrarre i dati relativi al sezionale ed al numero fattura.
    • I campi Sezionale e Numero saranno popolati con i valori predefiniti necessari ad estrarre i dati da fatture emesse con programmi Mida4.
    • È sempre possibile inserire manualmente il dato nella colonna Numero.
    • Non è più necessario inserire l’anno in coda al numero; ATTENZIONE: qualora aveste disattivato l’opzione relativa al reset dei progressivi per agevolare tali importazioni, vi consigliamo pertanto di riattivarla.
    • Qualora si modifichino i dati, questi verranno salvati e utilizzati le volte successive; il salvataggio è proprio di ogni contabilità.
    • Il campo Sezionale permette di inserire anche valori fissi, utili per esempio nel caso in cui il documento da importare non abbia alcun sezionale ma la contabilità li richieda. In tal caso, è sufficiente inserire il sezionale da impostare tra virgolette. Per esempio: “000” imposterà a tutte le fatture il sezionale 000.
    • I campi Sezionale e Numero hanno una lista di valori predefiniti, utili per estrarre i dati da alcuni formati diffusi; seguono alcuni esempi.
      • Numero documento: “000/123/2019”; valore consigliato per Sezionale: ^[A-Za-z0-9]{1,3}\/ valore consigliato per Numero: \/[0-9]{1,7}\/
      • Numero documento: “FPR 1235/19”; valore consigliato per Sezionale: (^[A-Za-z0-9]+){1,3}\s valore consigliato per Numero: \s([0-9]+)\/
      • Numero documento: “2019/EU-1 19”; valore consigliato per Sezionale: /(\w+)- valore consigliato per Numero: -(\d+)\s
    • ATTENZIONE: il sistema di importazione fatture prodotte con altri gestionali resta una gratuità data a tutti i clienti. Qualora le espressioni regolari già presenti nel sistema non siano sufficienti per i casi relativi a fatture prodotte con altri gestionali, vi invitiamo a contattare l’assistenza commerciale per poter valutare e quantizzare la personalizzazione di tali espressioni regolari.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: modificata l’assegnazione del codice IVA in fase di importazione nel caso in cui sia attiva l’opzione Regime IVA per cassa; se all’interno della fattura XML è presente un tipo IVA “D”, a questo verrà assegnato il codice IVA con l’indicazione del DL 185/08.
  • Generazione file fattura elettronica: implementata la generazione del file per permettere la trasmissione anche dei dati di eventuali cointestatari inseriti nell’anagrafica del cliente.
  • Visualizzazione delle Fatture: il foglio stile AssoSoftware usato per la visualizzazione nel Formato Compatto delle fatture è stato aggiornato all’ultima versione disponibile. Il nuovo formato contiene ora più informazioni, rendendo quindi più agevole la lettura delle fatture nella maschera di anteprima senza dover ricorrere al Formato Ministeriale.
  • Download Fatture da Sistema Mida4:
    • aggiunta in fondo alla maschera una colonna che mostri il nome del file che verrà scaricato.
    • assieme al file XML verrà ora salvato anche un file JSON contenente i dettagli della fattura (quali per esempio l’Id SDI e la data di ricezione)
  • Importazione Fatture Ricevute XML:
    • la maschera mostrerà maggiori dettagli qualora le fatture siano scaricate dal Sistema Mida4 (solo per le fatture scaricate da questa versione in poi); per esempio, sarà possibile vedere la data di ricezione (disponibile anche come colonna ordinabile), l’identificativo univoco SdI, l’esito comunicato dalla Gestione Fatture e l’eventuale nota inserita sempre con la funzione di Gestione Fatture
    • è stato aggiunto il check “Usa data ricezione” (disponibile solo per le fatture aventi i dati aggiuntivi di cui al punto precedente) il quale permette di inserire come data di registrazione la data di ricezione della fattura.
  • Importazione Fatture Emesse XML: è ora possibile utilizzare le espressioni regolari inserendole nei campi Sezionale e Numero per estrarre i dati relativi al sezionale ed al numero fattura.
    • I campi Sezionale e Numero saranno popolati con i valori predefiniti necessari ad estrarre i dati da fatture emesse con programmi Mida4.
    • È sempre possibile inserire manualmente il dato nella colonna Numero.
    • Non è più necessario inserire l’anno in coda al numero; ATTENZIONE: qualora aveste disattivato l’opzione relativa al reset dei progressivi per agevolare tali importazioni, vi consigliamo pertanto di riattivarla.
    • Qualora si modifichino i dati, questi verranno salvati e utilizzati le volte successive; il salvataggio è proprio di ogni contabilità.
    • Il campo Sezionale permette di inserire anche valori fissi, utili per esempio nel caso in cui il documento da importare non abbia alcun sezionale ma la contabilità li richieda. In tal caso, è sufficiente inserire il sezionale da impostare tra virgolette. Per esempio: “000” imposterà a tutte le fatture il sezionale 000.
    • I campi Sezionale e Numero hanno una lista di valori predefiniti, utili per estrarre i dati da alcuni formati diffusi; seguono alcuni esempi.
      • Numero documento: “000/123/2019”; valore consigliato per Sezionale: ^[A-Za-z0-9]{1,3}\/ valore consigliato per Numero: \/[0-9]{1,7}\/
      • Numero documento: “FPR 1235/19”; valore consigliato per Sezionale: (^[A-Za-z0-9]+){1,3}\s valore consigliato per Numero: \s([0-9]+)\/
      • Numero documento: “2019/EU-1 19”; valore consigliato per Sezionale: /(\w+)- valore consigliato per Numero: -(\d+)\s
    • ATTENZIONE: il sistema di importazione fatture prodotte con altri gestionali resta una gratuità data a tutti i clienti. Qualora le espressioni regolari già presenti nel sistema non siano sufficienti per i casi relativi a fatture prodotte con altri gestionali, vi invitiamo a contattare l’assistenza commerciale per poter valutare e quantizzare la personalizzazione di tali espressioni regolari.

Bilancio Europeo / 2019

  • Bilancio europeo: corretta la struttura base dei sottoconti del bilancio europeo che in alcuni casi comportava un non corretto riporto di alcuni importi dal bilancio dell’anno precedente.

Servizio Fattura Elettronica / 2019

  • Visualizzazione delle Fatture: il foglio stile AssoSoftware usato per la conversione delle fatture nelle mail inviate dal sistema è stato aggiornato all’ultima versione disponibile. Il nuovo formato contiene ora più informazioni, rendendo quindi più agevole la lettura delle fatture ricevute via mail.

INTRA / 2019

  • Importazione Acquisto Beni da File XLS: nella maschera “Acquisti di beni – Servizi ricevuti” è stata aggiunto il pulsante “Importa Beni da file XLS che consente l’acquisizione delle registrazioni di acquisto di beni da tracciato predisposto da Mida4.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Sincronizzazione Midaplus: se si esegue la sincronizzazione MidaPlus in un anno antecedente al 2019 il programma offrirà di default di importare tutte le fatture.
  • Riporto da periodo precedente: rimosso il messaggio di errore che veniva visualizzato qualora si aprisse il programma da Midaplus nel 2018 e non vi fossero dati da riportare dal periodo precedente.

Spese Condominiali / 2019

  • Telematico: corretta la generazione del file telematico nel caso in cui il codice fiscale della spesa attribuita al soggetto appartiene a una persona giuridica. L’errore produceva uno scarto del file telematico in fase di controllo.

14 febbraio 2019 - versione 02.04

pubblicato 14 feb 2019, 05:20 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA: corretto l’errore di run-time “3265” che si verificava nel calcolo del rigo VT1.3 in presenza di fatture nei corrispettivi con IVA non ventilata.
  • Anagrafiche clienti e fornitori: tolto l’avviso di controllo dell’obbligatorietà del codice fiscale per i soggetti in cui è stato compilato il codice F.E.
  • Invio Fatture Elettroniche alla Pubblica Amministrazione: nel caso in cui si utilizzi il canale Mida4 e la fattura sia destinata ad una PA (codice destinatario di sei caratteri) il sistema non mostrerà più il pulsante per il semplice invio, e sarà quindi possibile solo l’invio con firma come richiesto dalla norma.
  • Liquidazione periodica IVA – Pro-rata: corretto il calcolo dell’“importo IVA su cui calcolare il pro-rata” che non prendeva in considerazione le fatture ricevute aventi compilato il campo “Data IVA per anticipo della detrazione IVA. Per i soggetti rientranti in tale casistica sarà necessario rieseguire la liquidazione.

CPR / 2019

  • Anagrafiche clienti e fornitori: tolto l’avviso di controllo dell’obbligatorietà del codice fiscale per i soggetti in cui è stato compilato il codice F.E.
  • Invio Fatture Elettroniche alla Pubblica Amministrazione: nel caso in cui si utilizzi il canale Mida4 e la fattura sia destinata ad una PA (codice destinatario di sei caratteri) il sistema non mostrerà più il pulsante per il semplice invio, e sarà quindi possibile solo l’invio con firma come richiesto dalla norma.
  • Liquidazione periodica IVA – Pro-rata: corretto il calcolo dell’“importo IVA su cui calcolare il pro-rata” che non prendeva in considerazione le fatture ricevute aventi compilato il campo “Data IVA per anticipo della detrazione IVA. Per i soggetti rientranti in tale casistica sarà necessario rieseguire la liquidazione.

GEM / 2019

  • Anagrafica clienti: tolto l’avviso di controllo dell’obbligatorietà del codice fiscale per i soggetti in cui è stato compilato il codice F.E.
  • Invio Fatture Elettroniche alla Pubblica Amministrazione: nel caso in cui si utilizzi il canale Mida4 e la fattura sia destinata ad una PA (codice destinatario di sei caratteri) il sistema non mostrerà più il pulsante per il semplice invio, e sarà quindi possibile solo l’invio con firma come richiesto dalla norma.

Midaplus / 2019

  • Aggiunto, nella banca dati 2019, il seguente comune istituito in data 30/01/2019:
    • Borgo Valbelluna (M421, BL) derivante dalla fusione dei comuni LENTIAI (C562), MEL (F094) e TRICHIANA (L422); Istat: montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;

    per tale comune non sono stati caricati gli estimi catastali in quanto non ancora presenti in DocFa.

12 febbraio 2019 - versione 02.03

pubblicato 12 feb 2019, 03:42 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Documenti emessi: è stata modificata la registrazione in modo che i righi senza importi non siano sottoposti al controllo della coerenza dei codici IVA.
  • Stampa documenti: riportato il campo Paese della destinazione diversa dei clienti introdotto nella versione 02.02 del programma nella stampa dei documenti.

GEC / 2019

  • Rinumerazione Fatture Emesse/Ricevute e Files Collegati: il collegamento del file html/pdf contenente la fattura (per esempio, quella elettronica acquisita automaticamente) è collegato al documento attraverso il nome del file, che è dato da sezionale-numero documento-data documento. Modificando uno di questi tre elementi, quindi, tale collegamento viene perso. 
    È stato ora aggiunto un messaggio che, in caso di rinumerazione dei documenti, avviserà l’utente della cosa.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML e Ordinamento Griglia:
    • È ora possibile ordinare la griglia nella schermata di importazione cliccando sull’intestazione della colonna; qualora si importino più fatture automaticamente, l’ordine seguito sarà quello visualizzato. Di default, verrà seguito come ordine la data documento.
    • Nella griglia è ora possibile vedere i dati del cliente/fornitore ed il nome del file XML.
    • Il programma permette ora di importare anche files aventi estensioni in maiuscolo (es: “.XML” o “.P7M”).
  • Fatture Ricevute e Campo “Data IVA: nella maschera delle fatture ricevute è stato aggiunto un nuovo campo Data IVA per poter gestire l’anticipo della detrazione IVA così come previsto dall’art.14 del DL 119/2018
    • La compilazione del campo non è obbligatoria: se lasciato vuoto, le liquidazioni IVA funzioneranno come prima.
    • Il campo NON è utilizzabile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo; inoltre, il campo non è usabile per le fatture aventi IVA ad esigibilità differita.
    • Qualora compilato, permetterà di anticipare la detrazione dell’IVA. Per esempio:
      • Data Fattura: 31/01/2019
      • Data Ricezione e Registrazione: 02/02/2019
      • Data IVA: 31/01/2019
      • —> la fattura rientrerà nella liquidazione di gennaio.
    • Nelle stampe di verifica delle fatture ricevute è stata aggiunta l’opzione “Date pro liquidazione IVA”; barrando tale casella:
      • al posto dell’importo residuo verrà mostrata la Data IVA;
      • qualora sia attivo un filtro per periodo, il programma userà la Data IVA con la stessa logica adottata per la liquidazione.

CPR / 2019

  • Rinumerazione Fatture Emesse/Ricevute e Files Collegati: il collegamento del file html/pdf contenente la fattura (per esempio, quella elettronica acquisita automaticamente) è collegato al documento attraverso il nome del file, che è dato da sezionale-numero documento-data documento. Modificando uno di questi tre elementi, quindi, tale collegamento viene perso. 
    È stato ora aggiunto un messaggio che, in caso di rinumerazione dei documenti, avviserà l’utente della cosa.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML e Ordinamento Griglia:
    • È ora possibile ordinare la griglia nella schermata di importazione cliccando sull’intestazione della colonna; qualora si importino più fatture automaticamente, l’ordine seguito sarà quello visualizzato. Di default, verrà seguito come ordine la data documento.
    • Nella griglia è ora possibile vedere i dati del cliente/fornitore ed il nome del file XML.
    • Il programma permette ora di importare anche files aventi estensioni in maiuscolo (es: “.XML” o “.P7M”).
  • Fatture Ricevute e Campo “Data IVA: nella maschera delle fatture ricevute è stato aggiunto un nuovo campo Data IVA per poter gestire l’anticipo della detrazione IVA così come previsto dall’art.14 del DL 119/2018
    • La compilazione del campo non è obbligatoria: se lasciato vuoto, le liquidazioni IVA funzioneranno come prima.
    • Il campo NON è utilizzabile per esercizi con il regime di IVA per cassa attivo; inoltre, il campo non è usabile per le fatture aventi IVA ad esigibilità differita.
    • Qualora compilato, permetterà di anticipare la detrazione dell’IVA. Per esempio:
      • Data Fattura: 31/01/2019
      • Data Ricezione e Registrazione: 02/02/2019
      • Data IVA: 31/01/2019
      • —> la fattura rientrerà nella liquidazione di gennaio.
    • Nelle stampe di verifica delle fatture ricevute è stata aggiunta l’opzione “Date pro liquidazione IVA”; barrando tale casella:
      • al posto dell’importo residuo verrà mostrata la Data IVA;
      • qualora sia attivo un filtro per periodo, il programma userà la Data IVA con la stessa logica adottata per la liquidazione.

Spese Condominiali / 2019

  • Spese condominiali 2019: abilitata la gestione delle spese sostenute nell’anno 2018. Effettuare i controlli del file telematico utilizzando il Desktop Telematico, visto che i controlli attuali rilasciati dall’AdE vanno in errore.

INTRA / 2019

  • Aggiornati i codici della Nomenclatura Combinata per l’anno 2019.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Comunicazioni Fatture Transfrontaliere – Esterometro: abilitata la gestione del c.d. esterometro all’interno dello stesso programma di gestione della comunicazione fatture emesse e ricevute.
    Cliccando sul pulsante “Sincronizza Midaplus” sarà possibile far analizzare tutte le contabilità presenti nell’archivio MidaPlus da cui è stato avviato il programma:
    • Le aziende con fatture emesse/ricevute destinate a soggetti non italiani saranno automaticamente importate, ed allo stesso tempo anche le fatture verranno importate.
    • La funzione di sincronizzazione potrà essere rieseguita più volte per rilevare la presenza di eventuali altre aziende che prima non rientravano nell’elenco e che ora hanno fatture transfrontaliere (es: contabilizzazione fatta in un secondo momento). Si ricorda che per aggiornare le fatture emesse/ricevute presenti per aziende già presenti nella comunicazione è necessario compiere l’operazione dall’interno dell’azienda stessa.
    • All’atto dell’importazione sarà possibile scegliere se importare solo le fatture ricevute (default—-perché l’obbligo può essere assolto attraverso l’invio di una simil-fattura elettronica), solo quelle emesse o entrambe.

Bilancio Europeo / 2019

  • Bilancio e Nota Integrativa: attivata la gestione per i bilanci con data di fine esercizio maggiore o uguale al 31/12/2018.
  • Aggiornata la struttura del Bilancio e Nota Integrativa alla tassonomia 2018-11-04.

06 febbraio 2019 - versione 02.02

pubblicato 6 feb 2019, 03:38 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Codice Incoterms: per le fatture con Causale di trasporto è stata abilitata la scrittura nel documento elettronico del Codice Incoterms relativo al Porto inserito e della eventuale Destinazione diversa. Per gestire i codici Incoterms utilizzare la funzione presente nel menu Impostazioni – Tabelle – Tipi di porto.
  • Ritenute d’acconto: nell’immissione della fattura è stata abilitata l’imputazione manuale delle ritenute d’acconto per permette all’operatore di gestire casi particolari per esempio il calcolo della ritenuta anche su importi fuori campo IVA.
  • Fatture differite: corretta la generazione della fattura nel caso di DDT compilati con prezzi ivati.
  • Fatture, DDT e altro: corretta l’anomalia che in casi particolari bloccava la visualizzazione della lista per l’aiuto alla scelta della Modalità di pagamento.
  • Autofattura elettronica: abilitata l’emissione di autofatture. Per generare l’autofattura basta indicare nel campo codice cliente il valore “0001”.
  • Fatture differite: corretta l’anomalia che non inseriva correttamente il codice IVA nella riga descrittiva riportante il riferimento del DDT nel caso che sia stata abilitata la ricerca automatica del codice IVA con Split payment.
  • Stampa documenti interni: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa del numero di lotto.
  • Ordini clienti: corretto l’inserimento degli ordini che segnalava un errore nel caso in cui non fossero state compilate le spese di incasso nel proprio conto corrente predefinito.
  • Anagrafica clienti: nella tabella delle Destinazioni diverse è stata aggiunta la colonna Paese.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

GEC / 2019

  • Prima Nota – Partite Aperte: corretta l’anomalia che si verificava nel caso in cui fosse abilitata la gestione dei movimenti in valuta estera, per la quale, se si effettuava un incasso/pagamento di una fattura degli anni precedenti, scaturiva l’errore non bloccante 3420- Oggetto non valido o non impostato.
  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia che generava un messaggio bloccante durante l’importazione massiva di fatture emesse con ritenuta d’acconto.
  • Autofattura elettronica: abilitata l’emissione di autofatture. Per generare l’autofattura basta indicare nel campo codice cliente il valore “0001”. Si ricorda che tale generazione è consentita per le causali diverse da reverse charge e per la causale “388 – FATT. EM. REVCHARGE ESTRDEPOS.IVA”.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA – Stampa per sezionali: corretta la stampa di dettaglio del rigo VF14 che in alcuni casi riportava tutti gli importi non filtrati per i sezionali utilizzati. Tale anomalia comportava un calcolo non corretto de rigo VF23 solo in fase di stampa. In tal caso comunque il programma segnalava un incongruenza tra il rigo VF23 e VF27.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

CPR / 2019

  • Opzioni varie – Stampa parcelle: nella scheda è stata modificata la descrizione del campo “Dicitura parcella” in “Causale parcella”; ora compilando tale campo è possibile personalizzare anche la causale della fattura elettronica.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA: corretta la stampa e la relativa esportazione del righi da VF1 a VF13 che non escludeva dal calcolo le fatture ricevute nell’anno precedente ma registrate nel periodo corrente, escluse dalle liquidazioni periodiche (DL n.50/2017 art.2). In tal caso comunque il programma segnalava un incongruenza tra il rigo VF23 e VF27.
  • CAP per clienti esteri: nel caso in cui il CAP inserito nell’anagrafica cliente non sia corrispondente a cinque cifre numeriche, il programma inserirà automaticamente cinque zeri “00000” in sede di generazione della fattura elettronica.

01 febbraio 2019 - versione 02.01

pubblicato 1 feb 2019, 05:56 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Fatture, ddt e altro: modificato l’automatismo del calcolo del bollo per escludere dall’applicazione dell’imposta di bollo alcuni codici IVA con aliquota zero, cioè quelli che hanno natura N6 ed il documento è per un cliente italiano. Inoltre è stato aggiunto un messaggio di conferma in caso di modifica automatica dell’importo del bollo.
  • Anagrafica clienti: corretta l’anomalia che non permetteva la creazione automatica dell’anagrafica banche dal codice IBAN per gli istituti con descrizione maggiore di 52 caratteri.
  • Fatture, ddt e altri: corretta l’anomalia che rallentava in modo consistente il calcolo dello sconto abbinato al cliente.
  • Lettera d’intento: modificato il cambio dei codici IVA in modo che i “Fuori campo IVA siano esclusi dall’automatismo.
  • Fatturazione differita / automatica: corretta l’anomalia che dava un errore durante la creazione della fattura se il DDT di origine aveva un importo nella riga del bollo senza addebito.

CPR / 2019

  • Gestione Studio – Emissione Parcelle XML: corretta l’anomalia che nel caso in cui fosse indicato in fattura un codice IVA con Natura “N2” e Tipo “D”, non veniva imputata correttamente la natura all’interno del file XML.
  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia introdotta con la versione 01.02 che, nel caso in cui il fornitore non fosse presente nell’anagrafica, restituiva un errore non bloccante in fase di lettura del file XML e di relativa creazione del soggetto.
  • Gestione Studio – Emissione Parcelle: nelle righe di dettaglio è stato limitato il campo “Descrizione attività” ad una lunghezza massima di 999 caratteri (per rientrare nel limite previsto dalle specifiche tecniche della fattura elettronica).
  • Maschera gestione ritenute – Anno 2018 e 2019: implementata la maschera con le modifiche previste per il quadro Autonomi dalle istruzioni della CU/2019 uscite il 15 gennaio 2019 (codice di non imponibilità: eliminato il codice 2 non più previsto dalle istruzioni). All’apertura del programma verrà fornito un report con l’elenco dei percipienti interessati per i quali il codice 2 è stato azzerato.
    Abilitata anche la funzione di esportazione dati CU (dal menù Adempimenti periodici – Esporta dati Windired).

GEC / 2019

  • Maschera gestione ritenute – Anno 2018 e 2019: implementata la maschera con le modifiche previste per il quadro Autonomi dalle istruzioni della CU/2019 uscite il 15 gennaio 2019 (codice di non imponibilità: eliminato il codice 2 non più previsto dalle istruzioni). All’apertura del programma verrà fornito un report con l’elenco dei percipienti interessati per i quali il codice 2 è stato azzerato.
    Abilitata anche la funzione di esportazione dati CU (dal menù Adempimenti periodici – Esporta dati Windired).

29 gennaio 2019 - versione 01.02

pubblicato 29 gen 2019, 05:35 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Statistica del fatturato: per ottenere la stampa di tutti gli articoli inseriti nei documenti selezionati sono stati considerati nella statistica anche i dettagli con valore unitario uguale a zero.
  • Fatture DDT e altri: corretta l’anomalia che per i documenti già registrati non permetteva la corretta visualizzazione della banca di appoggio del cliente.
  • Stampa ordini di acquisto: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa delle caratteristiche dell’articolo.
  • Opzioni: corretta l’anomalia che non permetteva la memorizzazione dell’opzione ‘Comp. automatica Destinazione diversa’
  • Stampa elenco ordini clienti: modificata la stampa dei totali affinché possano essere correttamente stampati importi fino a 8 cifre.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: migliorata l’assegnazione del cliente/fornitore che poteva avvenire in maniera inesatta e in alcuni casi veniva creato un nuovo soggetto, anziché effettuare un’associazione a quello già esistente.
  • Gestione Studio – Emissione Parcelle: migliorato l’ordinamento del dettaglio linee all’interno della Fattura Elettronica, che in alcuni non era lo stesso inserito all’interno della maschera parcelle.
  • Dichiarazione IVA 2019: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired. Da quest’anno verrà effettuata anche l’esportazione dei dati per il quadro VT.
  • Anagrafica Clienti/Fornitori: implementata la possibilità di indicare manualmente la percentuale della ritenuta e la percentuale imponibile su cui è commisurata.

GEC / 2019

  • Anagrafica Fornitori: corretta l’anomalia per la quale se si inseriva il codice fornitore “9999”, durante i successivi utilizzi della maschera, il pulsante “Nuovo” risultava disabilitato.
  • Dichiarazione IVA 2019: abilitate le stampe di verifica della Dichiarazione annuale IVA e l’esportazione contestuale dei dati alla procedura Windired. Da quest’anno verrà effettuata anche l’esportazione dei dati per il quadro VT (non per le esportazioni per singolo sezionale).
  • Anagrafica Clienti/Fornitori: implementata la possibilità di indicare manualmente la percentuale della ritenuta e la percentuale imponibile su cui è commisurata.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: migliorata l’assegnazione del cliente/fornitore che poteva avvenire in maniera inesatta e in alcuni casi veniva creato un nuovo soggetto, anziché effettuare un’associazione a quello già esistente.

1-10 of 11