Windired

11 gennaio 2018 - versione 13.02

pubblicato 11 gen 2018, 06:01 da Angelo Prauscello

Versamenti / 2017

  • Attivata la gestione dei versamenti (F24, F24EP e F23) per l’anno 2018, con le relative stampe ministeriali e la generazione del file telematico.
    • Riporto dati da anno precedente: dal 2018 l’archivio dei Versamenti diventa multianno, saranno quindi visibili i crediti di tutti gli anni. Per lo stesso motivo le deleghe create nel 2017 con scadenza 2018 saranno già visibili nel nuovo anno senza necessitare di alcun riporto.
    • Data di versamento: la data scelta per il versamento sarà ora il primo dato richiesto nella compilazione del modello, per poter proporre l’utilizzo dei soli codici tributo attivi/in vigore alla data selezionata.
    • Codici tributo: aggiornata la banca dati dei codici tributo per il versamenti con mod.F24 in base alle risoluzioni 1/E, 2/E e 3/E.
  • Salvataggio mod.F24 da altre procedure: corretto l’errore in fase di memorizzazione delle deleghe F24 da altre procedure (es. liquidazioni periodiche IVA) nel caso in cui fossero presenti già deleghe imputate dalla gestione 2018.

09 gennaio 2018 - versione 13.01

pubblicato 9 gen 2018, 05:51 da Angelo Prauscello

Windired base / 2017

  • Gestione avanzata enti: corretto il passo 3 della gestione avanzata enti, in cui è possibile agganciare gli enti oggetto della successione agli enti eventualmente già in possesso dell’erede oppure optare per la creazione di un nuovo ente. In questa fase, in presenza di più eredi, non venivano caricati gli enti degli eredi successivi al primo impedendo l’eventuale aggancio con gli enti già presenti.

Versamenti / 2017

  • Tabella codici coobbligato: aggiornata la lista dei codici possibili con il codice 74 (“Soggetto risultante dall’operazione straordinaria”).
  • Adeguamento del tasso d’interesse per il 2018: aggiornata la procedura per il calcolo degli interessi dovuti in base alla nuova aliquota in vigore dal 1/1/2018 (0.3%).
  • Stampa mod.F24: attivata la stampa dei modelli F24 dall’anno di gestione 2018.

IVA / 2017

  • Acquisizione file telematico: attivata l’acquisizione da file telematico per le dichiarazioni d’Intento.

06 dicembre 2017 - versione 12.01

pubblicato 6 dic 2017, 00:28 da Angelo Prauscello   [ aggiornato in data 6 dic 2017, 00:30 ]

Co.Co.Pro / 2017

  • Conguaglio 2017: aggiunta la gestione dell’aliquota INPS del 33,23%. In caso di conguaglio già effettuato per soggetti con tale percentuale si consiglia di rieseguirlo.
  • Generazione UniEmens: corretta l’anomalia che si verificava nella generazione del file telematico per i collaboratori con Tipo Rapporto ’1A – Amministratore’ per i quali veniva erroneamente indicato il codice ’1D – liquidatore’. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati da tale anomalia per i quali si consiglia di contattare la Mida4 al fine di generare il file correttivo.

Certificazione Unica / 2017

  • Quadri pro 2018: nei dati anagrafici relativi agli Autonomi è stata aggiunta la funzione “Importazione da CU anno corrente” che permette di accodare i percipienti presenti in tutte le varie CU 2017 (normali o sostitutive).
  • CU 2017 – Dati anagrafici: aggiunta l’importazione selettiva dei quadri per singolo percipiente da file telematico sia per gli Autonomi che per i Dipendenti.

AutoEntratel / 2017

  • Visualizza clienti: è ora possibile visualizzare correttamente l’anteprima delle Comunicazioni Dati Fattura (DFX) e Comunicazioni Trimestrali IVA (IVP) dal menù contestuale del cliente.
  • Ricevute: corretta la stampa della ricevuta del modello CNM (Consolidato), ora presenta correttamente i dati di intestazione della società.

Windired base / 2017

  • Stampe di verifica – Alluvione Toscana 2017, DL 16/10/2017 n. 148: è possibile stampare una lista dei clienti residenti o con sede legale nei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti; la stampa è accessibile dal menù Stampe > Di Verifica > Elenchi > Elenco clienti aree alluvionate settembre 2017.
  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Sella Giudicarie (M360), provincia di Trento, nato dalla fusione dei comuni Bondo (A967), Breguzzo (B135), Lardaro (E452) e Roncone (H545). Le zone uniche di tali comuni sono state copiate, con l’ordine di cui sopra, come zone 1, 2, 3 e 4 del nuovo comune.

Terreni / 2017

  • Terreni in comodato: il check presente nell’anagrafica dei terreni, utilizzato internamente dal software per permettere all’utente di escludere il terreno dalla dichiarazione dei redditi del proprietario, è stato rinominato per maggior chiarezza da ‘In comodato’ a ‘In comodato per uso agricolo’. La funzionalità dell’opzione rimane invariata.

730 / 2017

  • Soggetto che presta assistenza fiscale: se il codice del ‘Soggetto che presta assistenza fiscale’ non è presente nella relativa tabella, nel quadro ‘Dati cliente’ verranno ora visualizzati il codice e la descrizione ‘Nessuno’; nella Stampa ministeriale il caso verrà segnalato con un apposito warning invece che con un messaggio di errore imprevisto generico.

770 / 2017

  • Importazione dati telematico: aggiunta la possibilità di scegliere quale quadro importare.

IMU-TASI / 2017

  • Aliquote IMU e TASI: aggiornate le aliquote IMU/TASI per i seguenti comuni: Arezzo (AR – A390), Corato (BA – C983), Gaglianico (BI – D848), Argelato (BO – A392), Baricella (BO – A665), Castel Di Casio (BO – B969), Gardone Riviera (BS – D917), Maracalagonis (CA – E903), Senorbi’ (CA – I615), Castagneto Carducci (LI – C044), San Vincenzo (LI – I390), Milazzo (ME – F206), Guiglia (MO – E264), Carpignano Sesia (NO – B823), Borgonovo Val Tidone (PC – B025), Cittadella (PD – C743), Pesaro (PU – G479), Radda In Chianti (SI – H153), Noto (SR – F943), Andora (SV – A278), Ala Di Stura (TO – A117), Pianezza (TO – G559), Ispra (VA – E367), Lusiana (VI – E762), Bolsena (VT – A949)
    Si ricorda che l’elenco completo delle aliquote caricate e delle loro variazioni è disponibile online

23 novembre 2017 - versione 11.03

pubblicato 23 nov 2017, 02:19 da Angelo Prauscello

730 / 2017

  • Stampe di verifica: aggiunta la stampa dell’elenco clienti con 730 suddivisi per sostituto d’imposta.

Quadri Condivisi / 2017

  • Check-list per visto di conformità: nella check-list di ciascun modello, nella colonna dello stato del controllo, sono state aggiunte le voci ‘Non Previsto’ e ‘Da Verificare’.
    Nella medesima maschera verrà inoltre evidenziata la presenza/assenza del visto di conformità all’interno dei Dati Cliente della dichiarazione relativa.
  • Liquidazione Redditi SC ed IRAP: aggiornate le descrizioni del Tipo pagamento per le società con periodo d’imposta diverso dall’anno solare. Le parole Entro il 16° giorno sono state sostituite da Entro l’ultimo giorno. Le rate calcolate erano comunque corrette.
  • Stampa prospetto II acconti: corretta la stampa in caso di presenza di deleghe relative a secondi acconti riportate dall’anno precedente e non andate a buon fine.

Redditi SC / 2017

  • Telematico ministeriale: corretta la generazione del file telematico in quanto il campo RQ84 colonna 2 Società non operativa, sezione XXII Assegnazione o cessione di beni ai soci non veniva inserito nel file. L’errore generava uno scarto in fase di controllo telematico.

IVA / 2017

  • Quadro Dati cliente e creazione nuovo modello: modificata la descrizione della scelta del tipo di integrativa in “Integrativa Codice 1” e “Integrativa Codice 2”.

AutoEntratel / 2017

  • Autentica telematici: migliorata la segnalazione dei telematici non autenticabili per limiti tecnici di Entratel Multifile.

770 / 2017

  • Check-list per visto di conformità: abilitata la gestione della check-list dei controlli suggeriti per l’apposizione del visto di conformità alla dichiarazione dei sostituti d’imposta.

Windired base / 2017

  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Primiero San Martino di Castrozza (M359), provincia di Trento, nato dalla fusione dei comuni Fiera di Primiero (D572), Siror (I760), Tonadico (L201) e Transacqua (L329). Le zone uniche di tali comuni sono state copiate, con l’ordine di cui sopra, come zone 1, 2, 3 e 4 del nuovo comune.

Certificazione Unica / 2017

  • Congruenza ritenute: abilitata tale funzione anche per i quadri “Pro 2018”, per permettere il controllo tra le ritenute presenti in ST e i dati inseriti nei quadri Autonomi ed SF. Per visualizzare la congruenza sarà necessario, dal menù Gestione – Congruenza ritenute, scegliere i quadri CU e 770 2018 dal pulsante “Seleziona modelli”, dato che in automatico il programma proporrà la congruenza 2017.

15 novembre 2017 - versione 11.02

pubblicato 15 nov 2017, 05:52 da Angelo Prauscello

Redditi SP / 2017

  • Stampa lettera richiesta dati II acconti: corretta l’anomalia che non permetteva la stampa per i Redditi SP.
  • Dichiarazioni integrative: è stata corretta la gestione delle integrative rimuovendo dal menù di scelta la voce Integrativa a favore non più consentita dal 2017. Per chi avesse comunque operato tale scelta creando dei nuovi modelli dal 1 novembre 2017, si precisa che il programma, non gestendo più la casistica, non indicava alcuna tipologia di integrativa nel frontespizio, generando quindi un telematico come una dichiarazione di tipo normale, un primo invio. Verrà fornito un report con i clienti interessati all’apertura dell’archivio.
  • Stampa ministeriale: risolta l’anomalia che in fase di stampa ministeriale non riportava il codice “1” ma solo la casella barrata in caso di integrativa di tipo 1. Il telematico invece risultava corretto. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati per i quali rieseguire la stampa.

Redditi PF / 2017

  • Secondi acconti: sistemata l’anomalia che, in caso di secondo acconto INPS con aliquota al 24%, derivante dalla gestione II acconti, generava la delega con codice tributo PXX invece che P10.
  • Stampa lettera secondi acconti: corretta la stampa degli importi derivanti dal Quadro LM Forfetario.

Versamenti / 2017

  • Elenco banche: aggiornata la denominazione della banca “Banca di credito cooperativo di Castenaso” (cod.ABI 08472) in BCC FELSINEA – BANCA DI CREDITO COOPERATIVO.

Variazioni IVA / 2017

  • Modello AA5: aggiunta l’opzione “4 – Richiesta duplicato del certificato di codice fiscale” al campo Tipo dichiarazione

Redditi SC / 2017

  • Dichiarazioni integrative: è stata corretta la gestione delle integrative rimuovendo dal menù di scelta la voce Integrativa a favore non più consentita dal 2017. Per chi avesse comunque operato tale scelta creando dei nuovi modelli dal 1 novembre 2017, si precisa che il programma, non gestendo più la casistica, non indicava alcuna tipologia di integrativa nel frontespizio, generando quindi un telematico come una dichiarazione di tipo normale, un primo invio. Verrà fornito un report con i clienti interessati all’apertura dell’archivio.

Sincronizzazione Catasto / 2017

  • Fabbricati: risolta un’anomalia che impediva il salvataggio e l’aggiornamento di fabbricati con comproprietari.

Quadri Condivisi / 2017

  • Redditi SC, SP e PF: corretta la generazione del file telematico in caso di Integrativa art.2,c.8-ter in quanto la casella relativa al quadro RX veniva valorizzata in modo errato generando uno scarto in fase di controllo telematico.

770 / 2017

  • Congruenza ritenute in liquidazione: modificata la visualizzazione della congruenza all’interno della maschera. Ora, per accedere a tale sezione, sarà necessario premere il pulsante “Visualizza congruenza ritenute”.

09 novembre 2017 - versione 11.01

pubblicato 9 nov 2017, 03:21 da Angelo Prauscello

AutoEntratel / 2017

  • Stampa parametri con questionario: corretta la stampa ministeriale in quanto non venivano stampati i dati del questionario.

Redditi SP / 2017

  • Creazione file telematico: corretta la creazione del file telematico in presenza del campo RQ84.2 (sez XXII assegnazione beni ai soci, casella barrata “soc non operative”). L’anomalia produceva uno scarto del file per formato non conforme alle specifiche.
  • Creazione file telematico: corretta l’anomalia che non riportava nel file telematico il credito della colonna “importo residuo da compensare” presente nel primo rigo dell’RX sezione II (RX21.5). L’anomalia produceva uno scarto del file telematico.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RK: corretta la gestione del credito IRES trasferito al gruppo per i soggetti che non sono in regime di consolidato. Ogni volta che si riliquidava la dichiarazione il credito trasferito, indicato nel quadro RX e nella gestione crediti dei versamenti, veniva aumentato di un importo pari al credito inizialmente trasferito. L’errore veniva segnalato con uno scarto sul quadro RX in fase di controllo telematico. Nel caso si fosse verificato tale scarto riliquidare il cliente al fine di ottenere la corretta compilazione del quadro RX e dell’indicazione del credito residuo nei versamenti.

Quadri Condivisi / 2017

  • Redditi PF/SP/SC/SE – IRAP – Dichiarazione Consolidato 2017 – Determinazione secondi acconti: aggiunta la gestione per il calcolo e la rideterminazione dei secondi acconti per l’anno 2017.

30 ottobre 2017 - versione 10.07

pubblicato 30 ott 2017, 05:46 da Angelo Prauscello

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione: corretto il calcolo del campo RN3 in caso di presenza di contributo di solidarietà dovuto (CS2.5) pari a 12€. Tale anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.
  • Stampe ministeriale e telematico: corretta l’anomalia che, in caso di presenza di sole ritenute da consorzio (RS40), non stampava il quadro RS, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

Consolidato / 2017

  • Stampa ministeriale – Quadro CS – Spese per interventi su edifici ricadenti in zone sismiche: il rigo CS21 non veniva stampato correttamente. Il problema veniva comunque segnalato dalla procedura di controllo ministeriale.

Studi di settore / 2017

  • Stampa parametri con questionario: corretta la stampa ministeriale in quanto non venivano stampati i dati del questionario.
  • Stampa verifica: corretta l’anomalia che, in un alcuni casi, bloccava la stampa di verifica in presenza di un numero elevato di clienti.

Redditi SC / 2017

  • Quadro RZ: corretta la stampa ministeriale/telematico del quadro RZ in quanto i prospetti N Ritenute alla fonte operate e P Imposta sostitutiva non venivano stampati/inseriti nel telematico nel caso in cui fossero gli unici prospetti compilati. L’errore generava uno scarto in fase di controllo telematico in quanto veniva barrata la casella RZ sul frontespizio in assenza di dati nel quadro.
  • Quadro RZ – Ritenute alla fonte operate: corretto il titolo della maschera in quanto era erroneamente impostata a Prospetto F invece di Prospetto N.
  • Quadro RS – Spese di riqualificazione energetica: migliorato il calcolo della Detrazione, colonna 6 dei righi da RS80 a RS86, in quanto non venivano gestite correttamente le seguenti situazioni:
    • Spesa, totalmente sostenuta dalla Società, che generava una detrazione superiore al limite previsto: il programma, invece di limitare la detrazione, obbligava a ridurre manualmente i campi Totale spesa e Spesa sostenuta al fine di far rientrare la detrazione calcolata nel limite massimo previsto per la tipologia di spesa. L’importo della detrazione calcolata era corretto.
    • Spesa sostenuta da più soggetti detentori o possessori dell’immobile: la detrazione calcolata non veniva rapportata alla quota di partecipazione alla spesa totale ma veniva effettuato solo il controllo che la detrazione calcolata non superasse il limite previsto per la tipologia di spesa. Tale situazione generava uno scarto in fase di controllo telematico.
  • Quadro RF – R.O.L.: corretto il calcolo del rigo RF118.1 Totale interessi passivi, presente nel prospetto del calcolo del R.O.L a pagina 3 del quadro RF, in quanto un eventuale calcolo negativo del rigo non veniva ricondotto a zero. Il calcolo del 30% del R.O.L. veniva effettuato in ogni caso nel modo corretto. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi ENC / 2017

  • Stampa ministeriale – quadro RZ: nel caso in cui nel quadro RZ fosse presente il solo prospetto F (Ritenute alla fonte operate) il quadro non veniva stampato nonostante venisse barrata la casella nel frontespizio. Tale problema veniva comunque segnalato dal controllo telematico.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione SP e PF: corretto l’errore introdotto con la versione 10.06 che, in alcuni casi, non consentiva di liquidare impostando il Liquidato stampabile una liquidazione precedentemente non stampabile.

27 ottobre 2017 - versione 10.06

pubblicato 27 ott 2017, 00:03 da Angelo Prauscello

770 / 2017

  • Liquidazione: risolta l’anomalia che rendeva la dichiarazione NON stampabile nel caso in cui sia stato compilato solo il quadro ST/SV.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione Redditi SC, SP e PF: corretto l’errore che, in assenza del quadro RX, non consentiva il salvataggio della liquidazione.

26 ottobre 2017 - versione 10.05

pubblicato 26 ott 2017, 03:17 da Angelo Prauscello

Redditi PF / 2017

  • Liquidazione – Controlli inizali: modificati i controlli iniziali in caso di presenza di Studi di settore e quadro LM, che non permettevano il salvataggio della liquidazione.
  • Stampa ministeriale e telematico – quadro RC lavori socialmente utili: corretti la stampa ministeriale e il file telematico del Quadro RC in caso di lavori socialmente utili, poichè non veniva riportato il campo RC10.5. L’anomalia generava uno scarto del file telematico.
  • Addizionale regionale Bolzano per redditi superiori a 20.000: corretto il calcolo dell’addizionale regionale per la provincia di Bolzano che applicava una deduzione di 20.000 anzichè di 28.000 al reddito imponibile. L’errore generava uno scarto bloccante del file telematico.
  • Crediti e Acconti – INPS senza quadro RR: in caso di credito INPS derivante dall’anno precedente e in assenza del quadro RR nell’anno corrente, è stato modificato l’anno di riferimento del credito residuo indicato nella sezione II del quadro RX. Nonostante le istruzioni ministeriali richiedano che l’anno della II sezione sia sempre il 2016, si ritengono prioritarie le istruzioni fornite dalle circolari INPS nel mantenere l’anno di generazione del credito, in questo caso 2015. 
    All’apertura dell’archivio verrà generato un report con l’elenco dei clienti interessati dalla modifica.
  • Crediti da mediazione e videosorveglianza: corretti la stampa e il file telematico per i righi RN24 e RN30.7. La gestione dei crediti all’interno della liquidazione era già corretta, e le anomalie venivano segnalate dai controlli del file telematico.
  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del quadro RS nel caso di impresa familiare con collaboratori e compilazione del quadro RF, che non riportava il valore della “quota reddito” (campo RS6.3). All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con i clienti interessati dall’anomalia. Non sarà necessario riliquidare, basterà ristampare e/o ricreare il telematico una volta eseguito l’aggiornamento.
  • Arrotondamento spese mediche rateizzate in anni precedenti: modificato il calcolo dell’arrotondamento sui righi di dettaglio delle spese mediche rateizzate in anni precedenti, per renderlo coerente con il totale del quadro RP. L’anomalia produceva uno scarto del file telematico.
  • Rigo RC14.5 – Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa del quadro RC che non riportava la casella RC14.5, generando lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa.

770 / 2017

  • Quadro SK – Tipo comunicazione: aggiunto il valore “A” alla lista dei codici del rigo SK2 in caso di creazione di un nuovo emittente.
  • Frontespizio – Stampa ministeriale e telematico: risolta l’anomalia che, in presenza di società collegate, non barrava correttamente le caselle dei quadri compilati relativi alla dichiarazione della società incorporata. 
    Il telematico generato comportava uno scarto della fornitura.
  • Certificazione degli utili: risolta l’anomalia che non permetteva la generazione della stampa.
  • Liquidazione – stampa di verifica: risolta l’anomalia che non permetteva la visualizzazione dei dati relativi ai soggetti revisori.
  • Segnale di creazione file telematico: il programma utilizzava lo stesso segnale di creazione telematici sia per il 770 che per Redditi SC.
    L’impostazione del segnale di conferma per una delle due dichiarazioni poteva quindi comportare l’esclusione nella generazione non forzata dell’altra.
    Utilizzando Audit abbiamo quindi realizzato un report (“SC e 770 – Segnali di creazione telematico”) contenente i clienti per i quali è presente il segnale di creazione telematico ambiguo, unitamente alla data di creazione dell’ultimo telematico SC/770 (se presente).
    • Qualora un telematico non risulti generato, verificare se la generazione non sia sfuggita per il motivo di cui sopra
    • Qualora un telematico risulti generato, verificare se la generazione corrisponde poi all’effettivo invio (in Audit non abbiamo modo di distinguere le generazioni marcate come definitive).

IRAP / 2017

  • Stampa ministeriale 2015: in presenza di dichiarazione Integrativa la stampa della casella IC poteva non essere corretta in quanto veniva stampato lo stesso valore della casella IS. L’errore si verificava solo in fase di stampa, il file telematico veniva generato correttamente.
  • Quadro Eccedenze di versamento anno in corso: abilitata la possibilità di salvare il quadro con tutti gli importi a zero al fine di poter cancellare un’eventuale eccedenza di versamento inserita per errore e già registrata nella gestione crediti dei Versamenti.

AutoEntratel / 2017

  • Download ricevute: aumentata la dimensione delle ricevute “dati fattura” e “comunicazioni IVA” scaricabili. Questo permetterà di scaricare anche le ricevute con molte più segnalazioni del previsto che ora vengono bloccate.
  • Stampa ricevute: abilitata la stampa delle ricevute per tutti i modelli Redditi 2017 e IRAP 2017.
  • Controllo IVP: corretto un errore che si verificava durante il controllo delle liquidazioni IVA e causava il blocco del programma.

Redditi SP / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa ministeriale e il telematico nel caso di presenza del Quadro VO. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione.
  • UNICO SP 2016 – Generazione file telematico di più clienti: corretta la generazione del file telematico di più clienti in quanto non venivano conteggiati correttamente i record presenti.
  • Prospetto soci: risolta l’anomalia che non riportava il campo 2m (reddito da fabbricati NON imponibile) al netto dell’importo presente nel campo “maggior reddito da fabbricati” nel quadro RO – Dati soci. All’apertura dell’archivio verrà fornito un report con l’elenco dei clienti interessati.
  • RW colonna 18: corretta l’anomalia che riportava in stampa e telematico l’indicazione della casella barrata invece del codice scelto relativo ai quadri reddituali compilati (valori da 1 a 5). L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

Redditi SC / 2017

  • Stampa ministeriale e telematico: corretta la stampa ministeriale/telematico in quanto, in presenza del Quadro VO, veniva barrata la casella VO sul frontespizio ma non venivano stampati i dati del quadro. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione in fase di controllo telematico.
  • Quadro RF: corretta la stampa di verifica del quadro in quanto le descrizioni delle cause di esclusione studi e parametri non erano corrette.
  • Segnale di creazione file telematico: il programma utilizzava lo stesso segnale di creazione telematici sia per il 770 che per Redditi SC.
    L’impostazione del segnale di conferma per una delle due dichiarazioni poteva quindi comportare l’esclusione nella generazione non forzata dell’altra.
    Utilizzando Audit abbiamo quindi realizzato un report (“SC e 770 – Segnali di creazione telematico”) contenente i clienti per i quali è presente il segnale di creazione telematico ambiguo, unitamente alla data di creazione dell’ultimo telematico SC/770 (se presente).
    • Qualora un telematico non risulti generato, verificare se la generazione non sia sfuggita per il motivo di cui sopra
    • Qualora un telematico risulti generato, verificare se la generazione corrisponde poi all’effettivo invio (in Audit non abbiamo modo di distinguere le generazioni marcate come definitive).
  • Quadro RQ (seconda parte): abilitata la stampa di verifica del quadro.
  • Soggetti non residenti – Quadro RB: corretto il caricamento in liquidazione, rigo RN5 colonna 6 Altri redditi, del reddito derivante da quadro RB in quanto veniva caricato solo in presenza del quadro RA. L’errore veniva segnalato da uno scarto in fase di controllo telematico.

IMU-TASI / 2017

  • Caselle percentuali acconto e saldo: modificata la logica con cui il programma imposta le caselle con le percentuali acconto e saldo per i righi aggiunti alla gestione terreni e fabbricati dopo la scadenza del primo acconto. Ora il programma controllerà la data della variazione presente nell’anagrafica terreni e fabbricati ed imposterà le due caselle nel seguente modo:
    • 2 rate con 50% acconto e 50% saldo, se la data della variazione è precedente o uguale alla data della scadenza del primo acconto;
    • 2 rate con 0% acconto e 100% saldo, se la data della variazione è successiva alla data della scadenza del primo acconto.
  • Controllo sul numero di mesi: migliorato il controllo sul numero dei mesi presente nei controlli iniziali della liquidazione; per situazioni particolari come la:
    • presenza di variazioni intermedie a metà del mese (doppia imposizione);
    • presenza, in un mese di possesso, di più variazioni con periodi inferiori a 15 giorni (mese non conteggiato);

    verrà indicato come Tipo avviso:

    • ATTENZIONE, se è richiesto l’intervento dell’utente per modificare manualmente il calcolo dei mesi al fine di indicare al programma quale rigo considerare per quel mese;
    • AVVISO, nel caso in cui, pur in presenza della situazione particolare, il numero totale dei mesi inseriti risulta corretto.

Studi di settore / 2017

  • Cod attività 90.03.09 – Parametri: nel caso in cui il contribuente eserciti una delle attività comprese nel codice attività 90.03.09 ma non rientrante tra quelle per le quali si rendono applicabili gli studi di settore (cioè diversa da quelle degli scrittori individuali cine-radiotelevisivi; sceneggiatori, dialoghisti,soggettisti/autori di format, dialoghisti adattatori), vanno compilati i Parametri (Circ 20/E del 13 luglio 2017). Questa compilazione genera uno scarto non inviabile (***) per il quale l’Agenzia delle Entrate, tramite la nostra associazione di categoria, ha fornito il seguente chiarimento: confermare il controllo telematico mediante l’impostazione del flag “assenza studi di settore con quadro redditi compilato”. Si prega pertanto di contattare la Mida4, per la modifica manuale, se interessati dalla problematica.

730 / 2017

  • Generazione telematico: corretto il riporto in Autoentratel del file telematico che non avveniva se generato senza eseguire anche il controllo contestuale.

Quadri Condivisi / 2017

  • Liquidazione – compensazione verticale: nel caso in cui si fosse proceduto ad una riliquidazione delle imposte con la generazione di un maggior credito dopo aver già stampato in definitiva i documenti di versamento, il calcolo dell’importo usato in compensazione interna memorizzato nella gestione crediti dei versamenti poteva risultare errato.
    La procedura, in fase di apertura dell’archivio, produrrà un report dei potenziali clienti interessati dal problema, per i quali sarà necessario verificare l’importo del credito.
  • Quadro RX sezione II – Redditi SC, SP e PF: modificata la generazione della sezione II a seguito del salvataggio della liquidazione. Ora la sezione non verrà più svuotata e ricreata ma verranno mantenuti i righi inseriti manualmente dall’utente.
  • Redditi SC, SP e PF – Compensazione verticale: corretto, in liquidazione, il calcolo del valore proposto nella colonna Da non utilizzare presente nella maschera del calcolo delle imposte in quanto, nel caso di compensazione verticale ed in assenza di visto di conformità, veniva sottratto due volte l’importo del primo acconto. Tale errore consentiva un utilizzo del credito superiore al limite previsto dei 5.000€. All’apertura dell’archivio verrà generato un report per ogni procedura interessata con l’elenco dei clienti per i quali il calcolo dell’importo Da non utilizzare risulta non corretto.
  • Quadro RP/E – Presenza contemporanea di erogazioni liberali di cui ai codici spesa 20 e 41: in caso di presenza contemporanea dei righi RP/E 8.20 e RP/E 8.41, il primo dei due veniva erroneamente abbattuto anzichè limitato a 30.000 euro. L’anomalia veniva comunque segnalata dal controllo telematico. Se ricorre il caso, sarà necessario ripassare il quadro RP/E e la liquidazione.

Windired base / 2017

  • Report generati dagli aggiornamenti: aggiunta sulla maschera Report aggiornamenti il tasto Carica elenco clienti presenti nel report selezionato. Questa nuova funzione caricherà l’elenco dei clienti presenti nel report in Windired al fine di agevolare l’accesso a tali clienti.

18 ottobre 2017 - versione 10.04

pubblicato 18 ott 2017, 05:54 da Angelo Prauscello

Redditi SP / 2017

  • Quadro RO – Dati Soci: risolta l’anomalia, presente sia nella stampa che nel telematico, che riportava nella colonna 15 del quadro RO sez II l’importo relativo all’intero reddito da fabbricati (presente nel prospetto soci campo 2l) invece del solo maggior reddito (gestito con questa versione direttamente dal quadro RO in ciascun socio). All’apertura dell’archivio verrà generato un report con i clienti interessati. Non sarà necessario riliquidare ma solamente rigenerare la stampa ministeriale e/o il telematico.

Redditi PF / 2017

  • UPF 2016 RT68: risolta l’anomalia che non riportava in stampa e nel telematico le colonne 3 e 4 dell’RT68 (sez III RT). Verrà fornito un report all’apertura dell’archivio con i clienti interessati.
  • Quadro CE – Sezione I: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel. All’avvio del programma sarà fornito un report dei clienti interessati dal problema di cui sarà necessario ripassare la liquidazione confermando i dati del quadro CE.
  • Quadro RB: corretta l’anomalia che, in alcuni casi, non permetteva di salvare correttamente i dati relativi ai contratti di locazione.
  • Liquidazione: corretta l’anomalia che, in presenza di residui di detrazioni StartUP derivanti da Unico 2016, riportava gli eventuali residui nella casella 2 del campo RN47 invece che nella casella 3. L’anomalia generava lo scarto della dichiarazione in caso di invio telematico della stessa. All’apertura dell’archivio verrà prodotto un report con la lista dei clienti per i quali sarà necessario riliquidare la dichiarazione.
  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione del “Quadro RP oneri e spese 2018” (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati presenti nell’RP del PF2017 oltre all’inserimento anticipato manuale delle spese relative all’anno fiscale 2017.

Quadri Condivisi / 2017

  • Controlli per il visto di conformità: il quadro con i controlli per l’apposizione del visto di conformità, presente nelle procedure Redditi, IRAP, 770 e Dichiarazione Consolidato, è stato rinominato da Visto di conformità a Controlli per visto di conformità.
  • Gestione quadri pro 2018: abilitata la funzione “Pro anno successivo” per l’inserimento anticipato dei dati relativi ad alcune procedure 2018 (anno fiscale 2017) che poi verranno riportati automaticamente nelle rispettive dichiarazioni il prossimo anno.
    L’attivazione riguarda i seguenti quadri: “SF”, “SK” e “ST/SV” (per il 770), “Dati anagrafici” e “Autonomi” (CU) e “Oneri e spese” (PF/730).

IVA / 2017

  • Acconto IVA 2017: attivata la funzione per la determinazione dell’acconto IVA 2017.

AutoEntratel / 2017

  • Stampa telematico: corretto un errore che impediva la stampa di alcuni modelli ministeriali (F24, Redditi, IRAP).
  • Stampa ricevute: corretta la stampa del campo “Ricezione altre comunicazioni telematiche” presente nei modelli Redditi 2017.
  • Stampa ricevute: corretta la stampa dei modelli Redditi 2017 che in caso di scarti non riportava correttamente il dettaglio dell’errore riscontrato.

Windired base / 2017

  • Aggiornamento estimi catastali 2016 e 2017: aggiunti gli estimi catastali del nuovo comune Alto Reno Terme (M369) nato dalla fusione dei comuni Granaglione (E135) e Porretta Terme (A558). Le zone 1 e 2 del comune di Granaglione sono state copiate come zone 1 e 2 del nuovo comune, mentre la zona unica del comune di Porretta Terme è stata copiata come zona 3 del nuovo comune di Alto Reno Terme.

Studi di settore / 2017

  • WG89U: corretta l’assegnazione dei codici relativi alle attività esercite nel quadro Z. Verrà visualizzato un report con i clienti interessati da tale studio. Si consiglia di controllare i valori inseriti nel quadro.
  • YG61U e YM03U: è stato corretto il frontespizio, in quanto non veniva visualizzata la sezione relativa alle “imprese multiattività” e non erano compilabili i campi relativi alla sezione “Atri dati”. Sarà necessario ripassare lo studio solo nel caso in cui fosse necessario compilare queste sezioni.
    Verrà visualizzato un report con l’elenco dei clienti per cui sono stati compilati tali studi.

770 / 2017

  • Importazione da telematico: risolta l’anomalia che in alcuni casi non importava i dati relativi al quadro SX.
  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione dei quadri ST/SV, SF e SK relativi al 770/2018 (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dalla gestione del 770/2017 (tranne per il quadro ST che come sempre richiede la compilazione manuale o l’importazione dai versamenti).

Consolidato / 2017

  • Dati consolidate: nella fase d’importazione dei dati delle consolidate vengono ora riportati anche i dati dei quadri CE relativi alle società partecipanti alla liquidazione di gruppo.

Redditi ENC / 2017

  • Quadro CE: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel.

Redditi SC / 2017

  • Quadro CE: in caso di presenza di più righi relativi allo stesso anno, il calcolo della capienza nell’imposta netta (rigo CE4, col.3) risultava errato. Tale anomalia veniva in ogni caso segnalata dal controllo telematico Entratel.

730 / 2017

  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione del “Quadro E oneri e spese 2018” (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati presenti nel quadro E del 730/2017 oltre all’inserimento anticipato manuale delle spese relative all’anno fiscale 2017.

Certificazione Unica / 2017

  • Quadri pro 2018: abilitata la gestione dei quadri “Dati anagrafici” e “Quadro Autonomi” relativi alla CU/2018 (anno fiscale 2017). La funzione presente nel nuovo menù “Crea quadri pro 2018” permetterà il riporto dei dati anagrafici dalle CU 2017.

1-10 of 59