Midaplus

15 maggio 2019 - versione 05.03

pubblicato 15 mag 2019, 03:01 da Angelo Prauscello

INTRA / 2019

  • Inserimento servizi ricevuti/resi: corretto il controllo nel campo “Data fattura” che, nel caso di periodicità diversa tra beni e servizi, impediva l’inserimento di un nuovo servizio se già stampati/inviati i beni dello stesso periodo.

GEM / 2019

  • Documenti emessi: implementato un controllo che impedisce di inserire nelle righe di dettaglio i sottoconti relativi a clienti/fornitori.
  • Documenti emessi: è stata corretta l’anomalia che a fronte di una forzatura errata della numerazione da parte dell’operatore poteva generare documenti con numeri già assegnati.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: modificato il controllo introdotto con la versione 05.02 relativo alla generazione delle scadenze. Ora verrà sempre considerato il totale calcolato dal programma utilizzando le informazioni contenute nel riepilogo IVA, anziché il totale documento preimpostato dall’emittente nel file.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: modificato l’aggiornamento automatico dell’anagrafica in fase di importazione delle fatture. Se nella fattura viene compilato il campo “Denominazione” e nel soggetto da aggiornare è inserito il campo “Nome”, quest’ultimo sarà svuotato.

CPR / 2019

  • Dichiarazioni fiscali – Stampe di verifica Redditi – Quadro RE: corretto il calcolo dei righi RE7.1 e RE 7.2 che non includeva la Maggior quota dei cespiti con codice uguale a “3 -Super ammortamento 30% (L.205/17)”. All’apertura del Midaplus verrà fornito un report delle contabilità interessate per le quali sia già stata effettuata l’esportazione al Windired.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: modificato l’aggiornamento automatico dell’anagrafica in fase di importazione delle fatture. Se nella fattura viene compilato il campo “Denominazione” e nel soggetto da aggiornare è inserito il campo “Nome”, quest’ultimo sarà svuotato.

Midaplus / 2019

  • Aggiunti, nella banca dati 2019, i seguenti comuni di nuova istituzione:
    • San Giorgio Bigarello (H883, MN), ex San Giorgio di Mantova, aggiornato a seguito dell’incorporazione del comune BIGARELLO (A866); Istat: non montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: normale;
    • Colli Verdi (M419, PV) derivante dalla fusione dei comuni CANEVINO (B599), RUINO (H637) e VALVERDE (L659); Istat: non montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;
    • Lu e Cuccaro Monferrato (M420, AL) derivante dalla fusione dei comuni CUCCARO MONFERRATO (D194) e LU (E712); Istat: non montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;
    • Pieve del Grappa (M422, TV) derivante dalla fusione dei comuni CRESPANO DEL GRAPPA (D157) e PADERNO DEL GRAPPA (G221); Istat: parzialmente montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;
    • Valbrenta (M423, VI) derivante dalla fusione dei comuni CAMPOLONGO SUL BRENTA (B547), CISMON DEL GRAPPA (C734), SAN NAZARIO (I047) e VALSTAGNA (L650); Istat: montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;
    • Vermezzo con Zelo (M424, MI) derivante dalla fusione dei comuni VERMEZZO (L768) e ZELO SURRIGONE (M160); Istat: non montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: normale;
    • Cadrezzate con Osmate (M425, VA) derivante dalla fusione dei comuni CADREZZATE (B347) e OSMATE (E529); Istat: non montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;
    • Colceresa (M426, VI) derivante dalla fusione dei comuni MASON VICENTINO (F019) e MOLVENA (F306); Istat: parzialmente montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano parzialmente delimitato;
    • Lusiana Conco (M427, VI) derivante dalla fusione dei comuni CONCO (C949) e LUSIANA (E762); Istat: montano, art.15 L.984/77 e circ.9/93: montano totalmente delimitato;

    Per tali comuni non sono stati caricati gli estimi catastali in quanto non ancora presenti in DocFa.


09 maggio 2019 - versione 05.02

pubblicato 9 mag 2019, 04:01 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Beni Ammortizzabili – Gestione Decrementi: migliorata la maschera relativa alla gestione dei decrementi:
    • resa obbligatoria la scelta del tipo di decremento tra Dismesso/Venduto;
    • nella contabilità semplificata con sezionali abilitati è stata inserita la scelta del sezionale nella creazione dei movimenti di Prima Nota;
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: modificata la generazione delle scadenze; ora se il totale del documento differisce dal totale delle scadenze, non verrà generata alcuna rata e l’importo da pagare corrisponderà al totale fattura.
  • Audit: migliorate le informazioni di dettaglio relative all’importazione delle fatture XML.
  • Semplificata – Associa Mastri Conti e Sottoconti: corretta l’anomalia che in alcuni casi durante il salvataggio della maschera, il programma restituiva il messaggio “sottoconto non valido” impedendo la memorizzazione dei dati.

CPR / 2019

  • Audit: migliorate le informazioni di dettaglio relative all’importazione delle fatture XML.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Comunicazione Liquidazioni Periodiche: ad inizio mese i controlli effettuati da SOGEI contenevano un errore che determinava lo scarto di TUTTE le liquidazioni periodiche trasmesse; l’errore è stato corretto da SOGEI il 6 maggio 2019, ma tutte le liquidazioni inviate precedentemente sono state scartate e vanno pertanto reinviate con un nuovo nome del file (è sufficiente rigenerare il file telematico, sarà identico al precedente tranne che per il nome del file).

07 maggio 2019 - versione 05.01

pubblicato 7 mag 2019, 03:15 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Dichiarazioni fiscali Redditi PF e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi PF 2019 e IRAP 2019. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Dichiarazioni fiscali Redditi SP e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi SP 2019 e IRAP 2019. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.

CPR / 2019

  • Dichiarazioni fiscali Redditi SP e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi SP 2019 e IRAP 2019. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Dichiarazioni fiscali Redditi PF e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi PF 2019 e IRAP 2019. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Emissione Parcelle: corretta l’anomalia che in taluni casi determinava il blocco del programma quando l’utente cliccava sul nominativo del cliente per visualizzarne la scheda anagrafica.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Comunicazione Fatture Transfrontaliere (Esterometro) – Importazione fatture emesse da GEC: corretta l’anomalia che determinava l’importazione di tutte le fatture estere emesse a prescindere dal periodo di riferimento se nella contabilità era attiva l’opzione “Abilita periodo di riferimento IVA nelle fatture emesse”ed il campo relativo era stato compilato.

GEM / 2019

  • Fatture, DDT e altri: rimossa l’anomalia che non permetteva di aggiornare correttamente i totali mensili della movimentazione degli articoli nel caso in cui venisse modificato il mese della data di registrazione del documento.

29 aprile 2019 - versione 04.04

pubblicato 29 apr 2019, 03:25 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Ordinaria – Dichiarazioni fiscali Redditi ENC e IRAP: attivate le stampe di verifica e l’esportazione al WinDired dei modelli Redditi ENC 2019 e IRAP-ENC 2019. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Bilancio di verifica: corretta l’anomalia che non permetteva di eseguire la stampa in presenza di fatture con numerazione “bis”.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Comunicazione Fatture Transfrontaliere – Esterometro: si ricorda che la periodicità della comunicazione è mensile, e le scadenze relative alle fatture di gennaio e febbraio sono state prorogate al 30 aprile.
    ATTENZIONE: il periodo “Marzo” fa riferimento al trimestre per le sole Liquidazioni IVA; ai fini dell’esterometro, il periodo “Marzo” contiene solo le fatture di marzo. Per inviare le fatture di gennaio e febbraio è necessario aprire il mese di competenza relativo e predisporre da lì la comunicazione (si ricorda che è disponibile l’importazione massiva dei dati dalla contabilità).

19 aprile 2019 - versione 04.03

pubblicato 19 apr 2019, 02:25 da Angelo Prauscello

Bilancio Europeo / 2019

  • Ordinaria – Piano dei Conti Società di Capitali: ai fini del Bilancio Europeo sono stati aggiunti i seguenti sottoconti predefiniti:
    • 206.04.5500 – Altri debiti vs/finanziatori esigibili oltre l’esercizio successivo;
    • 311.00.8500 – Altri accantonamenti;
    • 315.02.0000 – Proventi (oneri) da adesione al regime di consolidato fiscale / trasparenza fiscale;
    • 202.02.7000 – Altri fondi.
  • Stato Patrimoniale e Conto Economico – Importa dati da XBRL: modificata l’acquisizione di bilanci dell’esercizio precedente che in alcuni casi particolari non venivano acquisiti.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML:
    • aggiunta la possibilità di forzare l’importazione delle fatture marcate in rosso quando i riferimenti del soggetto attivo/passivo non coincidono con i dati della contabilità. In fase di caricamento dei dati il programma segnalerà la presenza di eventuali fatture non importabili; per acquisirle sarà sufficiente fare doppio click sul rigo interessato e confermare il successivo messaggio di avviso nel quale sarà specificata la causa del blocco; è possibile visualizzare la causa del blocco facendo doppio click sulla riga e scegliendo poi di non procedere con l’acquisizione della fattura;
    • migliorato il caricamento dei files XML: nel caso in cui la lettura di uno di essi non vada a buon fine, il programma proseguirà comunque nella lettura degli altri files; Il file contenente errori che ne impediscono la lettura non sarà visualizzato nella lista;
    • risolta l’anomalia nel caso di importazione di fatture con sezionale di lunghezza inferiore a 3 caratteri, in tal caso non veniva correttamente gestita la creazione del documento collegato, di conseguenza quest’ultimo non risultava visualizzabile tramite l’apposito pulsante all’interno della maschera delle Fatture Emesse/Ricevute;
    • risolta l’anomalia durante la lettura dei dati di una fattura ricevuta di tipo semplificato, nel caso in cui fosse compilato il blocco DatiFatturaRettificata, veniva restituito un errore di runtime che impediva la successiva visualizzazione e importazione della stessa.
  • Imposta di bollo FE: aggiunta la funzione che permette il calcolo dell’imposta del bollo per le Fatture Elettroniche e relativa stampa ed esportazione al Windired del relativo Modello F24 (accessibile dal menù Adempimenti Periodici -> Imposta di bollo FE).
    La funzione prende come riferimento per il periodo la Data registrazione
    La funzione propone due calcoli, uno “Effettivo” (fatture in cui l’utente ha inserito l’importo del bollo) e uno “Stimato” (fatture con tipi IVA ed importi per cui può essere prevista l’applicazione del bollo): l’utente può scegliere quale importo utilizzare nel modello F24. Per entrambi i metodi c‘è la possibilità di eseguire una stampa dettagliata delle fatture che rientrano nel calcolo.
  • Contabilizzazione Parcelle Emesse: corretta l’anomalia che cancellava l’eventuale importo del bollo non addebitato in fattura in fase di contabilizzazione. Si precisa che la generazione della Parcella Elettronica risultava comunque corretta.
  • Emissione parcelle: migliorato il controllo dell’importo del bollo in parcella, che in alcuni casi veniva richiesto anche se non dovuto.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML:
    • aggiunta la possibilità di forzare l’importazione delle fatture marcate in rosso quando i riferimenti del soggetto attivo/passivo non coincidono con i dati della contabilità. In fase di caricamento dei dati il programma segnalerà la presenza di eventuali fatture non importabili; per acquisirle sarà sufficiente fare doppio click sul rigo interessato e confermare il successivo messaggio di avviso nel quale sarà specificata la causa del blocco; è possibile visualizzare la causa del blocco facendo doppio click sulla riga e scegliendo poi di non procedere con l’acquisizione della fattura;
    • migliorato il caricamento dei files XML: nel caso in cui la lettura di uno di essi non vada a buon fine, il programma proseguirà comunque nella lettura degli altri files; Il file contenente errori che ne impediscono la lettura non sarà visualizzato nella lista;
    • risolta l’anomalia in fase di creazione di un nuovo soggetto in anagrafica con codice alfanumerico, in tal caso veniva restituito un errore bloccante che impediva l’importazione della fattura interessata;
    • risolta l’anomalia durante la lettura dei dati di una fattura ricevuta di tipo semplificato, nel caso in cui fosse compilato il blocco DatiFatturaRettificata, veniva restituito un errore di runtime che impediva la successiva visualizzazione e importazione della stessa.
  • Imposta di bollo FE: aggiunta la funzione che permette il calcolo dell’imposta del bollo per le Fatture Elettroniche e relativa stampa ed esportazione al Windired del relativo Modello F24 (accessibile dal menù Adempimenti Periodici -> Imposta di bollo FE).
    La funzione prende come riferimento per il periodo la Data registrazione
    La funzione propone due calcoli, uno “Effettivo” (fatture in cui l’utente ha inserito l’importo del bollo) e uno “Stimato” (fatture con tipi IVA ed importi per cui può essere prevista l’applicazione del bollo): l’utente può scegliere quale importo utilizzare nel modello F24. Per entrambi i metodi c‘è la possibilità di eseguire una stampa dettagliata delle fatture che rientrano nel calcolo.

GEM / 2019

  • Imposta di bollo FE: aggiunta la funzione che permette il calcolo dell’imposta del bollo per le Fatture Elettroniche e relativa stampa del relativo Modello F24 (accessibile dal menù Fatturazione -> Imposta di bollo FE).
    La funzione prende come riferimento per il periodo la Data documento
    La funzione propone due calcoli, uno “Effettivo” (fatture in cui l’utente ha inserito l’importo del bollo) e uno “Stimato” (fatture con tipi IVA ed importi per cui è prevista l’applicazione del bollo): l’utente può scegliere quale importo utilizzare nel modello F24. Per entrambi i metodi c‘è la possibilità di eseguire una stampa dettagliata delle fatture che rientrano nel calcolo.

11 aprile 2019 - versione 04.02

pubblicato 11 apr 2019, 02:15 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Documenti di trasporto: corretta la gestione della numerazione automatica dei documenti nel caso in cui l’operatore avesse forzato il numero documento dopo averlo creato con la funzione Duplica.
  • Fatture, DDT e altri: aumentato il numero di decimali imputabili nelle colonne quantità e valore unitario al corrispettivo numero di decimali indicato nelle opzioni.
  • Preventivi: corretta la dimensione della finestra in modo che i campi relativi alla Situazione attuale dell’articolo siano visualizzati completamente.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: introdotte le seguenti migliorie:
    • in fase di caricamento delle fatture, il programma impostava in automatico la spunta sulle fatture soggette a reverse charge, pur essendo quest’ultime importabili solo tramite la modalità di precompilazione;
    • nel caso di una differente impostazione della data/ora rispetto a quella standard di Windows, il programma non precompilava con la data odierna il campo “data registrazione”, ciò poteva causale un errore di run-time in caso di importazione con l’assenza di tale dato indicato.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: introdotte le seguenti migliorie:
    • in fase di caricamento delle fatture, il programma impostava in automatico la spunta sulle fatture soggette a reverse charge, pur essendo quest’ultime importabili solo tramite la modalità di precompilazione;
    • nel caso di una differente impostazione della data/ora rispetto a quella standard di Windows, il programma non precompilava con la data odierna il campo “data registrazione”, ciò poteva causale un errore di run-time in caso di importazione con l’assenza di tale dato indicato.
  • Stampa mastrini: corretta la stampa del numero documento per le fatture ricevute che in alcuni casi particolari stampava “0” anzichè il numero effettivo del documento.
  • Fatture emesse e ricevute – Gestione anticipi pagamento: ora il programma controlla l’esistenza di eventuali anticipi in fase di registrazione della fattura oltre che in modalità “nuovo” anche se il movimento è in modifica ed è in sospeso.
  • Fatture ricevute – inserimento contestuale bene ammortizzabile: ora il programma permette di inserire un nuovo bene ammortizzabile in fase di registrazione della fattura oltre che in modalità “nuovo” anche se il movimento è in modifica ed è in sospeso.

Midaplus / 2019

  • Fattura Elettronica: aggiornata la codifica del campo “CausalePagamento” relativo alla sezione “DatiRitenuta” come da ultima versione (1.4.1) delle specifiche tecniche ministeriali.
  • Fattura elettronica – soggetto emittente terzo: corretta la compilazione del campo “Titolo” che nel caso in cui l’emittente terzo fosse una società inseriva il titolo onorifico del cedente/prestatore.

04 aprile 2019 - versione 04.01

pubblicato 4 apr 2019, 02:46 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Contabilità semplificata – Bilancio verifica: corretto l’errore “type mismatch” introdotto con la versione 03.04 che impediva la stampa per le contabilità semplificate con beni ammortizzabili.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: corretta l’anomalia che restituiva il messaggio “Importazione effettuata con successo” a prescindere dal fatto che l’importazione fosse andata a buon fine oppure no.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML: corretta l’anomalia che restituiva il messaggio “Importazione effettuata con successo” a prescindere dal fatto che l’importazione fosse andata a buon fine oppure no.

29 marzo 2019 - versione 03.04

pubblicato 29 mar 2019, 03:21 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Beni ammortizzabili – Esportazione dati a Excel: nella scheda archivio sono state aggiunte le colonne “Tipo maggior ammto”“Maggior ammto – Maggior quota”“Coefficiente ammto fiscale”“Perc deducibilità IRAP
  • Contabilità semplificata – Stampa registro vendite 2018: abilitata l’opzione “Stampa adeguamento agli studi di settore”.
  • Libro giornale, Mastrini, Bilancio di verifica, Brogliaccio e stampe di verifica degli Altri movimenti: dal 2019 è stata modificata l’esposizione nelle stampe degli importi con segno negativo, spostandoli nella colonna opposta e con segno positivo; per esempio, un importo negativo nella colonna “Dare” verrà automaticamente spostato nella colonna “Avere” con segno positivo.
  • Scritture di apertura: corretta l’anomalia che in alcuni casi particolari non disabilitava il pulsante “Crea nuovo esercizio” dopo aver premito il pulsante stesso ed eseguito la creazione del nuovo esercizio.
  • Liquidazione periodica IVA 2018: nel caso si fosse memorizzata la determinazione analitica dell’acconto anche in caso di acconto non dovuto, tale importo negativo veniva erroneamente proposto nella liquidazione del mese di dicembre. L’anomalia non si verificava in caso di contabilità collegata al Windired per la gestione delle liquidazioni periodiche.
  • Dichiarazioni fiscali: sono state attivate le stampe di verifica dei modelli Redditi 2019 e IRAP 2019 per le Società di capitali e relativa esportazione al Windired. Prima di procedere con la stampa aggiornare i trattamenti tramite l’apposita funzione del menu “Utilità”.
  • Importazione Fatture Emesse XML: implementato un controllo sul numero documento che verifica se quest’ultimo ha un valore minore o uguale a zero, in tal caso il rigo relativo a tale fattura non sarà importabile e verrà evidenziato in giallo.
  • Ritenute Subite – Elenco Fatture: corretto l’errore di run-time che non permetteva di eseguire la stampa; l’errore si verificava se nell’intervallo delle fatture emesse da stampare c’erano fatture con numerazione bis.

GEM / 2019

  • Documenti emessi: corretta l’anomalia che registrava in modo errato la Modifica di un documento nel caso in cui venisse corretto l’Anno di riferimento e contemporaneamente fossero stati indicati un Numero o una Data documento sbagliati. In questo caso il documento andava a sostituirsi a quello dell’anno di riferimento originale avente lo stesso progressivo.

Bilancio Europeo / 2019

  • Stato Patrimoniale e Conto Economico – Importa dati da XBRL: sono state apportate alcune migliorie alla funzione:
    • aggiunto il pulsante “Controlla file” che esegue il controllo e genera il file Pdf del file di bilancio selezionato;
    • aggiunte le informazioni del file di bilancio selezionato da cui è possibile selezionare quale annualità si desidera importare: nel caso in cui il file riguardi il bilancio dell’esercizio precedente il programma automaticamente proporrà di acquisirlo come dato dell’esercizio precedente.

Com. Fatture e Liquidazioni / 2019

  • Importazione Fatture da MidaPlus: ora le bolle doganali non vengono più importate per le comunicazioni relative al 2019 (c.d. “Esterometro”).

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse XML: implementato un controllo sul numero documento che verifica se quest’ultimo ha un valore minore o uguale a zero, in tal caso il rigo relativo a tale fattura non sarà importabile e verrà evidenziato in giallo.

20 marzo 2019 - versione 03.03

pubblicato 20 mar 2019, 03:40 da Angelo Prauscello

GEC / 2019

  • Beni ammortizzabili: nel campo “Maggior ammortamento” sono stati aggiunti i seguenti nuovi codici (a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 145/2018):
    • Codice 5: Iper ammortamento 170% (fino a € 2,5 milioni – L.145/2018)
    • Codice 6: Iper ammortamento 100% (Da € 2,5 milioni a € 10 milioni – L.145/2018)
    • Codice 7: Iper ammortamento 50% (Da € 10, milioni a € 20 milioni – L.145/2018)
  • Rinumerazione Fatture e Documenti Collegati: corretta la rinumerazione dei documenti collegati che in alcuni casi particolari non veniva effettuata.
  • Bilancio di verifica: è stata aggiunta l’opzione “Fatture passive: usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, qualora sia attivo un filtro per periodo, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Dichiarazioni Fiscali – Dichiarazione annuale IVA: per le contabilità con impostato il regime IVA “Agenzie di Viaggio” è stata corretta l’anomalia che in fase di esportazione dei dati al Windired depurava la base imponibile netta derivante dal “Prospetto A” dal rigo VE22.1 invece che dal rigo VE23.1.
  • Ordinaria – Registro IVA Fatture Ricevute: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Semplificata – Registro Acquisti: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile per esercizi con durata diversa dall’anno solare o con il regime di IVA per cassa attivo.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia per la quale nel caso di importazione di note di credito con oneri previdenziali, il programma impostava in maniera non corretta il segno degli oneri previdenziali ed il totale fattura restituendo un messaggio di avviso.
  • Registro Fatture Ricevute: è stata aggiunta l’opzione “Usa data Pro Liquidazione IVA; barrando tale casella, il programma userà la Data IVA (anziché la data di registrazione) con la stessa logica adottata per la liquidazione. L’opzione NON è disponibile con il regime di IVA per cassa attivo.
  • Importazione Fatture Emesse XML: corretta l’anomalia che bloccava l’importazione nel caso in cui non fosse stato inserito il conto di spesa “Valori Bollati”.

12 marzo 2019 - versione 03.02

pubblicato 12 mar 2019, 04:07 da Angelo Prauscello

GEM / 2019

  • Emissione Fatture/DDT: la contabilizzazione verrà fatta raggruppando anche per segno; in questo modo, in contabilità non si avranno righe a zero e la registrazione contabile sarà più chiara.
  • Inventario: corretta l’anomalia che impediva il calcolo corretto per gli articoli abbinati ai metodi FIFO e LIFO continuo aventi movimenti di scarico con due unità di misura differenti.
  • Stampa inventario: modificata affinché la descrizione degli articoli venga completata con le caratteristiche che si è scelto di stampare.

CPR / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia che selezionando la casella di spunta “Usa data ricezione” non ordinava in modo automatico le fatture per “Data ingresso sistema”.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Bollo Virtuale: corretta l’anomalia che in fase di importazione, in presenza dell’importo del bollo in fattura, non veniva controllato se esso fosse effettivamente addebitato, quindi veniva imputato a prescindere.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Dati Aggiuntivi: qualora il sistema operativo utilizzasse delle impostazioni non standard per indicare data e ora (per esempio: 12.15.00 invece di 12:15:00 per l’ora) il sistema salvava il file aggiuntivo JSON in un formato non decodificabile e si generava quindi un errore durante la decodifica dello stesso; a partire da questa versione, il salvataggio delle date e delle ore è stato forzato per utilizzare i “:”. Tutti i files scaricati da ora in poi, quindi, saranno poi apribili a prescindere dalle impostazioni del sistema operativo.

GEC / 2019

  • Importazione Fatture Ricevute XML: corretta l’anomalia che selezionando la casella di spunta “Usa data ricezione” non ordinava in modo automatico le fatture per “Data ingresso sistema”.
  • Gestione pro-rata abitualmente uguale a zero limitato ad un solo sezionale: corretto l’errore di run-time 91 che si poteva verificare nella generazione automatica del giroconto dell’IVA a costo se si modificava il sezionale di una fattura ricevuta già esistente.
    Ora la generazione automatica del giroconto dell’IVA a costo segue le medesime caratteristiche del reverse charge, per cui il movimento generato non sarà modificabile dalla maschera degli altri movimenti e per la fattura ricevuta collegata non sarà possibile modificare il sezionale, numero fattura e data fattura.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Bollo Virtuale: corretta l’anomalia che in fase di importazione, in presenza dell’importo del bollo in fattura, non veniva controllato se esso fosse effettivamente addebitato, quindi veniva imputato a prescindere.
  • Fatture Ricevute: modificato l’ordinamento dei dettagli fattura in fase di registrazione dei dati, il quale avveniva per conto di acquisto. Ora l’ordine sarà quello di inserimento.
  • Importazione Fatture Emesse/Ricevute XML – Dati Aggiuntivi: qualora il sistema operativo utilizzasse delle impostazioni non standard per indicare data e ora (per esempio: 12.15.00 invece di 12:15:00 per l’ora) il sistema salvava il file aggiuntivo JSON in un formato non decodificabile e si generava quindi un errore durante la decodifica dello stesso; a partire da questa versione, il salvataggio delle date e delle ore è stato forzato per utilizzare i “:”. Tutti i files scaricati da ora in poi, quindi, saranno poi apribili a prescindere dalle impostazioni del sistema operativo.

1-10 of 19