Midaplus

20 settembre 2017 - versione 09.03

pubblicato 20 set 2017, 01:20 da Angelo Prauscello

GEM / 2017

  • Preventivi e Documenti Emessi: inserita la visualizzazione automatica delle ‘Note abbinate ai clienti’ nel momento in cui viene inserito il cliente nel documento.
  • Abilitata la registrazione nello strumento AUDIT della creazione modifica ed eliminazione di tutti i tipi di documenti e delle schede articoli.

GEC / 2017

  • Codici IVA – Stampa di verifica: aggiunta la colonna “Natura”.
  • Contabilità semplificata: cessione beni ammortizzabili – Movimenti di prima nota: modificata la creazione automatica dei movimenti di prima nota in caso di cessione/dismissione di un bene ammortizzabile; ora verrà rilevata solo l’eventuale plusvalenza o minusvalenza, senza effettuare il giroconto dei conti patrimoniali (attività e fondo).
  • Codici IVA: aggiornata la Natura dei seguenti codici IVA predefiniti e non modificati dall’utente:
    • Codici 202 – FUORI CAMPO ART.2”, 203 – FUORI CAMPO ART.3”, 204 – FUORI CAMPO ART.4”, e 205 – FUORI CAMPO ART.5” da N1 a N2;
    • Codice 474 – “NO IMPART. 74 TER da N3 a N5.

CPR / 2017

  • Codici IVA – Stampa di verifica: aggiunta la colonna “Natura”.
  • Codici IVA: aggiornata la Natura dei seguenti codici IVA predefiniti e non modificati dall’utente:
    • Codici 202 – FUORI CAMPO ART.2”, 203 – FUORI CAMPO ART.3”, 204 – FUORI CAMPO ART.4”, e 205 – FUORI CAMPO ART.5” da N1 a N2;
    • Codice 474 – “NO IMPART. 74 TER da N3 a N5.

14 settembre 2017 - versione 09.02

pubblicato 14 set 2017, 04:08 da Angelo Prauscello

GEC / 2017

  • Partite Aperte – ritenuta d’acconto subita: reintrodotta la funzione di calcolo automatico degli importi “Liquidato attuale” e “Ritenuta” nel caso di incasso di una fattura emessa con ritenuta.
  • Codici IVA: aggiornato il valore del campo “Natura PA” da N1 a N2 per il codice IVA predefinito “174 – FUORI CAMPO ART. 74 C.1 L.C – LIBRI. All’apertura del Midaplus verrà generato un report dei clienti in cui tale codice è stato utilizzato.

AutoEntratel / 2017

  • Stampa Notifiche Comunicazioni Fatture e Liquidazioni IVA: ridimensionato il font usato per la lista degli errori in modo da poter visualizzare meglio i testi che prima scorrevano su tre righe.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Dati Fatture – Importi a Zero: il programma permette ora l’inserimento di righe di dettaglio aventi sia l’imponibile che l’imposta a zero; allo stesso tempo, tale controllo è stato rimosso dalla generazione del file telematico.
  • Dati Fatture – Generazione Files Telematici: la stampa di riepilogo dei files generati ora mostra anche la tipologia dei documenti contenuti (fatture emesse o ricevute).
  • Dati Fatture – Importazione da GEC: corretta l’importazione delle fatture emesse per le contabilità trimestrali con abilitata l’opzione “periodo di riferimento IVA in quanto potevano non essere state importate alcune fatture. All’apertura del Midaplus verrà generato un report dei clienti che presentato tale problematica.
  • Dati Fatture – Importazione dati da CPR: corretto l’errore “Cast specificato non valido”.
  • Dati Fatture – Duplicazione: è possibile duplicare una fattura visualizzandone i dettagli e cliccando sul pulsante “Duplica”; il programma copierà tutti i dati ad esclusione del numero documento (e l’eventuale posizione di rettifica).

CPR / 2017

  • Codici IVA: aggiornato il valore del campo “Natura PA” da N1 a N2 per il codice IVA predefinito “174 – FUORI CAMPO ART. 74 C.1 L.C – LIBRI. All’apertura del Midaplus verrà generato un report dei clienti in cui tale codice è stato utilizzato.

06 settembre 2017 - versione 09.01

pubblicato 06 set 2017, 02:50 da Angelo Prauscello

AutoEntratel / 2017

  • Stampa modelli telematici: abilitata la stampa dei modelli ministeriali dei telematici delle comunicazioni dei redditi 2017 (PF, SC, SP e NC)
  • Telematici: abilitata la firma e l’invio dei file delle Comunicazioni Dati Fattura e Comunicazione periodica dati IVA.
    • Si ricorda che per il corretto funzionamento della Firma è necessario il programma Entratel-Multifile (versione minima 1.0.7) disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate nell’area riservata (Software -> Pacchetti applicativi -> Software Entratel)
    • Attenzione: Mida4 ha implementato il server che gestisce l’invio delle Comunicazioni al sistema SDI offrendolo gratuitamente ai clienti che utilizzano il programma AutoEntratel; una volta completata la procedura di invio e scarico delle ricevute l’utente è comunque tenuto a controllare l’esattezza dei dati inviati sul portale dell’Agenzia delle Entrate dedicato. 
      Mida4 metterà a disposizione tale servizio gratuito in modalità best-effort, e non risponderà in alcun modo di alcuna conseguenza dovuta all’uso, al non uso o al non corretto uso del programma.

CPR / 2017

  • Registro Beni ammortizzabili: modificato il calcolo del “valore residuo” per beni con incrementi nell’anno in corso, nel caso in cui venisse effettuata la stampa del registro senza aver completato lo storico dei beni ammortizzabili.
  • Fatture ricevute: modificata l’abilitazione della “Rev.” che ora non vine abilitata se viene utilizzata una causale con tipo documento TD10 o TD11 creata dall’utente (acquisto intracomunitario non soggetto a reverse).
  • Generazione autofatture/integrazioni da reverse charge: aggiunto un controllo per bloccare l’utilizzo del conto di ricavo 103 – Giroconto IVA Split Payment all’interno delle autofatture.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Dati Fatture – Controlli: sono stati modificati i controlli in sede di generazione del file telematico e di importazione da MidaPlus:
    • non è più obbligatorio inserire il CAP per clienti/fornitori;
    • è ammessa la registrazione del dettagli della fattura con imponibile uguale a zero e imposta diversa da zero;
    • è stato modificato il controllo per presenza del campo Paese per le fatture emesse a soggetti privi di partita IVA.
  • Dati Fatture – Importazione da CPR di parcelle con bollo: corretta l’importazione delle parcelle emesse aventi l’importo del bollo che non veniva acquisito. All’apertura del Midaplus verrà generato un report dei clienti già importati che presentato tale problematica.
  • Dati Fatture – Importazione da GEC e CPR di autofatture soggette a reverse: corretta l’importazione delle autofatture soggette a reverse charge per tali fatture non veniva 
    inserita correttamente la natura N6 (inversione contabile). All’apertura del Midaplus verrà generato un report dei clienti già importati che presentato tale problematica.

GEC / 2017

  • Fatture ricevute: modificata l’abilitazione della “Rev.” che ora non viene abilitata se viene utilizzata una causale con tipo documento TD10 o TD11 creata dall’utente (acquisto da soggetto non residente UE non soggetto a reverse).
  • Fatture ricevute: corretto l’errore di run-time 3265 che in alcuni casi occorreva nel precaricamento dei dati dell’ultima fattura registrata del fornitore selezionato.
  • Bilancio di verifica: corretto l’errore di run-time 3061 che si verificava nella stampa sintetica per centri di costo.

30 agosto 2017 - versione 08.03

pubblicato 30 ago 2017, 01:07 da Angelo Prauscello

CPR / 2017

  • Reverse charge parziale: abilitata la gestione parziale dei reverse (fattura ricevuta con alcuni dettagli da integrare ed altri già comprensivi di IVA); a tal fine nei dettagli delle fatture ricevute da assoggettare a reverse è stata aggiunta la colonna “Rev” che può essere deselezionata per escludere alcuni dettagli dal meccanismo di inversione contabile.
  • Gestione automatica movimenti reverse charge: modificata la gestione dei movimenti contabili legati alle fatture ricevute in reverse charge (autofattura/integrazione) che ora verranno aggiornati automaticamente in fase di modifica della fattura ricevuta. Di conseguenza gli stessi non saranno eliminabili se non a partire dalla fattura originaria.
  • Stampa mastrini – Fornitori: modificata la stampa del totale della fattura ricevuta che ora, in caso di reverse charge, evidenzierà il debito verso il fornitore al netto dell’Iva integrata.

GEC / 2017

  • Gestione rimesse bancarie: corretta l’anomalia che in fase di contabilizzazione di una distinta riba per un cliente con più fatture, veniva saldata solamente la prima fattura mentre le restanti risultavano ancora da incassare.
  • Archivio Beni in Leasing:
    • Archivio Leasing – coeff. deducibilità per massimo fiscalm. deducibile: inserito un controllo nel calcolo del coefficiente nel caso in cui il costo del concedente sia inferiore al valore massimo fiscalmente deducibile inserito dall’utente.
    • Inserimento Rate Leasing: ora l’inserimento contestuale delle rate dalle fatture ricevute proporrà la prima rata disponibile non memorizzata.
    • Dichiarazione IRAP SP e PF: corretto l’importo del rigo IP9.3 (IQ9.3) se presente l’archivio leasing.
    • Bilancio di verifica SP e PF: corretto il calcolo della ripresa in aumento IRAP se presente l’archivio leasing.
  • Reverse charge parziale: abilitata la gestione parziale dei reverse (fattura ricevuta con alcuni dettagli da integrare ed altri già comprensivi di IVA); a tal fine nei dettagli delle fatture ricevute da assoggettare a reverse è stata aggiunta la colonna “Rev” che può essere deselezionata per escludere alcuni dettagli dal meccanismo di inversione contabile.
  • Gestione automatica movimenti reverse charge: modificata la gestione dei movimenti contabili legati alle fatture ricevute in reverse charge (autofattura/integrazione e giroconto contabile) che ora verranno aggiornati automaticamente in fase di modifica della fattura ricevuta. Di conseguenza gli stessi non saranno eliminabili se non a partire dalla fattura originaria.

GEM / 2017

  • Fattura elettronica: abilitata l’esposizione degli oneri previdenziali.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Dati Fatture – Stampa: rimossa dalla stampa dettagliata l’informazione sulla deducibilità, che al momento riportava sempre il valore “SI”.
  • Dati Fatture – Stampa: corretta l’inversione dei campi nome e cognome.
  • Dati Fatture – Stampa: corretta la stampa dei totali e dei dettagli nel caso siano presenti importi negativi.
  • Dati Fatture – Stampa: aggiunto nel frontespizio un campo indicante il totale di imponibili e imposte.
  • Dati Fatture – Importazione CSV: attivata l’importazione da file CSV; il modello da utilizzare è lo stesso dei file Excel. Si consiglia di salvare i valori separati da “;”.
  • Dati Fatture – Importazione File Telematico: attivata l’importazione da file Ministeriale. Attenzione: l’importazione riguarda solo i dati delle fatture attive/passive, e non i dati anagrafici del soggetto comunicante. Inoltre, non è possibile importare i file di annullamento/correzione poiché contengono dati non modificabili se non alla creazione della comunicazione (annullamento) e solo i dati di una fattura (correzione).
  • Dati Fatture – Controlli: sono stati incrementati i controlli in sede di generazione del file telematico e di importazione da MidaPlus; si ricorda che al momento l’Agenzia delle Entrate non ha rilasciato dei controlli telematici per questa comunicazione, e il file può essere quindi verificato solo online

04 agosto 2017 - versione 08.02

pubblicato 04 ago 2017, 05:52 da Giorgio Davanzo

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Importazione Dati Fatture – CPR e sezionali con meno di tre caratteri: qualora in CPR il sezionale avesse meno di tre caratteri il programma aggiungeva in coda il numero “2”; si consiglia di reimportare le contabilità CPR aventi i sezionali attivi.
  • Importazione Dati Fatture – Emesse e Contabilità Trimestrali: nel caso di contabilità trimestrali, il programma importava solo le fatture emesse il primo gennaio; per questi soggetti, si consiglia di rieffettuare l’importazione.

03 agosto 2017 - versione 08.01

pubblicato 03 ago 2017, 07:12 da Giorgio Davanzo   [ aggiornato in data 03 ago 2017, 07:18 ]

GEC / 2017

  • Contabilità Semplificata 2017 – Riepilogo costi e ricavi: corretta l’anomalia che in fase di stampa non teneva conto del flag “Escludi clienti/fornitori” nel caso in cui quest’ultimo venisse selezionato.
  • F24 liquidazioni periodiche iva: risolta l’anomalia che nella stampa dell’F24 della liquidazione periodica di agosto e/o del II trimestre riportava come data di scadenza 20/08/2017 anziché 21/08/2017.
  • Stampa mastrini: corretta l’anomalia che in alcuni casi visualizzava la data documento una seconda volta al di sotto del conto relativo allo stesso movimento.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Abilitata per l’anno 2017 la funzione relativa all’invio Dati Fatture, accessibile all’interno della procedura “Comunicazione Fatture e Liquidazioni Periodiche IVA”, incluse stampe di verifica e generazione del telematico.
    • Ricordiamo che tale procedura è accessibile in due modi:
      • dalla voce “Comunicazione Dati Fatture Emesse, Ricevute e Liquidazioni Iva” presente nell’elenco ad albero a sinistra sotto il nominativo dei soggetti presenti; il programma si aprirà così direttamente sul soggetto selezionato, ma sarà sempre possibile visualizzarli tutti cliccando sulla freccia blu presente in alto a destra;
      • dal menù “Altri programmi -> Com. Fatture e Liquidazioni periodiche IVA”, consigliato a chi non utilizza i nostri programmi di contabilità GEC e CPR o per non entrare direttamente in un soggetto.
    • Ricordiamo inoltre che alla prima apertura di un trimestre il programma offrirà di riportare i soggetti dal trimestre precedente:
      • Rispondendo di NO, la maschera non presenterà alcun soggetto;
      • Rispondendo di SI, i soggetti verranno riportati ed il programma proverà ad importare da GEC/CPR tutti i dati già disponibili (vedi voce successiva “sincronizzazione massiva”).
  • Trasmissione con AutoEntratel: confermiamo che stiamo ultimando i test per l’invio dei file Dati Fatture e Comunicazione Liquidazioni tramite AutoEntratel; qualora diano esito positivo, sarà possibile utilizzare AutoEntratel per l’invio e download ricevute senza dover passare per il sito internet ministeriale. Tale funzione utilizzerà dei server Mida4, che verranno messi a disposizione dei clienti senza alcun onere aggiuntivo.
  • Sincronizzazione massiva: aggiunto il pulsante “Sincronizza Midaplus” il quale importa i dati disponibili (fatture e liquidazioni memorizzate) all’interno dei soggetti che ne siano privi; per esempio, qualora aveste già aperto il trimestre per procedere con le liquidazioni, sarà possibile usare questa funzione per importare le fatture. I dati già presenti NON verranno aggiornati o eliminati.
  • Pulizia Telematici – Dati Fatture e Com. Liq.: si ricorda che per mantenere la corretta numerazione dei file ed evitare lo scarto per numerazioni duplicate, questi non vanno rimossi dalla cartella dei telematici; al termine della generazione il programma chiederà se impostare il segnale di inviabile: rispondendo di sì, il programma sposterà tutti i file precedentemente generati per questo soggetto all’interno della sottocartella “Archiviati”.
  • Telematici – Dati Fatture: per specifiche ministeriali, non è possibile inviare nello stesso file fatture attive e passive; inoltre, ogni file può contenere al massimo 1000 documenti; questo significa che per ogni posizione verranno generati sempre almeno due file telematici: al termine dell’operazione, il sistema mostrerà un report contenente i nomi dei files generati. Si ricorda che non esiste un controllo ministeriale per questi files.
  • Telematici – Com.Liq: i files diagnostici verranno creati in una sottocartella separata per ridurre il numero di file presenti nella cartella dei telematici.
  • Stampe – Dati Fatture: non esiste un modello ministeriale della comunicazione; abbiamo realizzato comunque una stampa di verifica, dall’aspetto grafico molto simile allo standard dell’AdE. Nella versione rapida, la stampa conterrà solo un frontespizio contenente il riepilogo degli importi e delle tipologie IVA; nella versione completa, apparirà anche il dettaglio delle singole fatture. Attenzione: la stampa completa può richiedere parecchio tempo e generare molte pagine; inoltre, fatture attive e passive finiranno sempre in documenti diversi per meglio simulare quanto accade nella generazione del telematico.
  • Esportazione Excel – Dati Fatture: i dati delle fatture di un soggetto possono essere esportati in excel usando il pulsante “—> Excel” presente nella maschera; verranno riportati solo i dati presenti nella griglia, con l’aggiunta del tipo documento. Se sono visualizzate solo le fatture attive o passive, l’esportazione riguarderà solo queste.
  • Importazione da GEC/CPR – Dati Fatture: l’importazione caricherà tutti i dati presenti nelle fatture emesse, ricevute ed emesse da corrispettivi, a meno che nella causale di registrazione non sia stato impostato il tipo “TDNO”; essendo possibile trasmettere anche le fatture elettroniche già transitate per SDI, il programma importerà anche queste, allo scopo di permettere una puntuale verifica dei dati presenti in contabilità.
    • Per forzare l’esclusione di un documento, è sufficiente utilizzare una causale di registrazione con tipologia “TDNO” (oppure crearne una all’uopo); in alternativa, è sempre possibile eliminare il documento dalla comunicazione selezionandolo e premendo il tasto “CANC” (o “DEL”) della tastiera.
    • Le schede carburante non vanno comunicate; il sistema escluderà tutti i fornitori la cui denominazione è: “scheda carburant*”, “schede carburant*”, “lista carburant*”, “liste carburant*”, “carta carburant*”, “carburante” oppure “carburanti”.
    • In caso di soggetti esteri, va sempre indicato un identificativo IVA (corrispondente al campo “Partita IVA” nelle nostre anagrafiche). Qualora non sia stato fatto, il programma utilizzerà la denominazione come da FAQ ministeriale.
      Per le bolle doganali, verranno impostati i campi con paese “OO” e partita IVA “99999999” come da FAQ ministeriale.
    • Per i reverse charge (identificati dalla tipologia “TDRC” nella causale di prima nota), il programma applicherà a tutte le righe la tipologia N6. Attenzione: qualora solo alcune righe della fatture fossero soggette al reverse charge, sarà necessario modificare la fattura nel programma di comunicazione.
    • Regimi speciali Iva: in questa prima versione i campi “Dati Iva” non sono ancora gestiti e potrebbero non essere corretti; si consiglia quindi di non procedere all’importazione di tali soggetti nella sola “Comunicazione Dati fatture” e attendere i successivi aggiornamenti.
    • Si ricorda quanto riportato nella Ris. 87/E in relazione alle eventuali fatture di acquisto fuori campo Iva ex art. 74 DPR.N.633/72: in tal caso la fattura va registrata usando una tipologia IVA “D” con natura “N2” (solitamente la natura utilizzata in questi casi era “N1”); se non presente, tale codice può essere creato dal menù utilità.
    • Il programma non può importare le fatture emesse nell’ultimo trimestre dell’anno precedente aventi come periodo effettivo di riferimento l’anno corrente.
  • Importazione da Excel – Dati Fatture: la funzione è disponibile, il file di prova è reperibile nella maschera di importazione oppure direttamente qui.
    • In caso di soggetti esteri, va sempre indicata un identificativo IVA (corrispondente al campo “Partita IVA” nelle nostre anagrafiche). Qualora non sia stato fatto, il programma utilizzerà la denominazione come da FAQ ministeriale.
    • Verificare con attenzione che i campi obbligatori da specifica siano sempre presenti; in caso di errori, verrà scartata l’intera importazione.
  • Importazione da CSV – Dati Fatture: la funzione sarà attivata a fine mese, qualora i clienti ne facessero richiesta; il modello dei dati sarà lo stesso utilizzato per l’importazione Excel.
  • Importazione da Telematico XML – Dati Fatture: la funzione sarà attivata a fine mese.

31 luglio 2017 - versione 07.03

pubblicato 31 lug 2017, 06:44 da Giorgio Davanzo

GEC / 2017

  • Contabilità Semplificata – Stampa mastrini e riepilogo costi e ricavi: aggiunta la visualizzazione dei dati indicati all’interno della maschera “Riporto dati anno precedente”.
  • Gestione Incassi/Pagamenti: corretta l’anomalia che impediva il salvataggio dei dati in fase di incasso/pagamento contestuale di una fattura dalla maschera delle partite aperte, nel caso in cui fosse impostato un conto nel campo “Sottoconto commissioni”.
  • Causali prima nota: aggiornato il campo “Tipologia per Comunicazione Fatture“ in “TDR0” per il codice 277.

CPR / 2017

  • Causali prima nota: aggiornato il campo “Tipologia per Comunicazione Fatture“ in “TDR0” per il codice A277.

27 luglio 2017 - versione 07.02

pubblicato 27 lug 2017, 07:19 da Angelo Prauscello

GEC / 2017

  • Semplificata 2017 – Partite aperte con ritenuta: corretta l’anomalia che si verificava in fase registrazione contestuale del movimento tramite la maschera delle partite aperte, nel caso in cui fosse presente una ritenuta e non venisse indicato il sottoconto della cassa/banca.
  • Gestione scadenze 2017: impostato un controllo bloccante sulla quadratura del totale dei dettagli, totale delle ritenute (se presenti) e totale della fattura all’interno della maschera di generazione delle rate di una fattura.
  • Semplificata 2017 – Stampa di riepilogo costi e ricavi a sezioni contrapposte: corretto l’errore 3664 che in alcuni casi impediva la stampa nel caso in cui fossero presenti esistenze iniziali riportate dall’anno precedente.
  • Stampa elenco scadenze: corretta l’anomalia che non aggiornava in tempo reale il saldo del mastrino del cliente/fornitore (se selezionata l’opzione “stampa anche il totale del mastrino del cliente/fornitore”).
  • Anagrafiche clienti e fornitori: corretto il comportamento del campo “natura giuridica” che non veniva abilitato in fase di inserimento di un nuovo soggetto non residente.

GEM / 2017

  • Scheda articolo: nella funzione Lista movimenti è stato attivato il filtro “Mostra solo documenti con la causale”.
  • Contabilizzazione fatture: corretto l’importo della contabilizzazione dello “Split payment” nei casi in cui la somma dell’imposta delle singole righe non corrisponda al totale imposta della fattura di un centesimo a causa di arrotondamenti.

CPR / 2017

  • Anagrafiche clienti e fornitori: corretto il comportamento del campo “natura giuridica” che non veniva abilitato in fase di inserimento di un nuovo soggetto non residente.

Bilancio Europeo / 2017

  • Generazione file XBRL: corretta la generazione del file che inseriva un Tag sbagliato se compilato il campo “Svalutazioni effettuate nell’esercizio – immobilizzazioni materiali” nel prospetto _“Movimenti delle immobilizzazioni (abbreviato)”. Tale anomalia generava uno scarto da parte del controllo TebeNI.

19 luglio 2017 - versione 07.01

pubblicato 19 lug 2017, 03:37 da Angelo Prauscello

GEC / 2017

  • Fatture Ricevute: aumentata la lunghezza del campo “Numero documento” a 20 caratteri.
  • Semplificata – Prima nota – Altri movimenti: corretta l’anomalia che impediva la visualizzazione del totale movimento, nel caso in cui lo stesso avesse un solo rigo di dettaglio registrato nella colonna avere.
  • Partite Aperte: il check per creare un unico movimento ora si attiverà automaticamente solo se la maschera è aperta per un solo cliente ed è stato inserito un importo nel campo Totale.
  • Semplificata – Dichiarazioni fiscali – spese di rappresentanza: corretto il calcolo dell’importo “Totale proventi gestione caratteristica” che poteva risultare non corretto in presenza di risconti passivi derivanti dall’anno precedente.
  • Semplificata – stampa piano dei sottoconti: corretto l’errore 3079 che impediva la stampa del piano dei sottoconti qualora si scegliesse l’opzione “Solo quelli utilizzati” nell’anno 2017.
  • Audit: nella sezione “Filtra per..” è stata aggiunta la ricerca per “ID movimento” (numero fattura o progressivo registrazione)
  • Partite Aperte: corretto l’errore 3077 che si verificava in fase di registrazione delle fatture “bis” nel caso in cui venisse barrata l’opzione “Crea unico movimento contabile”.
  • Ordinaria – Dichiarazioni fiscali Redditi ENC e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi ENC 2017 e IRAP 2017. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Causali Prima Nota: aggiunto il campo “Tipologia per Comunicazione Fatture” per le causali della fatture emesse e fatture ricevute.
  • Semplificata – Riepilogo Costi e ricavi: corretto saldo dei sottoconti di costo presenti nella maschera “Dati anno precedente” nella sezione “Ratei attivi”.
  • Anagrafiche clienti e fornitori: adeguata la lunghezza dei campi Cognome /Denominazione, Nome, Indirizzo e Comune alle specifiche della “Comunicazione Fatture”. Sono stati inoltre riposizionati alcuni controlli nella maschera per ottimizzarne la corretta compilazione.

CPR / 2017

  • Fatture Ricevute: aumentata la lunghezza del campo “Numero documento” a 20 caratteri.
  • Spese studio: corretta l’anomalia che in alcuni casi duplicava la lista dei percipienti in fase di visualizzazione dei medesimi.
  • Causali Prima Nota: aggiunto il campo “Tipologia per Comunicazione Fatture” per le causali della fatture emesse e fatture ricevute.
  • Anagrafiche clienti e fornitori: adeguata la lunghezza dei campi Cognome /Denominazione, Nome, Indirizzo e Comune alle specifiche della “Comunicazione Fatture”. Sono stati inoltre riposizionati alcuni controlli nella maschera per ottimizzarne la corretta compilazione.

GEM / 2017

  • Anteprima stampa fattura: è stata aggiunta la visualizzazione dell’indirizzo email del cliente.
  • Stampa fattura accompagnatoria: corretti automaticamente i layout della stampa della fattura accompagnatoria mancanti dell’immagine a piè di pagina.
  • Fatturazione differita: revisionata la ricerca automatica dei documenti da fatturare per rendere la funzione più veloce.

Bilancio Europeo / 2017

  • Bilancio Consolidato: corretto il calcolo della voce “Differenza da arrotondamento in euro” che in alcuni casi particolari risultava non corretta. Tale anomalia generava uno segnalazione di Warning in fase di controllo TebeNi.

Midaplus / 2017

  • Anagrafiche condivise: adeguata la lunghezza dei campi Cognome /Denominazione, Nome, Indirizzo e Comune alle specifiche della “Comunicazione Fatture”. Sono stati inoltre riposizionati alcuni controlli nella maschera per ottimizzarne la corretta compilazione.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2017

  • Comunicazione Liquidazioni: attivata la gestione del secondo trimestre con il riporto automatico dei dati. Per i clienti che utilizzano la nostra contabilità, il programma importerà automaticamente anche le liquidazioni già memorizzate in GEC/CPR.
  • Integrazione AutoEntratel ed invio senza passare per il sito web: dopo aver generato il file telematico e svolto il relativo controllo, il programma si offrirà di aggiungere il file in AutoEntratel per l’invio (a prescindere dall’esito del controllo, che a volte può fallire per problemi del software ministeriale di verifica del file). 
    Siamo infatti convinti di poter effettuare la firma e l’invio di tali comunicazioni direttamente da AutoEntratel, senza dover ricorrere a servizi di terzi (e quindi senza aggravio di costi per chi già acquisti il programma AutoEntratel); attenzione: con la versione attuale di AutoEntratel il file apparirà nell’elenco, ma non sarà ancora firmabile o inviabile (è sempre possibile l’invio dal sito web ministeriale).
  • Segnale di Inviabile: dopo aver generato il file e svolto il controllo telematico, il programma chiederà all’utente se marcare il file come Inviabile; l’utilizzo corretto prevede che l’utente risponda  solo quando le operazioni relative a quel soggetto sono considerate concluse, ed il file prodotto verrà inviato ad AdE.
    Inoltre, rispondendo  il pulsante “Liquidazioni” nella scheda del soggetto verrà colorato di verde; la stessa logica verrà applicata alla comunicazione fatture, e quando entrambe le comunicazioni di un soggetto saranno inviabili, il relativo rettangolo nella maschera principale verrà colorato di verde.
  • Comunicazione Fatture: siamo ancora in attesa di chiarimenti su alcuni dettagli della comunicazione in oggetto; non appena saranno sciolti i dubbi in sospeso, provvederemo al rilascio della procedura.
  • Importazione soggetti da MidaPlus: il programma importerà ora anche le liquidazioni eventualmente presenti, come già accadeva aprendo il programma dal ramo relativo al cliente nella schermata di MidaPlus.

28 giugno 2017 - versione 06.03

pubblicato 28 giu 2017, 01:23 da Giorgio Davanzo

Bilancio Europeo / 2017

  • Generazione file XBRL Consolidato: corretta la generazione del file in presenza di importi nella voce “A1.VI.1. – Differenza da arrotondamento in Euro”. Tale anomalia generava uno scarto in fase di controllo TebeNi.
  • Bilancio consolidato – riporto da anno precedente: corretto l’errore di conversione che impediva il riporto del bilancio consolidato in presenza dei conti d’ordine.

CPR / 2017

  • Gestione studio – emissione parcelle: tolto il controllo per il campo casuale in fase di inserimento dei dati nella griglia, ora la mancata compilazione verrà segnalata in fase di registrazione della parcella impedendo il salvataggio della stessa.
  • Dichiarazioni fiscali – Variazioni Fiscali: corretto l’errore di run-time “3464” che impediva la visualizzazione dei dati già memorizzati nel controllo “Leasing – Maggior valore L.208/15”.

GEM / 2017

  • Anagrafica Agenti: modificata la gestione del tasto Elimina per avvisare l’utente di quanti e quali documenti sono abbinati all’agente che si desidera cancellare.

1-10 of 36